Apri il menu principale

Giuseppe Baronchelli

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Giuseppe Baronchelli
Nazionalità Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2006 - giocatore
Carriera
Giovanili
Ospitaletto
Squadre di club1
1987-1992 Ospitaletto 101 (0)
1992-1993 Palazzolo 26 (0)
1993-1995 Brescia 60 (6)
1995-1996 Lucchese 34 (0)
1996-1997 Fiorenzuola 26 (2)
1997-1998 Lecce 16 (0)
1998-1999 Albacete 15 (1)
1999-2000 Cesena 52 (4)
2000-2003 Catania 47 (3)
2003-2004 Fiorentina 18 (1)
2004 Pro Sesto 13 (0)
2004-2005 Calcio Caravaggese 29 (3)
2005-2006 Montichiari 25 (0)
Carriera da allenatore
2006-2007Montichiari
2007-2008Suzzara
2009Calcio Caravaggese
2010-2012FeralpisalòBerretti
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al luglio 2016

Giuseppe Baronchelli (Brescia, 9 marzo 1971) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Dopo gli esordi in Serie C con Ospitaletto e Palazzolo[1], nel 1993 viene ingaggiato dal Brescia, con cui esordisce nella serie cadetta[2] disputando 33 partite con 5 reti, e conquistando la promozione nella massima serie. All'inizio della stagione successiva, a causa dei cattivi risultati della sua squadra, subisce ripetute aggressioni ed intimidazioni da parte di un gruppo di ultras bresciani[3][4], che a fine stagione lo portano a trasferirsi alla Lucchese in comproprietà. Rientrato a Brescia dopo l'apertura delle buste[5], viene posto fuori rosa su pressione degli ultras[4][5], e nel mercato autunnale scende in Serie C1, giocando una stagione da titolare nel Fiorenzuola[6] allenato da Alberto Cavasin.

A fine stagione torna a giocare in Serie A, acquistato dal Lecce: totalizza 16 presenze, senza evitare la retrocessione dei salentini nella serie cadetta. Dopo sei mesi in Spagna, all'Albacete (Seconda divisione) allenato da Luigi Maifredi[7], viene ingaggiato dal Cesena di Cavasin, con cui disputa una stagione e mezza in Serie B culminate con la retrocessione del 2000. Si trasferisce quindi al Catania, dove gioca due stagioni di Serie C1 ottenendo la promozione in B da capitano[8]; nel gennaio 2003 accetta l'offerta della Florentia Viola di Diego Della Valle[9], scendendo in Serie C2 e ottenendo la promozione in C1, salendo poi in Serie B per gli effetti del Caso Catania.

Poco utilizzato nel campionato cadetto (anche a causa di screzi con Cavasin[10][11]), viene ceduto alla Pro Sesto, in Serie C2. Conclude la carriera con una stagione nella Unione Sportiva Calcio Caravaggese, in Serie D, e una nel Montichiari, in C2.

AllenatoreModifica

Nel campionato 2007-2008 allena il Suzzara, portando la squadra bianconera in Serie D dopo i play-off[12]. Nel 2008-2009 passa alla guida della Caraveggese[8] ma viene esonerato in novembre.

Nell'estate 2010 inizia una nuova avventura alla guida della Berretti del Feralpi Salò[12].

Dal giugno 2018 diventa direttore dell’area tecnica del Torbole Casaglia.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Florentia Viola: 2002-2003

Competizioni internazionaliModifica

Brescia: 1993-1994

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Stagione Club Campionato
Comp Pres Reti
1987-1988 Ospitaletto C1 1 0
1988-1989 C2 10 0
1989-1990 C2 28 0
1990-1991 C2 28 0
1991-1992 C2 34 0
1992-1993 Palazzolo C1 26 0
1993-1994 Brescia B 33 5
1994-1995 A 27 1
1995-1996 Lucchese B 34 0
1996-1997 Fiorenzuola C1 26 2
1997-1998 Lecce A 16 0
1998-1999 Albacete SD 15 1
gen.1999 Cesena B 19 1
1999-2000 B 33 3
2000-2001 Catania C1 21 2
2001-2002 C1 24 1
2002-2003 B 2 0
gen.2003 Fiorentina C2 15 1
2003-2004 B 3 0
gen.2004 Pro Sesto C2 13 0
2004-2005 Calcio Caravaggese D 29 3
2005-2006 Montichiari C2 25 0

NoteModifica

  1. ^ Como, Varese e Pro Sesto: gli ultimi botti Il Corriere della Sera, 16 luglio 1992, pag.39
  2. ^ Brescia e Bari, la festa del risparmio Il Corriere della Sera, 31 maggio 1994, pag.41
  3. ^ IN 40 CONTRO BARONCHELLI La Repubblica, 8 dicembre 1994, pag.28
  4. ^ a b Venduto dal Brescia: lo hanno deciso gli ultra' Il Corriere della Sera, 16 luglio 1996, pag.36
  5. ^ a b IL BRESCIA CEDE AL RICATTO DEGLI ULTRA' La Repubblica, 16 luglio 1996, pag.42
  6. ^ Tardelli: " Resto e non voglio scorte " Il Corriere della Sera, 2 ottobre 1996, pag.44
  7. ^ La Scozia non è avara con Maniero Il Corriere della Sera, 8 luglio 1998, pag.44
  8. ^ a b Baronchelli a ISP: "Zenga è l'anima del Catania" tuttomercatoweb.com
  9. ^ Il primo giorno di Baronchelli 'Che emozione essere qui' La Repubblica, 28 dicembre 2002
  10. ^ Da Scaglia a De Vezze quanti giocatori fantasma La Repubblica, 6 ottobre 2003
  11. ^ Un gruppo svuotato e giocatori non all'altezza La Repubblica, 17 ottobre 2003
  12. ^ a b UFFICIALE: FeralpiSalò, Baronchelli nuovo tecnico della Berretti[collegamento interrotto] tuttomercatoweb.com

Collegamenti esterniModifica