Di che segno sei?

film del 1975 diretto da Sergio Corbucci
Di che segno sei?
Di che segno sei (Dante).png
Paolo Villaggio nei panni di Dante
Paese di produzioneItalia
Anno1975
Durata130 min
Generecommedia
RegiaSergio Corbucci
SoggettoMario Amendola, Castellano e Pipolo, Sabatino Ciuffini, Bruno Corbucci, Sergio Corbucci, Massimo Franciosa, Rodolfo Sonego, Alberto Sordi
SceneggiaturaMario Amendola, Castellano e Pipolo, Sabatino Ciuffini, Bruno Corbucci, Sergio Corbucci, Massimo Franciosa, Rodolfo Sonego, Alberto Sordi
ProduttoreFranco Cristaldi
Casa di produzioneVides Cinematografica
Distribuzione in italianoPIC
FotografiaClaudio Cirillo
MontaggioEugenio Alabiso
MusicheLelio Luttazzi
ScenografiaGiantito Burchiellaro
Interpreti e personaggi
Acqua

Aria

Terra

Fuoco

Doppiatori italiani
Episodi
  • Acqua
  • Aria
  • Terra
  • Fuoco

Di che segno sei? è un film commedia del 1975, diretto da Sergio Corbucci. Con Paolo Villaggio, Mariangela Melato, Alberto Sordi, Renato Pozzetto e Adriano Celentano.

TramaModifica

I quattro episodi non sono collegati fra loro da un'unica trama, bensì dall'intento di mostrare come la varietà umana, dipinta nello spaccato di quattro vite quotidiane, possa essere ricondotta all'unità dall'appartenenza a uno dei quattro gruppi nei quali sono classificati i segni zodiacali: Acqua, Aria, Terra e Fuoco

Primo episodio: AcquaModifica

Dante è un pilota di porto di Genova che, a causa di un errore del suo medico, crede che diventerà femmina in breve tempo. Inizialmente disperato tenta il suicidio, poi comincia a riflettere con calma e prova a immaginarsi una nuova vita valutando i vantaggi del diventare donna. Quando finalmente si convince che questa trasformazione è vantaggiosa e ne è entusiasta, avrà un secondo trauma scoprendo che i suoi esami sono stati confusi con quelli di sua moglie Maria.

Secondo episodio: AriaModifica

 
Mariangela Melato e Adriano Celentano

Claquette è una seducente romagnola che vuol vincere una gara di ballo organizzata alla Caveja d'oro di Ravenna, dove è in palio un milione di lire. Con quei soldi vorrebbe aprire una attività in proprio. Per questo si allena con Lorenzo, suo partner di ballo. A causa di un incidente Lorenzo si frattura un piede e quindi Claquette deve mettersi alla ricerca di un sostituto. Consigliata dagli amici, trova in Alfredo, detto Fred Astaire, un degno partner. Attualmente ridotto a fare da assistente alla moglie, una corpulenta lottatrice, inizialmente rifiuta di tornare in pista con Claquette ma poi accetta. Insieme, dopo tanti balli, riescono a vincere la gara. Purtroppo, Alfredo per parteciparvi ha messo ko la moglie con una grossa padella e per questo, alla fine della gara, verrà arrestato.

Terzo episodio: TerraModifica

Basilio è un povero muratore lombardo che vorrebbe smettere di fare il pendolare. Se avesse la disponibilità di una grossa somma di denaro (cinque milioni di lire), potrebbe prendere in gestione una tabaccheria. Sul posto di lavoro arrivano il conte Bronzi Ballarin con Cristina per controllare lo stato dei lavori dell'appartamento in costruzione al quale sta lavorando, i quali lo trattano con superbia umiliandolo. Durante il viaggio di ritorno Basilio dimentica di scendere dal treno alla stazione di appartenenza e passa la notte nel rottame di un'automobile in un distributore di benzina. Il conte e Cristina passano di lì per caso in automobile; lei è furibonda perché non può fumare a causa della mancanza di moneta spicciola. Leonardo chiede a Basilio di prestargli 200 Lire, ma lui rifiuta. Dopo una trattativa, Leonardo arriva ad offrirgli anche i cinque milioni necessari per il rilievo della tabaccheria, ma inutilmente. Il conte lascia Cristina con Basilio e va a cercare le sigarette. Basilio la fa accomodare nel rottame dove giaceva e per avere la sigaretta che sta fumando Basilio, Cristina non esita a concedersi sessualmente a lui. Dopo alcune ore ritorna Leonardo con una stecca di sigarette per Cristina e insieme se ne vanno via. Basilio è sconfortato per aver perso i soldi che gli erano stati offerti, però allo stesso tempo è contento di aver avuto un rapporto sessuale con la donna di un imprenditore apparsa su Novella 2000.

Quarto episodio: FuocoModifica

 
Alberto Sordi

Il Commendator Ubaldo Bravetta di Milano è un imprenditore che, intimorito dai molti rapimenti che coinvolgono personalità di spicco come la sua, decide di assumere Nando Mericoni come guardia del corpo personale. Nando, ovvero Gorilla k2, anche se millanta preparazione, professionalità, coraggio e conoscenza della lingua inglese, non si dimostra per niente all'altezza dell'incarico. Priva di ogni privacy l'imprenditore, malmena continuamente lui e i suoi collaboratori, rende pubblica la sua relazione extra coniugale facendolo separare dalla moglie e la fa da padrone sia a casa che in ufficio. Quando arrivano i "birbaccioni" a rapire il commendatore, Nando non muove un dito per impedirlo e lo consegna senza scrupoli. L'ingegnere confida ai rapitori: "so che mi leverete qualche miliardino, ma almeno mi sono liberato di quel pirla di gorilla!".

La criticaModifica

«Il ritorno di Sordi nel ruolo di Nando Mericoni, dopo venti anni, ha qualcosa di crepuscolare ed estremamente malinconico. L'eroe casuale ed esplosivo di Un giorno in pretura, il protagonista mal sceneggiato, ma mitico di Un americano a Roma fa capolino qui, con l'aria di D'Artagnan che sale faticosamente in sella e se ne va a visitare i vecchi compagni, senza più speranze e con la sensazione di dover affrontare da un momento all'altro un attacco di lombaggine...» Claudio G. Fava, 1979.

CuriositàModifica

  • Nell'episodio di Paolo Villaggio c'è l'apparizione di una giovanissima Carmen Russo. Nei passaggi televisivi, spesso l'episodio di Villaggio è fortemente tagliato per motivi di censura.
  • L'episodio interpretato da Adriano Celentano e Mariangela Melato vede l'esordio di Lilli Carati, accreditata come Ileana Carati.
  • La balera è attualmente conosciuta come Sala Vecchia Ravenna, a Porto Fuori Ravenna.
  • Il paese dove abitano Pozzetto e Boldi è Gemonio.
  • Alberto Sordi riprende il personaggio dell'imbranato con il mito dell'America, dai vocalizzi finti anglofoni, Ferdinando "Nando" Mericoni, coprotagonista un ventennio prima di Un giorno in pretura nonché protagonista di Un americano a Roma diretto da Steno.
  • La musica di apertura dell'episodio con Alberto Sordi è la canzone goliardica Ma 'ndo Hawaii,[1] testo di Alberto Sordi,[2] leitmotiv degli spettacoli nel film Polvere di stelle del 1973 con Alberto Sordi e Monica Vitti.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema
  1. ^ Nei titoli di coda del film il brano viene intitolato "Ando'......Haway"
  2. ^ Vedi copertina del disco su https://www.youtube.com/watch?v=GuwigKsxa3E Archiviato il 19 luglio 2014 in Internet Archive.