VR46 Racing

squadra di motociclismo italiana
(Reindirizzamento da SKY Racing Team VR46)
VR46 Racing Team
Motociclismo IlmorX3-003.png
PaeseItalia Italia
CategorieMotoGP
Moto2
SedeTavullia
Team managerSpagna Pablo Nieto
Piloti nel 2022
MotoGP10 Italia - Luca Marini
72 Italia - Marco Bezzecchi
Moto213 Italia - Celestino Vietti
28 Italia - Niccolò Antonelli
Moto nel 2022Ducati Desmosedici (MotoGP)
Kalex Moto2 (Moto2)
Pneumatici nel 2022Michelin (MotoGP)
Dunlop (Moto2)
Campioni del Mondo
Moto22018 - Italia Francesco Bagnaia

La VR46 Racing Team è una squadra di motociclismo che gareggia nel motomondiale, di proprietà di Valentino Rossi.

È stata conosciuta per motivi di sponsorizzazione dal 2014 al 2021 come Sky Racing Team VR46, [1] mentre dal 2022 il nome diventa Mooney VR46 Racing Team.

MotomondialeModifica

Moto3Modifica

Nel settembre 2013 la VR46 di Valentino Rossi e Sky Italia annunciano la nascita dello Sky Racing Team VR46, progetto destinato a far emergere e valorizzare le giovani promesse del motociclismo italiano.[2] La squadra debutta nella stagione 2014 del Motomondiale in Moto3 con due KTM RC 250 GP, affidate a Romano Fenati e Francesco Bagnaia, con Vittoriano Guareschi in qualità di team manager. Al secondo Gran Premio stagionale disputatosi ad Austin Romano Fenati lotta per la vittoria e conclude la gara in seconda posizione. Pochi giorni più tardi il pilota di Ascoli Piceno conquisterà la prima vittoria del 2014 a Termas de Rio Hondo, riuscendo a ripetersi nei successivi Gran Premi di Jerez, Mugello e, nel corso del campionato, in Aragona. Fenati chiuderà il campionato al quinto posto con Bagnaia quattordicesimo con il quarto posto al Gran Premio di Francia quale miglior risultato.

 
Romano Fenati su una Moto3 dello Sky Racing Team VR46 nel 2016

Nel motomondiale 2015 lo Sky Racing Team VR46 affida la direzione sportiva a Pablo Nieto[3] con la riconferma di Romano Fenati in squadra affiancato da Andrea Migno. La squadra si riafferma protagonista del Mondiale Moto3 con Fenati vincitore a Le Mans e quarto assoluto in campionato.

Per la stagione 2016 il progetto si rafforza con l'innesto di Nicolò Bulega in squadra accanto ai riconfermati Romano Fenati e Andrea Migno, tutti in sella a moto KTM. Bulega si mette in mostra con la pole position e il secondo posto in gara a Jerez, mentre Migno conquista i suoi primi due podi nel Mondiale Moto3 ad Assen e Valencia. Per Fenati arriva la vittoria ad Austin e una serie di piazzamenti sul podio. Nel corso del GP d'Austria si registra la conclusione del rapporto tra Fenati e lo Sky Racing Team VR46; il pilota viene sostituito fino al termine della stagione da Lorenzo Dalla Porta.[4] Nel 2017 le sue KTM sono affidate a Nicolò Bulega e ad Andrea Migno che conquista l'unica vittoria stagionale per il costruttore Austriaco in occasione del Gran Premio d'Italia al Mugello.

Nel 2018 a fianco del confermato Nicolò Bulega ci sarà Dennis Foggia, vincitore l'anno precedente del Campeonato de España de Velocidad (CEV) con lo Sky VR46 Junior Team. Nel CEV invece correrà Celestino Vietti Ramus. il Team ottiene due piazzamenti a podio con Foggia e Vietti che sono piloti titolari anche nella stagione 2019 portando la compagine italiana al quarto posto nella classifica team totalizzando 232 punti. Nel 2020 il team si schiera con il confermato Vietti ed il ritorno di Migno dopo tre anni. Vietti ottiene le prime vittorie nel motomondiale in occasione dei Gran Premi di Stiria e Francia e la stagione si chiude al terzo posto in classifica a squadre.[5] Nel 2021 il team non prende parte direttamente alla classe leggera del motomondiale ma si appoggia ad Avintia Racing per far correre Niccolò Antonelli ed Elia Bartolini come pilota sostitutivo.[6] Antonelli conclude la stagione, prima del passaggio in Moto2 al sesto posto in classifica mondiale conquistando quattro piazzamenti a podio e una pole position.[7]

Moto2Modifica

Nel motomondiale 2017 per la prima volta il team partecipa alla classe intermedia del Motomondiale schierando due piloti italiani: si punta sul ritorno in squadra di Francesco Bagnaia e sul giovane Stefano Manzi con la disponibilità di telai Kalex. Proprio in questa categoria Bagnaia conquista quattro podi (Jerez, Le Mans, Sachsenring e Misano) aggiudicandosi il quinto posto in campionato e il riconoscimento di "Rookie of the Year".[8]

Per la stagione 2018 prosegue l'impegno nella classe Moto2 con Francesco Bagnaia e il nuovo arrivo Luca Marini. In occasione del Gran Premio di Thailandia, grazie alla vittoria di Bagnaia e al contestuale secondo posto di Luca Marini in Moto2, il team ottiene la sua prima doppietta in gara nel Motomondiale. Curiosamente questo evento coincide con la vittoria numero 800 per i piloti italiani nel Motomondiale.[9] Il 4 novembre 2018 con la vittoria di Luca Marini e la contemporanea terza posizione di Francesco Bagnaia, quest’ultimo si laurea campione del mondo piloti per la Moto2 del 2018.[10] La stagione si conclude con il secondo posto in classifica a squadre in Moto2.

Nel 2019 la coppia di piloti è formata dal confermato Marini e da Nicolò Bulega. Miglior risultato stagionale sono le due vittorie consecutive in Thailandia e Giappone con Luca Marini.[11] Nel 2020 al confermato Marini, viene affiancato Marco Bezzecchi. Entrambi i piloti concorrono per la conquista del titolo chiudendo poi al secondo e al quarto posto. Lo Sky Racing Team VR46 vince la classifica riservata a squadre della Moto2.[12] Nel motomondiale 2021, al riconfermato Bezzecchi viene affiancato Celestino Vietti che fino all'anno precedente aveva gareggiato in Moto3. Bezzecchi disputa una buona stagione chiudendo al terzo posto conquistando sette piazzamenti a podio di cui una vittoria (Stiria) mentre Vietti chiude al dodicesimo posto con un finale di stagione in crescendo.[13]

MotoGPModifica

Al termine della stagione 2020 è stato stretto un accordo con il Team Avintia per il debutto nel motomondiale 2021 in MotoGP, utilizzando una Ducati con alla guida Luca Marini.[14][15] Marini chiude la stagione d'esordio al diciannovesimo posto con 41 punti. Miglior risultato stagionale è il quinto posto ottenuto al Gran Premio d'Austria.

Altre competizioniModifica

Sky Junior Team VR46Modifica

 
Dennis Foggia nel 2017 su una Moto3 del Junior Team a Valencia per il Campeonato de España de Velocidad

Lo Sky Junior Team VR46 era il team satellite, le cui moto hanno le stesse caratteristiche della KTM RC 250 GP utilizzata dal team di Moto3 ma con livrea leggermente modificata. Questo team satellite è stato, di tanto in tanto, utilizzato per permettere ai piloti della Riders Academy di prendere parte come wild card ad alcune tappe del Motomondiale nella classe minore. Nel 2017 Dennis Foggia partecipa ai GP di Aragona e Valencia con lo Junior Team (giungendo rispettivamente 8º e 7º al traguardo), mentre nel 2019 Elia Bartolini vi esordisce nel Motomondiale prendendo parte al GP di San Marino, giungendo 15º e conquistando così il suo primo punto.[16] Al termine della stagione 2021 Bartolini è campione italiano Moto3.

Risultati MotoGPModifica

I punti e il risultato finale sono la somma dei punti ottenuti da tutti i piloti (diversamente dalla classifica costruttori) e il risultato finale si riferisce al team e non al costruttore.

Anno Moto Gomme Piloti                                         Punti Pos.
2022 Ducati Desmosedici M Luca Marini 13 14 11 17 12 16 9 6 6 5 17 107
Marco Bezzecchi Rit 20 9 Rit 15 9 12 5 Rit 11 2
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class Squalificato '-' Dato non disp.

NoteModifica

  1. ^ VR46 Team: addio a Sky, Mooney nuovo title sponsor per la stagione 2022, su motori.ilmessaggero.it, Caltagirone Editore.
  2. ^ Redazione, Moto3: ufficiale, nasce il Team VR46 di Rossi con Sky e Fenati, su corsedimoto.com, Editoriale l'Incontro, 23 settembre 2013.
  3. ^ Claudio Barbieri, Vamos Nieto! Il nuovo boss dello Sky Racing Team VR46, su sport.sky.it, Sky Italia S.r.l., 12 gennaio 2015. URL consultato il 14 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 18 febbraio 2015).
  4. ^ Redazione, Fenati e lo SKY Team VR46, è rottura, su motogp.com, Dorna Sports S.L., 18 agosto 2016.
  5. ^ (EN) Redazione, Moto3 2020 - World standings (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 22 novembre 2020.
  6. ^ Marco Pezzoni, Moto3, Sky Racing Team: dal debutto stellare al finale 2020 a Portimao, su motosprint.corrieredellosport.it, Conti Editore S.r.l., 1º dicembre 2020. URL consultato il 7 maggio 2021.
  7. ^ Diana Tamantini, Moto3 Misano-2: vola Niccolò Antonelli, dalla Q1 alla pole position!, su corsedimoto.com, Editoriale l'Incontro, 23 ottobre 2021.
  8. ^ (EN) Redazione, Moto2 2017 - Rookie of the Year Classification (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 12 novembre 2017.
  9. ^ Guido Sassi, Moto2, GP Thailandia 2018. Buriram da sogno, doppietta Sky Racing Team, su sport.sky.it, Sky Italia S.r.l., 7 ottobre 2018.
  10. ^ Umberto Schiavella, Moto2 Malesia 2018: Francesco Bagnaia Campione del Mondo, su motoblog.it, Triboo Media S.r.l., 4 novembre 2018.
  11. ^ Gianmaria Rosati, Moto2, Marini non si ferma più e vince anche a Motegi, su gpone.it, Buffer Overflow S.r.l., 20 ottobre 2019.
  12. ^ (EN) Redazione, Moto2 2020 - Championship Standings (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 22 novembre 2020.
  13. ^ (EN) Redazione, Moto2 2021 - World Championship Classification (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 14 novembre 2021.
  14. ^ Sky Racing Team VR46, è l’anno della svolta, su sport.sky.it, Sky Italia S.r.l., 16 febbraio 2021.
  15. ^ Marini esordisce in motogp: "La prima gara sarà speciale", su raisport.rai.it, RAI Radiotelevisione Italiana S.p.A., 23 marzo 2021.
  16. ^ Redazione, Moto3, Elia Bartolini all’esordio mondiale: “Opportunità per migliorarmi”, su corsedimoto.com, Editoriale l'Incontro, 9 settembre 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto