Apri il menu principale

Kabutops

specie di Pokémon
Kabutops
Kabutops
Kabutops

Nomi registrati in altre lingue
Giapponese カブトプス Kabutopusu
Tedesco Kabutops
Francese Kabutops
Pokédex
Colore Marrone
Classico 141
Johto 223
Hoenn 296
Caratteristiche
Categoria Pokémon Crostaceo
Altezza 130 cm
Peso 40,5 kg
Generazione Prima
Evoluzione di Kabuto
Stato Primo Stadio
Tipi Roccia
Acqua
Abilità Nuotovelox
Lottascudo
Sottilguscio
Legenda · progetto Pokémon

Kabutops (in giapponese カブトプス Kabutopusu, in tedesco e francese Kabutops) è un Pokémon della Prima generazione di tipo Roccia/Acqua. Il suo numero identificativo Pokédex è 141.

È uno dei Pokémon utilizzati dai capipalestra Brock e Petra. Kabutops è l'evoluzione di un Pokémon rinvenuto da un fossile, il Domofossile (こうらのカセキ Fossile Carapace?, Dome Fossil).[1]

Significato del nomeModifica

Il suo nome potrebbe derivare dall'unione della parola giapponesekabuto (elmo) o 兜蟹 kabutogani (limulo, granchio reale) con il suffisso inglese -ceratops (usato in vari nomi di dinosauri, come ad esempio Triceratops).

Nella versione beta di Pokémon Rosso e Blu il suo nome era "Lantis" (da Atlantis, Atlantide).[2]

OrigineModifica

 
Paraceraurus

Kabutops è basato sugli scorpioni di mare. Il suo aspetto ricorda quello dei trilobiti.

EvoluzioniModifica

Si evolve da Kabuto a livello 40.

PokédexModifica

           
           
           
           
           
           
  • Rosso/Blu/VerdeFoglia: Ha una fisionomia da perfetto nuotatore. Taglia la preda con le sue falci e ne beve il sangue.
  • Giallo/Y: È un perfetto nuotatore che taglia la preda con le sue falci e ne succhia il sangue.
  • Oro/HeartGold/X: In acqua raccoglie gli arti per diventare più compatto, agitando il guscio per nuotare veloce.
  • Argento/SoulSilver: Con gli artigli affilati, questo antico Pokémon dilania la vittima e ne succhia i fluidi corporei.
  • Cristallo: Poteva nuotare rapidamente ripiegando insieme gli artigli affilati come lame.
  • RossoFuoco: Si muove liberamente nell'acqua. Dopo aver catturato la preda con le due falci, ne assorbe i fluidi.
  • Rubino/Zaffiro: Nell'antichità Kabutops cacciava le prede nuotando sott'acqua. Pare che il Pokémon si stesse adattando alla vita sulla terra ferma, come confermano le mutazioni su branchie e zampe.
  • Smeraldo: Nell'antichità Kabutops cacciava le prede sott'acqua. Le mutazioni su branchie e zampe confermano la teoria che si stesse adattando alla vita sulla terraferma.
  • Diamante/Perla/Platino/Nero/Bianco/Nero2/Bianco2: Pokémon probabilmente giunto sulla terraferma perché le sue prede si erano adattate lì.

Nel videogiocoModifica

MosseModifica

Oltre ad utilizzare mosse di Roccia come Forzantica, Kabutops è in grado di apprendere attacchi di tipo Normale tra cui Lacerazione e Strizzata. Il Pokémon impara naturalmente le mosse Ferrostrido (Acciaio) e Nottesferza (Buio).

Tramite MT Kabutops può apprendere attacchi come Danzaspada e Forbice X, oltre ad imparare le mosse MN Taglio, Surf, Mulinello, Cascata, Spaccaroccia, Scalaroccia e Sub.

Nell'animeModifica

Kabutops appare per la prima volta nel corso dell'episodio Avventure preistoriche (Attack of the Prehistoric Pokémon).[3]

Il Pokémon viene inoltre utilizzato nel lungometraggio Pokémon Heroes, insieme ad un esemplare di Aerodactyl, contro Ash Ketchum e Latias.[4]

Nell'episodio Trattare con chi sta sulla difensiva all'interno della palestra di Ferruccio sono presenti un Kabuto ed un Kabutops.[5]

In Pokémon: Le origini l'allenatore Rosso ottiene il Domofossile a Monte Luna. Il suo Kabutops viene utilizzato contro il Rhyhorn del capopalestra Giovanni.[6]

Nel gioco di carte collezionabiliModifica

Kabutops appare in 13 carte, prevalentemente di tipo Combattimento, appartenenti a 10 set:[7][8]

  • Fossil (due carte, una delle quali Olografica)
  • Neo Discovery (due di tipo Acqua, una delle quali Olografica)
  • Neo Destiny (Pokémon Shiny)
  • Skyridge (due carte, una delle quali Olografica di tipo Incolore)
  • EX Tempesta di Sabbia (come Kabutops ex di tipo Acqua)
  • EX La Leggenda di Mew (Olografica)
  • EX Fantasmi di Holon (come Kabutops δ, Olografica di tipo Lampo)
  • EX Power Keepers (Olografica)
  • Alba Suprema (Olografica)
  • Arceus (Olografica)

In Pokémon VS (ポケモンカード★VS?) è inoltre presente una carta dedicata al Kabutops di Brock. In Giappone è stata inoltre pubblicata una carta raffigurante il Pokémon visibile nel lungometraggio Pokémon Heroes.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Dome Fossil da Serebii.net
  2. ^ (EN) Early English promotional Pokémon names, su Glitch City.
  3. ^ (EN) Episode 46 - Attack of the Prehistoric Pokémon da Serebii.net
  4. ^ (EN) Pokémon Heroes - Latias and Latios Archiviato il 20 settembre 2010 in Internet Archive. da Serebii.net
  5. ^ (EN) Episode 576 - Dealing With Defensive Types da Serebii.net
  6. ^ (EN) Special: Pokémon Origins da Serebii.net
  7. ^ (EN) Kabutops (TCG) da Bulbapedia
  8. ^ (EN) #141 Kabutops - Cardex da Serebii.net

BibliografiaModifica

  • (EN) Paul J. Shinoda, Pokémon Official Nintendo Player's Guide, Nintendo Power, 1998, p. 101, ISBN 978-4-549-66914-0.
  • (EN) Nintendo Power, Pokémon Special Edition for Yellow, Red and Blue, Nintendo Power, 1999, p. 106, ASIN B000GLCWWW.
  • (EN) M. Arakawa, Pokémon Gold Version and Silver Version Complete Pokédex, Nintendo Power, 2000, p. 79, ASIN B000LZR8FO.
  • (EN) Scott Pellard, Pokémon Crystal Version, Nintendo Power, 2001, p. 126, ISBN 978-1-930206-12-0.
  • (EN) Eric Mylonas, Pokémon Fire Red & Leaf Green: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2004, p. 127, ISBN 978-0-7615-4708-2.
  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide Vol. 2, Prima Games, 2007, p. 84, ISBN 978-0-7615-5635-0.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, p. 429, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Johto Guide & Johto Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 306, ISBN 978-0-307-46803-1.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 269, ISBN 978-0-307-46805-5.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon