Guia Jelo

attrice italiana (1952-)

Guia Jelo, all'anagrafe Guglielmina Francesca Maria Jelo di Lentini (Catania, 5 maggio 1952[1]), è un'attrice italiana.

Guia Jelo nel film Le buttane (1994)

Biografia

modifica

Scoperta da Turi Ferro, si è formata al Teatro Stabile di Catania negli anni settanta con il maestro Giuseppe Di Martino e al Piccolo di Milano con Giorgio Strehler. Nel cinema ha esordito con Pasquale Squitieri a fianco di Claudia Cardinale, Giuliano Gemma e Michele Placido in Corleone e con Marco Ferreri a fianco di Roberto Benigni in Chiedo asilo. In seguito ha interpretato una quarantina di pellicole. Citiamo Le Buttane, per la regia di Aurelio Grimaldi, candidata in terna alla Palma d’oro per la categoria miglior attrice protagonista al Festival di Cannes 1994.[2][3] Con lo stesso Grimaldi, ha interpretato sempre da protagonista in numerosi film come Un mondo d’amore, nel ruolo della madre di Pier Paolo Pasolini, Iris, La Divina Dolzedia (Film Festival di Taormina[4]), ecc.

E ancora: Volesse il cielo! di Vincenzo Salemme, E adesso sesso di Carlo Vanzina, Vite strozzate di Ricky Tognazzi, Il mio nome è Thomas di e con Terence Hill, L'erede - The Heir di Michael Zampino, per il quale vince, per la categoria miglior attrice protagonista, il premio speciale BA Film Festival nel 2011[5] e La scomparsa di Patò di A. Camilleri regia di Rocco Mortelliti, per il quale al medesimo festival vince per la categoria miglior attrice non protagonista e Stare fuori di Fabio Massimo Lozzi, per il quale ha vinto per la categoria miglior attrice protagonista a Napoli Film Festival nel 2010.[6]

Nel 2020 gira il film L'ombra di Caravaggio di Michele Placido nel piccolo ruolo di Anselma. A dicembre 2021 è apparsa nel film fantasy La befana vien di notte: le origini, di Nicola Guaglianone e Menotti, per la regia di Paola Randi, nel ruolo di Donna Isa, a fianco di Alessandro Haber, con protagonisti Monica Bellucci e Fabio De Luigi. Da aprile 2022 è apparsa nel film Lupo Bianco (di recente alla mostra del Cinema di Venezia[7]), regia di Tony Gangitano, nel ruolo di Ding. In televisione è apparsa nelle serie La piovra 9 - Il patto, Il commissario Montalbano[8], Incantesimo 7 e 8, I Cesaroni 3 e molte altre, con ruoli da protagonista. Nel 2022 è apparsa nella serie televisiva Il Santone - #lepiùbellefrasidiOscio, a fianco di Neri Marcorè, per la regia di Laura Muscardin, nel ruolo della signora Maria.

È stata presente anche nella serie televisiva The Bad Guy per Amazon Prime Video, nel ruolo del capo del pool antimafia Giusy Corifena, a fianco di Luigi Lo Cascio e Claudia Pandolfi, per la regia di Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi.

In teatro (particolarmente al teatro Stabile di Catania per 43 anni e al teatro Vitaliano Brancati di Catania) è stata interprete di testi di Pirandello, Verga, Martoglio, Rosso di San Secondo. Negli anni novanta è coprotagonista con Michele Placido di Uno sguardo dal ponte per il quale ha vinto il Premio Salvo Randone.[9]

Con lo stesso Placido, nella stagione 2017-2018 ha recitato in Sei personaggi in cerca d'autore di Pirandello, teatro Quirino e tournée nazionale.[10]

Negli anni ’90 ha recitato, in varie repliche (Festival di Borgio Verezzi, Milano, Roma, Catania), in “Omaggio ai corpi incorrotti delle beate”, di Beatrice Monroy e per la regia di Walter Manfrè.[11]

Nella stagione 1999-2000 ha debuttato al Burg Theater di Vienna in Questa sera si recita a Soggetto di Pirandello, per la regia di K. Bayer nel ruolo della "generala".[12] Nel 2004 ha diretto come regista al Festival di Borgio Verezzi Il mio corpo me lo vendo io di Aurelio Grimaldi, di cui è anche coprotagonista a fianco di Mariella Lo Giudice [13]. Nel 2020 è andata in scena con Sempre, spettacolo di poesia e musica, come autrice, regista e coprotagonista a fianco del pianista maestro Gianfranco Pappalardo Fiumara [14].

Nel 2022 va in scena al Teatro Stabile di Catania (Sala Futura) con “Devi avere paura” (omaggio a Amy Winehouse) di Francesco Pulejo e Guia Jelo, per la regia di Francesca Ferro, prodotto da Antonio Chiaramonte. Nel giugno 2015 ha ricevuto l'onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica.[15] Da dieci anni scrive per la testata "La Sicilia" nel magazine mensile "Sicilia in Rosa" in una rubrica della posta del cuore intitolata "jelodicoaguia" e pubblica nel maggio 2016 il suo primo libro dal titolo Donna Giudizia che contiene una raccolta di lettere e risposte di questa rubrica [16]. È direttrice artistica della stagione teatrale del teatro Nino Martoglio di Belpasso (CT)[17].

Vita privata

modifica

Guia Jelo è stata sposata con uno skipper di barche a vela catanese, da cui ha poi divorziato; da lui l'attrice ha avuto due figli, Vincenzo Filippo e Giovanna Adelaide (quest'ultima è scenografa e costumista).

Filmografia parziale

modifica

Televisione

modifica

Programmi televisivi

modifica
  1. ^ MYmovies.it, Appennini dark, anche l'Italia gira in nero, su MYmovies.it. URL consultato il 18 maggio 2023.
  2. ^ Guia Jelo, su MYmovies.it. URL consultato il 18 maggio 2023.
  3. ^ (EN) LE BUTTANE, su Festival de Cannes. URL consultato il 18 maggio 2023.
  4. ^ Recensione: “La divina Dolzèdia” al cinema la storia di una prostituta felice | Domanipress, su domanipress.it, 14 luglio 2017. URL consultato il 26 maggio 2022.
  5. ^ Edizione 2011 – B. A. Film Festival, su baff.it. URL consultato il 18 maggio 2023.
  6. ^ I vincitori del Napoli Film Festival 2010 - CinemaItaliano.info, su www.cinemaitaliano.info. URL consultato il 18 maggio 2023.
  7. ^ Guia Jelo sul red carpet della Mostra del Cinema di Venezia, su La Voce dell'Isola, 13 settembre 2021. URL consultato il 18 maggio 2023.
  8. ^ Cast completo Il commissario Montalbano - Il ladro di merendine (1999) | FilmTV.it. URL consultato il 18 maggio 2023.
  9. ^ Edizione 1997 « Premio Salvo Randone, su web.archive.org, 8 marzo 2014. URL consultato il 20 maggio 2022 (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2014).
  10. ^ Sei personaggi in cerca d'autore – Teatro Quirino, su teatroquirino.it. URL consultato il 18 maggio 2023.
  11. ^ Festival Teatrale di Borgio Verezzi, 1997 - XXXI FESTIVAL TEATRALE / Festival Teatrale di Borgio Verezzi - Teatro in Liguria, su Festival Teatrale di Borgio Verezzi - Teatro in Liguria, 11 aprile 2012. URL consultato il 2 luglio 2024.
  12. ^ TEATRO: UN PIRANDELLO ANTI-HEIDER AL 'BURG' DI VIENNA, su www1.adnkronos.com. URL consultato il 21 maggio 2022.
  13. ^ Teatro della Città, su Teatro della Città. URL consultato il 22 giugno 2022.
  14. ^ Catania, Guia Jelo e Gianfranco Pappalardo Fiumara protagonisti di “Sempre”, su etnalife, 4 settembre 2020. URL consultato il 22 giugno 2022.
  15. ^ https://www.globusmagazine.it/author/antonella, A Guia Jelo l'onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica, su GLOBUS Magazine, 1º giugno 2015. URL consultato il 18 maggio 2023.
  16. ^ https://www.globusmagazine.it/author/rosapass, Presentata la prima opera di Guia Jelo “Donna Giudizia – jelodicoaguia”, su GLOBUS Magazine, 28 settembre 2017. URL consultato il 18 maggio 2023.
  17. ^ Belpasso, Guia Jelo direttore artistico del Teatro “Martoglio”.Il “capitano” scelto da Videobank – siracusa2000.com, su siracusa2000.com, 28 marzo 2019. URL consultato il 18 maggio 2023.
  18. ^ Cast completo Il giovane Montalbano - La transazione (2015) | FilmTV.it. URL consultato il 18 giugno 2022.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN123784836 · SBN RAVV472967 · BNE (ESXX4584143 (data)