Apri il menu principale

Mafia II

videogioco del 2010
Mafia II
videogioco
Mafia II Logo.png
Logo del gioco
PiattaformaPlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows, macOS
Data di pubblicazionePlayStation 3, Xbox 360:
Giappone 11 novembre 2010
Flags of Canada and the United States.svg 24 agosto 2010
Zona PAL 27 agosto 2010
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 26 agosto 2010

Windows:
Flags of Canada and the United States.svg 24 agosto 2010
Zona PAL 27 agosto 2010
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 26 agosto 2010

macOS:
Mondo/non specificato 1º dicembre 2011
GenereAvventura dinamica, Sparatutto in terza persona, Open world
TemaDrammatico, Gangster
OrigineRep. Ceca
Sviluppo2K Czech (Xbox 360, PC), Massive Bear Studios (PS3)
Pubblicazione2K Games
ProduzioneLukáš Kuře, Christoph Hartmann
DesignPavel Brzák, Josef Vašek, Jiří Matouš, Jiří Řezáč, Daniel Vávra
ProgrammazioneLaurent Gorga, Michal Janáček, Dan Doležel
Direzione artisticaRoman Hladík
SceneggiaturaJack Scalici, Daniel Vávra
MusicheMatúš Široký, Adam Kuruc
SerieMafia
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputMouse, tastiera, Sixaxis, DualShock 3, gamepad e controller wireless
Motore graficoThe Illusion Engine
Motore fisicoPhysX
SupportoBlu-ray Disc, DVD, download
Distribuzione digitaleSteam, PlayStation Network, Xbox Live
Requisiti di sistemaMinimi: Windows XP, Vista o 7, CPU Pentium D 3 GHz o AMD Athlon 64 X2 3600+ (Dual core), RAM 1.5 GB, Scheda video compatibile nVidia GeForce 8600 / ATI HD2600 Pro, Scheda audio 100% compatibile DirectX 9.0c, HD 8 GB
Minimi: Windows XP, Vista o 7, CPU 2.4 GHz Quad Core, RAM 2 GB, Scheda video compatibile nVidia GeForce 9800 GTX / ATI Radeon HD 3870, Scheda audio 100% compatibile DirectX 9.0c, HD 8 GB
Fascia di etàBBFC18 · CEROZ · ESRBM · OFLC (AU): MA · PEGI: 18 · USK: 18
Preceduto daMafia: The City of Lost Heaven
Seguito daMafia III

Mafia II è un videogioco sparatutto in terza persona del 2010, sviluppato da 2K Czech e pubblicato da 2K Games per PlayStation 3, Xbox 360 e Microsoft Windows. Si tratta del secondo capitolo della saga di videogiochi Mafia.

Il gioco è stato pubblicato il 24 agosto 2010 negli Stati Uniti e il 27 agosto 2010 in Europa.[1]

TramaModifica

 
Una scena del gioco.

«Vi chiederete perché volessi rischiare ancora dopo quasi sette anni di galera. Dove sono cresciuto, le persone importanti avevano le palle per prendersi ciò che volevano.»

(Vito Scaletta)

Modifica

Il protagonista del gioco è Vito Scaletta e la sua storia viene narrata attraverso una lunga analessi che parte nel 1925, anno della sua nascita in un villaggio siciliano vicino Messina. A causa della povertà, la famiglia Scaletta emigra in America, giungendo nell'immaginaria metropoli di Empire Bay, sulla costa orientale degli Stati Uniti. Ivi però, nonostante gli sforzi, continuano a condurre un'esistenza di miseria. Il padre di Vito fa lo scaricatore di porto, ma muore dopo alcuni anni, apparentemente perché, ubriaco, è caduto in mare ed è annegato. Il giovane Vito intanto è un piccolo criminale di strada, fino a quando, sorpreso a svaligiare una gioielleria assieme all'amico d'infanzia Joe Barbaro, viene arrestato. Per evitare la galera, Vito accetta di arruolarsi nell'esercito statunitense e deve così partecipare alla seconda guerra mondiale.

Capitolo 1 - The Old CountryModifica

Il gioco vero e proprio inizia in Sicilia nel 1943, con un tutorial in cui si impersona Vito nei panni di soldato statunitense. Sbarcati in Sicilia, gli Alleati e la Resistenza ingaggiano un feroce combattimento contro le truppe italiane in un paese siciliano, fino a quando don Calò, un capomafia locale, persuade gli italiani ad abbassare le armi.

Capitolo 2 - Home Sweet HomeModifica

Ferito sul campo nel '45, a Vito viene concesso un congedo di un mese per tornare a far visita alla famiglia a Empire Bay. Ivi scopre che la madre e la sorella Francesca si trovano ancora in una situazione precaria, a causa di un grosso debito contratto dal padre prima di morire. Vito si impegna ad aiutarle e ricontatta il suo amico Joe Barbaro, che lo introduce all'ambiente mafioso, paventandogli la possibilità di fare soldi in fretta, ad esempio rubando automobili per Mike Bruski. Sempre grazie a Joe, Vito ottiene che il suo congedo diventi permanente.

Capitolo 3 - Enemy of the StateModifica

Su insistenza della madre, Vito va al porto a chiedere un impiego onesto a Federico Pappalardo, detto Derek, per il quale lavorava già il padre di Vito. Ma il lavoro di fatica non fa per lui, sicché, vantando di nuovo l'amicizia con Joe Barbaro, si fa affidare da Derek un'altra commissione, ben più redditizia: estorcere un pizzo ai lavoratori del porto. La sera Joe presenta a Vito Henry Tommasino, un uomo della Famiglia Clemente, che gli commissiona il furto di buoni per la benzina dall'amministrazione cittadina, da smerciare poi la notte stessa ai distributori.

Capitolo 4 - Murphy's LawModifica

Su indicazione di Luca Gurino, un altro uomo della Famiglia Clemente, Henry incarica Vito e Joe di ripulire una gioielleria. Le cose si fanno complicate per l'irruzione in scena di Brian O'Neill, un malvivente irlandese, e subito dopo della polizia.

Capitolo 5 - The BuzzsawModifica

Vito e Joe si sono fatti valere agli occhi di Luca Gurino, il quale gli offre quindi un incarico più delicato: aiutare Henry a eliminare un gangster che si è rifiutato di pagare per la protezione di don Clemente. Durante l'azione Henry viene gravemente ferito, ma, tratto in salvo dai due compagni, per gratitudine liquida a Vito un generoso compenso, col quale il giovane può saldare il debito del padre.

Capitolo 6 - Time Well SpentModifica

Per il contrabbando di buoni per la benzina, Vito viene arrestato dall'FBI e condannato al carcere. Dopo un inizio molto duro, durante il quale viene pure a sapere della morte della madre, fa la conoscenza di Leo Galante, il consigliere di don Vinci, un altro boss di Empire Bay. In prigione Leo organizza incontri di lotta e si affeziona a Vito, il quale ha qui l'occasione per eliminare Brian O'Neill.

Capitolo 7 - In Loving Memory of Francesco PotenzaModifica

Nel 1951, grazie a Leo Galante, Vito viene scarcerato anticipatamente e ricontatta Joe Barbaro per tornare in affari. Questi gli procura un nuovo appartamento e lo invita a festeggiare il rilascio assieme a Eddie Scarpa, scagnozzo di don Falcone, il boss della terza famiglia mafiosa di Empire Bay. Dopo una serata di bagordi al bordello di lusso Cathouse, il trio va a seppellire Francesco Potenza, detto Franky Potts, un uomo che Eddie aveva assassinato alcuni giorni prima e dimenticato nel bagagliaio della sua auto.

Capitolo 8 - The Wild OnesModifica

Vito e Joe si dedicano per conto della Famiglia Falcone al contrabbando di sigarette. Va tutto per il meglio, finché non vengono costretti ad interrompere da membri armati di una gang rivale. Eddie Scarpa ordina ai due di vendicarsi facendo strage della gang e distruggendo il suo ritrovo.

Capitolo 9 - Balls and BeansModifica

Dopo la sparizione di tre uomini di Falcone, Vito viene incaricato di spiare Luca Gurino, che è sospettato di esserne il responsabile. Vito riesce a trovare i prigionieri al mattatoio, li libera ed elimina gli uomini di Luca, il quale viene abbandonato alla vendetta di Tony Balls, uno dei prigionieri. Dimostrato ancora il proprio valore, Vito viene affiliato alla Famiglia Falcone. Ormai benestante, si trasferisce in una villa nei quartieri agiati.

Capitolo 10 - Room ServiceModifica

Don Falcone medita di diventare l'unico capo della mafia di Empire Bay, arricchendosi con il traffico di droga. Così Vito e Joe vengono incaricati di infiltrarsi in un albergo e far esplodere una bomba nel corso della riunione che vi terrà don Clemente, rivale di Falcone. Il boss sopravvive all'attentato e fugge in macchina, ma i due protagonisti lo inseguono e Joe lo finisce con la mitragliatrice. Durante l'operazione perde la vita Marty, un ragazzo cui Joe era affezionato, e l'uomo cade in depressione, andando ad ubriacarsi e uccidendo accidentalmente il barista, cosa che costringerà Vito a recuperarlo e cancellare le tracce dalla polizia.

Capitolo 11 - A Friend of OursModifica

Alla fine di don Clemente sopravvive Henry Tommasino, che chiede aiuto a Vito per risistemarsi nella Famiglia Falcone. Eddie Scarpa accetta e come prova chiede a Henry l'uccisione di Leo Galante, consigliere di don Vinci. Ma Vito, memore dei trascorsi in prigione, corre da Leo e riesce a convincere Henry a lasciarlo scappare. Intanto si rifà viva Francesca, che confessa a Vito che il marito la tradisce e la maltratta; Vito raggiunge il cognato e lo pesta a sangue, cosa che lascia sconvolta la stessa Francesca, che chiede quindi al fratello di non avvicinarsi più a loro. Durante la notte la villa di Vito viene incendiata da gangsters irlandesi per vendicare l'uccisione di Brian O'Neill. Con l'aiuto di Joe, Vito si vendica, ma è costretto comunque a riparare nel fatiscente appartamento abbandonato di Marty.

Capitolo 12 - Sea GiftModifica

Henry convoca Joe e Vito per proporgli un nuovo affare: immettersi nel traffico della droga con la triade cinese. Per il capitale iniziale, i tre contraggono un grosso debito con l'usuraio Bruno Levine. Cominciano però subito i problemi, quando, al momento di ritirare la droga, i tre devono affrontare un nutrito gruppo di gangsters intenzionati a derubarli.

Capitolo 13 - Exit the DragonModifica

L'affare della droga si rivela per i tre amici un disastro, allorché i cinesi uccidono brutalmente in piazza Henry, accusandolo di essere un informatore dell'FBI, e rifiutano di pagare. Per vendicarsi, Vito e Joe consumano un massacro nel ristorante cinese, sede della triade.

Capitolo 14 - Stairway to HeavenModifica

I due amici si trovano in seri guai e necessitano urgentemente di soldi per ripagare lo strozzino. Accettano quindi tra l'altro l'omicidio del pentito Tommy Angelo su commissione della mafia di Lost Heaven (viene qui riproposta l'ultima scena di Mafia: The City of Lost Heaven). Per rimediare altri soldi, Vito corre al porto per offrire di nuovo i suoi servigi a Derek Pappalardo, ma qui scopre per caso che proprio Steve, il braccio destro di Derek, anni fa ha ucciso il padre di Vito. Profitta quindi di una rivolta degli operai del porto per liquidare Steve e Derek. Cercando di raggiungere Joe, Vito scopre però che l'amico è stato fatto prigioniero dagli uomini di Frank Vinci, a causa del disastro combinato con la triade. I due compagni riescono però nuovamente a fuggire. Con altri furti e rapine Vito mette infine assieme il denaro necessario per ripagare Bruno Levine, che nell'occasione gli rivela di avere a suo tempo prestato dei soldi anche al padre.

Capitolo 15 - Ad Aspera per AstraModifica

I guai per Vito e Joe non sono finiti: i due vengono convocati al planetario a rendere conto a don Falcone. Lungo la strada Vito viene avvicinato da Leo Galante, tornato in città, che gli spiega che per causa delle azioni sue e di Joe le organizzazioni criminali di Empire Bay sono sul piede di guerra; non solo, Henry era davvero un informatore dell'FBI, ragione per cui anche don Falcone vuole la testa di chi ha fatto entrare la spia nella sua organizzazione, cioè Vito. A quest'ultimo viene data un'ultima possibilità per essere graziato: uccidere Falcone. Vito si fa largo tra gli scagnozzi di Falcone, ma quest'ultimo ha apparentemente attirato dalla sua parte proprio Joe. L'amicizia che lega i due però è troppo forte, quindi alla fine i protagonisti si riuniscono e finiscono Falcone. Uscendo dal planetario, i due si trovano accerchiati dagli uomini di Vinci, che li fanno salire su due macchine differenti. Allo sconcertato Vito Leo Galante spiega che il loro accordo vale solo per lui, che quindi Joe verrà consegnato alla triade. Il gioco si chiude sullo sguardo disperato di Vito, rimasto completamente solo.

Il destino dei due protagonisti viene svelato nel terzo titolo della serie: Mafia III. Ivi si scopre che Vito Scaletta, abbandonata Empire Bay, è entrato nell'organizzazione criminale di Sal Marcano a New Bordeaux (controparte fittizia di New Orleans). La sorte di Joe è più misteriosa, ma Vito racconta che apparentemente anche lui sia riuscito a scappare da Empire Bay, rifugiandosi a Chicago, ove però i contatti a cui si era rivolto in cerca di protezione lo hanno tradito, gli hanno mozzato le mani e lo hanno pestato fino alla morte.

Modalità di giocoModifica

Il gioco si svolge dal 1943 al 1951 nella città di Empire Bay (il nome si riferisce al soprannome dello Stato di New York: "The Empire State"),[2] una città immaginaria con ambienti ispirati a Los Angeles e New York City[3], con influenze di Chicago e Detroit.[4][5] Il gioco è caratterizzato da una mappa completamente esplorabile di circa 10 km², sin dall'inizio del gioco.[6] Ci sono, inoltre, circa 50 veicoli e musiche originali del periodo.[7]

Molte armi da fuoco del primo gioco sono state riproposte, come ad esempio il Thompson M1928, la Colt 1911, il fucile a pompa e le molotov. Fanno il loro debutto, invece, armi della seconda guerra mondiale, come l'MP 40, l'M3 Grease Gun, il Beretta MAB 38, l'MG 42, il Kar 98k, l'M1 Garand e le granate.

Per interagire con gli oggetti nell'ambiente si possono utilizzare due pulsanti: uno per un'azione standard e uno per un'azione violenta, da utilizzare in contesti particolari. È inclusa una mappa come nell'originale Mafia. I controlli prevedono un sistema di coperture che permette al giocatore di nascondersi dietro gli oggetti per sparare ai nemici.

Una novità di Mafia II è la possibilità di ascoltare la musica alla radio durante la guida di un'automobile. Vi sono tre stazioni radiofoniche, ovvero: "Delta Radio", che trasmette musica come Jazz e Blues negli anni '40 e del Rock 'n' roll più forte negli anni '50; "Empire Central", che propone musica leggera come Doo Wop e Rock 'n' roll negli anni cinquanta e brani Jazz, negli anni quaranta; "Empire Classic" che diffonde musiche degli anni venti e trenta negli anni quaranta e musiche sempre più leggere come quelle di Dean Martin, Louis Prima, Rosemary Clooney, Doris Day nei cinquanta.

La versione PC del gioco sfrutta gli effetti PhysX utilizzando solo una scheda grafica Nvidia.

SviluppoModifica

A seguito del successo del primo episodio, Christoph Hartmann di 2K Games ha dichiarato: «Visto il successo del primo Mafia, siamo ansiosi di poter lavorare sfruttando le risorse della next-gen; il nostro obiettivo per questo seguito è quello di fornire a tutti i nostri fan un'esperienza senza precedenti, che possa coinvolgerli ed emozionarli come mai prima d'ora».

L'uscita di Mafia II è stata posticipata nel 2009, e durante la Games Convention 2007 è stato mostrato la prima videoanteprima del gioco. Mafia II che doveva uscire nel corso del 2009 è stato rimandato nel Q2 - Q3 2010, fino ad essere definitivamente posticipato all'uscita del 27 agosto 2010 in tutta Europa.[8]

La trama di Mafia II non presenta collegamenti stringenti con il suo predecessore, solo piccoli riferimenti alla trama del primo episodio.

Nella conferenza dell'E3 2010 di Sony, è stato confermato che la versione PlayStation 3 avrà dei contenuti esclusivi.[9]

Il 10 agosto 2010 è stata pubblicata, via Steam, PlayStation Network e Xbox Live, la demo ufficiale del gioco, che propone un livello dimostrativo scritto appositamente, ambientato nella distilleria, già mostrato in un'intervista a GameSpot (successivamente rimossa) il 17 aprile 2009.[10]

DoppiaggioModifica

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano[11]
Vito Scaletta Rick Pasqualone Lorenzo Scattorin
Joe Barbaro Robert Costanzo Alessandro Messina
Henry Tomasino Sonny Marinelli Andrea Bolognini
Maria Scaletta Joan Copeland Cristina Giolitti
Francesca Scaletta Jeannie Elias Jolanda Granato
Federico "Derek" Pappalardo Robert Costanzo Dario Oppido
Giuseppe Palminteri Rick Pasqualone Marco Pagani
Martin "Marty" Santarelli Jason Pisack Davide Garbolino
Eddie Scarpa Joe Hanna Leonardo Gajo
Steven "Steve" Coyne Mark Mintz Mario Scarabelli
Don Carlo Falcone Andrè Sogliuzzo Riccardo Lombardo
Luca Gurino Riccardo Rovatti
Don Alberto Clemente Nolan North Oliviero Corbetta
Don Frank Vinci Larry Kenney Gianni Gaude
Leone "Leo" Galante Frank Ashmore Natale Ciravolo
Giuseppe "Pepe" Costa John Cygan Gigi Rosa
Antonio "Tony Balls" Balsamo Phil Idrissi Luca Sandri
Brian O'Neil Liam O'Brien Matteo Zanotti
Signor Wong James Sie Gianni Quillico
Bruno Levine Michael Ingram Diego Sabre
Eric Riley Brian Bloom Dario Dossena
Mike Bruski John Mariano Marco Pagani
El Greco Silvano Piccardi
Nathaniel Harold "Harry" Marsden III Joe Sabatino Marco Balzarotti
Sidney Pen John Capodice Pietro Ubaldi
Capitano Terrence Stone Jason Zumwait Marco Balbi
Thomas Angelo Michael Sorvino Gianni Gaude
Harvey Beans Jerry Sroka Pino Pirovano
Mickey Desmond Joe Barrett Marco Balzarotti

Inoltre hanno dato la loro voce anche Titus Welliver, Kirk Baltz, Jim Cummings, Joey Camen e molti altri.

Colonna sonoraModifica

Qui sotto sono riportati tutti i brani musicali della colonna sonora di Mafia II che potrete ascoltare nelle tre stazioni radio:

  1. Riverboat Shuffle - Frankie Trumbauer & his Orchestra (1927)
  2. Clarinet Marmalade - Frankie Trumbauer & his Orchestra (1927)
  3. Come On and Stomp, Stomp, Stomp - Johnny Dodds (1928)
  4. Good Little Bad Little You - Cliff Edwards (1928)
  5. Beating the Dog - Joe Venuti & Eddie Lang (1929)
  6. Gangster's Blues - Peetie Wheatstraw (1929)
  7. Going Places - Joe Venuti & Eddie Lang (1929)
  8. Stringin' the Blues - Joe Venuti & Eddie Lang (1929)
  9. Happy Feet - Cab Calloway (1930)
  10. By the Light of the Silvery Moon - Bing Crosby (1932)
  11. It Don't Mean a Thing (If It Ain't Got That Swing) - Duke Ellington (1932)
  12. Pennies from Heaven - Bing Crosby (1936)
  13. The Pessimistic Character - Bing Crosby (1936)
  14. I haven't Time to be a Millionaire - Bing Crosby (1936)
  15. Sing, Sing, Sing (With a Swing) - Benny Goodman (1937)
  16. You're Driving Me Crazy - Django Reinhardt (1937)
  17. The Dipsy Doodle - Tommy Dorsey (1938)
  18. Belleville - Django Reinhardt (1940)
  19. Boogie Woogie Bugle Boy - The Andrews Sisters (1941)
  20. Strip Polka - The Andrews Sisters (1942)
  21. Praise the Lord and Pass the Ammunition - Kay Kyser & his Orchestra (1942)
  22. Why Don't You Do Right - Benny Goodman & Peggy Lee (1943)
  23. Vict'ry Polka - Bing Crosby & The Andrews Sisters (1943)
  24. Straighten Up and Fly Right - The Andrews Sisters (1944)
  25. G.I. Jive - Louis Jordan & his Tympany Five (1944)
  26. There'll Be a Hot Time in the Town of Berlin - Bing Crosby & The Andrews Sisters (1944)
  27. I've Got a Pocketful of Dreams - Bing Crosby (1944)
  28. Rum and Coca-Cola - The Andrews Sisters (1945)
  29. Caldonia Boogie - Louis Jordan & his Tympany Five (1945)
  30. Ain't That Just Like a Woman - Louis Jordan & his Tympany Five (1946)
  31. Choo Choo Ch'Boogie - Louis Jordan & his Tympany Five (1946)
  32. That Chick's Too Young to Fry - Louis Jordan & his Tympany Five (1946)
  33. Did you Ever Love a Woman - Gatemouth Moore (1947)
  34. Friendship - Louis Jordan & his Tympany Five (1947)
  35. Inflation Blues - Jack McVea (1947)
  36. Open the Door, Richard - Louis Jordan & his Tympany Five (1947)
  37. Buttons and Bows - Dinah Shore (1948)
  38. Happiness is a Thing called Joe - Peggy Lee (1948)
  39. The Best Things in Life are Free - The Ink Spots (1948)
  40. Auf Wiedersehn, Sweetheart - Les Baxter (1949)
  41. Baby, It's Cold Outside - Dinah Shore & Buddy Clark (1949)
  42. That'll Get It - Floyd Dixon (1949)
  43. The Fat Man - Fats Domino (1949)
  44. After the Lights Go Down Low - Albert Hibbler (1950)
  45. Count Every Star - Albert Hibbler (1950)
  46. Everybody Eats When They Come to My House - Cab Calloway (1950)
  47. Rock Around the Clock - Harold Singer (1950)
  48. Jezebel - Frankie Laine (1951)
  49. Pachuko Hop - Ike Carpenter Orchestra (1951)
  50. Makin' Whoopee - Doris Day (1952)
  51. I Can't Lose With the Stuff I Use - Lester Williams (1952)
  52. Chow Mein - The Gaylords (1953)
  53. Mercy Mr. Percy - Varetta Dillard (1953)
  54. Rags to Riches - Jackie Wilson (1953)
  55. That's Amore - Dean Martin (1953)
  56. Che la Luna - Louis Prima & Keely Smith (1954)
  57. Oh, Marie - Louis Prima (1954)
  58. Closer to the Bone - Louis Prima (1954)
  59. Pennies from Heaven - Louis Prima (1954)
  60. Honey Love - The Drifters (1954)
  61. Ling Ting Tong - The Five Keys (1954)
  62. Mambo Italiano - Rosemary Clooney (1954)
  63. Mr. Sandman - The Chordettes (1954)
  64. Rock Around the Clock - Bill Haley & his Comets (1954)
  65. Sh-Boom (Life Could Be a Dream) - The Crew-Cuts (1954)
  66. When You're Smiling - Louis Prima (1954)
  67. Ain't That a Shame - Fats Domino (1955)
  68. Hey, Bo Diddley - Bo Diddley (1955)
  69. In the Still of the Night - The Five Satins (1955)
  70. Mannish Boy - Muddy Waters (1955)
  71. Held for Questioning - Farell Draper (1955)
  72. I Put a Spell on You - Screamin' Jay Hawkins (1956)
  73. 900 Miles - Billy Merman (1956)
  74. Springtime in Monaco - Billy Merman (1956)
  75. Long Tall Sally - Little Richard (1956)
  76. One Kiss Led to Another (Brazil) - The Coasters (1956)
  77. Smokestack Lightnin' - Howlin' Wolf (1956)
  78. Speedo - The Cadillacs (1956)
  79. Why do Fools fall in Love - Frankie Lymon & The Teenagers (1956)
  80. Bye Bye Love - The Everly Brothers (1957)
  81. Keep A-Knockin' - Little Richard (1957)
  82. Nadine - Chuck Berry (1957)
  83. Not Fade Away - Buddy Holly (1957)
  84. Stood Up - Ricky Nelson (1957)
  85. All I Have To Do Is Dream - The Everly Brothers (1958)
  86. At the Hop - Danny & The Juniors (1958)
  87. Book of Love - The Monotones (1958)
  88. C'mon Everybody - Eddie Cochran & Jerry Capehart (1958)
  89. Don't Let Go - Roy Hamilton (1958)
  90. Donna - Ritchie Valens (1958)
  91. Forty Miles of Bad Road - Duane Eddy (1958)
  92. Framed - The Coasters (1958)
  93. Got My Mojo Working - Muddy Waters (1958)
  94. Let the Good Times Roll - Sam Butera & The Witnesses (1958)
  95. Lucille - Little Richard (1958)
  96. Maybe - The Chantels (1958)
  97. Moovin 'n' Groovin - Duane Eddy (1958)
  98. Ooh, Baby, Ooh - Dave Appell & The Applejacks (1958)
  99. Rave On - Buddy Holly (1958)
  100. Rebel Rouser - Duane Eddy (1958)
  101. Return to Me - Dean Martin (1958)
  102. Summertime Blues - Eddie Cochran (1958)
  103. Tequila - The Champs (1958)
  104. That'll Be the Day - Buddy Holly (1958)
  105. The Peanut Vendor - Pérez Prado (1958)
  106. Who Do You Love - Bo Diddley (1958)
  107. You Can Have Her - Roy Hamilton (1958)
  108. Cannonball - Duane Eddy (1959)
  109. Come On, Let's Go - Ritchie Valens (1959)
  110. Come Softly to Me - The Fleetwoods (1959)
  111. Let It Snow - Dean Martin (1959)
  112. Manhattan Spiritual - Reg Owen Orchestra (1959)
  113. Money, That's What I Want - Barret Strong (1959)
  114. My Guardian Angel - Jim Breedlove (1959)
  115. Ain't That a Kick in the Head - Dean Martin (1960)
  116. Teen Beat - Sandy Nelson (1960)
  117. Boom Boom - John Lee Hooker (1962)
  118. Java - Al Hirt (1963)
  119. No Particular Place to Go - Chuck Berry (1964)

Contenuti scaricabiliModifica

I contenuti aggiuntivi di Mafia II sono i seguenti:

Joe's AdventuresModifica

Pubblicato il 23 novembre 2010, Joe's Adventures racconta le vicende di Joe Barbaro durante i sette anni di galera di Vito, spiegando il motivo del cambio di fazione di Joe dalla famiglia Clemente a quella Falcone[12].

La campagna inizia con Joe che cerca di far scagionare l'amico Vito dalle accuse per il furto di buoni per la benzina, silenziando il testimone chiave. Vito però viene condannato lo stesso e ciò fa infuriare Joe contro Luca Gurino, che aveva promesso un'assoluzione. Dopo il litigio, Gurino ordina l'eliminazione di Joe, il quale viene avvertito da una soffiata di Henry ed entra in clandestinità per cinque anni. Joe torna ad Empire Bay grazie ad Antonio Balsamo, detto "Tony Balls", un uomo della famiglia Falcone, assieme al quale compie svariati incarichi, guadagnandosi la fiducia di don Carlo Falcone e dei suoi luogotenenti Eddie Scarpa e Rocco. Quest'ultimo, gangster particolarmente brutale, affida a sua volta delle commissioni a Joe, ma si rivelerà essere un traditore. Nel Cathouse, il bordello di lusso di Eddie Scarpa, Rocco e i suoi uomini tendono quindi un agguato a don Falcone e ai suoi, e anche Joe rimane coinvolto e aiuta a sventare l'attentato. Eddie allora fa una proposta a Joe: se eliminerà Rocco, sarà ammesso nella Famiglia Falcone. Joe insegue quindi gli scagnozzi di Rocco ad un cantiere, fino a raggiungere Rocco stesso, che finisce scaraventato dall'alto sull'auto di Eddie.

Betrayal of Jimmy e Jimmy's VendettaModifica

Questi due contenuti scaricabili narrano una storia alternativa agli eventi di Mafia e Mafia II e hanno per protagonista assoluto Jimmy, un personaggio minore nel gioco standard.

Jimmy è un duro, che per il giusto prezzo svolge ogni tipo di lavoro sporco, dall'intimidazione, al furto d'auto fino all'omicidio su commissione. In Betrayal of Jimmy si trova al soldo dell'irlandese Tam Brodie e di Sal Gravina, il "don" di una quarta famiglia mafiosa di Empire Bay. I due si servono di Jimmy per abbattere le organizzazioni dei rispettivi concorrenti: il cinese Eddie Fu e il gangster afro-americano Elroy Tussle. Ma quando Jimmy va a ritirare la sua ricompensa, si trova circondato dalla polizia, realizzando che i suoi clienti si sono accordati per incastrarlo e sbarazzarsi di lui. Jimmy così finisce in galera, ove medita vendetta.

In Jimmy's Vendetta il protagonista profitta di una rivolta dei carcerati per evadere di prigione. Tornato a Empire Bay, Jimmy fa i conti con Tam Brodie e Sal Gravina, distruggendo poco a poco le loro organizzazioni, uccidendo i loro alleati e luogotenenti e infine loro stessi. Infine si vendica del giudice corrotto che si era unito alla cospirazione ai suoi danni.

Pacchetti di stileModifica

I cinque pacchetti di stile (Vegas, Renegade, Greaser, War Hero, Made Man) contengono ognuno due auto e due abiti da utilizzare nel gioco.

Collector's EditionsModifica

A marzo 2011 sono state presentate tre edizioni speciali del gioco, contenenti tutti i DLC, una confezione in metallo, una raccolta d'immagini, la mappa di Empire Bay e la colonna sonora del gioco.

I nomi delle Collector's variano in base alla piattaforma:

AccoglienzaModifica

Pubblicazione Voto
GameRankings PC: 74,82%[13]
Xbox 360: 77,33%[14]
PS3: 73,14%[15]
Metacritic PC: 80/100[16]
Xbox 360: 74/100[17]
PS3: 74/100[18]

Dopo aver pubblicato la demo, molti utenti, soprattutto quelli di PlayStation 3, sono rimasti delusi. Infatti nel gioco sono presenti delle pecche più visibili e riscontrabili sulla versione PlayStation 3.

2K Games ha voluto rispondere a queste critiche dicendo:"Progettando Mafia II, abbiamo ottimizzato il gioco per i tre sistemi in modo da offrire la miglior esperienza possibile su ogni piattaforma. Per questo ci sono alcune differenze tra le varie versioni".

"Il nostro obiettivo è offrire un'esperienza immersiva, ottimizzando il gioco per ottenere le prestazioni migliori su ogni piattaforma. Anche se ci sono alcune differenze tra le varie versioni, sicuramente troverete che la giocabilità ed il cuore di Mafia II rimangono intatti a prescindere dalla piattaforma".

Infine il portavoce di 2K Games ha dichiarato che nella versione Sony PlayStation 3 non saranno presenti né erbe dettagliate e né larghe pozze di sangue. Inoltre, il movimento dei vestiti sarà meno visibile rispetto alla versione Microsoft Windows.[19]

È stato rilevato da 2K Games che le tre versioni sono state sviluppate separatamente, precisando che le versione Xbox 360 e Microsoft Windows sono state sviluppate presso 2K Czech e la versione PlayStation 3 è stata affidata ai Massive Bear Studios.

La rivista Play Generation lo classificò come il nono migliore titolo d'avventura del 2010[20].

PolemicheModifica

Il 17 agosto 2010, il presidente dell'associazione italoamericana UNICO, André DiMino, si è scagliato contro Mafia II: «Perché 2K Games dovrebbe imporre un gioco che ha come obiettivo i giovani, indottrinando le nuove generazioni attraverso l'associazione degli italiani e degli italo-americani con la violenza del crimine organizzato, ed escludendo dal discorso tutte le altre mafie messe in piedi da altri gruppi etnici?», ha scritto DiMino. Quest'ultimo ha fatto sapere di aver mandato una lettera ai 2K Games dicendo di rinviare il debutto del gioco e solo dopo aver eliminato quei riferimenti all'Italia, agli italiani e agli italo-americani, giudicati offensivi e razzisti.

Non manca di certo la risposta dei 2K Games rifiutandosi di rinviare il gioco: «Mafia II parla del crimine organizzato in America, un argomento esplorato per decenni da film, spettacoli televisivi e romanzi. Né l'UNICO, né altre organizzazioni che vorrebbero farsi passare per rappresentanti degli italo-americani hanno visto o giocato Mafia II". Per creare e promuovere i nostri prodotti, noi di 2K Games bilanciamo il nostro diritto alla libertà di espressione con quello che riteniamo un approccio ragionato e responsabile. In base ai rigidi standard della nostra industria, Mafia II ha ottenuto una classificazione Mature quindi non è rivolto ai più giovani».[21]

NoteModifica

  1. ^ Mafia II ha una data, su SpazioGames.it. URL consultato il 22 novembre 2015.
  2. ^ Take-Two Interactive Software, Inc. Acquires Illusion Softworks, Take 2 Games, 8 gennaio 2008. URL consultato il 27 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2008).
  3. ^ Un nuovo romanzo criminale per PS3, in Play Generation, nº 38, Edizioni Master, marzo 2009, pp. 4-5, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  4. ^ Tom Ivan, First Mafia 2 details roll in, Computer and Video Games, 19 ottobre 2008. URL consultato il 4 novembre 2008.
  5. ^ GC09: Mafia II interview, Gamereactor Deutschland, 25 agosto 2009. URL consultato il 26 settembre 2009.
  6. ^ Mikel Reparaz, Mafia II: The Interview, GamesRadar, 23 aprile 2008, p. 3. URL consultato il 12 ottobre 2008.
  7. ^ Mafia II GamesCom 2009 Preview, Gaming Union, 27 agosto 2009. URL consultato il 27 agosto 2009.
  8. ^ Mafia II uscirà tra Maggio e Luglio 2010, su SpazioGames.it. URL consultato il 22 novembre 2015.
  9. ^ Mafia II avrà contenuti esclusivi, su SpazioGames.it. URL consultato il 22 novembre 2015.
  10. ^ Una demo per Mafia II, su SpazioGames.it. URL consultato il 22 novembre 2015.
  11. ^ Mafia II, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net. URL consultato il 28 dicembre 2014.
  12. ^ Mafia II Joe's Adventures, in Play Generation, nº 62, Edizioni Master, gennaio 2011, p. 76, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  13. ^ Mafia II for PC - GameRankings, su www.gamerankings.com. URL consultato il 22 novembre 2015.
  14. ^ Mafia II for Xbox 360 - GameRankings, su www.gamerankings.com. URL consultato il 22 novembre 2015.
  15. ^ Mafia II for PlayStation 3 - GameRankings, su www.gamerankings.com. URL consultato il 22 novembre 2015.
  16. ^ Mafia II, su Metacritic. URL consultato il 22 novembre 2015.
  17. ^ Mafia II, su Metacritic. URL consultato il 22 novembre 2015.
  18. ^ Mafia II, su Metacritic. URL consultato il 22 novembre 2015.
  19. ^ Mafia II e i compromessi PS3, su Eurogamer.it. URL consultato il 22 novembre 2015.
  20. ^ Vota i migliori del 2010!, in Play Generation, nº 64, Edizioni Master, marzo 2011, p. 21, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  21. ^ Italo-americani contro Mafia II, su eurogamer.it. URL consultato il 22 novembre 2015.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE7754052-9 · BNF (FRcb171070438 (data)
  Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi