Unione Sportiva Pianese

Società calcistica italiana con sede nella città di Piancastagnaio (SI)
US Pianese
Calcio Football pictogram.svg
Pianese Logo 2019.png
Bianconeri, Zebrette[1], Amiatesi[2], Amiatini[3]
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px bianco con 2 strisce nere e P stilizzata.png Bianco, nero
Dati societari
Città Piancastagnaio
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie D
Fondazione 1930
Presidente Italia Maurizio Sani
Allenatore Italia Roberto Bacci
Stadio Comunale
(1 500 posti)
Sito web www.uspianese.it
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'Unione Sportiva Pianese s.r.l.[4], meglio nota come Pianese, è una società calcistica italiana con sede nel comune di Piancastagnaio, in provincia di Siena.

Fondata nel 1930, ha trascorso gran parte della propria storia nei campionati dilettantistici della Toscana. Esordiente in Serie D nel 2010, vi ha quindi giocato stabilmente fino all'annata 2018-2019, allorché ha vinto il proprio girone, ottenendo per la prima volta la promozione in Serie C. La sua permanenza nella terza serie nazionale dura un solo campionato; nella stagione 2020-2021 milita pertanto in Serie D, nel girone E.

StoriaModifica

La pratica calcistica alle falde del monte Amiata inizia nel 1930 e prende definitivamente piede il 2 aprile 1932, data in cui l'allora commissario prefettizio del comune di Piancastagnaio, Vincenzo Forconi, dispone l'approntamento di un campo per la pratica pedatoria. Per il primo ventennio le attività (complice lo scoppio della seconda guerra mondiale) vengono condotte a carattere dilettantistico e informale, organizzando partite contro i club dei comuni limitrofi[5].

Nel 1950 la Pianese si associa all'UISP e ne disputa i relativi campionati: nel 1954 vince il torneo provinciale senese, risultato bissato nel 1959[5].

Nel mentre la pratica cresce di livello, sicché il 24 luglio 1970 (dopo che nel 1967, anche grazie all'aiuto degli appassionati, era stato riallestito il campo sportivo) la società si affilia alla FIGC, debuttando nel campionato di Terza Categoria senese. L'organigramma comprende il presidente Vincenzo Renai, coadiuvato dal vice Carlo Gheda, dal segretario Lanfranco Piccinelli, dal cassiere Benito Belloni e dai consiglieri Gastone Perini, Bruno Sani, Moreno Cencini e Francesco Capretti[6].

Dopo un primo anno di "assestamento", alla seconda stagione nei ruoli federali la Pianese (guidata dal tecnico Mauro Bettarini) vince il proprio girone e sale in Seconda Categoria[5]. Contestualmente, fino circa alla metà degli anni 1970, grazie ai buoni rapporti intrecciati col tecnico Lauro Toneatto (senese d'adozione), Piancastagnaio ospita regolarmente per allenamenti ed amichevoli squadre quali Bari, Pisa, Foggia e Cagliari[5].

La permanenza della Pianese in Seconda Categoria dura fino al 1976-1977, allorché i bianconeri di mister Manlio Focarelli vincono il loro girone e sono promossi in Prima Categoria. Il club inizia pertanto a darsi una struttura più solida: nel 1978 il consiglio direttivo sale a 30 membri e si iniziano a tesserare i giocatori con criteri semiprofessionistici[6].

Nel 1992-1993 la squadra conquista il primo accesso alla Promozione, ma il successivo campionato si risolve in un'immediata retrocessione. Seguono poi alcune annate altalenanti: nel 1995 gli amiatesi risalgono in Promozione, indi vi rimangono per quattro stagioni, tornando in Prima Categoria nel 1999. Questo rovescio segna però un punto di svolta, ché nel campionato 1999-2000 la Pianese di Bruno Cornacchia domina il proprio girone, ottenendo 75 punti su 30 partite (delle quali 23 vinte, 6 pareggiate e solo 1 persa), con 73 reti segnate a fronte di 21 subìte[5].

Stabilizzatasi in Promozione, la selezione bianconera vi gioca con crescenti successo, finché nel 2005-2006 vince il proprio girone ed è promossa in Eccellenza[5]. Nel mentre, date le nuove normative inerenti alle società a carattere non professionale, la forma amministrativa viene mutata in associazione sportiva dilettantistica.

Propostasi fin da subito quale squadra di vertice anche nella massima divisione regionale, la Pianese beneficia al contempo dell'apporto dell'imprenditore Maurizio Sani (titolare del marchio Stosa Cucine), originario di Piancastagnaio e in gioventù giocatore del vivaio bianconero. Nei primi anni 2000 egli entra in società nella duplice veste di sponsor e direttore sportivo, per poi assumere su di sé la carica di presidente nel 2009[7]. Corroborati dall'inedita solidità economica, nel 2009-2010 gli amiatini vincono il proprio raggruppamento di Eccellenza ed entrano in Serie D[5].

Nella stagione 2018-2019, al nono anno di militanza nell'interregionale, la Pianese (guidata dal tecnico Marco Masi) inizia il proprio campionato con un rendimento altalenante, che la porta a gravitare perlopiù tra il quarto e l’ottavo posto nel gruppo E. La crescita nel girone di ritorno porta però i bianconeri ad ingaggiare un duello al vertice con il Ponsacco. Alla trentesima giornata, grazie alla vittoria sul Bastia, la Pianese si porta in testa alla classifica e consolida il primato con un filotto di sei affermazioni. I due pareggi alla terzultima e penultima giornata fanno però risalire i rossoblù pisani a una sola lunghezza di distacco, ma ciò non basta per negare agli amiatini (vittoriosi all’ultimo turno contro il Seravezza) la prima promozione in Serie C[5].

Col passaggio al professionismo, la Pianese muta la propria forma amministrativa in società di capitali; l'organigramma in carica viene sostanzialmente confermato, al pari del tecnico Masi[8]; il calciomercato porta all'innesto di diversi giovani e di alcuni elementi d'esperienza (nello specifico l'attaccante Matteo Momentè, il centrocampista Paolo Regoli e il difensore Emilio Dierna). Il problema più annoso si rivela quello del campo interno: essendo indisponibile (poiché non ancora omologato per la Serie C) lo stadio comunale di Piancastagnaio, la Pianese adotta in via transitoria lo stadio Carlo Zecchini di Grosseto, ottenendo al contempo che il comune d'origine provveda ad avviare i lavori di adeguamento dello storico impianto amiatino[9]. Tale intervento non viene però portato a termine entro la fine della stagione, obbligando pertanto la Pianese a giocare tutte le partite de facto in trasferta.

Inseriti nel girone A, i bianconeri palesano a tratti un discreto rendimento: spicca tra i risultati il pareggio per 1-1 del 18 ottobre contro il Monza "targato" Fininvest, di gran lunga la squadra più competitiva del raggruppamento; alcune sconfitte di troppo tuttavia li fanno sprofondare in zona play-out, tra la 15ª e la 19ª posizione. Il campionato tuttavia s'interrompe bruscamente per via dell'epidemia di COVID-19, che dal mese di febbraio conduce al "blocco" quasi totale del sistema sportivo italiano: alcuni giocatori e dipendenti della Pianese vengono peraltro interessati dal contagio[10].

L'8 giugno, dopo circa quattro mesi di incertezza e decisioni contrastanti tra FIGC e Lega Italiana Calcio Professionistico sulle modalità di completamento dei campionati professionistici, la Pianese viene definitivamente inclusa nella "griglia" dei play-out retrocessione contro la Pergolettese. Il giorno stesso la società esonera il tecnico Masi[11] e lo sostituisce con Pasquale Catalano[12]. Lo spareggio-salvezza contro i gialloblù di Crema si risolve in favore di questi ultimi, che in quanto meglio piazzati in stagione regolare beneficiano del doppio pareggio (0-0 e 3-3) per mantenere la categoria.

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'Unione Sportiva Pianese
  • 1930 - Fondazione dell'Unione Sportiva Pianese.
  • 1930-1950 - Attività estemporanea a livello locale.

  • 1950-1970 - Partecipa ai tornei senesi dell'UISP.

  • 1970 - Si affilia alla FIGC e si iscrive alla Terza Categoria
  • 1970-1971 - ? nel girone ? della Terza Categoria Siena.
  • 1971-1972 - 1º nel girone ? della Terza Categoria Siena. Promossa in Seconda Categoria.
  • 1972-1973 - ? nel girone ? della Seconda Categoria Toscana.
  • 1973-1974 - ? nel girone ? della Seconda Categoria Toscana.
  • 1974-1975 - ? nel girone ? della Seconda Categoria Toscana.
  • 1975-1976 - ? nel girone ? della Seconda Categoria Toscana.
  • 1976-1977 - 1º nel girone ? della Seconda Categoria Toscana. Promossa in Prima Categoria.
  • 1977-1978 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.
  • 1978-1979 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.
  • 1979-1980 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.

  • 1980-1981 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.
  • 1981-1982 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.
  • 1982-1983 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.
  • 1983-1984 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.
  • 1984-1985 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.
  • 1985-1986 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.
  • 1986-1987 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.
  • 1987-1988 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.
  • 1988-1989 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.
  • 1989-1990 - ? nel girone ? della Prima Categoria Toscana.


  • 2000-2001 - 10º nel girone B della Promozione Toscana.
  • 2001-2002 - 8º nel girone B della Promozione Toscana.
  • 2002-2003 - 7º nel girone B della Promozione Toscana.
  • 2003-2004 - 4º nel girone B della Promozione Toscana.
  • 2004-2005 - 13º nel girone B della Promozione Toscana. Vince i play-out.
  • 2005-2006 - 1º nel girone B della Promozione Toscana. Promossa in Eccellenza.
  • 2006 - In ossequio alla nuove normative italiane sulle realtà sportive non professionistiche, la società cambia denominazione in Unione Sportiva Pianese Associazione Sportiva Dilettantistica.
  • 2006-2007 - 7º nel girone B dell'Eccellenza Toscana.
    Finale della fase toscana di Coppa Italia Dilettanti.
  • 2007-2008 - 3º nel girone B dell'Eccellenza Toscana. Perde la semifinale dei play-off nazionali.
    Ottavi di finale nella fase toscana di Coppa Italia Dilettanti.
  • 2008-2009 - 5º nel girone B dell'Eccellenza Toscana.
    Partecipa alla fase toscana di Coppa Italia Dilettanti.
  • 2009-2010 - 1º nel girone B dell'Eccellenza Toscana. Promossa in Serie D.
    Partecipa alla fase toscana di Coppa Italia Dilettanti.


Colori e simboliModifica

ColoriModifica

I colori sociali della Pianese sono il bianco e il nero, che nella maglia casalinga assumono generalmente una disposizione palata; in alcuni casi è altresì attestato l'uso di casacche inquartatate, con una soluzione verosimilmente ispirata alle prime divise del Siena, storicamente la squadra più prestigiosa e seguita della provincia[5].

Le maglie esterne e terze (laddove ne è stato previsto l'impiego) tendono invece a usare soluzioni monocrome in bianco, col nero relegato alle finiture, oppure in tinte quali arancione, azzurro, giallo e verde[13][14].

Simboli ufficialiModifica

StemmaModifica

Lo stemma storico della Pianese è uno scudetto palato di bianco e nero, recante in capo l'epigrafe U.S.P. (acronimo della ragione sociale) a lettere stampatelle. In alcuni casi esso si è presentato racchiuso in un cerchio, recante inscritta a mo' di cornice la ragione sociale per esteso e l'anno di fondazione.

Nei primi anni del terzo millennio il club ha altresì adottato un diverso scudetto, sempre palato, ma con la denominazione inscritta in una fascia nera trasversale e l'anno di fondazione apposto in punta.

Nel 2019, a seguito dell'ingresso nel professionismo, è stato introdotto un nuovo emblema: uno scudo perlopiù bianco, nero in punta e recante in posizione centrale la ragione sociale scritta per esteso e l'anno di fondazione, racchiusi verso sinistra da due strisce nere e verso destra dal disegno stilizzato a tutto campo della lettera P.

StruttureModifica

StadioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio comunale (Piancastagnaio) e Stadio Carlo Zecchini.

Sede delle gare interne della prima squadra è lo stadio comunale di via Fratelli Rosselli, a nord-ovest del centro storico di Piancastagnaio, struttura ad uso precipuamente calcistico; inaugurata nel 1932 e poi progressivamente ristrutturata ed ampliata nel corso dei decenni, è capace di circa 1000 posti a sedere (fino a 2500 totali ammettendo anche posti in piedi)[15] ripartiti in due tribune (la maggiore a sud, dotata di parziale copertura, la minore a nord, del tutto scoperta)[16]. Dal 2011 il terreno di gioco è rivestito in erba sintetica[17].

Dal 1954, nel mese di agosto, lo stadio viene trasformato in ippodromo (mediante posa di una pista sabbiosa attorno al campo erboso) onde ospitare la corsa ippica a pelo che assegna il Palio di Piancastagnaio, disputato tra le contrade di Borgo, Castello, Coro e Voltaia[18].

Stante la sua inadeguatezza ai canoni strutturali della Serie C, in attesa di addivenire alla sua ristrutturazione[19] nel 2019 il club opta per trasferirsi allo stadio Carlo Zecchini di Grosseto[20][21], impianto capace di 9988 posti, omologato anche per la Serie B.

Centro di allenamentoModifica

Le selezioni societarie svolgono la preparazione presso il suddetto stadio comunale di Piancastagnaio[3] (che dispone altresì di una palestra attrezzata)[17], nonché presso i campi sportivi di via Adda e via Calabria nella città di Grosseto[22].

Nel corso della prima stagione professionistica (2019-2020) società e comune hanno intrapreso la costruzione di un centro sportivo in frazione Saragiolo, così da risparmiare il fondo dello stadio comunale e dare una sede di gioco stabile anche alle giovanili amiatine[23].

SocietàModifica

Organigramma societarioModifica

Direttivo in carica al 5 luglio 2019[24][25]:

 
Staff dell'area amministrativa
  •   Maurizio Sani - presidente
  •   Ettore Speroni- vicepresidente
  •   Renato Vagaggini - direttore generale
  •   Mitri Pistoi - segretario generale
  •   Damiano Naldi - addetto stampa e segretario sportivo
  •   Enzo Rappoli - segretario amministrativo
  •   Simone Fantozzi - responsabile marketing
  •   Mauro Bicocchi - responsabile giovanili
  •   Marzia Guidotti - segretario giovanili

Modifica

Di seguito la cronologia dei fornitori tecnici e degli sponsor ufficiali della Pianese.

 
Cronologia degli sponsor tecnici
 
Cronologia degli sponsor ufficiali
  • fino agli anni 2000 ...
  • dai primi anni 2000-2019 Stosa Cucine[5]
  • 2019- Stosa Cucine / Sol Caffè Torrefazione[26]

Settore giovanileModifica

Nel settore giovanile della Pianese (attivo dal 1970[6]) si sono formati diversi elementi poi approdati al professionismo: tra i giocatori Andrea Settembrini, Elia Benedettini e Francesco Golfo, tra gli allenatori David Sassarini e Alessio Dionisi[27].

Nel biennio 2018-2019 le giovanili bianconere constano di sei formazioni, delle quali quattro a carattere agonistico (Juniores Nazionali[28], Allievi Provinciali[29], Esordienti 2005[30], Esordienti 2006-2007[31]) e due a scopo formativo (Pulcini[32] e Primi calci[33]).

Nell'estate 2019, a seguito dell'ingresso del professionismo, la Pianese ha stipulato un accordo di collaborazione con le società Invicta e Saurorispescia di Grosseto, le quali dalla stagione 2019-2020 si fanno carico della gestione dell'attività agonistica per conto dei bianconeri[22].

Tra i maggiori successi del settore giovanile pianese si annovera la vittoria del campionato provinciale senese Esordienti nella stagione 1976-1977[6].

Allenatori e presidentiModifica

Di seguito la cronologia di allenatori e presidenti della Pianese[5][6].

 
Allenatori
 
Presidenti
  • 1930-1950   ...
  • 1950-?   Antonio Moretti
  • ?-1970   ...
  • 1970-1986   Vincenzo Renai
  • 1986-1991   Francesco Capretti
  • 1991-2009   Daniele Cheli
  • 2009-   Maurizio Sani

CalciatoriModifica

CapitaniModifica

  •   ... (1930-2015)
  •   Alessandro Capone[34] (2015-2018)
  •   Francesco Gagliardi[35] (2018-)

PalmarèsModifica

Competizioni interregionaliModifica

2018-2019 (girone E)

Competizioni regionaliModifica

2009-2010 (girone B)
2005-2006 (girone B)
1992-1993, 1994-1995, 1999-2000
1976-1977

Competizioni provincialiModifica

1971-1972

Altri piazzamentiModifica

Terzo posto: 2011-2012 (girone E)
Terzo posto: 2007-2008 (girone B)
Finalista: 2006-2007

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

Campionati su base nazionale e interregionale
Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie C 1 2019-2020 1
Serie D 6 2014-2015 2020-2021 10
4 2010-2011 2013-2014
Campionati su base regionale e provinciale
Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Eccellenza 4 2006-2007 2009-2010 4
Promozione 11 1993-1994 2005-2006 25
Prima Categoria 14 1977-1978 1990-1991
Prima Categoria 4 1991-1992 1999-2000 9
Seconda Categoria 5 1972-1973 1976-1977
Terza Categoria 2 1970-1971 1971-1972 2

Partecipazione alle coppeModifica

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Coppa Italia Serie C 1 2019-2020 1
Poule Scudetto 1 2018-2019 1
Coppa Italia Serie D 9 2010-2011 2018-2019 9
  • Nota: non vengono computate le partecipazioni alle coppe regionali.

TifoseriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici in Toscana.

La storia del club (attivo per oltre 80 anni nelle sole divisioni dilettantistiche toscane) e la sua origine (da un comune di poco più di 4000 abitanti) fanno sì che la Pianese abbia un seguito di tifosi ridotto ed estremamente geolocalizzato[36]. Il pubblico alle gare interne si attesta in genere nell'ordine massimo delle centinaia di unità, mentre in trasferta si cala anche al di sotto delle decine[37].

Nella prima stagione professionistica (2019-2020), complice il trasloco forzato a Grosseto per via della ristrutturazione dello stadio comunale di Piancastagnaio, la squadra nerazzurra ha segnato la seconda peggior media-spettatori del proprio girone di Serie C, con 200 unità e il picco minimo di soli 66 paganti in occasione della partita interna del 27 ottobre 2019 contro l'Olbia[38].

Non è segnalata la presenza di gruppi di tifoseria organizzata[36]; purtuttavia risultano piuttosto sentite le partite contro altre squadre della Toscana, quali la Pistoiese (i cui tifosi nel febbraio 2010 aggredirono alcuni supporters bianconeri a margine di una partita di Coppa Italia Dilettanti[39]) e il Grosseto (la cui curva nel 2019 contestò la scelta della Pianese di adottare lo stadio Carlo Zecchini come terreno per le gare interne)[40]. Vengono invece definiti derby gli scontri con altre squadre della provincia di Siena, su tutte la Sinalunghese[41] e il Sangimignano[42].

NoteModifica

  1. ^ Serie D: Pianese, quel piccolo borgo che sogna in grande - La Repubblica, 18 mar 2019
  2. ^ Pianese, mister Coppi: "Vogliamo essere protagonisti fino in fondo. In arrivo un altro attaccante" - sienafree.it, 21 nov 2013
  3. ^ a b SERIE D, la capolista PIANESE prepara la sfida contro il GHIVIBORGO - toscanagol.it, 28 mar 2019
  4. ^ TRASFORMAZIONE DELL’ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA “U.S. PIANESE” IN SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA - uspianeseasd.it, 10 giu 2019 (Archiviato il 9 lug 2019)
  5. ^ a b c d e f g h i j k Storia - uspianese.it
  6. ^ a b c d e Storia - uspianese.com (archiviato il 15 ott 2009)
  7. ^ (PDF) Noemi Giardinieri, L’azienda familiare nella fase di ricambio generazionale: il caso Stosa Cucine - UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PISA, FACOLTA' DI ECONOMIA, Corso di Laurea Magistrale in Strategia Managament e Controllo, anno accademico 2015-2016 (Archiviato il 22 ago 2019)
  8. ^ Piancastagnaio. Il punto sulla Pianese: organigramma società, mercato, Coppa Italia e amichevoli - amiatanews.it, 7 lug 2019
  9. ^ PIANESE, il punto sulla QUESTIONE STADIO: prime gare in C a GROSSETO? - toscanagol.it, 15 mag 2019
  10. ^ Coronavirus, due giocatori Pianese e un operatore della squadra di Serie C positivi. News - sport.sky.it, 27 feb 2020
  11. ^ ESONERATO MISTER MARCO MASI - facebook.com/USPIANESE, 8 giu 2020
  12. ^ PASQUALE CATALANO NUOVO ALLENATORE - uspianese.it, 8 giu 2020
  13. ^ a b c PRESENTATA LA NUOVA MAGLIA DELLA PIANESE IN VISTA DELLA STAGIONE 2019-2020 - uspianeseasd.it, 15 giu 2019 (Archiviato il 9 lug 2019)
  14. ^ a b LE NUOVE MAGLIE DELLA PIANESE PER LA STAGIONE 2018-2019 - uspianeseasd.it, 7 set 2018 (Archiviato il 9 lug 2019)
  15. ^ Stadio - uspianeseasd.it (Archiviato il 9 lug 2019)
  16. ^ Come gli spartani in 300 verso Siena - Il Tirreno, 11 apr 2014
  17. ^ a b (PDF) Toscana Football Club 2012 - siestabrand.com
  18. ^ il sindaco Vagaggini: “Pianese in serie C e nuova pista per il Palio, a Piancastagnaio siamo pronti” - antennaradioesse.it, 7 mag 2019
  19. ^ Pianese in C, dal Comune di Piancastagnaio 150mila euro per l'adeguamento dello stadio - sienafree.it, 15 mag 2019
  20. ^ Calcio Serie C, la Pianese giocherà allo stadio di Grosseto - sienafree.it, 18 giu 2019
  21. ^ COMUNE DI PIANCASTAGNAIO E PIANESE: CONFERMATO LO SPIRITO COLLABORATIVO - uspianeseasd.it, 23 lug 2019 (Archiviato il 24 lug 2019)
  22. ^ a b Settore giovanile professionista, Invicta e Saurorispescia in accordo con la Pianese - ilgiunco.net, 29 mag 2019
  23. ^ IL PUNTO DELLA SITUAZIONE CON IL DIRETTORE GENERALE RENATO VAGAGGINI - uspianese.it, 20 dic 2019
  24. ^ Organigramma - uspianese.it
  25. ^ CAMBIO DI MANSIONI NELL'ORGANIGRAMMA DELLA U.S. PIANESE - uspianeseasd.it, 3 lug 2019 (Archiviato il 9 lug 2019)
  26. ^ Forza bianconeri - facebook.com/uspianese, 4 ago 2019
  27. ^ Serie D - L'orgoglio Pianese: quanti salti nei prof! - almanaccocalciotoscano.it, 2 feb 2019
  28. ^ Juniores Nazionali - uspianeseasd.it (Archiviato)
  29. ^ Allievi Provinciali - uspianeseasd.it (Archiviato)
  30. ^ Esordienti 2005 - uspianeseasd.it (Archiviato)
  31. ^ Esordienti 2006 e 2007 - uspianeseasd.it (Archiviato)
  32. ^ Pulcini - uspianeseasd.it (Archiviato)
  33. ^ Primi calci - uspianeseasd.it (Archiviato)
  34. ^ CAPITAN ALESSANDRO CAPONE LASCIA LA PIANESE - uspianeseasd.it, 26 mag 2018 (Archiviato)
  35. ^ FRANCESCO GAGLIARDI: “PER LA PIANESE L’OBIETTIVO PRIMARIO È LA SALVEZZA” - uspianeseasd.it, 10 set 2018 (Archiviato)
  36. ^ a b Mazzotta, 12 anni di diffide: "Non sono scontri tra ultras" - La Nazione, 5 feb 2010
  37. ^ Prima vittoria per la Viterbese - viterbonews24.it, 25 set 2011
  38. ^ Flop spettatori, nessuna squadra del girone A nella top ten - tuttoc.com, 31 dic 2019
  39. ^ Piancastagnaio, scontri tra tifosi di Pianese e Pistoiese - sienafree.it, 3 feb 2010
  40. ^ Pianese al “Carlo Zecchini”, tifosi compatti: “Vada a giocare a Siena” - grossetosport.com, 11 mag 2019
  41. ^ Serie D - Sinalunghese: con la Pianese un derby da non fallire - almanaccocalciotoscano.it
  42. ^ PAREGGIO A RETI BIANCHE NEL DERBY TRA SAN GIMIGNANO E PIANESE - uspianeseasd.it, 7 ott 2018 (Archiviato il 9 lug 2019)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio