Apri il menu principale
Luiz Adriano De Souza Da Silva
SM-Akhmat (6).jpg
Luiz Adriano nel 2018
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 183[1] cm
Peso 71[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Spartak Mosca
Carriera
Giovanili
2004-2006 Internacional
Squadre di club1
2006-2007Internacional12 (3)
2007-2015Šachtar162 (77)
2015-2017Milan33 (4)
2017-Spartak Mosca31 (12)
Nazionale
2007Brasile Brasile U-2011 (2)
2014-2015Brasile Brasile4 (0)
Palmarès
Transparent.png Campionato sudamericano Under-20
Oro Paraguay 2007
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 aprile 2018

Luiz Adriano de Souza da Silva, noto semplicemente come Luiz Adriano (Porto Alegre, 12 aprile 1987), è un calciatore brasiliano, attaccante dello Spartak Mosca.

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

Le caratteristiche dell'attaccante sono da vera e propria prima punta. Non troppo spettacolare, ma dal rendimento sicuro, ha una buona tecnica individuale e gode di una discreta freddezza sotto porta. Molto bravo spalle alla porta, essendo in grado di sfruttare molto bene la sua stazza fisica per prendere posizione e poter giocare di sponda con i compagni.[2]

CarrieraModifica

ClubModifica

InternacionalModifica

Il momento più importante della carriera di Luiz Adriano, pur essendo un giovane di buone qualità, arrivò nel dicembre del 2006, quando vinse con la maglia dell'Internacional la Coppa del Mondo per Club battendo in finale il più quotato Barcellona. Vestì un ruolo fondamentale soprattutto nella semifinale del torneo, quando segnò al 72' la rete che decretò la qualificazione diretta alla finale ai danni del Al-Ahly (la partita terminò con il risultato di 2-1).

Shakhtar DonetskModifica

Il 2 marzo 2007 la squadra ucraina dello Shakhtar Donetsk riesce ad acquistarne l'intero cartellino per una cifra pari a circa 3 milioni di euro. Con la sua nuova squadra ha subito vinto il titolo nazionale, mentre l'anno successivo ha conquistato la Coppa UEFA; proprio in quest'ultima competizione si è reso protagonista nella finale, segnando il gol del momentaneo vantaggio contro i tedeschi del Werder Brema.

 
Luiz Adriano con la maglia dello Shakhtar Donetsk nel 2011.

Il 20 novembre 2012 segna un gol controverso, in occasione della partita contro il Football Club Nordsjælland in trasferta: il pallone che Willian cerca di restituire alla squadra di casa, viene intercettato dal brasiliano che segna il gol del momentaneo 1-1. Questo porta l'UEFA ad aprire il giorno seguente un provvedimento disciplinare nei suoi confronti. Il 27 novembre sul sito dell'UEFA viene comunicata una sanzione nei confronti del calciatore brasiliano con un turno di squalifica per violazione dei principi di condotta sportiva: la sanzione viene scontata in occasione della partita tra Shakhtar Donetsk e Juventus.

Il 21 ottobre 2014 realizza cinque gol (due su rigore) contro il BATĖ Borisov a Borisov (0-7),[3] sfida valida per la fase a gironi della Champions League, eguagliando il record di reti segnate in una partita di Champions League diventando così il 13º giocatore a riuscirci.[4] Inoltre è riuscito a realizzare la tripletta più veloce nella competizione (in soli 7') e a diventare il miglior marcatore di sempre nella storia dello Šachtar con 117 gol, superando Andriy Vorobey fermo a quota 114.[5]

Termina la sua esperienza allo Shakhtar con 128 gol segnati in 266 partite.[6]

MilanModifica

Il 2 luglio 2015, dopo 8 anni in Ucraina, passa a titolo definitivo al Milan per 8 milioni di euro;[7] il calciatore brasiliano firma un contratto quinquennale fino al 30 giugno 2020[8] e sceglie di indossare la maglia numero 9.[9] Realizza il suo esordio e la sua prima marcatura ufficiale con la squadra rossonera il 17 agosto seguente, siglando la rete del definitivo 2-0 contro il Perugia a San Siro nella gara valevole per il terzo turno preliminare di Coppa Italia.[10] Sei giorni dopo debutta anche in campionato nella sconfitta esterna per 2-0 contro la Fiorentina, mentre il 29 agosto, alla seconda giornata, arriva il suo primo gol nella massima serie italiana, nella vittoria per 2-1 in casa contro l'Empoli.[11] Il 3 aprile 2016 segna, contro l'Atalanta, la 4 500ª rete dei rossoneri nel Campionato a girone unico.[12][13]

All'inizio della stagione 2016-2017 lascia la maglia numero 9 per prendere la numero 7, rimasta libera dopo la partenza di Jérémy Ménez.[14]

Spartak MoscaModifica

Il 16 gennaio 2017 viene acquistato a titolo gratuito dalla squadra russa dello Spartak Mosca[15]; prima di approdare al nuovo club, Luiz Adriano ottiene dal Milan una buonuscita di €3.2 milioni[16]. Dopo tre amichevoli (rispettivamente contro Copenhagen, Rubin Kazan e Aalesunds) disputate con la maglia dello Spartak, in cui va a segno una volta ciascuna, il giocatore esordisce in Prem'er-Liga il 5 marzo, nella partita contro il Krasnodar, segnando uno dei due gol dello Spartak.[17] Salta i due successivi match di campionato per un infortunio al polpaccio. Il 21 maggio successivo si laurea con il club moscovita campione di Russia.

Il 14 luglio 2017 sblocca con un gol il match contro il Lokomotiv Mosca, terminato 2-1 per lo Spartak, valevole per la supercoppa russa.

NazionaleModifica

In un'intervista al sito ufficiale del suo club si è dichiarato disponibile a vestire la maglia della Nazionale ucraina nel caso venisse convocato.[18]

Tuttavia, il 23 ottobre 2014, il CT della Nazionale brasiliana Carlos Dunga lo convoca per le amichevoli contro Austria e Turchia disputatesi nel mese di novembre dello stesso anno.[19] Esordisce con la Seleção il 12 novembre, nella vittoria contro la Turchia.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 24 dicembre 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006   Internacional A 0 0 - - - - - - Cmc 2 1 2 1
2007 A 12 3 - - - - - - - - - 12 3
Totale International 12 3 - - - - 2 1 14 4
2006-2007   Shakhtar Donetsk VL 5 0 KU 1 0 CU 0 0 SU - - 6 0
2007-2008 VL 13 4 KU 5 1 UCL 1[20] 0 SU 0 0 19 5
2008-2009 PL 12 4 KU 3 1 UCL+CU 6[21]+8 1[22]+3 SU 0 0 29 9
2009-2010 PL 23 11 KU 1 0 UCL+UEL 2[22]+9[23] 0+6[24] SE 1 0 36 17
2010-2011 PL 21 10 KU 5 4 UCL 10 4 SU 1 2 37 20
2011-2012 PL 23 12 KU 5 1 UCL 6 3 SU 1 0 35 16
2012-2013 PL 19 7 KU 5 4 UCL 7 3 SU 1 1 32 15
2013-2014 PL 25 20 KU 5 2 UCL 6+2 1+2 SU 1 0 39 25
2014-2015 PL 21 9 KU 4 3 UCL 7 9 SU 1 0 33 21
Totale Shakhtar Donetsk 162 77 34 16 64 32 6 3 266 128
2015-2016   Milan A 26 4 CI 3 2 - - - - - - 29 6
2016-gen. 2017 A 7 0 CI 0 0 - - - SI 0 0 7 0
Totale Milan 33 4 3 2 - - 0 0 36 6
gen.-mag.2017   Spartak Mosca PL 8 2 KR 0 0 UEL - - - - - 8 2
2017-2018 PL 25 10 KR 4 1 UCL+UEL 6+2 1+2 SR 1 1 38 15
2018-2019 PL 14 4 KR 1 0 UCL+UEL 2[25]+3 0+1 - - - 20 5
Totale Spartak Mosca 47 16 5 1 13 4 1 1 66 22
Totale carriera 254 100 42 19 77 36 9 5 382 160

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
12-11-2014 Istanbul Turchia   0 – 4   Brasile Amichevole -   73’
18-11-2014 Vienna Austria   1 – 2   Brasile Amichevole -   62’
26-3-2015 Saint-Denis Francia   1 – 3   Brasile Amichevole -   88’
29-3-2015 Londra Brasile   1 – 0   Cile Amichevole -   60’
Totale Presenze 4 Reti 0

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Shakhtar Donetsk: 2007-2008, 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013, 2013-2014
Shakhtar Donetsk: 2007-2008, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013
Shakhtar Donetsk: 2008, 2010, 2012, 2013, 2014
Milan: 2016
Spartak Mosca: 2016-2017
Spartak Mosca: 2017

Competizioni internazionaliModifica

Internacional: 2006
Shakhtar Donetsk: 2008-2009

NazionaleModifica

2007

IndividualeModifica

2012-2013 (4 reti)
2013-2014 (20 reti)

NoteModifica

  1. ^ a b L. Adriano, su acmilan.com. URL consultato il 18 agosto 2016.
  2. ^ Luiz Adriano, un nuovo bomber per il Milan | La scheda tecnica dell'attaccante, su 90min.com, 3 luglio 2015. URL consultato il 17 marzo 2016.
  3. ^ BATE Borisov 0-7 Shakhtar Donetsk, soccerway.com, 21 ottobre 2014. URL consultato il 21 ottobre 2014.
  4. ^ Champions, Luiz Adriano come Messi: manita in un solo match - TuttoMercatoWeb.com
  5. ^ Shakhtar Donetsk's Luiz Adriano breaks three scoring records in one half - ESPN FC
  6. ^ I nuovi stranieri della Serie A: Luiz Adriano (Milan), SpazioCalcio.it, 10 luglio 2015.
  7. ^ (UK) Луис Адриано переходит в Милан, shakhtar.com, 2 luglio 2015. URL consultato il 2 luglio 2015.
  8. ^ AC Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 2 luglio 2015. URL consultato il 2 luglio 2015.
  9. ^ Antonio Vitiello, MC - Numeri di maglia; Bacca il 70 mentre Luiz Adriano il 9, milannews.it, 2 luglio 2015. URL consultato il 2 luglio 2015.
  10. ^ Ivan Palumbo, Milan-Perugia 2-0, gol di Honda e Luiz Adriano: debutto vincente di Mihajlovic, La Gazzetta dello Sport, 17 agosto 2015. URL consultato il 17 agosto 2015.
  11. ^ Alessandra Gozzini, Milan-Empoli 2-1: Bacca-Luiz Adriano, prima vittoria di Mihajlovic, La Gazzetta dello Sport, 29 agosto 2015. URL consultato il 29 agosto 2015.
  12. ^ Antonio Farinola, Atalanta-Milan 2-1: Mihajlovic porta tutti in ritiro, su repubblica.it, 3 aprile 2016.
  13. ^ Almanacco Illustrato del Calcio 2017, Panini Editore, 2016, p. 391, ISBN 978-88-912-2677-8.
  14. ^ Matteo Calcagni, Luiz Adriano cambia numero di maglia, su milannews.it, 18 agosto 2016. URL consultato il 18 agosto 2016.
  15. ^ AC Milan comunicato ufficiale, su acmilan.com, 16 gennaio 2017.
  16. ^ Luiz Adriano, che buonauscita per il brasiliano da parte di Galliani, La Gazzetta dello Sport, 10 maggio 2017.
  17. ^ Ex Milan, Luiz Adriano: gol all'esordio con lo Spartak Mosca, su www.spaziomilan.it. URL consultato il 9 aprile 2017.
  18. ^ Luiz Adriano: Сlub history is not an empty sound for Brazilians: 26.04.14
  19. ^ Brasile, Maicon escluso. Dunga non lo convoca Archiviato il 24 ottobre 2014 in Internet Archive.
  20. ^ Secondo turno preliminare.
  21. ^ 1 presenza nel Terzo turno preliminare.
  22. ^ a b Terzo turno preliminare.
  23. ^ 1 presenza nei play-off.
  24. ^ 1 rete nei play-off.
  25. ^ preliminari UCL

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica