Apri il menu principale

Niccolò Antonelli

pilota motociclistico italiano
Niccolò Antonelli
Niccolò Antonelli mugello 2012.jpg
Antonelli sulla FTR M312 del team Gresini Racing nel 2012
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2012 in Moto3
Miglior risultato finale
Gare disputate 132
Gare vinte 4
Podi 7
Punti ottenuti 690
Pole position 8
Giri veloci 4
 

Niccolò Antonelli (Cattolica, 23 febbraio 1996) è un pilota motociclistico italiano.

CarrieraModifica

Figlio di Igor Antonelli, anch'egli pilota professionista,[1] inizia a correre nel 2004, concludendo undicesimo nella categoria Junior A del campionato di minimoto. Nella stessa categoria è campione regionale e vicecampione europeo nel 2005. Nel 2006 passa alla categoria Junior B, giungendo secondo nei campionati regionale e italiano e terzo in quello europeo. Nel 2007 vince nella stessa categoria a tutti i livelli, compreso quello mondiale. Nel 2008 è campione italiano MiniGP Junior 50. Nel 2009 corre nel campionato catalano e mediterraneo, nella categoria Metrakit 125. Nel 2010 prende parte alla Red Bull Rookies Cup, che conclude all'ottavo posto, e corre nella classe 125 GP del Campionato Italiano Velocità, finendo in sesta posizione prima di vincere il titolo nel 2011. Nello stesso periodo partecipa anche a prove del campionato spagnolo, piazzandosi in 17ª posizione nel 2010 e in 4ª nel 2011.

Nel 2012 debutta nel motomondiale in Moto3, ingaggiato dal team Gresini Racing, iniziando la stagione alla guida di una Honda NSF250R per poi passare, dal GP di Spagna, ad una FTR M312. Ottiene come miglior risultato due quarti posti (Francia e Italia) e termina la stagione al 14º posto con 77 punti. In questa stagione è costretto a saltare il Gran Premio d'Australia a causa di una forte botta alla testa, rimediata nelle prove libere del GP. Nel 2013 rimane nello stesso team, con compagno di squadra Lorenzo Baldassarri. Ottiene come miglior risultato un settimo posto in Italia e termina la stagione al 16º posto con 47 punti.

 
Antonelli nel 2013

Nel 2014 rimane nello stesso team, con compagno di squadra Enea Bastianini. Corre con il numero 23. Ottiene una pole position in Comunità Valenciana e un quinto posto in Olanda come miglior risultato in gara; termina la stagione al 14º posto con 68 punti. Nel 2015 passa al team Ongetta-Rivacold, alla guida di una Honda; il compagno di squadra è Jules Danilo. Vince la sua prima gara di carriera in Moto3 a Brno, partendo dalla pole. In Gran Bretagna ed a San Marino giunge terzo. Vince in Giappone. Ottiene la pole position in Malesia. Chiude la stagione al quinto posto con 174 punti.

Nel 2016 rimane nello stesso team, con la stessa moto, il compagno di squadra è ancora il francese Jules Danilo. Vince il primo Gran Premio stagionale in Qatar.[2] Ottiene una pole position in Francia. In questa stagione é costretto a saltare il Gran Premio di Germania a causa di una caduta in qualifica, nella quale si procura una frattura scomposta della clavicola sinistra in prossimità dello sterno.[3] Chiude la stagione all'undicesimo posto in classifica piloti, con 91 punti ottenuti.

Nel 2017 su trasferisce nel team Red Bull KTM Ajo, alla guida di una KTM RC 250 GP, dove trova come compagno di squadra l'olandese Bo Bendsneyder.[4] In questa stagione è costretto a saltare il Gran Premio di Germania a causa di un infortunio alla settima e ottava vertebra cervicale rimediato nelle prove della gara precedente; il suo posto in squadra, in questo frangente, viene preso da Danny Kent.[5] Conclude la stagione al diciottesimo posto in classifica piloti con 38 punti ottenuti.

Nel 2018 corre con la Honda NSF250R del team SIC58 Squadra Corse; il compagno di squadra è Tatsuki Suzuki. Ottiene pole position e quarto posto (miglior risultato in gara della stagione) in Qatar e termina la stagione al 15º posto con 71 punti. In questa stagione è costretto a saltare il Gran Premio di Catalogna per la lussazione della spalla sinistra rimediata nelle prove libere del GP e il Gran Premio d'Australia a causa della frattura di una vertebra e di una microfrattura al piede sinistro rimediate nel precedente GP del Giappone.

Nel 2019 è nuovamente pilota titolare in Moto3, con lo stesso team e lo stesso compagno di squadra della stagione precedente. Ottiene due pole position (Americhe e Giappone) e una vittoria nel Gran Premio di Spagna. In questa stagione è costretto a saltare i Gran Premi d'Aragona e Gran Premio motociclistico di Thailandia a causa della frattura del polso sinistro rimediata nel precedente GP di San Marino e il Gran Premio d'Australia a causa della lussazione della spalla sinistra rimediata nelle qualifiche del GP.

Risultati nel motomondialeModifica

2012 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 Honda e FTR Honda 17 8 6 4 12 13 Rit 12 4 NE Rit 23 8 10 12 15 NP 13 77 14º
2013 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 FTR Honda Rit Rit Rit Rit 7 Rit 13 15 NE 16 10 13 8 14 Rit 8 9 27 47 17º
2014 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 KTM 9 Rit 25 Rit Rit Rit Rit 5 Rit 18 13 7 16 9 9 10 7 7 68 14º
2015 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 Honda 8 23 Rit Rit 5 6 4 9 5 7 1 3 3 6 1 17 4 Rit 174
2016 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 Honda 1 10 Rit Rit 8 4 20 5 Inf 18 5 SQ 11 14 10 Rit 12 16 91 11º
2017 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 KTM 7 Rit 14 22 Rit 16 11 NP Inf 24 Rit 16 Rit 18 2 Rit Rit 14 38 18º
2018 Classe Moto                                       Punti Pos.
Moto3 Honda 4 8 24 11 5 9 NP 17 16 11 22 AN 10 Rit Rit Rit Inf 10 7 71 15º
2019 Classe Moto                                       Punti Pos.
Moto3 Honda 8 4 5 1 Rit 4 11 8 12 5 9 4 Rit Inf Inf 12 NP 10 128
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

  1. ^ Redazione Sito, Niccolò Antonelli in 125 sulle orme di papà Igor, su civ.tv, 27 gennaio 2010. URL consultato l'8 maggio 2019 (archiviato il 16 giugno 2018).
  2. ^ Giovanni Zamagni, Moto3, Qatar, Antonelli vince su Binder al fotofinish. Cinque italiani fra i primi 6, gazzetta.it, 20 marzo 2016.
  3. ^ Antonello D'Amore, Moto3 Sachsenring: Niccolò Antonelli “Che peccato, oggi mi sentivo particolarmente bene in sella”, motograndprix.motorionline.com, 16 luglio 2016.
  4. ^ Redazione Tuttosport, Moto3, Antonelli passa al team Red Bull Ajo, tuttosport.com, 14 settembre 2016.
  5. ^ Alessio Piana, Moto3 Niccolò Antonelli infortunato, in Germania corre Danny Kent, corsedimoto.com, 28 giugno 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica