Apri il menu principale

Sydne Rome

attrice statunitense

BiografiaModifica

Ha girato il primo film a soli 17 anni. Si è trasferita in Europa, stabilendosi soprattutto in Italia, a partire dagli anni settanta ed ha proseguito la carriera di attrice talvolta affiancandola anche ad esperienze in televisione, come A tutto gag di Romolo Siena del 1980 o Quo vadiz? di Maurizio Nichetti. Di entrambe le trasmissioni incise la sigla finale: per Quo vadiz? cantò ed incise la sigla "Io amo l'amore", per A tutto gag cantò ed incise la sigla "Angelo prepotente" scritta da Claudio Mattone che si rivelò un ottimo successo commerciale tanto da essere tradotta anche per il mercato sudamericano col titolo "Angel prepotente" e per il mercato anglofono col titolo "For you".

Nel 1973 si è sposata con Emilio Lari. Fra le pellicole cinematografiche di maggior rilievo Che?, di Roman Polański, del 1972 e "Gigolò", nel 1978 accanto a David Bowie.

Nel 1983, sull'onda del successo negli Stati Uniti di Jane Fonda, lanciò in tutta Europa un corso di ginnastica aerobica. Personaggio poliedrico e poliglotta, è una delle poche in Europa che abbia lavorato con successo e con padronanza della lingua in numerosi paesi, dall'Italia alla Germania, dalla Francia alla Gran Bretagna. Ha posato nuda per la rivista Playboy. Dall'87 è sposata con Roberto Bernabei, celebre geriatra e figlio dell'ex direttore generale della Rai Ettore Bernabei. Nel 1994 presenta per Raiuno il programma Ciao Italia su testi di Marco Di Tillo.

Negli anni 2000 si è dedicata a varie fiction televisive, tra cui Papa Giovanni e San Pietro. Ha partecipato inoltre al telefilm Don Matteo, interpretando due ruoli: nel 2001 quello di Marisa Morante in un episodio della seconda stagione (dal titolo Scherzare col fuoco); a partire dal 2009, invece, quello ricorrente della preside Susi Dallara in vari episodi della settima serie, della quale tornerà a vestirne i panni anche nelle serie successive. Torna al cinema nel 2007 ne Il nascondiglio di Pupi Avati, film che segna il ritorno del regista emiliano al genere gotico.

Nel 2010 interpreta il ruolo di Sheyla, una delle componenti del duo Lymnos, nel film Il figlio più piccolo, scritto e diretto da Pupi Avati. L'altra componente è Fiamma, ruolo interpretato da Laura Morante.

Dopo un incidente stradale, in cui l'airbag le esplose in faccia, ebbe il bisogno di un intervento al viso; comunque la parte sinistra della faccia rimase paralizzata per circa due anni.[1]

Nel 2014 viene diretta a teatro dal regista Antonio Salines portando in teatro per la prima volta uno spettacolo che ripropone le tematiche del film di Robert Aldrich Che fine ha fatto Baby Jane?

FilmografiaModifica

 
Sydne Rome in La sculacciata (1974)

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Doppiatrici italianeModifica

DiscografiaModifica

33 giriModifica

EPModifica

45 giriModifica

  • 1980 - For You/Milky Way (Strand, 6.12 882, 6.12882 AC 7")
  • 1981 - Wozu/Coming Back (Strand, 6.12 961, 6.12961 AC 7")
  • 1981 - Angelo prepotente/Barefoot Blue (Easy Records Italiana, ER 003 7")
  • 1984 - Io amo l'amore/California Dreamin (Five Record, FM 13074 7")

NoteModifica

  1. ^ Sydne Rome attrice spumeggiante e spavalda, spavalda.it. URL consultato il 2 febbraio 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN100915310 · ISNI (EN0000 0001 1938 2510 · LCCN (ENno2008039974 · GND (DE134501268 · BNF (FRcb13929769m (data) · WorldCat Identities (ENno2008-039974