Apri il menu principale

Alessandro Conticchio

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Alessandro Conticchio
Nazionalità Italia Italia
Altezza 172 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex Centrocampista)
Ritirato 2009 - giocatore
Carriera
Giovanili
1993-1994 Inter
Squadre di club1
1994-1997 Gualdo 81 (6)
1997-2002 Lecce 149 (13)
2002-2005 Torino 95 (10)
2005-2007 Cagliari 30 (0)
2007-2008 Avellino 16 (0)
2008-2009 Civita Castellana 20 (1)
Carriera da allenatore
2011-2012Viterbese
2013-2014ViareggioVice
2014-2015PistoieseVice
2015-2016TuttocuoioColl. tecnico
2016-2017MessinaColl. tecnico
2017-2018CataniaColl. tecnico
2018LivornoColl. tecnico
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 luglio 2018

Alessandro Conticchio (Celleno, 19 gennaio 1974) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Cresciuto nelle giovanili dell'Inter, la sua carriera è proseguita nel Gualdo dal 1994 al 1997 (81 presenze e 6 gol in Serie C1) prima di approdare al Lecce nella stagione 1997-1998. Con la maglia del Lecce ottiene le maggiori soddisfazioni (5 campionati di Serie A e uno di Serie B, 149 presenze e 13 gol) diventandone anche capitano. Segna un gol nel derby con il Bari, l'11 dicembre 1999, che gli vale il soprannome di "Sindaco" da parte dei tifosi del Lecce[1]. Dopo l'esperienza con il Lecce si è trasferito dapprima al Torino (26 partite e 3 gol in Serie A), e poi al Cagliari dove è rimasto per due stagioni nella massima serie. Nel 2007-2008 milita in serie B nell'Avellino.

AllenatoreModifica

Dalla stagione di Serie D 2011-2012, dopo aver lasciato il calcio giocato, è stato chiamato ad allenare la Viterbese al posto del dimissionario Raffaele Sergio.[2]

Il 26 marzo 2012 è stato esonerato come allenatore della Viterbese facendo posto ad Oberdan Biagioni. Nel novembre 2013, Cristiano Lucarelli, nuovo mister del Viareggio, lo chiama come allenatore in 2^.

Per la stagione 2015-2016 segue nuovamente Lucarelli sulla panchina del Tuttocuoio in qualità di collaboratore tecnico. Il 26 aprile 2016 viene esonerato insieme al suo staff, formato dall'allenatore Lucarelli, dal vice Vanigli e dal direttore sportivo Protti.[3] Segue l'ex attaccante livornese anche al Messina[4], al Catania[5], e al Livorno insieme all’allenatore in seconda Richiard Vanigli e al Match Analyst Ivan Francesco Alfonso.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica