Apri il menu principale

Riccardo Allegretti

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Riccardo Allegretti
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 65 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2015 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1995-1996Milan0 (0)
1996-1998Lecco55 (1)
1998-1999Empoli0 (0)
1999Reggiana11 (0)
1999-2001Empoli40 (0)
2001-2003Como54 (3)
2003-2004Modena18 (1)
2004-2005Chievo8 (0)
2005Venezia19 (2)
2005-2006Avellino16 (0)
2006-2009Triestina119 (18)
2009-2010Bari16 (3)
2010-2011Grosseto20 (1)
2011-2012Triestina25 (4)[1]
2012-2014Barletta24 (3)[2]
2014Monza10 (2)
2014-2015Benevento4 (0)[3]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 gennaio 2018

Riccardo Gianni Allegretti (Milano, 15 febbraio 1978) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

GiocatoreModifica

Giocatore rapido e dotato di un'ottima tecnica e buona visione di gioco. Nel corso della sua carriera ha realizzato diversi gol su punizione.[4][5][6][7][8][9]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Gli inizi al Milan, le prime esperienze in Serie A e BModifica

Prodotto del vivaio del Milan, fa parte della rosa della prima squadra, agli ordini di Fabio Capello, per tutta la stagione 1995-1996 (senza, però, mai scendere in campo). Viene successivamente mandato in prestito al Lecco, in C2, a soli 18 anni. Qui rimane per due stagioni, giocando 55 partite, segnando un gol in campionato e contribuendo alla promozione in C1 al termine della stagione 1996-1997.

Nel 1998 passa all'Empoli, in serie A, senza collezionare alcuna presenza nel massimo campionato e venendo ceduto a gennaio alla Reggiana (in serie B), dove rimane fino al termine della stagione. Torna all'Empoli, nel frattempo retrocesso tra i cadetti, dove gioca per le successive due stagioni.

L'anno seguente, stagione 2001-2002, viene ceduto al Como. Qui, nella sua prima annata, è protagonista della promozione in Serie A dei comensi, contribuendo con 3 reti in 28 presenze. Proprio in serie A, esordisce il 14 settembre 2002 proprio contro la sua ex squadra, in Como-Empoli.

Conclusa l'esperienza con i lariani, retrocessi in serie B, nell'estate 2003 rimane nella massima serie e passa al Modena squadra con cui gioca 18 partite e mette a segno 1 gol in campionato.

Nel 2004 viene ceduto in prestito al Chievo, dove rimane fino a gennaio del 2005 e con cui colleziona 8 presenze in campionato. Conclude l'annata in prestito al Venezia, in serie B, con cui scende in campo 19 volte segnando 2 gol.

Nell'estate 2005, passa all'Avellino, sempre tra i cadetti, dove rimane fino a gennaio. Questa parentesi si conclude con 16 presenze e nessun gol segnato.

Nel gennaio 2006 viene acquistato a titolo definitivo dalla Triestina, squadra della sua definitiva consacrazione e di cui diviene capitano e bandiera. Rimane a Trieste fino al termine della stagione 2008-2009, per un totale di 119 presenze e 18 gol totali in campionato.

Triestina e ritorno in Serie A col BariModifica

Con gli alabardati gioca tre stagioni ad alto rendimento, condite da diversi goal su punizione, la sua specialità. Il più importante, senza dubbio, è quello realizzato nell'ultima giornata della stagione 2006-2007, dove mette a segno la rete del decisivo 1-1 contro il Piacenza. Il risultato finale avrà importantissimi riscontri sul campionato. La Triestina, infatti, si salverà, spedendo al suo posto il Verona (che poi retrocederà) ai play out, mentre i rivali piacentini perderanno i 2 punti che avrebbero permesso la disputa dei play off, invece non avvenuti per la distanza di 10 punti tra 3^ e 4^, sancendo così definitivamente la promozione del Genoa in serie A.

Nell'estate del 2009, dopo 119 presenze e una ventina di goal con la compagine triestina, riceve una chiamata dalla Serie A e passa al Bari a titolo definitivo[10], per circa 300.000€. Segna la sua prima rete in campionato il 13 settembre contro il Palermo, segnando da due passi dopo un palo colpito da Edgar Álvarez. Alla 12esima giornata segna su punizione contro il Livorno il suo secondo gol in campionato, sancendo la vittoria per 1-0 sui toscani. Sempre contro il Livorno, alla 31esima giornata segna il gol del momentaneo 1-0, grazie a un rimpallo fortunoso su un tiro di Meggiorini, suo terzo e ultimo gol stagionale. Termina la stagione coi pugliesi con 16 presenze condite da 3 gol.

GrossetoModifica

Il 26 luglio 2010 passa a titolo definitivo al Grosseto, squadra che lo inseguiva da tempo, tornando nella serie cadetta. Segna la sua prima e unica rete con i toscani alla decima giornata contro il Pescara, in cui realizza un gol su punizione tanto bello quanto inutile, essendo la gara terminata 4-2 per gli adriatici. L'esperienza toscana si conclude con 20 presenze e 1 gol.

Ritorno a TriesteModifica

Il 31 agosto 2011 fa ritorno alla Triestina (Lega Pro Prima Divisione), la squadra che l'aveva consacrato, a titolo definitivo. Alla terza giornata torna a segnare al Nereo Rocco su calcio di punizione, per il definitivo 4-0 contro il Siracusa. Nonostante l'ottima annata a livello personale per Allegretti, che segna 6 reti in 27 partite, la squadra non riesce a evitare la retrocessione ai play out. Al termine della stagione la Triestina fallisce e il giocatore resta svincolato.[11]

BarlettaModifica

Il 30 novembre 2012 il Barletta, militante sempre in Lega Pro Prima Divisione, ufficializza il suo ingaggio.[12] Realizza la sua prima marcatura con il Barletta proprio su calcio di punizione il 9 febbraio 2013, in occasione di Barletta-Avellino.[7] Il secondo gol, sempre su punizione, è realizzato il 14 aprile in occasione di Barletta-Prato.[8]. Il terzo gol arriva in occasione della partita di andata dei play out contro l'Andria, anche questo direttamente su calcio di punizione.[9] Dopo la salvezza raggiunta, Allegretti raggiunge l'accordo con il Barletta anche per la stagione successiva.[13]

Monza, Benevento e ritiroModifica

Il 24 gennaio 2014 viene ufficializzato il suo ingaggio da parte del Monza[14], allenato da Antonino Asta, squadra che vede nelle sue file altri due ex-giocatori di serie A e B, Tiziano Polenghi e Claudio Grauso. Allegretti segna il suo primo gol con i brianzoli, direttamente da calcio di punizione, il 16 febbraio 2014, aprendo le marcature della partita Monza-Bellaria terminata 5-0[15]. Il 16 marzo mette a segno il suo secondo gol con la maglia del Monza, sempre da calcio piazzato, durante la partita Monza-Pergolettese terminata 2-0 per i padroni di casa[16]

Il 13 novembre 2014 il fantasista firma un contratto che lo lega al Benevento Calcio fino al 30 giugno 2015. L'avventura si rivela, però, poco fortunata, a causa di qualche infortunio di troppo, infatti, il giocatore riesce a scendere in campo solo 5 volte (di cui una nei play off). La squadra arriverà al 2º posto in campionato, ma verrà poi sconfitta ai quarti di finale dei play off dal Como.

Ad agosto del 2015, decide di ritirarsi dal calcio giocato e intraprende la carriera da allenatore, conseguendo il patentino UEFA 'B'.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 16 maggio 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1995-1996   Milan A 0 0 CI 0 0 CU 0 0 - - - 0 0
1996-1997   Lecco C2 29 1 CI-C 0 0 - - - - - - 29 1
1997-1998 C1 26 0 CI-C 0 0 - - - - - - 26 0
Totale Lecco 55 1 0 0 - - - - 55 1
1998-gen. 1999   Empoli A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
gen.-giu. 1999   Reggiana B 11 0 CI - - - - - - - - 11 0
1999-2000   Empoli B 20 0 CI 3 1 - - - - - - 23 1
2000-2001 B 20 0 CI 3 0 - - - - - - 23 0
Totale Empoli 40 0 6 1 - - - - 46 1
2001-2002   Como B 28 3 CI 4 0 - - - - - - 32 3
2002-2003 A 26 0 CI 2 0 - - - - - - 28 0
Totale Como 54 3 6 0 - - - - 60 3
2003-2004   Modena A 18 1 CI 4 0 - - - - - - 22 1
2004-gen. 2005   Chievo A 8 0 CI 2 0 - - - - - - 10 0
gen.-giu. 2005   Venezia B 19 2 CI - - - - - - - - 19 2
2005-gen. 2006   Avellino B 16 0 CI 2 0 - - - - - - 18 0
gen.-giu. 2006   Triestina B 17 0 CI - - - - - - - - 17 0
2006-2007 B 39 6 CI 5 1 - - - - - - 44 7
2007-2008 B 35 5 CI 2 1 - - - - - - 37 6
2008-2009 B 28 7 CI 2 0 - - - - - - 30 7
2009-2010   Bari A 16 3 CI 1 0 - - - - - - 17 3
2010-2011   Grosseto B 20 1 CI 2 0 - - - - - - 22 1
2011-2012   Triestina 1D 25+2[17] 4+2[17] CI+CI-LP 0 0 - - - - - - 27 6
Totale Triestina 144+2 22+2 9 2 - - - - 155 26
nov. 2012-2013   Barletta 1D 18+2[17] 2+1[17] CI+CI-LP - - - - - - - - 20 3
2013-gen. 2014 1D 6 1 CI-LP 2 0 - - - - - - 8 1
Totale Barletta 24+2 3+1 2 0 - - - - 28 4
gen.-giu. 2014   Monza 2D 10 2 CI-LP - - - - - - - - 10 2
nov. 2014-2015   Benevento LP 4+1[18] 0 CI+CI-LP - - - - - - - - 5 0
Totale carriera 439+5 38+3 34 3 0 0 - - 478 44

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ 27 (6) se si comprendono i play-out.
  2. ^ 26 (4) se si comprendono i play-out.
  3. ^ 5 (0) se si comprendono i play-off.
  4. ^ Grazia Neri, Riccardo Allegretti, capitano della Triestina, calcia una delle sue proverbiali punizioni (Goal.com). URL consultato il 10 febbraio 2013.
  5. ^ Bruno Pasini, La Triestina batte la capolista Cremonese 1-0 grazie ad Allegretti (Triesteprima.it)[collegamento interrotto], 20 novembre 2011. URL consultato il 10 febbraio 2013.
  6. ^ Giocatore del mese di Ottobre: Riccardo Allegretti, Unionetriestina.it. URL consultato il 10 febbraio 2013.
  7. ^ a b Barletta-Avellino 2-3, ssbarletta.com, 9 febbraio 2013. URL consultato il 10 febbraio 2013.
  8. ^ a b Barletta-Prato 3-0, ssbarletta.com, 14 aprile 2013. URL consultato il 14 aprile 2013.
  9. ^ a b Barletta-Andria 2-0, ssbarletta.com, 26 maggio 2013. URL consultato il 12 luglio 2013.
  10. ^ Allegretti, accordo Bari-Triestina Archiviato il 20 novembre 2010 in Internet Archive. asbari.it
  11. ^ Da Alex a Zambrotta: gli svincolati sportmediaset.mediaset.it
  12. ^ Ufficiale: ingaggiato Riccardo Allegretti, ssbarletta.com, 30 novembre 2012. URL consultato il 30 novembre 2012.
  13. ^ Raggiunto l'accordo con Allegretti, ssbarletta.com, 12 luglio 2013. URL consultato il 12 luglio 2013.
  14. ^ Allegretti raggiunge l'accordo con il Monza, ssbarletta.com, 24 gennaio 2014. URL consultato il 25 gennaio 2014.
  15. ^ CRONACA Monza-Bellaria 5-0 Archiviato il 5 marzo 2014 in Internet Archive.
  16. ^ Partite Archiviato il 24 marzo 2014 in Internet Archive.
  17. ^ a b c d Play-out.
  18. ^ Play-off.
  19. ^ In rosa ma non sceso in campo.

Collegamenti esterniModifica