Apri il menu principale

Al-Quwwat al-Jawwiyya al-malikiyya al-Urdunniyya

(Reindirizzamento da Royal Jordanian Air Force)
سلاح الجو الملكي الأردني
Al-Quwwat al-Jawwiyya al-malikiyya al-Urdunniyya
Regia Forza Aerea Giordana
Royal Jordanian Air Force
Descrizione generale
Attiva25 settembre 1955 – oggi
NazioneGiordania Giordania
ServizioAviazione militare
Battaglie/guerreGuerra dei sei giorni
Intervento militare contro lo Stato Islamico
Sito internethttp://www.rjaf.mil.jo/
Parte di
Comandanti
Air Force commanderMajor General Mansour S. Alijobour[1][2]
Simboli
CoccardaRoundel of Jordan.svg
Distintivo di codaFlag of Jordan.svg
BandieraAir Force Ensign of Jordan.svg
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La Al-Quwwat al-Jawwiyya al-malikiyya al-Urdunniyya, (in arabo: سلاح الجو الملكي الأردني‎) ed internazionalmente conosciuta con la dizione in lingua inglese Royal Jordanian Air Force (RJAF), è l'attuale aeronautica militare della Giordania e parte integrante delle Forze Armate Giordane.

Fondata nel 25 settembre 1955 l'aeronautica militare giordana ha combattuto a fianco di altre nazioni arabe nella guerra dei sei giorni contro Israele.

Gli F-16 della RJAF[3]Modifica

La Situazione che permise alla Giordania di entrare nella rosa dei paesi ammessi a ricevere gli F-16 fu la firma, nel luglio 1994, di un trattato di pace con Israele. Subito dopo, Amman richiese 42 F-16 (tra monoposto e biposto), transazione per la quale ottenne l’appoggio di Tel Aviv. II 26 luglio 1996 fu sottoscritto con il governo degli Stati Uniti il programma “Peace Falcon I” con il quale fu concordato il leasing di 12 F-16A e 4 F-16B, il programma fu poi suddiviso con una prima cessione gratuita di 12 F-16A-15OCU e un F-16B-15OCU da modificare allo standard ADF (Air Defense Fighhter); questi aerei erano tutti di seconda mano con una media di più di 3.000 ore di volo (su una vita utile iniziale prevista in 4.000). Il secondo contratto (all’epoca indicato come un leasing quinquennale con riscatto finale) riguardò tre F-16B. Tutti gli aerei ebbero la vita utile estesa a 8.000 ore e furono resi compatibili con i motori F100-PW-220E. Il primo di questi F-16 per la Giordania, dopo revisone e aggiornamento, poté volare il 14 ottobre 1997. Di un secondo lotto (“Peace Falcon II") si cominciò a parlare nel 1999 e il 29 gennaio 2003 la forza aerea giordana ricevette 6 F-16 poi integrati fino a comprendere 12 F-16A MLU e un F-16B MLU. Nel 2006, puntando ad un ampliamento dell’organico, la Royal Jordanian Air Force vagliò con i governi dei Paesi Bassi e Belgio la fornitura di F-16 usati. Nell’aprile 2006 fu raggiunto un accordo per 22 esemplari (8 dai Paesi Bassi, cinque A e tre B, e 14 dal Belgio, dodici A e due B). Le macchine ex-belghe furono consegnate nel 2008-2009 mentre la consegna di quelle olandesi fu limitata ai soli tre F-16B che, uniti ad altri tre, andarono a costituire il contratto “Peace Falcon IV", sempre nel 2009. Con l'obiettivo di ottenere una quantità sufficiente per equipaggiare tre Squadron seguirono ulteriori forniture: nel 2009 il ministero della difesa del Belgio dichiarò ridondanti altri nove "Fighting Falcon" (6 F-16AM e 3 F-16BM tutti Block 20 sottoposti Mid-Llfe Update) e la Giordania fu pronta a candidarsi all'acquisto, perfezionato con il programma "Peace Falcon V". Tutti questi aerei furono consegnati nel luglio 2011. Un'ulteriore opportunità si ebbe nel 2012, quando l'aviazione olandese decise di ritirare altri 13 F-16A e due F-16B, anche in questo caso allo standard Block 20MLU, con upgrade OFP 6.5 (Operational Flight Program), per poter integrare nuovi sistemi di comunicazione e armamenti. La trattativa si è conclusa nel 2014 ma le consegne si sono protratte fino alla fine del 2017. Complessivamente le forniture hanno riguardato 59 F-16A e 20 F16B, portati a uno standard simile a quello dei Block 40 e 50, anche se la suddivisione in programmi e lotti non è stata così netta come potrebbe apparire. Infatti. pur trattandosi di aerei esclusivamente di seconda mano, sono stati oggetto di revisioni e programmi di adeguamento a standard differenti, compiuti su piccoli lotti e in sedi differenti, che hanno richiesto tempi di consegna dilatati. Nel frattempo la Giordania ha ceduto alla Pakistan Air Force 13 tra F-16A e B, i primi dei quali sono stati consegnati il 28 aprile 2014. Gli F-16 giordani sono stati oggetto di svariati aggiornamenti, come il “Falcon Up“ e il "Falcon Star", vertenti su un upgrade della strumentazione e la revisione delle cellule per il raddoppio della loro vita operativa; l‘ultimo intervento si è svolto nello stabilimento TAI di Ankara. Nel frattempo vi sono state anche perdite e oggi il totale in servizio è di 59 aerei: 44 monoposto e 15 biposto. Nella Royal Jordanian Air Force tutti gli F-16 sono concentrati sulla base “Muwaffaq Salti" di Azraq, 100 km a est di Amman, dove si trovano gli Squadron No. 1 e No. 6 multiruolo e il No. 2 con la difesa aerea quale vocazione primaria ed i suoi aerei corrispondono a una versione ammodernata dello standard Block 15ADF.

Aeromobili in usoModifica

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2018)[4]
Note
Aerei da combattimento
Lockheed F-16 Fighting Falcon   Stati Uniti Caccia intercettore
conversione operativa
F-16AM
F-16BM
44[3][4][5][6][2]
15[3][4][5][6][2]
Consegnati complessivamente 59 F-16A e 20 F16B.[3] 13 tra F-16A sono stati ceduti alla Pakistan Air Force, i primi dei quali sono stati consegnati il 28 aprile 2014.[3] Al luglio 2019 risultano in servizio 59 aerei: 44 monoposto e 15 biposto.[3][2][6][5]
CASA CN-235   Spagna Cannoniera volante AC-235 2[7][4][8] 2 consegnati.[7][2] Sono stati messi in vendita a gennaio 2019.[7][8]
Aerei per impieghi speciali
Air Tractor AT-802   Stati Uniti aereo da ricognizione AT-802 4[4]
Cessna 208 Grand Caravan   Stati Uniti Aereo da ricognizione C208B-ISR 8[4][2]
Aeromobili a pilotaggio remoto - UAV
Schiebel S-100 Camcopter   Austria UAV S-100 10 12 ordinati, due andati distrutti.[1]
Selex ES Falco   Italia UAV Falco 4 4 ordinati.[1]
Aerei da trasporto
Lockheed C-130 Hercules   Stati Uniti Aereo da trasporto C-130E/H 7[4]
CASA C-295   Spagna Aereo da trasporto C-295 2[8][4] Sono stati messi in vendita dalla fine del 2018.[8]
PZL Mielec M28 Skytruck   Russia Aereo da trasporto M28 1[4] 1 esemplare utilizzato per l'infiltazione/esfiltrazione di commandos.[2]
Aerei da addestramento
BAe Hawk   Regno Unito Aereo da addestramento Hawk Mk.63 12[7][4] 13 esemplari ricevuti di seconda mano dagli Emirati Arabi.[1] Ulteriori 6 esemplari ex Emirati Arabi sono in attesa di essere consegnati al 17 Squadron.[9] Uno dei 13 esemplari consegnati è andato perso il 31 marzo 2016.[10] I 12 esemplari superstiti sono stati messi in vendita a gennaio 2019.[7][8]
CASA C-101 Aviojet   Spagna Aereo da addestramento C-101 6[4][11] 16 consegnati.[12] Circa una dozzina risulta in servizio al febbraio 2018.[11][1]
Slingsby T-67 Firefly   Regno Unito Aereo da addestramento T-67 8[4][1]
Grob G 120TP   Germania Aereo da addestramento G 120TP 15[4][13][14] 14 ordinati nel 2016.[15][14]
Pilatus PC-21   Svizzera Aereo da addestramento PC-21 10[4][16] Inizialmente, nel 2015, erano stati ordinati 9 PC-9M, da consegnarsi nel 2017.[4][17] Poi, a maggio 2016 il ministero della difesa di Amman ha deciso di rivedere l'ordine, sostituendolo con il più moderno e versatile PC-21.[18] La modifica del contratto era inizialmente per otto aerei, con opzioni per ulteriori unità, se necessario. L’opzione è stata ora esercitata per altri due PC-21, con un totale di dieci PC-21 che formeranno la spina dorsale del futuro regime di pilot training. Le prime consegne saranno effettuate a metà 2017.[19][20]
Elicotteri
Bell AH-1 Cobra   Stati Uniti Elicottero d'attacco AH-1F 22[21][4] 16 AH-1E/F ricevuti da Israele, dopo averli aggiornati.[22] Al maggio 2018 ne risultano in servizio 27 AH-1F, 12 dei quali sono stati inviati negli Stati Uniti dove riceveranno un aggiornamento al cockpit, all'avionica ed all'armamento. 2 dei 15 esemplari non aggiornati sono stati ceduti all'Aviazione Filippina come i 3 ceduti all'Aviazione del Kenya.[2][23][21][8]
Aérospatiale AS 332 Super Puma   Francia Elicottero utility AS-332 10[4]
Aérospatiale AS 350 Écureuil   Francia Elicottero utility AS-350 2[4]
Bell UH-1 Iroquois   Stati Uniti Elicottero utility UH-1H 36[4] 13 UH-1H sono stati messi in vendita dalla fine del 2018.[8]
Eurocopter EC 135   Francia Elicottero utility EC 135T-1 9[4] 9 consegnati.[2] 6 sono stati messi in vendita dalla fine del 2018.[8]
Sikorsky UH-60 Black Hawk   Stati Uniti SAR/COIN S-70A-11
UH-60A
UH-60L
UH-60M
S-70i
3[24][25]
8[24][25]
8[24][25]
12[26][24][25]
3[24][25]
Sono stati consegnati 3 S-70A-11 nel 1987, 8 UH-60L nel 2007, 2 UH-60M e 3 S-70i nel 2013, 8 UH-60A nel 2015 e 2 UH-60M nel 2017.[24][25] Gli ultimi di 12 UH-60M sono stati consegnati entro gennaio 2018.[26][27] Gli 8 UH-60L sono stai messi in vendita a gennaio 2019.[7][8]
MD Helicopters MD 500   Stati Uniti Elicottero utility MD530F 6[4] I 6 MD530F sono stati messi in vendita dalla fine del 2018.[8]
Robinson R44   Stati Uniti elicottero da addestramento R44 8[4] 8 consegnati.[1]
Mil Mi-26 Halo   Russia elicottero da trasporto pesante Mi-26T2 2[28][29][4] 4 Mi-26T2 ordinati a settembre 2016 con consegne che saranno completate nel 2019.[28][4][30][31]

Aeromobili ritiratiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g "L'addestramento dei piloti nella Royal Jordanian Air Force" - Aeronautica & Difesa" N. 353 - 03/2016 pp. 56-59
  2. ^ a b c d e f g h i "La Royal Jordanian Air Force è in prima linea contro l'ISIS" - "Aeronautica & Difesa" N. 359 - 09/2016 pp. 50-54
  3. ^ a b c d e f "Gli F-16 della Royal Jordanian Air Force" - "Aeronautica & Difesa" N. 393 - 07/2019 pp. 40-41
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x (EN) World Air Force 2019 (PDF), su Flightglobal.com, p. 20. URL consultato l'8 gennaio 2019.
  5. ^ a b c "JORDAN RECEIVES LAST OF 15 EX-DUTCH F-16s" Archiviato il 16 dicembre 2017 in Internet Archive., su janes.com, 15 dicembre 2017, URL consultato il 16 dicembre 2017.
  6. ^ a b c "JORDAN TAKES DELIVERY OF EX-DUTCH F-16s", su janes.com, 26 ottobre 2017, URL consultato il 26 ottobre 2017.
  7. ^ a b c d e f "JORDANIA PONE EN VENTA SUS DOS CANÕNEROS AIRBUS AC235", su defensa.com, 10 gennaio 2019, URL consultato il 21 gennaio 2019.
  8. ^ a b c d e f g h i j "I SALDI DELLA REALE AERONAUTICA GIORDANA", su analisidifesa.it, 29 ottobre 2019, URL consultato il 29 ottobre 2019.
  9. ^ JORDANIA HAS RECEIVED HAWK Mk63 ADVANCED JET TRAINER FROM UNITED ARAB EMIRATES.Defence-blog.com, 25 Feb 2016.
  10. ^ "CADE AEREO CACCIA BAE MK-63 HAWK DELLA ROYAL JORDANIAN AIR FORCE", su avionews.com, 31 marzo 2016, URL consultato il 21 gennaio 2019.
  11. ^ a b "Giordania. La radiazione del C-101 Aviojet" - "Aeronautica & Difesa" N. 376 - 02/2018 pag. 74
  12. ^ "SPAIN TO KEEP FLYING OLD C-101 AVIOJET TRAINERS" Archiviato il 27 ottobre 2017 in Internet Archive., su janes.com, 7 febbraio 2017, URL consultato il 27 ottobre 2017.
  13. ^ "GERMANY DONATES EQUIPMENT TO JORDAN" Archiviato il 16 gennaio 2018 in Internet Archive., su janes.com, 16 gennaio 2018, URL consultato il 16 gennaio 2018.
  14. ^ a b "JORDAN UNVEILS GROB TRAINERS" Archiviato il 25 aprile 2017 in Internet Archive., su janes.com, 24 aprile 2017, URL consultato il 24 aprile 2017.
  15. ^ "G 120TP verso i 100 esemplari" - "Aeronautica & Difesa" N. 359 - 09/2016 pag. 72
  16. ^ "NEW TRAINERS MAKE DEBUT - SOFEX18D2", su janes.com, 9 maggio 2018, URL consultato il 14 maggio 2018.
  17. ^ "La Giordania sceglie il Pilatus PC-9M", "Aeronautica & Difesa" 10/2015 pag.71.
  18. ^ "Giordania. Non più i PC-9M, ma i PC-21" - "Aeronautica & Difesa" N. 356 - 06/2016 pag. 71
  19. ^ "PILATUS: ORDINE PER 21 PC-21, INCLUSI 17 VELIVOLI PER L’AERONAUTICA FRANCESE", su md80.it, 5 gennaio 2017, URL consultato il 3 marzo 2017.
  20. ^ "Giordania. Ordinati altri due PC-21" - "Aeronautica & Difesa" N. 365 - 03/2017 pag. 74
  21. ^ a b "PHILIPPINES TO RECEIVE COBRA HELOS FROM JORDAN" Archiviato il 24 maggio 2018 in Internet Archive., su janes.com, 24 maggio 2018, URL consultato il 24 maggio 2018.
  22. ^ "ISRAEL GAVE JORDAN 16 COBRA ATTACK HELICOPTERS TO REPEL ISIS", su foxtrotalpha.jalopnik.com, 25 luglio 2015, URL consultato il 5 novembre 2016.
  23. ^ "UPGRADED COBRA TAKES A BOW - SOFEX18D2", su janes.com, 9 maggio 2018, URL consultato il 14 maggio 2018.
  24. ^ a b c d e f "JORDAN RECEIVES ADDITIONAL BLACK HAWK HELOS" Archiviato il 25 luglio 2017 in Internet Archive., su janes.com, 25 luglio 2017, URL consultato il 25 luglio 2017.
  25. ^ a b c d e f "Giordania. Altri Black Hawk" - "Aeronautica & Difesa" N. 371 - 09/2017 pag. 73
  26. ^ a b "JORDAN RECEIVES FINAL BATCH OF UH-60M HELICOPTERS", su airrecognition.com, 28 gennaio 2018, URL consultato il 29 gennaio 2018.
  27. ^ "Giordania. Consegnati gli ultimi Black Hawk" - "Aeronautica & Difesa" N. 377 - 03/2018 pag. 73
  28. ^ a b "JORDAN RECEIVES SECOND MI-26 HEAVY LIFT HELO", su janes.com, 28 dicembre 2018, URL consultato il 28 dicembre 2018.
  29. ^ "ROYAL JORDANIAN AIR FORCE RECEIVES FIRST MI-26T2 HALO HELICOPTER", su janes.com, 19 gennaio 2018, URL consultato il 19 gennaio 2018.
  30. ^ "Giordania. In consegna i Mi-26T-2" - "Aeronautica & Difesa" N. 376 - 02/2018 pag. 75
  31. ^ "LA JORDANIE COMMANDE 4 Mi 26T2", su menadefense.net, 12 settembre 2016, URL consultato il 11 ottobre 2016.
  32. ^ "RUSSIA ALLOWS JORDAN TO HAND OVER TWO IL-76MF TO EGYPT", su airrecognition.com, 1 agosto 2019, URL consultato il 7 agosto 2019.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica