Serie D 1959-1960

edizione del torneo calcistico
Serie D 1959-1960
Competizione Serie D
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore Lega Semiprofessionisti
Luogo Italia Italia
Partecipanti 108
Formula 6 gironi all'italiana interregionali
Risultati
Promozioni Entella
Saronno
Cesena
Viareggio
Bisceglie
San Vito Benevento
Retrocessioni Arsenale Spezia
Fossanese
Aurora Travagliato
Meda 1913
Ponte San Pietro
Audace SME
Pellizzari Arzignano
Bassano Virtus
Rieti
Carrarese
Lucca
Melfi
Virtus Spoleto
Sagittario
Leonzio
Statistiche
Incontri disputati 1839
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1958-1959 1960-1961 Right arrow.svg

La Serie D 1959-1960 fu la prima edizione del nuovo torneo semiprofessionistico gestito dalla Lega di Firenze, e complessivamente il dodicesimo campionato interregionale di calcio organizzato in Italia.

La categoria si presentava profondamente rinnovata: grazie ai suoi poteri speciali di Commissario della FIGC, Bruno Zauli aveva imposto una drastica ristrutturazione del calcio minore in Italia. La Quarta Serie diveniva la Serie D, la più bassa competizione nazionale prima delle tre Categorie regionali. Era composta da sei gironi di diciotto squadre (108 in totale), in cui i primi classificati salivano in Serie C, mentre le ultime tre scendevano in Prima Categoria.

Indice

RegolamentoModifica

  • Per quanto riguarda le promozioni, queste erano semplicemente riservate ai vincitori dei gironi.
  • Per quanto riguarda le retrocessioni, queste potevano riguardare le ultime tre squadre di ogni girone. Era però in vigore la clausola di salvaguardia del professionismo e del semiprofessionismo lasciata in eredità da Bruno Zauli: era piena facoltà della Lega Nazionale Semiprofessionisti la possibilità di vagliare le garanzie economiche ed infrastrutturali fornite dalle vincitrici dei campionati regionali, eventualmente rifiutandone l'affiliazione e ripescando conseguentemente le società piazzatesi in zona retrocessione ma finanziariamente meritevoli.[1]
  • Come in ogni altro campionato, a parità di punti erano previsti gli spareggi per determinare le posizioni finali in classifica.

Girone AModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Entella 52 34 21 10 3 64 23 +41
2. Derthona 49 34 20 9 5 72 33 +39
3. Ivrea 42 34 17 8 9 62 32 +30
4. Rapallo Ruentes 42 34 18 6 10 44 30 +14
5. Imperia 41 34 17 7 10 76 48 +28
6. Novese 41 34 17 7 10 56 37 +19
7. Sammargheritese 40 34 15 10 9 45 48 -3
8. Aosta 39 34 14 11 9 49 36 +13
9. Cuneo 38 34 13 12 9 46 44 +2
10.   Cenisia Torino 32 34 13 6 15 51 58 -7
11. Sestri Levante 31 34 8 15 11 32 36 -4
12.   Sestrese Doria 31 34 10 11 13 33 43 -10
13. Trinese 28 34 10 8 16 55 60 -5
14.   Inveruno 27 34 9 9 16 38 37 +1
15. Magenta 27 34 8 11 15 30 54 -24
16. Asti [2] 23 34 6 11 17 30 59 -29
  17.   Arsenale Spezia 20 34 5 10 19 22 66 -44
  18. Fossanese 9 34 2 5 27 22 83 -61

Girone BModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Saronno 49 34 21 7 6 61 30 +31
2. Solbiatese 42 34 16 10 8 45 31 +14
3. Pro Sesto 40 34 15 10 9 44 26 +18
4.   Libertas Correggio 39 34 17 5 12 45 48 -3
5.   Rescaldinese 38 34 12 14 8 65 42 +23
6.   Lilion Snia Varedo 38 34 14 10 10 55 41 +14
7.   Mogliese 38 34 11 16 7 40 33 +7
8. Seregno 34 34 12 10 12 43 49 -6
9. Mirandolese 34 34 11 12 11 36 45 -9
10. Sondrio 33 34 12 9 13 45 45 0
11. Crema 33 34 12 9 13 45 47 -2
12.   Falck & Arcore 32 34 12 8 14 48 51 -3
13. Leffe 32 34 12 8 14 46 58 -12
14. Gallaratese 31 34 9 13 12 35 38 -3
15. Falck Vobarno 29 34 10 9 15 44 47 -3
  16.   Aurora Travagliato 25 34 9 7 18 45 58 -13
  17. Meda 1913 25 34 9 7 18 44 60 -16
  18.   Ponte San Pietro 20 34 5 10 19 32 69 -37

Girone CModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Cesena 53 34 22 9 3 55 21 +34
2. Fano 46 34 18 10 6 65 34 +31
3. Jesi 45 34 19 7 8 52 31 +21
4. Cervia 37 34 13 11 10 45 37 +8
5. Pro Mogliano 36 34 12 12 10 43 43 0
6. Vittorio Veneto 34 34 12 10 12 45 44 +1
7. Pro Gorizia 34 34 14 6 14 34 45 -11
8. Miranese 33 34 13 7 14 56 49 +7
9. Trento 33 34 13 7 14 39 42 -3
10. Schio 32 34 12 8 14 51 50 +1
11. Portogruaro 32 34 10 12 12 31 41 -10
12. Imolese 30 34 12 6 16 46 51 -5
13. Vigor Senigallia 30 34 10 10 14 36 46 -10
14. Rovereto 29 34 9 11 14 43 49 -6
15. Belluno 29 34 8 13 13 36 54 -18
  16. Audace SME 28 34 9 10 15 40 48 -8
  17.   Pellizzari Arzignano 27 34 7 13 14 30 42 -12
  18. Bassano Virtus 24 34 7 10 17 48 68 -20

Girone DModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Viareggio 47 34 18 11 5 55 24 +31
2. Massese 41 34 15 11 8 40 20 +20
3. Nuorese 40 34 16 8 10 43 26 +17
4. Solvay Rosignano 38 34 15 8 11 41 32 +9
5. Tempio 38 34 14 10 10 37 38 -1
6. Piombino[3] 34 34 13 9 12 37 35 +2
7. Sangiovannese 34 34 8 18 8 23 29 -6
8. Romulea 33 34 11 11 12 31 30 +1
9. Cuoiopelli 33 34 10 13 11 29 42 -13
10.   Fiamme d'Oro Roma 32 34 11 10 13 44 45 -1
11. Grosseto 32 34 10 12 12 34 39 -5
12. Pontedera 31 34 11 9 14 45 41 +4
13. Olbia 31 34 12 7 15 39 43 -4
14.   Larderello[3] 31 34 10 12 12 39 44 -5
15. Empoli 29 34 10 9 15 28 40 -12
  16. Rieti 29 34 10 9 15 23 31 -8
  17. Carrarese 29 34 9 11 14 28 40 -12
  18.   A.S. Lucca 28 34 7 14 13 24 41 -17

Spareggi salvezzaModifica

Risultati Luogo e data
Empoli 1 - 1 Carrarese Viareggio, 12 giugno 1960
Rieti 1 - 0 Carrarese Grosseto, 16 giugno 1960
Empoli 1 - 0 Rieti Pesaro, 19 giugno 1960


Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Empoli 3 2 1 1 0 2 1 +1
  2. Rieti 2 2 1 0 1 1 1 0
  3. Carrarese 1 2 0 1 1 1 2 -1

Girone EModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Bisceglie 49 34 20 9 5 51 22 +29
2. Trani 47 34 18 11 5 51 24 +27
3. Molfetta 41 34 15 11 8 39 19 +20
4.   Sangiorgese 39 34 12 15 7 43 34 +9
5. Forza e Coraggio Avezzano 36 34 13 10 11 37 27 +10
6. Martina 36 34 14 8 12 44 37 +7
7.   Torremaggiore 34 34 11 12 11 30 30 0
8. Sulmona 34 34 13 8 13 37 40 -3
9. Città di Castello 34 34 15 4 15 37 55 -18
10. Fermana 33 34 10 13 11 26 26 0
11. Portocivitanovese 32 34 10 12 12 35 37 -2
12. Campobasso 32 34 12 8 14 30 32 -2
13. Pro Vasto 31 34 13 5 16 37 39 -2
14. Gubbio 31 34 13 5 16 40 45 -5
15. Ternana 31 34 12 7 15 30 45 -15
16. Brindisi [2] 29 34 7 15 12 28 31 -3
  17. Melfi 29 34 9 11 14 31 39 -8
  18.   Virtus Spoleto 14 34 5 4 25 22 66 -44

Girone FModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1.   San Vito Benevento 53 34 22 9 3 63 24 +39
2.   Nuova Cisterna 45 34 15 15 4 43 20 +23
3.   Caltagirone 40 34 12 16 6 39 23 +16
3. B.P.D. Colleferro 40 34 15 10 9 51 36 +15
5. Ragusa 38 34 13 12 9 34 24 +10
6.   Acquapozzillo Acireale 37 34 15 7 12 44 43 +1
7. Bagheria [3] 36 34 13 11 10 33 39 -6
8. Igea Virtus 35 34 12 11 11 41 45 -4
9. Enna 34 34 12 10 12 51 45 +6
10. Monticchio Potenza 33 34 12 9 13 48 41 +7
11. Nola 31 34 11 9 14 40 52 -12
12. Juventus Stabia 30 34 10 10 14 31 41 -10
  13.   Sagittario 30 34 11 8 15 31 49 -18
  14.   Ilva Bagnolese [4] 29 34 12 5 17 48 53 -5
14.   Alba Napoli 29 34 11 7 16 49 61 -12
16. Locri [2] 28 34 9 10 15 40 50 -10
  17. Leonzio 23 34 8 7 19 26 48 -22
18. Gladiator [2] 20 34 7 6 21 37 55 -18

Verdetti

NoteModifica

  1. ^ Al termine di questa stagione furono cinque le società campioni dilettantistiche regionali che vennero rimbalzate dalla Lega Nazionale Semiprofessionisti, ma per intercessione della Lega Nazionale Dilettanti si accettò di recuperare i vicecampioni nei casi della Lombardia e delle Marche: furono quindi infine tre i posti resi liberi per le retrocesse della D più attrezzate finanziariamente.
  2. ^ a b c d Ripescato dalla Lega alla compilazione dei nuovi quadri stagionali.
  3. ^ a b c Penalizzata di 1 punto per 1 rinuncia.
  4. ^ Acquisito dalla squadra di Prima Categoria dell'Ischia mediante fusione.
  5. ^ Il nuovo Pomigliano partì completamente da zero con una società totalmente differente che arrivò in Prima Categoria nel 1963.
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio