Apri il menu principale

Parchi nazionali d'Italia

lista di un progetto Wikimedia
(Reindirizzamento da Elenco dei parchi nazionali italiani)
Il Parco nazionale del Gran Paradiso insieme a quello d'Abruzzo, istituiti negli stessi anni, sono i più antichi parchi nazionali italiani

I parchi nazionali d'Italia sono aree naturali protette terrestri, marine, fluviali o lacustri che contengano uno o più ecosistemi intatti (o solo parzialmente alterati da interventi antropici) e/o una o più formazioni fisiche, geologiche, geomorfologiche, biologiche d'interesse nazionale ed internazionale, per valori naturalistici, scientifici, culturali, estetici, educativi o ricreativi, tali da giustificare l'intervento dello Stato per la loro conservazione.

Attualmente iscritti nell'Elenco ufficiale delle aree naturali protette (EUAP) sono venticinque, e complessivamente coprono una superficie di oltre 1.500.000 ettari (15.000 km²), che corrispondono a circa il 6% del territorio nazionale.[1]

Indice

Parchi "storici"Modifica

Immagine Nome Superficie protetta Anno
  Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise (fino al 2001 nominato Parco nazionale d'Abruzzo). 49.680 ha
  Parco nazionale del Gran Paradiso 71.043 ha
  Parco nazionale del Circeo 5.616 ha
  Parco nazionale dello Stelvio 130.734 ha
  Parco nazionale della Calabria (Soppresso nel 2002, con l'istituzione del Parco nazionale della Sila, era già stato ampliato nel 1985[4], mentre nel 1994 circa 3.000 ha gli venivano asportati per confluire nel Parco nazionale dell'Aspromonte, a sua volta istituito nel 1989) 12.000 ha (1968-1985)
16.000 ha (1985-1994)
13.000 ha (1994-2002)

Parchi istituiti negli anni ottantaModifica

Immagine Nome Superficie protetta Anno
  Parco nazionale dell'Aspromonte 64.153 ha

Parchi istituiti negli anni novantaModifica

Parchi istituiti negli anni 2000Modifica

Parchi istituiti negli anni 2010Modifica

Immagine Nome Superficie protetta Anno
  Parco nazionale dell'Isola di Pantelleria 6.560 ha

Parchi nazionali in progettoModifica

L'articolo 8, comma 3, della legge 93 del 23 marzo 2001[5] prevede l'istituzione del Parco nazionale della Costa teatina, in Abruzzo. L'iter legislativo previsto per l'istituzione del parco è stato finora molto lungo e travagliato, caratterizzato da lunghi periodi di arresto, anche a causa delle vicende politiche delle giunte regionali abruzzesi[6][7]. Nonostante la perimetrazione provvisoria del parco operata dal commissario ad acta Giuseppe De Dominicis, nominato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri in data 4 agosto 2014[8], la consulta ha bloccato la legge regionale che istituiva il parco, in quanto trattandosi di un'area marina la competenza della sua istituzione spetta allo Stato[9].

Ai sensi dell'art. 26 §4-septies della legge n. 222/2007 è prevista l'istituzione di 4 parchi nazionali in Sicilia[10]. Con riferimento a questa iniziativa legislativa, la Corte Costituzionale ha stabilito - con la sentenza n. 12 del 2009 - che in materia di parchi nazionali la competenza è esclusivamente dello Stato, anche nelle Regioni a statuto speciale, cui resta la competenza dei parchi regionali[11].

I parchi nazionali da istituire sono:

  • Parco delle Egadi e del litorale trapanese
  • Parco delle Eolie
  • Parco degli Iblei

In particolare il Consiglio dei ministri del 20 giugno 2016, avendo ricevuto l'assenso della Giunta regionale della Regione siciliana[12], ha deliberato l'approvazione dell'istituzione del Parco nazionale dell'Isola di Pantelleria[13][14], concretizzatasi con il decreto del Presidente della Repubblica del 28 luglio 2016, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il 7 ottobre seguente[15].

La nuova legge di disciplina dei parchi, approvata in prima lettura al Senato della Repubblica, prevede l'istituzione di due nuovi parchi nazionali, quello del Matese tra Molise e Campania, e quello di Portofino in Liguria, e una nuova delega per la creazione del Parco interregionale Delta del Po[16]. Per i primi due la legge di bilancio per il 2018 ha stanziato i fondi per procedere all'istituzione dei parchi nazionali, in attesa che le regioni competenti si attivino per la perimetrazione delle aree protette e la definizione delle norme di salvaguardia, atti necessari per procedere alla creazione dell'ente parco[17][18][19].

NoteModifica

  1. ^ Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) 6º Aggiornamento approvato il 27 aprile 2010 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 115 alla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2010.
  2. ^ L'ente fu costituito il 25 novembre 1921 con direttorio provvisorio. Vedi E. Sipari, Relazione del Presidente del Direttorio provvisorio dell'Ente Autonomo del Parco Nazionale d'Abruzzo alla commissione amministratrice, Tipografia Maiella, Tivoli 1926. Tutti i documenti del periodo sono riportati in L. Arnone Sipari (a cura di), Scritti scelti di Erminio Sipari sul Parco Nazionale d'Abruzzo (1922-1933), Temi editrice, Trento 2011.
  3. ^ Il "Parco Nazionale Gran Paradiso" è stato istituito con il Regio decreto-legge 3 dicembre 1922, n. 1584 (G.U. 13 dicembre 1922, n.291). Il "Parco Nazionale di Abruzzo", di poco successivo, è stato istituito ufficialmente con il Regio decreto-legge dell'11 gennaio 1923, n. 257 (G.U. 22 febbraio 1923, n.44)
  4. ^ Data dell'ampliamento del Parco Nazionale della Calabria con il decreto del Ministro dell'agricoltura e delle foreste dell'8 agosto 1985, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 68 del 22 marzo 1986
  5. ^ LEGGE 23 marzo 2001, n. 93 Disposizioni in campo ambientale - Art. 8 (Aree naturali protette), in Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana, 4 aprile 2001. URL consultato il 26 settembre 2016.
  6. ^ Iter normativo, su vogliamoilparco.blogspot.it. URL consultato il 26 settembre 2016.
  7. ^ Risultati per: parco costa teatina, su abruzzo24ore.tv. URL consultato il 26 settembre 2016.
  8. ^ DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 4 agosto 2014 - Nomina del Commissario ad acta ai fini dell'istituzione del Parco nazionale «Costa Teatina», in Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana, 17 ottobre 2014. URL consultato il 26 settembre 2016.
  9. ^ 16 Febbraio 2017, La Consulta cancella il Parco Costa dei Trabocchi: "Solo lo Stato può istituirlo", su Il Centro. URL consultato il 17 giugno 2019.
  10. ^ Legge 29 novembre 2007, n. 222, su camera.it. URL consultato il 19 luglio 2016..
  11. ^ SENTENZA N. 12 ANNO 2009, su cortecostituzionale.it, 23 gennaio 2009. URL consultato il 19 luglio 2016.
  12. ^ Deliberazione n. 206 del 7 giugno 2016 "Parco nazionale Isola di Pantelleria - Istituzione" (PDF), su regione.sicilia.it, 7 giugno 2016. URL consultato il 19 luglio 2016.
  13. ^ Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 121, su governo.it, 20 giugno 2016. URL consultato il 19 luglio 2016.
  14. ^ Da Cdm ok a Parco Pantelleria. Galletti: “Segnale forte contro i piromani. L’ambiente motore del futuro dell'isola”, su minambiente.it. URL consultato il 19 luglio 2016.
  15. ^ DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 luglio 2016 - Istituzione del Parco nazionale «Isola di Pantelleria» e dell'Ente Parco nazionale «Isola di Pantelleria», in Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana, 7 ottobre 2016. URL consultato il 9 ottobre 2016.
  16. ^ Legge di riforma dei parchi, via libera dal Senato, su repubblica.it, 10 novembre 2016. URL consultato il 24 novembre 2016.
  17. ^ Il monte di Portofino diventa parco nazionale, su genova.repubblica.it, 29 novembre 2017. URL consultato il 6 settembre 2018.
  18. ^ Dopo 26 anni diventa realtà il sogno del Parco Nazionale del Matese, su greenreport.it, 27 dicembre 2017. URL consultato il 6 settembre 2018.
  19. ^ Rossella Galeotti, Parco nazionale di Portofino, più risorse: ora si stabiliscano i confini, su ilsecoloxix.it, 29 dicembre 2017. URL consultato il 6 settembre 2018.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica