FA Premier League 1999-2000

campionato di calcio
FA Premier League 1999-2000
FA Carling Premiership 1999-2000
Competizione FA Premier League
Sport Calcio
Edizione 101ª (8ª di Premier League)
Organizzatore Federazione calcistica dell'Inghilterra
Date dal 7 agosto 1999
al 14 maggio 2000
Luogo Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra
Partecipanti 20
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Manchester Utd
(13º titolo)
Retrocessioni Wimbledon FC
Sheffield Wednesday
Watford
Statistiche
Miglior giocatore Bandiera dell'Irlanda Roy Keane (PFA)[1]
Bandiera dell'Inghilterra Kevin Phillips (PL)
Miglior marcatore Bandiera dell'Inghilterra Kevin Phillips (30)
Cronologia della competizione

La FA Premier League 1999-2000 è stata la 101ª edizione della massima serie del campionato inglese di calcio, disputato tra il 7 agosto 1999 e il 14 maggio 2000 e concluso con la vittoria del Manchester Utd, al suo tredicesimo titolo, il secondo consecutivo.

Capocannoniere del torneo è stato Kevin Phillips (Sunderland) con 30 reti[2].

Stagione modifica

Novità modifica

Al posto delle retrocesse Charlton, Blackburn e Nottingham Forest sono saliti dalla First Division il Sunderland, il Bradford City (che mancava dalla massima serie dalla stagione 1921-1922) e, dopo i play-off, il Watford.

Avvenimenti modifica

Il torneo vide l'ennesimo successo del Manchester Utd che giunse così al sesto titolo in otto anni di Premier League. La lotta per il titolo durò fino a gennaio con il Leeds Utd che fino a quel momento mantenne la vetta della classifica. La seconda parte di stagione fu favorevole però ai Red Devils che essendo stati eliminati dalla Champions League e non partecipando alla FA Cup poterono concentrarsi esclusivamente sul campionato mentre i rivali dello Yorkshire e l'Arsenal furono distratti dal sogno di una Coppa UEFA dove entrambe verranno sconfitte (in semifinale ed in finale rispettivamente) dal Galatasaray.

Il Leeds si consolò quantomeno con un piazzamento finale che consegnò la qualificazione alla Champions League successiva a spese del Liverpool che, dopo una bella rimonta, perse incredibilmente all'ultima giornata contro il Bradford City. Proprio questa vittoria salvò la neopromossa che tornava in massima serie per la prima volta dopo 78 anni. Sconfitto a Southampton all'ultima giornata, il Wimbledon FC subì il sorpasso e retrocedette per la prima volta dalla massima serie dopo 14 stagioni: fu l'inizio della fine per il piccolo club londinese che di lì a pochi anni sarebbe stato trasferito a Milton Keynes e dovette essere rifondato dai tifosi ripartendo addirittura dalla nona serie. Lo Sheffield Wednesday passò l'intero torneo in zona retrocessione e a poco valse il disperato tentativo di rimonta finale. Ultimo si classificò il Watford che fece un immediato ritorno nella divisione inferiore pur ottenendo vittorie di prestigio su Liverpool e Chelsea. Si salvò nuovamente e piuttosto tranquillamente il Coventry City che stabilì il singolare record di non riuscire a vincere neanche una gara in trasferta.

Squadre partecipanti modifica

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Arsenal dettagli Londra Arsenal Stadium 2º posto in Premier League
Aston Villa dettagli Birmingham Villa Park 6º posto in Premier League
Bradford City dettagli Bradford Valley Parade 2º posto in First Division, promosso
Chelsea dettagli Londra Stamford Bridge 3º posto in Premier League
Coventry City dettagli Coventry Highfield Road 15º posto in Premier League
Derby County dettagli Derby Pride Park Stadium 8º posto in Premier League
Everton dettagli Liverpool Goodison Park 14º posto in Premier League
Leeds Utd dettagli Leeds Filbert Street 4º posto in Premier League
Leicester City dettagli Leicester Elland Road 10º posto in Premier League
Liverpool dettagli Liverpool Anfield 7º posto in Premier League
Manchester Utd dettagli Manchester Old Trafford 1º posto in Premier League
Middlesbrough dettagli Middlesbrough Riverside Stadium 9º posto in Premier League
Newcastle Utd dettagli Newcastle upon Tyne St James' Park 13º posto in Premier League
Sheffield Wednesday dettagli Sheffield Hillsborough Stadium 12º posto in Premier League
Southampton dettagli Southampton The Dell 17º posto in Premier League
Sunderland dettagli Sunderland Stadium of Light 1º posto in First Division, promosso
Tottenham dettagli Londra White Hart Lane 11º posto in Premier League
Watford dettagli Watford Vicarage Road 5º posto in First Division, promosso dopo i play-off
West Ham Utd dettagli Londra Boleyn Ground 5º posto in Premier League
Wimbledon FC dettagli Londra Selhurst Park 16º posto in Premier League

Allenatori e primatisti modifica

Club Allenatore Calciatore più presente Cannoniere[3]
Arsenal   Arsène Wenger   Thierry Henry,
  Nwankwo Kanu,
  Marc Overmars,
  Sylvinho (31)
  Thierry Henry (17)
Aston Villa   John Gregory   George Boateng,
  Julian Joachim (33)
  Dion Dublin (12)
Bradford City   Paul Jewell   Gunnar Halle,
  David Wetherall,
  Dean Windass (38)
  Dean Windass (10)
Chelsea   Gianluca Vialli   Ed de Goey (37)   Tore André Flo (10)
Coventry City   Gordon Strachan   Gary McAllister (38)   Robbie Keane (12)
Derby County   Jim Smith   Seth Johnson,
  Jacob Laursen (38)
  Rory Delap (8)
Everton   Walter Smith   Nick Barmby (37)   Kevin Campbell (12)
Leeds Utd   David O'Leary   Nigel Martyn (38)   Michael Bridges (19)
Leicester City   Martin O'Neill   Matt Elliott (37)   Tony Cottee (13)
Liverpool   Gérard Houllier   Sami Hyypiä (38)   Michael Owen (11)
Manchester Utd   Alex Ferguson   Jaap Stam (33)   Dwight Yorke (20)
Middlesbrough   Bryan Robson   Mark Schwarzer (37)   Hamilton Ricard (12)
Newcastle Utd   Ruud Gullit (1ª-5ª)
  Steve Clarke (6ª)
  Bobby Robson (7ª-38ª)
  Alan Shearer (37)   Alan Shearer (23)
Sheffield Weds   Danny Wilson (1ª-29ª)
  Peter Shreeves (30ª-38ª)
  Gilles De Bilde (38)   Gilles De Bilde (10)
Southampton   Dave Jones (1ª-4ª; 6ª-23ª)
  Glenn Hoddle (5ª; 24ª-38ª)
  Dean Ivor Richards (35)   Marians Pahars (13)
Sunderland   Peter Reid   Niall Quinn,
  Thomas Sørensen (37)
  Kevin Phillips (30)
Tottenham   George Graham   Ian Walker (38)   Chris Armstrong,
  Steffen Iversen (14)
Watford   Graham Taylor   Steve Palmer (38)   Heiðar Helguson (6)
West Ham Utd   Harry Redknapp   Trevor Sinclair (36)   Paolo Di Canio (16)
Wimbledon FC   Egil Olsen (1ª-36ª)
  Terry Burton (37ª-38ª)
  Kenny Cunningham,
  Jason Euell,
  Neil Sullivan (37)
  Carl Cort,
  John Hartson (9)

Classifica finale modifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Manchester Utd 91 38 28 7 3 97 45 +52
2. Arsenal 73 38 22 7 9 73 43 +30
3. Leeds Utd 69 38 21 6 11 58 43 +15
4. Liverpool 67 38 19 10 9 51 30 +21
[4] 5. Chelsea 65 38 18 11 9 53 34 +19
6. Aston Villa 58 38 15 13 10 46 35 +11
7. Sunderland 58 38 16 10 12 57 56 +1
[5] 8. Leicester City 55 38 16 7 15 55 55 0
9. West Ham Utd 55 38 15 10 13 52 53 -1
10. Tottenham 53 38 15 8 15 57 49 +8
11. Newcastle Utd 52 38 14 10 14 63 54 +9
12. Middlesbrough 52 38 14 10 14 46 52 -6
13. Everton 50 38 12 14 12 59 49 +10
14. Coventry City 44 38 12 8 18 47 54 -7
15. Southampton 44 38 12 8 18 45 62 -17
16. Derby County 38 38 9 11 18 44 57 -13
17. Bradford City 36 38 9 9 20 38 68 -30
  18. Wimbledon FC 33 38 7 12 19 46 74 -28
  19. Sheffield Wednesday 31 38 8 7 23 38 70 -32
  20. Watford 24 38 6 6 26 35 77 -42

Legenda:

      Campione d'Inghilterra e qualificata alla prima fase a gironi della UEFA Champions League 2000-2001.
      Qualificata alla prima fase a gironi della UEFA Champions League 2000-2001.
      Qualificate al terzo turno di qualificazione della UEFA Champions League 2000-2001.
      Qualificate al primo turno di Coppa UEFA 2000-2001.
      Ammesse al terzo turno di Coppa Intertoto 2000.
      Retrocesse in First Division 2000-2001.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti le squadre vengono classificate secondo la differenza reti.

Squadra campione modifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Manchester United Football Club 1999-2000.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
  Mark Bosnich (23)
  Phil Neville (29)
  Jaap Stam (33)
  Mikaël Silvestre (31)
  Denis Irwin (25)
  David Beckham (30)
  Paul Scholes (31)
  Roy Keane (29)
  Ryan Giggs (30)
  Andy Cole (28)
  Dwight Yorke (32)
Allenatore:   Alex Ferguson
Altri giocatori: Nicky Butt (32), Ole Gunnar Solskjær (28), Teddy Sheringham (27), Gary Neville (22), Henning Berg (21), Raimond van der Gouw (14), Jordi Cruyff (8), Quinton Fortune (6), Ronnie Wallwork (5), Jonathan Greening (4), Massimo Taibi (4), Danny Higginbotham (3), Ronny Johnsen (3), Mark Wilson (3), Mike Clegg (2), Nick Culkin (1), John Curtis (1), David May (1).

Statistiche modifica

Squadre modifica

Capoliste solitarie modifica

Fonte:[6]

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
Manchester UtdManchester Utd
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Individuali modifica

Classifica marcatori modifica

Fonte:[3]

Gol Rigori Giocatore Squadra
30 6   Kevin Phillips Sunderland
23 5   Alan Shearer Newcastle Utd
20   Dwight Yorke Manchester Utd
19   Michael Bridges Leeds Utd
19   Andy Cole Manchester Utd
17 1   Thierry Henry Arsenal
16 2   Paolo Di Canio West Ham Utd
14   Chris Armstrong Tottenham
14   Steffen Iversen Tottenham
14   Niall Quinn Sunderland
13   Tony Cottee Leicester City
13   Marians Pahars Southampton

Note modifica

  1. ^ (EN) England Player Honours - Professional Footballers' Association Players' Players of the Year, su englandfootballonline.com. URL consultato l'11 settembre 2019.
  2. ^ Premier League & Football League Div 1 Leading Goalscorers 1993-2004, su rsssf.com.
  3. ^ a b (EN) Premier League 1999/2000 .:. Top scorers, su worldfootball.net. URL consultato il 17 marzo 2020.
  4. ^ Qualificata al primo turno di Coppa UEFA 2000-2001 in quanto squadra vincitrice della FA Cup.
  5. ^ Qualificata al primo turno di Coppa UEFA 2000-2001 in quanto squadra vincitrice della Football League Cup.
  6. ^ Premier League 1999/2000 .:. 38. Round

Voci correlate modifica

Collegamenti esterni modifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio