Ferdinando di Sassonia-Coburgo-Koháry

aristocratico tedesco
Ferdinando di Sassonia-Coburgo-Gotha
Ferdinand-Saxe-Coburg-Kohary.jpg
Ferdinando di Sassonia-Coburgo-Gotha nelle vesti di generale
Principe di Sassonia-Coburgo-Gotha
Stemma
Nome completo Ferdinand Georg August
Altri titoli Duca in Sassonia
Nascita Coburgo, Germania, 28 marzo 1785
Morte Vienna, Austria, 27 agosto 1851 (66 anni)
Dinastia Sassonia-Coburgo-Gotha
Padre Francesco Federico di Sassonia-Coburgo-Saalfeld
Madre Augusta di Reuss-Ebersdorf
Consorte Maria Antonia di Koháry
Figli Ferdinando
Augusto
Vittoria
Leopoldo
Religione Cattolicesimo

Ferdinando di Sassonia-Coburgo-Saalfeld (nome completo Ferdinando Giorgio Augusto, in tedesco: Ferdinand Georg August von Sachsen-Coburg-Saalfeld (Coburgo, 28 marzo 1785Vienna, 27 agosto 1851) fu principe di Sassonia-Coburgo-Saalfeld, Principe di Koháry e maresciallo dell'esercito austriaco.

BiografiaModifica

InfanziaModifica

 
Ferdinando ritratto in giovane età da Daffinger

Ferdinando, quinto figlio e secondo maschio di Francesco Federico di Sassonia-Coburgo-Saalfeld e di Augusta di Reuss-Ebersdorf, nacque in seno alla potente famiglia dei Sassonia-Coburgo-Saalfeld, ma dal 1826 il titolo della sua casata venne cambiato in principi di Sassonia-Coburgo-Gotha quando suo fratello Ernesto I fece dei cambiamenti territoriali con altri membri della sua famiglia.

Tra i nipoti di Ferdinando erano inclusi la Regina Vittoria e suo marito il principe Alberto, così come l'imperatrice Carlotta del Messico e suo fratello Leopoldo II del Belgio.

Carriera militareModifica

 
Ferdinando di Sassonia-Coburgo-Gotha in uniforme in una litografia d'epoca

Entrato ancora giovane nell'esercito imperiale austriaco, il 10 dicembre 1791 Ferdinando venne nominato Sottotenente nel Reggimento di Dragoni "Cuburgo" Nr. 6. Venne promosso tenente il 1º marzo 1796 e secondo Rittermeister il 18 novembre 1798. Il 1º febbraio 1802 venne trasferito al reggimento di cavalleggeri "principe Rosenberg" ove venne promosso maggiore il 29 settembre 1804. Il 1º gennaio 1805 venne trasferito al reggimento di ussari "Conte di Blankenstein" Nr.6 ove il 6 agosto di quell'anno venne promosso tenente colonnello.

Il 15 settembre 1808 Ferdinando divenne colonnello nel reggimento di ussari Arciduca Ferdinando d'Este Nr.3. Fu con questo reggimento che egli fece le proprie significative esperienze belliche combattendo nelle guerre della Quinta coalizione sotto il comando del feldmaresciallo principe di Hohenzollern. Durante questi anni ricevette la croce di cavaliere dell'Ordine Militare di Maria Teresa e poco prima della Battaglia di Wagram a cui prese parte venne nominato Generale di Cavalleria nel reggimento del principe di Liechtenstein. Il 15 aprile 1811 venne nominato Maggiore Generale.

Durante le guerre della Sesta coalizione, Ferdinando prese parte alla Battaglia di Kulm e nel 1813 partecipò alla Battaglia di Lipsia. Nel 1814, come riconoscimento per i suoi distinti sforzi bellici, ottenne la croce di commendatore dell'Ordine Militare di Maria Teresa.

MatrimonioModifica

Sposò, il 2 gennaio 1816 a Vienna, la ricca principessa Maria Antonia di Koháry, ultima erede di tale famiglia, divenendo pertanto principe di Koháry. Nel 1826 il casato di Sassonia-Coburgo-Saalfeld cambiò denominazione divenendo Sassonia-Coburgo-Gotha, e pertanto anche Ferdinando cambiò cognome. Ferdinando, inoltre, convertendosi al cattolicesimo a seguito del matrimonio con Maria Antonia, diede origine al ramo cattolico della dinastia di Sassonia-Coburgo, i Sassonia-Coburgo-Koháry appunto.

Tra i loro discendenti si annoverano: Pietro V di Portogallo, Luigi I di Portogallo, Carlo I di Portogallo, Manuele II di Portogallo, Federico Augusto III di Sassonia, Carlo I d'Austria, Otto d'Asburgo, Ferdinando I di Romania, Carlo II di Romania, Ferdinando I di Bulgaria, Boris III di Bulgaria, Simeone II di Bulgaria ed Enrico d'Orléans, conte di Parigi.

MorteModifica

 
Memoriale di Ferdinando di Sassonia-Coburgo-Koháry a Pohorelá

Ferdinando morì a Vienna il 27 agosto 1851 all'età di 66 anni. Venne sepolto nel Mausoleo "auf dem Glockenberg" di Coburgo.

DiscendenzaModifica

Ducato di Sassonia-Coburgo-Saalfeld/Gotha
Wettin

Giovanni Ernesto
Figli
Cristiano Ernesto
Francesco Giosea
Ernesto Federico
Figli
Francesco Federico
Ernesto I
Ernesto II
Modifica

Dal matrimonio con Maria Antonia di Koháry nacquero quattro figli:

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Francesco Giosea di Sassonia-Coburgo-Saalfeld Giovanni Ernesto di Sassonia-Coburgo-Saalfeld  
 
Carlotta Giovanna di Waldeck-Wildungen  
Ernesto Federico di Sassonia-Coburgo-Saalfeld  
Anna Sofia di Schwarzburg-Rudolstadt Luigi Federico I di Schwarzburg-Rudolstadt  
 
Anna Sofia di Sassonia-Gotha-Altenburg  
Francesco Federico di Sassonia-Coburgo-Saalfeld  
Ferdinando Alberto II di Brunswick-Lüneburg Ferdinando Alberto I di Brunswick-Lüneburg  
 
Cristina d'Assia-Eschwege  
Sofia Antonia di Brunswick-Wolfenbüttel  
Antonietta Amalia di Brunswick-Wolfenbüttel Luigi Rodolfo di Brunswick-Lüneburg  
 
Cristina Luisa di Oettingen-Oettingen  
Ferdinando di Sassonia-Coburgo-Koháry  
Enrico XXIII di Reuss-Ebersdorf Enrico X di Reuss-Lobenstein  
 
Erdmuthe Benigna di Solms-Laubach  
Enrico XXIV di Reuss-Ebersdorf  
Sofia Teodora di Castell-Remlingen Wolfgang Dietrich di Castell-Castell  
 
Dorotea Renata di Sinzendorf  
Augusta di Reuss-Ebersdorf  
Giorgio Augusto di Erbach-Schönberg Giorgio Alberto II di Erbach-Fürstenau  
 
Anna Dorotea Cristina di Hohenlohe-Waldenburg  
Carolina Ernestina di Erbach-Schönberg  
Ferdinanda Enrichetta di Stolberg-Gedern Ludovico Cristiano di Stolberg-Gedern  
 
Cristina di Meclemburgo-Güstrow  
 

OnorificenzeModifica

Onorificenze tedescheModifica

  Croce di Kulm
  Croce d'armata del 1813/1814
  Medaglia per 25 anni di servizio militare per ufficiali
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Casata Ernestina di Sassonia

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Militare di Maria Teresa
  Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea
  Cavaliere dell'Ordine Imperiale di Sant'Aleksandr Nevskij
  Cavaliere di I Classe dell'Ordine di San Vladimiro
  Cavaliere dell'Ordine di San Giorgio

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN8488317 · GND (DE13024905X · CERL cnp00664137 · WorldCat Identities (ENviaf-8488317