Kevin Costner

attore, regista, produttore cinematografico e musicista statunitense

Kevin Michael Costner (Lynwood, 18 gennaio 1955) è un attore, regista, produttore cinematografico e musicista statunitense.

Kevin Costner a New York per la celebrazione del film Il diritto di contare (2016)
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior film 1991
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior regista 1991

BiografiaModifica

Kevin Costner, all'anagrafe Kevin Michael Costner, è nato il 18 gennaio 1955 a Lynwood, in California, ma è cresciuto principalmente a Compton (California). Ultimo di tre figli dell'elettricista Bill Costner e dell'attrice Sharon Tedrick, ha avuto due fratelli, Dan e Mark Douglas (quest'ultimo morto il giorno dopo la nascita nel 1953). Quando suo padre venne promosso da semplice elettricista a dirigente della filiale Souther California Edison, il giovane Kevin venne costretto a spostarsi spesso con la famiglia e di conseguenza a cambiare frequentemente scuola, cosa che non giovava affatto al suo temperamento, già di per sé poco incline al mondo accademico. Durante l'adolescenza preferiva di gran lunga lo sport, ma non disdegnava la musica e la poesia, suonava infatti il piano, cantava nel coro della Chiesa e scriveva componimenti. La passione verso il cinema è arrivata comunque durante l'infanzia, dopo la visione de La conquista del West (1962), sebbene all'inizio resti molto latente. Dopo il diploma, nel 1978 si laurea in marketing e finanza presso la California State University, Fullerton, ma già durante l'ultimo anno di college inizia a prendere le prime lezioni di recitazione.

A convincerlo definitivamente di puntare sulla strada del cinema è stato un fortuito incontro con Richard Burton sull'aereo durante la luna di miele di Costner. Fermamente convinto di quale carriera intraprendere, mentre svolgeva altri lavori per sostenersi, Costner riprese le lezioni di recitazione serali ed è stato così che ha debuttato al cinema con Malibu Hot Summer (1981), film indipendente in cui figura come protagonista, che venne rilasciato solo nel 1986, dopo che Costner iniziò a costruirsi una certa fama. Per tale motivo, è considerato erroneamente Amore e morte al tavolo da gioco (1983) il suo esordio.

CarrieraModifica

Negli anni ottanta interpreta una serie di film, tra cui Testament (1983), ma è con Fandango (1985) e con The Untouchables - Gli intoccabili (1987) che si fa conoscere al grande pubblico. Ai Premi Oscar 1991 gli viene assegnata la statuetta come miglior regista alla sua prima esperienza dietro la macchina da presa, grazie al film Balla coi lupi (1990), che vince anche l'Oscar al miglior film, oltre ad altre sei statuette; il successo planetario della pellicola consacra l'attore come vera e propria icona di un cinema coraggioso, lontano dalle mode.

 
Kevin Costner alla Andrews Air Force Base nel 2003

Il successo continua nel corso degli anni novanta con film quali Robin Hood - Principe dei ladri, Guardia del corpo, JFK - Un caso ancora aperto fino a Un mondo perfetto, dove esprime una grande performance, paragonabile a quella di Balla coi lupi. In seguito, tuttavia, Costner non riesce a tornare al grande successo riportato, in particolar modo successivamente a Waterworld (1995, da lui prodotto ed interpretato, che fu il film più costoso girato sino ad allora) e a L'uomo del giorno dopo (1997). Nel 1999 riscuote un discreto successo con Le parole che non ti ho detto.

Negli anni 2000 interpreta per lo più commedie, ma anche film d'impegno (Thirteen Days) o thriller (Il segno della libellula - Dragonfly) ancora però senza tornare al pieno successo. È tuttavia da segnalare la sua terza regia, Terra di confine - Open Range, altro western apprezzato sia dal pubblico che dalla critica, che mostra ancora l'impegno e il coraggio dell'attore-regista a cimentarsi con un genere non molto fortunato al botteghino e in parte dimenticato dal pubblico. Nel 2006 recita a fianco di Ashton Kutcher nel film The Guardian - Salvataggio in mare, dove interpreta un leggendario aerosoccorritore della US Coast Guard. È appassionato di baseball e ha girato alcuni film incentrati su questo sport, tra cui L'uomo dei sogni e Gioco d'amore.

Nell'estate 2007 Costner intraprende una nuova carriera, quella di musicista rock and roll. In settembre, alla guida di una band e imbracciando una chitarra folk elettrificata, tiene nel Nuovo Messico un concerto a titolo gratuito per le riprese del film Swing Vote - Un uomo da 300 milioni di voti. Del 2010 la pubblicazione dell'album Turn it On che Costner porta anche in tour in molti paesi europei entrando anche nella Top 30 dei dischi più venduti in Germania (26º posto).[senza fonte] Nel 2014 è testimonial pubblicitario per Bolton Group del Tonno Rio Mare. Nel 2015 partecipa al film McFarland, USA.

Kevin Costner ritorna al grande successo di pubblico come produttore e interprete della iconica serie Yellowstone, un western contemporaneo, tra le più popolari in televisione, giunta alla terza stagione e in attesa di un prequel.[1]

L'attore è anche un attivista per la lotta ambientale. Nel 2010, dopo il caso della marea nera nel Golfo del Messico, l'attore si è presentato al Congresso degli Stati Uniti a Washington per porre all'attenzione pubblica il problema dell'ecosistema, ha anche proposto soluzioni ecosostenibili per rimediare i danni all'ecosistema marino.[2][3]

Vita privataModifica

È di origini inglesi, scozzesi, irlandesi, tedesche e cherokee.[4]

Nel 1978, ha sposato l'attrice Cindy Silva, sua compagna al college che gli ha dato tre figli: Annie (1984), Lily (1986) e Joe (1988). La coppia ha divorziato nel 1994, a causa delle sue infedeltà. Dopo il divorzio, Costner ha avuto una breve relazione con la socialite Bridget Rooney che gli ha dato un figlio, Liam (1996). Nel 2004, ha sposato la modella Christine Baumgartner con cui si era fidanzato quattro anni prima e hanno avuto tre figli: Cayden (6 maggio 2007), Hayes (12 febbraio 2009) e Grace Avery (2 giugno 2010).

FilmografiaModifica

 
Stella di Kevin Costner sulla Hollywood Walk of Fame

AttoreModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

DoppiatoreModifica

RegistaModifica

ProduttoreModifica

RiconoscimentiModifica

  • Premio Emmy
    • 2012 – Miglior attore in una miniserie o film tv per Hatfields & McCoys
    • 2012 – Candidatura come miglior miniserie o film tv per Hatfields & McCoys
  • Razzie Awards
    • 1992Peggior attore protagonista per Robin Hood – Principe dei ladri
    • 1993 – Candidatura come peggior film per Guardia del corpo
    • 1993 – Candidatura come peggior attore protagonista per Guardia del corpo
    • 1995 – Peggior attore protagonista per Wyatt Earp
    • 1995 – Peggior remake o sequel per Wyatt Earp
    • 1995 – Candidatura come peggior attore protagonista per Wyatt Earp
    • 1995 – Candidatura come peggior film per Wyatt Earp
    • 1996 – Candidatura come peggior film per Waterworld
    • 1996 – Candidatura come peggior attore protagonista per Waterworld
    • 1998 – Peggior film per L'uomo del giorno dopo
    • 1998 – Peggior regista per L'uomo del giorno dopo
    • 1998 – Peggior attore protagonista per L'uomo del giorno dopo
    • 2000 – Candidatura come peggior attore protagonista per Gioco d'amore e Le parole che non ti ho detto
    • 2000 – Candidatura come peggior attore del decennio per Robin Hood – Principe dei ladri, Wyatt Earp, Waterworld, L'uomo del giorno dopo
    • 2002 – Candidatura come peggior attore protagonista per La rapina
    • 2002 – Candidatura come peggior coppia per La rapina

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Kevin Costner è stato doppiato da:

  • Michele Gammino in Fandango, Balla coi lupi, JFK - Un caso ancora aperto, Guardia del corpo, Un mondo perfetto, Wyatt Earp, The War, Waterworld, Tin Cup, L'uomo del giorno dopo, Le parole che non ti ho detto, Gioco d'amore, La rapina, Litigi d'amore, Vizi di famiglia, The Guardian - Salvataggio in mare, L'uomo d'acciaio, Hatfields & McCoys, 3 Days to Kill, Black or White, Batman v Superman: Dawn of Justice, Molly's Game, Highwaymen - L'ultima imboscata, Uno di noi
  • Sergio Di Stefano in Il vincitore, The Untouchables - Gli intoccabili, Bull Durham - Un gioco a tre mani, L'uomo dei sogni, Thirteen Days, Il segno della libellula - Dragonfly, Mr. Brooks
  • Luca Ward in Senza via di scampo, Robin Hood - Principe dei ladri, Terra di confine - Open Range, The New Daughter, The Company Men, Jack Ryan - L'iniziazione
  • Massimo Lodolo in Storie incredibili, Revenge - Vendetta, Il diritto di contare, Yellowstone
  • Mario Cordova in Draft Day, Criminal
  • Sandro Acerbo in Silverado, Robin Hood - Principe dei ladri (ridoppiaggio)
  • Giovanni Petrucci in Amore e morte al tavolo da gioco
  • Mauro Gravina in Testament
  • Roberto Pedicini in Trappola per un killer
  • Fabrizio Pucci in Swing Vote - Un uomo da 300 milioni di voti
  • Edoardo Siravo in McFarland, USA

Da doppiatore è sostituito da:

NoteModifica

  1. ^ Sky TG24, Yellowstone, la trama della serie tv, su tg24.sky.it. URL consultato il 28 febbraio 2021.
  2. ^ 10 personaggi famosi che stanno aiutando il Pianeta, su greenMe, 18 agosto 2015. URL consultato il 28 febbraio 2021.
  3. ^ Hollywood in difesa dell'ambiente: il piano di Kevin Costner per combattere le maree nere, su greenMe, 11 ottobre 2010. URL consultato il 28 febbraio 2021.
  4. ^ Ethnicity of Celebs | What Nationality Ancestry Race

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN112190255 · ISNI (EN0000 0001 2148 0363 · Europeana agent/base/147373 · LCCN (ENn85376866 · GND (DE119020858 · BNE (ESXX896428 (data) · BNF (FRcb12520619s (data) · J9U (ENHE987007434649905171 · NDL (ENJA00464961 · CONOR.SI (SL24486499 · WorldCat Identities (ENlccn-n85376866