Apri il menu principale

Rally di Monte Carlo 2017

Monaco Rally Monaco 2017
N. 1 su 13 del Campionato del mondo rally 2017
Data dal 19 al 22 gennaio 2017
Nome ufficiale 85ème Rallye Automobile de Monte-Carlo
Percorso 355.90[1][2][3] km
Superficie Asfalto/Neve/Ghiaccio
Prove speciali 15[1][2][3]
Equipaggi Partiti: 76
Arrivati: 54
Risultati
WRC
Podio
1. Francia Sébastien Ogier
M-Sport (Ford)
2. Finlandia Jari-Matti Latvala
Toyota
3. Estonia Ott Tänak
M-Sport (Ford)

Il Rally di Monte Carlo 2017, ufficialmente denominato 85ème Rallye Automobile de Monte-Carlo, è stata la prima prova del campionato del mondo rally 2017 nonché l'ottantacinquesima edizione del Rally di Monte Carlo e la trentanovesima con valenza mondiale. La manifestazione si è svolta dal 19 al 22 gennaio sugli asfalti ghiacciati delle Alpi francesi a nord del Principato di Monaco.

L'evento è stato vinto dai campioni del mondo in carica, i francesi Sébastien Ogier e Julien Ingrassia al volante di una Ford Fiesta WRC della squadra M-Sport World Rally Team, davanti alla coppia finlandese formata da Jari-Matti Latvala e Miikka Anttila su Toyota Yaris WRC della squadra ufficiale Toyota Gazoo Racing WRT e a quella estone composta da Ott Tänak e Martin Järveoja, anch'essi su Fiesta WRC del team M-Sport.

ItinerarioModifica

La manifestazione si disputò interamente nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, nella Francia sud-orientale, articolandosi in 17 prove speciali distribuite in quattro giorni, per un totale di 382.65 km, ed ebbe sede a Gap, capoluogo del dipartimento delle Alte Alpi, dove venne allestito il parco assistenza principale per tutti i concorrenti, mentre nel Principato di Monaco ebbero luogo sia la cerimonia finale di premiazione che le assistenze remote del giovedì e della domenica mattina.

Il rally ebbe inizio la sera di giovedì 19 gennaio, con il trasferimento dalla piazza del Casinò verso la sede delle due speciali da disputarsi in notturna, la prima interamente nel dipartimento delle Alpi dell'Alta Provenza, con partenza ad Entrevaux e arrivo ad Ubraye e la seconda tra Bayons, a nord del dipartimento, e Bréziers, oltre il confine con le Alte Alpi.

La seconda frazione (disputatasi venerdì 20 gennaio) fu la più impegnativa del rally, con oltre 160 km di percorrenza totale, e si articolava in due sezioni di tre prove ciascuna, da svolgersi uno al mattino e uno al pomeriggio, sulle tortuose strade a nord di Gap, comprendente la speciale da Agnières-en-Dévoluy a Le Motty (sconfinante nel dipartimento dell'Isère), quella tra Aspres-lès-Corps e Saint-Michel-de-Chaillol (di nuovo nelle Alte Alpi), in questa edizione la più lunga del rally con 38.94 km, e la Saint-Léger-les-Mélèzes - La Bâtie-Neuve, all'interno del Parco nazionale degli Écrins, a concludere il giro prima del ritorno serale nella vicina Gap per il pernottamento di concorrenti e vetture.

Durante la terza frazione (sabato 21 gennaio) si gareggiò a sud di Gap, nella sezione comprendente due prove da ripetere anche al pomeriggio: la prima tra Lardier-et-Valença e Oze e la seconda con partenza a La Bâtie-Montsaléon e arrivo nei dintorni di Ventavon, dopo aver attraversato il Col de Faye; al termine di questo loop si disputò l'ultima speciale di giornata, che fu la ripetizione della Bayons - Bréziers, già corsa il giovedì.

Per la giornata finale di domenica 22 gennaio ci si spostò verso sud-ovest in direzione di Nizza e di Montecarlo, in pieno dipartimento delle Alpi Marittime e il programma prevedeva due prove (da corrersi poi anche nel pomeriggio), di cui la prima sul percorso che collega Lucéram al Col Saint-Roch, che alterna tratti veloci a tornanti stretti e ripidi, e la seconda (valevole anche come power stage nel secondo passaggio) tra La Bollène-Vésubie e la località di Peïra Cava, contenente il celebre Col de Turini, affrontato a circa metà percorso, tra le sezioni più note nella storia del rallysmo mondiale.[4][5]

ResocontoModifica

I vincitori Ogier e Ingrassia conquistarono la loro quarta vittoria consecutiva al Montecarlo, riportando al vertice di un appuntamento iridato sia il team britannico M-Sport che una vettura Ford a più di quattro anni dall'ultimo trionfo, ottenuto da Jari-Matti Latvala nel Rally di Gran Bretagna 2012 su Fiesta RS WRC. Staccati di oltre due minuti, i finlandesi Latvala e Anttila, su Toyota Yaris WRC, regalarono invece il primo podio alla casa giapponese a quasi 18 anni dall'ultimo, ottenuto nella stagione 1999 da Carlos Sainz al Rally d'Australia, dove giunse secondo con la Corolla WRC. Terzi al traguardo a poco meno di tre minuti dai vincitori giunsero invece gli altri alfieri della M-Sport, gli estoni Tänak e Järveoja, attardati da un problema al motore accusato dalla loro Fiesta WRC e sopravanzati nelle ultime prove speciali da Latvala e Anttila. Quarti sono giunti gli spagnoli Dani Sordo e Marc Martí (Hyundai Motorsport) e quinti Craig Breen e Scott Martin, alfieri Citroën, autori di una pregevole prestazione a bordo di una DS3 WRC.[6]
Da rimarcare l'esordio dei belgi Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul, su Hyundai i20 Coupe WRC del team ufficiale Hyundai, saldamente in testa alla corsa sino alla quintultima speciale quando un errore in uscita da una curva danneggiò pesantemente la sospensione posteriore destra, costringendoli ad abbandonare la leadership e a terminare il rally fuori dai punti in 15ª posizione, pur conquistandone cinque con la vittoria nella power stage.[7]

Durante la prima prova speciale (Entrevaux-Val de Chalvagne-Ubraye) la Hyundai i20 Coupe WRC condotta della coppia Paddon/Kennard si ribaltò travolgendo uno spettatore che stazionava in una zona non consentita al pubblico; la prova venne interrotta e successivamente cancellata mentre il giorno seguente si ebbe la conferma del decesso dello spettatore coinvolto nell'incidente. L'incolpevole equipaggio neozelandese, senza esitazione e di comune accordo con la direzione della scuderia, decise di ritirarsi dal rally.[2][8] È stata inoltre cancellata la PS16 (Luceram - Col St Roch 2) per motivi di sicurezza a causa dell'elevato numero di spettatori che affollavano il tracciato.[3]

RisultatiModifica

ClassificaModifica

Pos. Pilota Co-pilota Auto Squadra Classe Tempo Distacco Punti
Generale
1. 1   Sébastien Ogier   Julien Ingrassia Ford Fiesta WRC M-Sport World Rally Team WRC 4h00'03"6 25
2. 10   Jari-Matti Latvala   Miikka Anttila Toyota Yaris WRC Toyota Gazoo Racing WRT WRC 4h02'18"6 +2'15"0 18
3. 2   Ott Tänak   Martin Järveoja Ford Fiesta WRC M-Sport World Rally Team WRC 4h03'01"4 +2'57"8 15
4. 6   Dani Sordo   Marc Martí Hyundai i20 Coupe WRC Hyundai Motorsport WRC 4h03'39"4 +3'35"8 13
5. 14   Craig Breen   Scott Martin Citroën DS3 WRC Citroën Total Abu Dhabi WRT WRC 4h03'51"4 +3'47"8 10
6. 3   Elfyn Evans   Daniel Barritt Ford Fiesta WRC M-Sport World Rally Team WRC 4h06'48"6 +6'45"0 10
7. 31   Andreas Mikkelsen   Anders Jæger Škoda Fabia R5 Škoda Motorsport RC2 / WRC-2 4h09'36"3 +9'32"7 6
8. 32   Jan Kopecký   Pavel Dresler Škoda Fabia R5 Škoda Motorsport RC2 / WRC-2 4h13'01"7 +12'32"7 4
9. 8   Stéphane Lefebvre   Gabin Moreau Citroën C3 WRC Citroën Total Abu Dhabi WRT WRC 4h14'47"4 +14'43"8 6
10. 40   Bryan Bouffier   Denis Giraudet Ford Fiesta R5 Gemini Clinic Rally Team RC2 / WRC-2 4h16'13"0 +16'09"4 1
... ...
15. 5   Thierry Neuville   Nicolas Gilsoul Hyundai i20 Coupe WRC Hyundai Motorsport WRC 4h30'56"1 +30'52"5 5
16. 11   Juho Hänninen   Kaj Lindström Toyota Yaris WRC Toyota Gazoo Racing WRT WRC 4h32'20"4 +33'16"8 3
WRC-Trophy
1. (29.) 20   Jourdan Serderidis   Frédéric Miclotte Citroën DS3 WRC - WRC-T 4h55'49"7 25
WRC-2
1. (7.) 31   Andreas Mikkelsen   Anders Jæger Škoda Fabia R5 Škoda Motorsport RC2 / WRC-2 4h09'36"3 25
2. (8.) 32   Jan Kopecký   Pavel Dresler Škoda Fabia R5 Škoda Motorsport RC2 / WRC-2 4h13'01"7 +3'25"4 18
3. (10.) 40   Bryan Bouffier   Denis Giraudet Ford Fiesta R5 Gemini Clinic Rally Team RC2 / WRC-2 4h16'13"0 +6'36"7 15
4. (12.) 39   Eric Camilli   Benjamin Veillas Ford Fiesta R5 M-Sport World Rally Team RC2 / WRC-2 4h19'32"1 +9'55"8 12
5. (13.) 35   Quentin Gilbert   Renaud Jamoul Ford Fiesta R5 D-Max Racing RC2 / WRC-2 4h21'13"1 +11'36"8 10
6. (17.) 38   Emil Bergkvist   Joakim Sjöberg Citroën DS3 R5 J-Motorsport RC2 / WRC-2 4h36'48"1 +27'11"8 8
7. (18.) 42   Andrea Crugnola   Michele Ferrara Ford Fiesta R5 D-Max Racing RC2 / WRC-2 4h39'47"1 +30'10"8 6
WRC-3
1. (19.) 71   Raphaël Astier   Frédéric Vauclare Peugeot 208 R2 - RC4 / WRC-3 4h39'55"8 25
2. (21.) 67   Luca Panzani   Federico Grilli Renault Clio RS R3T Renault Sport RC3 / WRC-3 4h49'18"3 +9'22"5 18
3. (23.) 63   Charles Martin   Matthieu Duval Renault Clio RS R3T Renault Sport RC3 / WRC-3 4h49'55"8 +10'00"0 15
4. (25.) 65   Surhayen Pernía   Rogelio Peñate Renault Clio RS R3T Renault Sport RC3 / WRC-3 4h51'45"4 +11'49"6 12
Principali ritiri
PS Pilota Co-pilota Auto Squadra Classe Causa Pos.
PS 1 4   Hayden Paddon   John Kennard Hyundai i20 Coupe WRC Hyundai Motorsport WRC Incidente mortale per uno spettatore -
PS 13 7   Kris Meeke   Paul Nagle Citroën C3 WRC Citroën Total Abu Dhabi WRT WRC Incidente durante un trasferimento 40º

Legenda

Icona Classe
WRC Equipaggio di classe WRC che può conquistare punti per il campionato costruttori
WRC Equipaggio di classe WRC che non può conquistare punti per il campionato costruttori
WRC-T Equipaggio di classe WRC (ante 2017) registrato al campionato WRC Trophy
WRC-2 Equipaggio registrato al campionato WRC-2
WRC-3 Equipaggio registrato al campionato WRC-3
JWRC Equipaggio registrato al campionato Junior WRC
Ulteriori classificazioni


Prove specialiModifica

Frazione Prova Ora Nome Lunghezza Vincitori Tempo Leader del rally
Frazione 1 (19 Gen) SS1 20:14 Entrevaux - Val de Chalvagne - Ubraye 21,25 km prova cancellata[2]
SS2 22:57 Bayons - Breziers 1 25,49 km   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
15'01"1   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
Frazione 2 (20 Gen) SS3 10:11 Agnieres en Devoluy - Le Motty 1 24,63 km   Ott Tänak
  Martin Järveoja
19'17"8
SS4 10:49 Aspres les Corps - Chaillol 1 38,94 km   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
25'41"9
SS5 11:52 St-Leger-les-Mélèzes – La-Bâtie-Neuve 1 17,82 km   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
11'22"2
SS6 14:33 Agnieres en Devoluy - Le Motty 2 24,63 km   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
18'09"6
SS7 15:11 Aspres les Corps - Chaillol 2 38,94 km   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
24'17"8
SS8 16:14 St-Leger-les-Mélèzes – La-Bâtie-Neuve 2 17,82 km   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
11'05"4
Frazione 3 (21 Gen) SS9 08:08 Lardier et Valenca - Oze 1 31,17 km   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
24'02"9
SS10 08:58 La Batie Monsaleon - Faye 1 16,78 km   Elfyn Evans
  Daniel Barritt
9'15"2
SS11 11:13 Lardier et Valenca - Oze 2 31,17 km   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
22'53"0
SS12 12:08 La Batie Monsaleon - Faye 2 16,78 km   Elfyn Evans
  Daniel Barritt
8'56"7
SS13 15:03 Bayons - Breziers 2 25,49 km   Elfyn Evans
  Daniel Barritt
14'27"5   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
Frazione 4 (22 Gen) SS14 09:22 Luceram - Col St Roch 1 5,50 km   Dani Sordo
  Marc Martí
8'07"5
SS15 10:12 La Bollene Vesubie - Peira Cava 1 21,36 km   Stéphane Lefebvre
  Gabin Moreau
1'33"9
SS16 11:00 Luceram - Col St Roch 2 5,50 km prova cancellata[3]
SS17 12:18 La Bollene Vesubie - Peira Cava 2 (power stage) 21,36 km   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
11'06"3

Power stageModifica

PS17: La Bollene Vesubie - Peira Cava 2 di 21.36 km, disputatasi domenica 22 gennaio 2017 alle ore 12:18 (UTC+1).[9]

Pos. No. Pilota Co-pilota Auto Classe Tempo Distacco Punti
1 5   Thierry Neuville   Nicolas Gilsoul Hyundai i20 Coupe WRC WRC 14'14"4 5
2 8   Stéphane Lefebvre   Gabin Moreau Citroën C3 WRC WRC 14'44"5 +30"1 4
3 11   Juho Hänninen   Kaj Lindström Toyota Yaris WRC WRC 15'09"4 +55"0 3
4 3   Elfyn Evans   Daniel Barritt Ford Fiesta WRC WRC 15'28"1 +1'13"7 2
5 6   Dani Sordo   Marc Martí Hyundai i20 Coupe WRC WRC 15'57"2 +1'42"8 1

Classifiche mondialiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Erano in programma 17 prove per un totale di 382.65 km, tuttavia è stata cancellata la PS1 per la tragica morte di uno spettatore e la PS16 per motivi di sicurezza, a causa dell'elevato numero di spettatori che affollavano il tracciato
  2. ^ a b c d (ENESFR) SS1: stage cancelled, su wrc.com, 19 gennaio 2017.
  3. ^ a b c d (ENESFR) SS14/15: drama for Tänak, su wrc.com, 22 gennaio 2017.
  4. ^ (ENESFR) Monte-Carlo: rally route, su wrc.com, 12 gennaio 2017 (archiviato il 12 luglio 2017).
  5. ^ (DEENPL) Rally Monte-Carlo 2017, su rally-maps.com.
  6. ^ (ENESFR) Sunday in Monte: Ogier claims fourth win, su wrc.com, 22 gennaio 2017 (archiviato l'11 luglio 2017).
  7. ^ (ENESFR) Saturday in Monte: Ogier leads after Neuville drama, su wrc.com, 21 gennaio 2017 (archiviato l'11 luglio 2017).
  8. ^ (ENESFR) Monte tragedy, su wrc.com, 20 gennaio 2017.
  9. ^ (DEENPL) SS 15+17 - La Bollène-Vésubie - Peïra Cava, su rally-maps.com.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Campionato del mondo rally - Stagione 2017
                         
 

Edizione precedente:
2016
Rally di Monte Carlo
Altre edizioni
Edizione successiva:
2018
  Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo