Apri il menu principale

Gustav Larsson

ciclista su strada svedese
(Reindirizzamento da Gustav Erik Larsson)
Gustav Larsson
Gustav Larsson 2011.jpg
Gustav Larsson alla Japan Cup 2011
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 194[1] cm
Peso 77[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 2015
Carriera
Squadre di club
2001-2002 Team Crescent
2003-2005 Fassa Bortolo
2006 Française des Jeux
2007 Unibet.com
2008 Team CSC
2009-2011 Saxo Bank
2012 Vacansoleil
2013-2014 IAM Cycling
2015 Cult Energy
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Argento Pechino 2008 Cronometro
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Argento Mendrisio 2009 Cronometro
Statistiche aggiornate al aprile 2016

Gustav Erik Larsson (Gemla, 20 settembre 1980) è un ex ciclista su strada svedese, professionista dal 2003 al 2015[1].

Specialista delle prove contro il tempo, nel 2008 ha conquistato la medaglia d'argento a cronometro ai Giochi olimpici di Pechino. In carriera ha inoltre vinto una tappa al Giro d'Italia 2010 e sei titoli nazionali a cronometro.

Indice

CarrieraModifica

Dal 2001 al 2002 gareggia per il Team Crescent, formazione GS3 svedese. La sua carriera da professionista inizia nel 2003[1], quando si trasferisce alla Fassa Bortolo, squadra italiana diretta da Giancarlo Ferretti. Dopo tre stagioni in Italia si accasa alla Française des Jeux, ed è proprio con questa squadra che ottiene il primo successo da pro, facendo suo il campionato nazionale a cronometro 2006.

Nel 2007 gareggia per la Unibet.com, mentre nel 2008 si trasferisce al Team CSC, la squadra di Bjarne Riis divenuta in seguito Team Saxo Bank. In quella stagione rappresenta la Svezia ai Giochi olimpici di Pechino, riuscendo ad ottenere la medaglia d'argento (battuto dal solo Fabian Cancellara) nella gara a cronometro.

Nel 2009 conquista un'altra medaglia d'argento, questa volta ai campionati del mondo di Mendrisio ma sempre nella prova contro il tempo; l'anno dopo consegue invece quattro successi, tra cui quello a cronometro nella frazione conclusiva del Giro d'Italia, a Verona. Nel 2012, con la divisa della formazione olandese Vacansoleil-DCM, si aggiudica la cronometro di apertura della Parigi-Nizza e il quarto titolo nazionale nella prova contro il tempo; partecipa anche ai Giochi olimpici di Londra, gareggiando in entrambe le gare su strada.

Nel 2013 è sotto contratto con il team svizzero IAM Cycling. In quell'anno ottiene una sola vittoria, al campionato nazionale svedese, mentre nel 2014, sempre tra le file della IAM, non riesce a conquistare successi, pur cogliendo un secondo posto di tappa al Critérium du Dauphiné. Per il 2015 decide di cambiare maglia, passando alla formazione danese Cult Energy Pro Cycling. Il 14 marzo 2015 a Manchester tenta la conquista del record dell'ora, fallendo però il tentativo dopo aver percorso 50,016 km, circa 2,5 km meno del primato detenuto da Rohan Dennis[2]. Nel giugno seguente si aggiudica il sesto titolo nazionale a cronometro.

PalmarèsModifica

  • 2001 (Team Crescent, una vittoria)
4ª tappa Brandenburg Rundfahrt
  • 2002 (Team Crescent, cinque vittorie)
1ª tappa Ringerike Grand Prix
5ª tappa Okolo Slovenska
Classifica generale Okolo Slovenska
4ª tappa Brandenburg Rundfahrt
1ª tappa Grand Prix Tell
  • 2006 (Française des Jeux, una vittoria)
Campionati svedesi, Prova a cronometro
  • 2007 (Unibet.com, una vittoria)
Campionati svedesi, Prova a cronometro
  • 2008 (Team CSC-Saxo Bank, una vittoria)
5ª tappa Post Danmark Rundt
  • 2009 (Team Saxo Bank, due vittorie)
3ª tappa Tour du Poitou-Charentes
Classifica generale Tour du Poitou-Charentes
  • 2010 (Team Saxo Bank, quattro vittorie)
21ª tappa Giro d'Italia (Verona > Verona, cronometro)
1ª tappa Vuelta a la Comunidad de Madrid (Caso de Campo, cronometro)
2ª tappa Tour du Limousin (Saint-Amand-Montrond, cronometro)
Classifica generale Tour du Limousin
  • 2011 (Saxo Bank-Sungard, una vittoria)
Campionati svedesi, Prova a cronometro
  • 2012 (Vacansoleil-DCM, due vittorie)
1ª tappa Paris-Nice (Dampierre-en-Yvelines > Saint-Rémy-lès-Chevreuse, cronometro)
Campionati svedesi, Prova a cronometro
  • 2013 (IAM Cycling, una vittoria)
Campionati svedesi, Prova a cronometro
  • 2015 (Cult Energy, una vittoria)
Campionati svedesi, Prova a cronometro

Altri successiModifica

1ª tappa Tour de Pologne (Varsavia, cronosquadre)

PiazzamentiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d Gustav Erik Larsson, www.vacansoleildcm.it. URL consultato il 4 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2012).
  2. ^ Record dell'ora, Larsson non ce la fa: si ferma a 50,016 Gazzetta.it

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica