Qualificazioni al campionato europeo di calcio 1960

Qualificazioni al campionato europeo di calcio 1960
UEFA Euro 1960 qualifying
Competizione Campionato europeo di calcio
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore UEFA
Date dal 28 settembre 1958
al 29 maggio 1960
Luogo Europa Europa
Partecipanti 17
Statistiche
Miglior marcatore Cecoslovacchia Titus Buberník (5)
Francia Just Fontaine (5)
Incontri disputati 24
Gol segnati 91 (3,79 per incontro)
Cronologia della competizione
1964 Right arrow.svg

Questa voce raccoglie un approfondimento sui risultati degli incontri e sulle classifiche per l'accesso alla fase finale del Campionato europeo di calcio 1960.

FormulaModifica

30 membri UEFA: 4 posti disponibili per la fase finale. Nessuna squadra è qualificata direttamente. Albania, Belgio, Finlandia, Galles, Germania Ovest, Inghilterra, Irlanda del Nord, Islanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Scozia, Svezia e Svizzera non partecipano alle qualificazioni; mentre partecipa la Turchia pur essendo solo membro FIFA.

Rimangono 17 squadre per 4 posti disponibili. Le qualificazioni si dividono in tre turni:

  • Turno preliminare: 2 squadre, giocano partite di andata e ritorno. La vincente accede agli ottavi di finale.
  • Ottavi di finale: 16 squadre, giocano partite di andata e ritorno. Le vincenti si qualificano ai quarti di finale.
  • Quarti di finale: 8 squadre, giocano partite di andata e ritorno. Le vincenti si qualificano alla fase finale.

In caso di parità tra due squadre, viene effettuato uno spareggio in campo neutro; in caso di ulteriore parità si effettua il sorteggio.

Turno preliminareModifica

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Irlanda   2 - 4   Cecoslovacchia 2 - 0 0 - 4

AndataModifica

Dublino
5 aprile 1959
Irlanda  2 – 0
referto
  CecoslovacchiaDalymount Park (37.000 spett.)
Arbitro:   Lucien Van Nuffel

RitornoModifica

Bratislava
10 maggio 1959
Cecoslovacchia  4 – 0
referto
  IrlandaTehelné pole (41.000 spett.)
Arbitro:   Joseph Barbéran

Ottavi di finaleModifica

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Unione Sovietica   4 - 1   Ungheria 3 - 1 1 - 0
Francia   8 - 2   Grecia 7 - 1 1 - 1
Romania   3 - 2   Turchia 3 - 0 0 - 2
Norvegia   2 - 6   Austria 0 - 1 2 - 5
Jugoslavia   3 - 1   Bulgaria 2 - 0 1 - 1
Germania Est   2 - 5   Portogallo 0 - 2 2 - 3
Polonia   2 - 7   Spagna 2 - 4 0 - 3
Danimarca   3 - 7   Cecoslovacchia 2 - 2 1 - 5

AndataModifica

Mosca
28 settembre 1958
Unione Sovietica  3 – 1
referto
  UngheriaStadio Lužniki (100.500 spett.)
Arbitro:   Alfred Grill

Parigi
1º ottobre 1958
Francia  7 – 1
referto
  GreciaParco dei Principi (37.000 spett.)
Arbitro:   Gottfried Dienst

Bucarest
2 novembre 1958
Romania  3 – 0
referto
  TurchiaStadio 23 agosto (67.000 spett.)
Arbitro:   Gottfried Dienst

Oslo
20 maggio 1959
Norvegia  0 – 1
referto
  AustriaUllevaal Stadion (27.500 spett.)
Arbitro:   Werner Bergmann

Belgrado
31 maggio 1959
Jugoslavia  2 – 0
referto
  BulgariaStadio Partizan (25.000 spett.)
Arbitro:   Mihai Popa

Berlino
21 giugno 1959
Germania Est  0 – 2
referto
  PortogalloWalter-Ulbricht-Stadion (23.400 spett.)
Arbitro:   Alois Obtulovic

Chorzów
28 giugno 1959
Polonia  2 – 4
referto
  SpagnaStadion Śląski (71.000 spett.)
Arbitro:   Angel Rodriguez Mendizabal

Copenaghen
23 settembre 1959
Danimarca  2 – 2
referto
  CecoslovacchiaIdrætsparken (30.000 spett.)
Arbitro:   Johan Bronkhorst

RitornoModifica

Atene
3 dicembre 1958
Grecia  1 – 1
referto
  FranciaStadio Apostolos Nikolaidis (18.000 spett.)
Arbitro:   Vincenzo Orlandini

Istanbul
26 aprile 1959
Turchia  2 – 0
referto
  RomaniaStadio BJK İnönü (24.000 spett.)
Arbitro:   Borge Nedelkovski

Oporto
28 giugno 1959
Portogallo  3 – 2
referto
  Germania EstEstádio das Antas (19.000 spett.)
Arbitro:   Juan Garay Gardeazabal

Vienna
23 settembre 1959
Austria  5 – 2
referto
  NorvegiaErnst Happel Stadion (34.000 spett.)
Arbitro:   Dimosthemis Stathatos

Budapest
27 settembre 1959
Ungheria  0 – 1
referto
  Unione SovieticaPuskás Ferenc Stadion (78.000 spett.)
Arbitro:   Jozef Kowal

Madrid
14 ottobre 1959
Spagna  3 – 0
referto
  PoloniaStadio Santiago Bernabéu (62.000 spett.)
Arbitro:   Karoly Balla

Brno
18 ottobre 1959
Cecoslovacchia  5 – 1
referto
  DanimarcaStadion Za Lužánkami (35.000 spett.)
Arbitro:   Helmut Köhler

Sofia
25 ottobre 1959
Bulgaria  1 – 1
referto
  JugoslaviaStadio Nazionale Vasil Levski (27.000 spett.)
Arbitro:   Kurt Tschenscher

Quarti di finaleModifica

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Spagna   0 - 6[1]   Unione Sovietica 0 - 3[1] 0 - 3[1]
Francia   9 - 4   Austria 5 - 2 4 - 2
Portogallo   3 - 6   Jugoslavia 2 - 1 1 - 5
Romania   0 - 5   Cecoslovacchia 0 - 2 0 - 3

AndataModifica

Colombes
13 dicembre 1959
Francia  5 – 2
referto
  AustriaStadio Olimpico Yves-du-Manoir (43.775 spett.)
Arbitro:   Manuel Martin Asensi

Oeiras
8 maggio 1960
Portogallo  2 – 1
referto
  JugoslaviaStadio Nazionale di Jamor (50.000 spett.)
Arbitro:   Joseph Barbéran

Bucarest
22 maggio 1960
Romania  0 – 2
referto
  CecoslovacchiaStadio 23 agosto (61.000 spett.)
Arbitro:   Andor Dorogi

Mosca
29 maggio 1960
Unione Sovietica   –   Spagna

RitornoModifica

Vienna
27 marzo 1960
Austria  2 – 4
referto
  FranciaErnst Happel Stadion (38.000 spett.)
Arbitro:   Leo Helge

Belgrado
22 maggio 1960
Jugoslavia  5 – 1
referto
  PortogalloStadio Partizan (55.000 spett.)
Arbitro:   Alfred Stoll

Bratislava
29 maggio 1960
Cecoslovacchia  3 – 0
referto
  RomaniaTehelné Pole (31.000 spett.)
Arbitro:   Leif Gulliksen

Madrid
9 giugno 1960
Spagna   –   Unione Sovietica

StatisticheModifica

Classifica marcatoriModifica

5 reti
4 reti
3 reti
2 reti
1 reti
Autoreti

NoteModifica

  1. ^ a b c L'Unione Sovietica vinse 3 a 0 a tavolino entrambi gli incontri in seguito alla rinuncia della Spagna di affrontare la trasferta in Unione Sovietica. Cfr. Campionati Europei UEFA 1960 Partite, su it.uefa.com, uefa.com. URL consultato il 30 giugno 2012.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio