George Rigaud

attore argentino
George Rigaud nel film Tutti i colori del buio (1972).

George Rigaud, pseudonimo di Pedro Jorge Rigato Delissetche (Buenos Aires, 11 agosto 1905Leganés, 17 gennaio 1984), è stato un attore argentino che ha lavorato molto nel cinema europeo, soprattutto in Spagna e Italia.

BiografiaModifica

Nasce da una famiglia di immigrati europei, italiano da parte del padre, basco da quella della madre. Da bambino si trasferisce in Francia al seguito dei genitori, dove, all'inizio degli anni Trenta, compie una delle sue prime prove d'attore sul grande schermo sotto lo pseudonimo di George Rigaud (l'equivalente francese del relativo secondo nome e cognome del padre).

Nel 1932 il relativo pseudonimo compare già sul manifesto del film Fantômas di Paul Féjos. Durante questi anni si trova a competere con l'attore Jean Gabin per i ruoli d'eroe nei film d'azione. In una decina d'anni lavora in quasi 30 film, spesso affiancato dalle più grandi vedette dell'epoca quali Junie Astor e Mireille Balin.

Inizia a lavorare in Italia a partire dagli anni quaranta, col film Abbandono (1940) di Mario Mattoli.

Dopo la Seconda guerra mondiale, fra il 1945 e il 1947, tenta la strada di Hollywood col film A Parigi nell'ombra (1945) di Gregory Ratoff, dove interpreta la parte di un francese nella Parigi occupata, ma sul finire degli anni Cinquanta riparte per l'Europa, trova quindi fissa dimora in Spagna e partecipa a molte produzioni cinematografiche europee.

Se negli anni sessanta i ruoli che interpreta diventano per lo più secondari, d'altra parte però risultano differenziati. Fra i tanti film italiani nei quali lavora: Il colosso di Rodi (1961) di Sergio Leone, Kiss Kiss... Bang Bang (1966) di Duccio Tessari, Tutti i colori del buio (1972) di Sergio Martino e Perché quelle strane gocce di sangue sul corpo di Jennifer? (1972) di Giuliano Carnimeo. Mirabile è indubbiamente la sua interpretazione nel film Ad ogni costo, diretto nel 1967 da Giuliano Montaldo, nel quale veste i panni di un elegante e flemmatico scassinatore professionista britannico.

Conclude la sua carriera cinematografica nel 1981, dopo quasi 200 film, con la pellicola spagnola Maravillas di Manuel Gutiérrez Aragón.

Muore in seguito ad un incidente motociclistico a Leganés, nella periferia di Madrid.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Doppiatori italianiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN24812866 · ISNI (EN0000 0001 2124 7617 · LCCN (ENno95045039 · GND (DE1062408330 · BNF (FRcb14220652c (data) · WorldCat Identities (ENno95-045039