Apri il menu principale

Nazionale di calcio dell'Albania

Albania Albania
Federata Shqiptare e Futbollit.svg
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FSHF
Federata Shqiptarë Futbollit
Confederazione UEFA
Codice FIFA ALB
Soprannome Kuq e zinjtë
("Rossoneri")

Shqiponjat
("Le aquile")

Selezionatore Italia Christian Panucci
Record presenze Lorik Cana (93)
Capocannoniere Erjon Bogdani (18)
Ranking FIFA 57º (20 settembre 2018)[1]
Esordio internazionale
Albania Albania 2 - 3 Jugoslavia Jugoslavia
Tirana, Albania; 7 ottobre 1946
Migliore vittoria
Albania Albania 6 - 1 Cipro Cipro
Tirana, Albania; 12 agosto 2009
Peggiore sconfitta
Ungheria Ungheria 12 - 0 Albania Albania
Budapest, Ungheria; 24 settembre 1950
Campionato d'Europa
Partecipazioni 1 (esordio: 2016)
Miglior risultato Primo turno nel 2016

La nazionale di calcio dell'Albania, (Kombëtarja shqiptare e futbollit) è la selezione maggiore maschile di calcio della Federata Shqiptare e Futbollit, il cui nome ufficiale è nazionale A, che rappresenta l'Albania nelle varie competizioni ufficiali o amichevoli riservate a squadre nazionali.

Nella graduatoria FIFA in vigore da agosto 1993, la miglior posizione in classifica raggiunta dall'Albania è stato il 22º posto nell'agosto 2015, mentre il peggior posizionamento è il 124º posto raggiunto ad agosto 1997. Attualmente occupa il 57° posto.[1]

Indice

StoriaModifica

Quantunque la Federazione calcistica dell'Albania sia stata fondata il 6 giugno 1930 e si sia affiliata alla FIFA nel 1932, la nazionale albanese esordì solo nel secondo dopoguerra, terminata l'occupazione italo-tedesca. Avrebbe dovuto partecipare al campionato del mondo 1934, ma rifiutò l'invito per difficoltà organizzative.

Dopo la fine della seconda guerra mondiale il governo comunista del paese favorì lo sviluppo e la pratica del calcio, finanziando la costruzione di nuove infrastrutture e promuovendo lo sport presso le associazioni e le scuole. La nazionale esordì ufficiosamente il 22 settembre 1946 battendo per 5-0 il Montenegro e ufficialmente il 7 ottobre 1946 a Tirana, sconfitta per 2-3 dalla Jugoslavia allo Stadio Qemal Stafa. Nello stesso anno vinse la Coppa dei Balcani per nazioni battendo per 1-0 in finale la Romania. Nel 1954 la federcalcio albanese fu tra i membri fondatori dell'UEFA.

L'Albania attese sino al 1962 per competere nelle eliminatorie del campionato europeo. Esordì dunque nelle qualificazioni ai grandi tornei internazionali in occasione delle eliminatorie di Spagna 1964, dove superò il primo turno per il ritiro della Grecia[2][3]. Agli ottavi di finale, nell'ottobre 1963, fu eliminata dalla Danimarca (4-0 per i danesi a Copenaghen, 1-0 per gli albanesi a Tirana).

Esordì nelle qualificazioni al campionato del mondo in occasione delle eliminatorie di Inghilterra 1966. Nel novembre 1965 ottenne un 1-1 casalingo contro l'Irlanda del Nord di George Best e Pat Jennings, risultato che mise fine alle speranze nordirlandesi di qualificarsi al mondiale inglese. Fu l'unico punto raccolto dagli albanesi in sei partite.

In occasione delle eliminatorie per l'europeo del 1968, il 17 dicembre 1967, l'Albania pareggiò per 0-0 a Tirana contro la Germania Ovest, impedendo ai tedeschi di qualificarsi per la fase finale della Coppa d'Europa (prima e unica volta nella storia del calcio tedesco) e favorendo in tal modo la Jugoslavia.

Nel 1973 ottenne la sua prima vittoria, contro la Finlandia (1-0). Per ragioni politiche non partecipò a nessuna qualificazione mondiale o europea dal 1970 al 1980.

Sei anni dopo l'ultima partita giocata, la nazionale albanesesi iscrisse alle qualificazioni al mondiale di Spagna 1982. Terminò il girone al penultimo posto, dietro Germania Ovest, Austria e Bulgaria e davanti alla Finlandia (che chiuse a pari punti con gli schipetari, 2) con un bilancio di una vittoria (2-0 contro la Finlandia il 3 settembre 1980 a Tirana) e sette sconfitte.

Le qualificazioni al campionato d'Europa 1988 e al campionato del mondo 1990 furono probabilmente le peggiori nella storia della nazionale d'Albania, sconfitta in tutte e sei le partite in ambo le campagne.

Con la caduta del regime comunista, iniziata nel dicembre 1990, il calcio albanese aprì i propri confini e i giocatori schipetari poterono giocare per squadre di club estere. La selezione albanese, sulla scorta di questa apertura, riuscì a migliorare il proprio rendimento, mostrando segnali di crescita. Nell'ottobre 1997, ad Hannover, l'Albania perse in modo onorevole (4-3) contro la Germania, che necessitava di un punto per qualificarsi al campionato del mondo 1998, dopo essere passata in vantaggio e pareggiato per ben due volte.

 
Un'immagine di Svizzera-Albania dell'11 giugno 2003, gara giocata a Ginevra.

Nel 2000 l'Albania vinse il Torneo di Malta, mentre nelle qualificazioni al campionato del mondo 2002 la squadra riuscì a vincere per 2-0 contro la Grecia. Nelle eliminatorie del campionato d'Europa 2004 la squadra allenata dal tedesco Hans-Peter Briegel chiuse il girone al penultimo posto, ma senza subire sconfitte in casa, dopo aver colto anche vittorie contro Russia (3-1 allo Stadio Loro Boriçi, con Briegel all'esordio) e Georgia e pareggi contro Irlanda e Svizzera.

Il 4 settembre 2004, all'esordio delle qualificazioni per il mondiale del 2006, l'Albania sconfisse per 2-1 a Tirana i rivali greci, che erano alla prima uscita dopo la conquista del titolo europeo[4], poi pareggio a reti inviolate sul campo del Portogallo. Il girone fu chiuso dagli albanesi al quinto posto con un bottino di 13 punti, record per la nazionale nelle qualificazioni mondiali (frutto di 4 vittorie, un pareggio, 7 sconfitte).

Pur avendo mancato la qualificazione ai successivi tornei internazionali, dal 2014 la compagine albanese conobbe un discreto miglioramento. Il 7 settembre 2014 l'Albania si impose clamorosamente per 1-0 (gol di Ergys Kaçe) in casa del Portogallo nella prima partita delle qualificazioni al campionato d'Europa 2016. Nei mesi seguenti il cammino di qualificazione alla fase finale del massimo torneo continentale proseguì per l'Albania con risultati soddisfacenti. Il 13 giugno 2015 la squadra sconfisse in casa per 1-0 la Francia in amichevole[5] e un paio di mesi più tardi, nella scia dell'ottimo percorso nel girone eliminatorio, si issò al 22° posto della classifica mondiale della FIFA, miglior piazzamento di sempre per l'Albania.

Nell'autunno 2015, battendo per 3-0 l'Armenia a Erevan, la formazione allenata da Gianni De Biasi conseguì una storica qualificazione al campionato europeo del 2016[6][7], grazie al secondo posto nel girone con 14 punti (4 vittorie[8], 2 pareggi, 2 sconfitte).

La partecipazione degli schipetari alla fase finale dell'europeo non andò, tuttavia, oltre la fase a gironi, in cui la squadra esordì perdendo per 1-0 con la Svizzera[9]. Un'altra sconfitta, contro la Francia padrona di casa (un 2-0 maturato nei minuti finali della gara), non eliminò l'Albania[10], cui non fu, però, sufficiente battere la Romania (1-0, gol di Armando Sadiku) nell'ultimo incontro per venire ripescata come una delle migliori terze classificate[11].

Colori e simboliModifica

 
La formazione dell'Albania scesa in campo contro l'Austria il 26 marzo 2016.

I colori ricorrenti nelle tenute da gara dell'Albania sono il rosso e il nero, mutuati dalla bandiera nazionale. In trasferta la divisa è invece solitamente di colore bianco con finiture nere o rosse.

Le divise in uso dal 2016, realizzate dallo sponsor tecnico Macron, seguono questo stile: il completo casalingo è infatti composto da maglia rossa, calzoncini neri e calzettoni rossi. La divisa per le gare esterne è invece integralmente di colore bianco tendente al grigio, mentre la terza maglia è completamente nera. Caratteristica di tali divise è la serigrafia tono su tono evocante l'aquila bicefala (simbolo nazionale albanese) che decora la parte bassa del torso, al di sotto del petto. All'altezza del cuore è ricamato uno scudo sannitico rosso contenente la già citata aquila nera e la sigla FSHF (acronimo del nome della federazione calcistica nazionale).

StadioModifica

Non c'è uno stadio calcistico ufficiale nazionale, ma di solito la nazionale albanese gioca le sue partite allo Stadiumi Qemal Stafa di Tirana, costruito intorno al 1930 all'inizio era un impianto polisportivo, ma oggi viene utilizzato quasi esclusivamente per il calcio. In totale può ospitare 25.000 spettatori, e ci sono 15.000 posti a sedere, è il più grande stadio della nazione. L'Albania ha giocato alcune partite anche allo stadio Loro Boriçi di Scutari, dove hanno conseguito importanti successi come una vittoria per 3-1 sulla Russia nelle qualificazioni ad Euro 2004. Anche lo stadio Niko Dovana di Durazzo è stato utilizzato per giocare qualche partita amichevole così come quello di Coriza. Oggi la nazionale gioca le sue partite allo stadio Elbasan Arena, che ha una capienza di 12.000 posti a sedere e si trova nella città di Elbasan, ed è stato costruito nel 2014 proprio per poter ospitare le partite dell'Albania.

Altre nazionaliModifica

Oltre alla citata selezione nazionale, l'ordinamento della FSHF ne prevede varie altre, divise per fascia d'età dei propri giocatori. La nazionale maschile Under-21, che partecipa alle competizioni continentali con i propri pari categoria; le nazionali Under-19, Under-18, Under-17, Under-16.

Rappresentano ufficialmente l'Albania sempre sotto il coordinamento della FSHF: la Nazionale femminile.

Confronti con le altre nazionaliModifica

Questi sono i saldi dell'Albania nei confronti delle nazionali con cui sono stati disputati almeno un incontro.

Saldo generaleModifica

Aggiornato al 7 settembre 2018.

Nazionale G. V. Pa. Pe. RF RS DR Ultima vittoria Ultimo pareggio Ultima sconfitta
  Montenegro 3 3 0 0 9 2 +7 10 agosto 2011
  Jugoslavia 5 0 1 4 4 13 -9 27 giugno 1948 12 novembre 1967
  Bulgaria 13 2 4 7 8 17 -9 4 giugno 1950 17 ottobre 2007 30 aprile 2003
  Romania 19 3 3 13 12 45 -33 19 giugno 2016 11 ottobre 2011 31 maggio 2014
  Ungheria 6 0 1 5 0 19 -19 23 maggio 1948 4 giugno 2014
  Polonia 11 1 3 7 7 14 -7 29 novembre 1953 31 ottobre 1984 27 maggio 2008
  Rep. Ceca 5 2 0 3 6 10 -4 7 dicembre 1952 16 ottobre 1991
  Cina 2 0 1 1 3 4 -1 8 novembre 1973 15 settembre 1957
  Germania 17 0 2 15 12 45 -33 17 dicembre 1967 6 giugno 2001
  Danimarca 10 1 3 6 4 19 -15 30 ottobre 1963 4 settembre 2015 1º aprile 2009
  Paesi Bassi 4 0 0 4 1 7 -6 12 settembre 2007
  Algeria 2 1 1 0 4 1 +3 3 novembre 1976 11 ottobre 1964
  Svizzera 7 0 1 6 4 12 -8 12 ottobre 2002 11 giugno 2016
  Irlanda del Nord 9 2 2 5 5 13 -8 3 marzo 2010 15 dicembre 1982 14 dicembre 1996
  Turchia 10 4 2 4 14 10 +4 13 novembre 2017 28 marzo 1985 12 ottobre 2005
  Finlandia 7 2 1 4 6 8 -2 3 settembre 1980 7 gennaio 2002 1º settembre 2001
  Austria 7 0 0 7 2 19 -17 26 marzo 2016
  Belgio 2 1 0 1 3 3 0 22 dicembre 1984 17 ottobre 1984
  Grecia 13 4 3 6 10 13 -3 4 settembre 2004 18 novembre 1998 30 marzo 2005
  Spagna 7 0 0 7 2 29 -27 6 ottobre 2017
  Cuba 1 0 1 0 0 0 0 6 agosto 1988
  Svezia 5 1 1 3 5 10 -5 18 febbraio 2004 6 settembre 2008 14 ottobre 2009
  Inghilterra 4 0 0 4 1 12 -11 5 settembre 2001
  Islanda 5 2 0 3 5 7 -2 31 marzo 2004 10 settembre 2013
  Francia 7 1 1 5 3 14 -11 13 giugno 2015 14 novembre 2014 15 giugno 2016
  Irlanda 4 0 1 3 2 6 -4 2 aprile 2003 7 giugno 2003
  Lituania 4 2 0 2 7 6 +1 26 marzo 2013 1º marzo 2006
  Lettonia 5 0 5 0 6 6 0 4 settembre 1999
  Macedonia 10 2 4 4 7 12 -5 5 settembre 2016 5 settembre 2017 7 febbraio 2007
  Galles 2 0 1 1 1 3 -2 15 novembre 1995 7 settembre 1994
  Georgia 14 3 3 8 13 23 -10 4 giugno 2005 16 novembre 2015 6 febbraio 2013
  Moldavia 3 2 1 0 6 2 +4 7 giugno 1995 15 agosto 2012
  Malta 8 5 2 1 14 3 +11 5 marzo 2014 11 febbraio 2009 16 agosto 1995
  Bosnia ed Erzegovina 5 1 2 2 4 5 -1 30 novembre 1995 8 ottobre 2010 28 marzo 2017
  Portogallo 7 1 1 5 5 13 -8 7 settembre 2014 15 ottobre 2008 7 settembre 2015
  Armenia 5 3 1 1 8 5 +3 11 ottobre 2015 9 novembre 1996 6 settembre 1997
  Ucraina 5 0 1 5 4 13 -9 8 ottobre 2005 3 giugno 2018
  Cipro 6 2 2 2 12 7 +5 7 settembre 2012 15 ottobre 2013 18 agosto 2004
  Norvegia 4 1 2 2 5 6 -1 22 marzo 2013 7 giugno 2013 26 marzo

2018

  Slovenia 7 1 2 4 2 6 -4 16 ottobre 2012 13 ottobre 2007 6 settembre 2013
  Andorra 3 2 0 1 4 2 +2 2 giugno 2010 17 aprile 2002
  Azerbaigian 5 3 1 1 5 3 +2 17 agosto 2005 19 novembre 2008 11 novembre 2011
  Bahrein 1 0 0 1 0 3 -3 10 gennaio 2002
  Lussemburgo 7 4 1 2 10 4 +6 29 marzo 2016 13 febbraio 2002 4 giugno 2017
  Messico 1 0 0 1 0 4 -4 13 marzo 2002
  Russia 2 1 0 1 4 5 -1 29 marzo 2003 16 ottobre 2002
  Vietnam 1 1 0 0 5 0 +5 12 febbraio 2003
  Estonia 3 1 2 0 3 1 +2 15 novembre 2003 14 novembre 2009
  Kazakistan 2 2 0 0 3 1 +2 3 settembre 2005
  San Marino 2 2 0 0 6 0 +6 8 giugno 2014
  Bielorussia 5 1 2 2 5 8 -3 26 marzo 2011 15 novembre 2013 12 ottobre 2010
  Liechtenstein 3 3 0 0 6 0 +6 2 settembre 2017
  Uzbekistan 1 1 0 0 1 0 +1 11 agosto 2010
  Argentina 1 0 0 1 0 4 -4 20 giugno 2011
  Qatar 2 2 0 0 5 2 +3 29 maggio 2016
  Iran 1 1 0 0 1 0 +1 27 maggio 2012
  Camerun 1 0 1 0 0 0 0 14 novembre 2012
  Serbia 2 1 tav 0 1 3 2 +1 14 ottobre 2014 8 ottobre 2015
  Italia 3 0 0 3 0 4 -4 9 ottobre 2017
  Kosovo 1 0 1 1 2 5 -3 13 novembre 2015 29 maggio 2018
  Marocco 1 0 1 0 0 0 0 31 agosto 2016
  Israele 2 2 0 1 4 3 +1 7 settembre 2018 12 novembre 2016
  • Nota: La partita viene indicata come un pareggio quando finisce ai calci di rigore.

Statistica partiteModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Incontri ufficiali della Nazionale di calcio dell'Albania dal 1910 al 1970, Incontri ufficiali della Nazionale di calcio dell'Albania dal 1971 al 2000 e Incontri ufficiali della Nazionale di calcio dell'Albania dal 2001 ad oggi.

Questa è la statistica di tutte le partite ufficiali giocate dalla nazionale di calcio dell'Albania fino al 13 novembre 2017.

Competizione Partite Vittorie Pareggi Sconfitte % sconfitte Gol fatti Gol subiti Dif. reti
Amichevoli 122 44 32 46 48,54% 146 155 -9
Coppe Internazionali 3 0 2 1 45,65% 1 4 -3
Qualificazioni Europei[12] 91 16 22 53 57,14% 72 159 -87
Qualificazioni Mondiali 104 18 14 72 69,07% 72 188 -116
Europei 3 1 0 2 0% 1 3 -2
Totali 323 79 70 174 52,65% 292 509 -217

Partecipazioni ai tornei internazionaliModifica

Campionato del mondo
Edizione Risultato
1930 Non partecipante
1934 Non partecipante
1938 Non partecipante
1950 Non partecipante
1954 Non partecipante
1958 Non partecipante
1962 Non partecipante
1966 Non qualificata
1970 Non partecipante
1974 Non qualificata
1978 Non partecipante
1982 Non qualificata
1986 Non qualificata
1990 Non qualificata
1994 Non qualificata
1998 Non qualificata
2002 Non qualificata
2006 Non qualificata
2010 Non qualificata
2014 Non qualificata
2018 Non qualificata
Campionato europeo
Edizione Risultato
1960 Non partecipante
1964 Non qualificata
1968 Non qualificata
1972 Non qualificata
1976 Non partecipante
1980 Non partecipante
1984 Non qualificata
1988 Non qualificata
1992 Non qualificata
1996 Non qualificata
2000 Non qualificata
2004 Non qualificata
2008 Non qualificata
2012 Non qualificata
2016 Primo turno
Giochi olimpici[13]
Edizione Risultato
1948 Non partecipante
Confederations Cup
Edizione Risultato
1992 Non invitata
1995 Non invitata
1997 Non qualificata
1999 Non qualificata
2001 Non qualificata
2003 Non qualificata
2005 Non qualificata
2009 Non qualificata
2013 Non qualificata
2017 Non qualificata


Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni


Statistiche dettagliate sui tornei internazionaliModifica

MondialiModifica

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1930   Uruguay Non partecipante - - - -
1934   Italia Non partecipante - - - -
1938   Francia Non partecipante - - - -
1950   Brasile Non partecipante - - - -
1954   Svizzera Non partecipante - - - -
1958   Svezia Non partecipante - - - -
1962   Cile Non partecipante - - - -
1966   Inghilterra Non qualificata - - - -
1970   Messico Non partecipante - - - -
1974   Germania Ovest Non qualificata - - - -
1978   Argentina Non partecipante - - - -
1982   Spagna Non qualificata - - - -
1986   Messico Non qualificata - - - -
1990   Italia Non qualificata - - - -
1994   Stati Uniti Non qualificata - - - -
1998   Francia Non qualificata - - - -
2002   Corea del Sud /   Giappone Non qualificata - - - -
2006   Germania Non qualificata - - - -
2010   Sudafrica Non qualificata - - - -
2014   Brasile Non qualificata - - - -
2018   Russia Non qualificata - - - -

EuropeiModifica

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1960   Francia Non partecipante - - - -
1964   Spagna Non qualificata - - - -
1968   Italia Non qualificata - - - -
1972   Belgio Non qualificata - - - -
1976   Jugoslavia Non partecipante - - - -
1980   Italia Non partecipante - - - -
1984   Francia Non qualificata - - - -
1988   Germania Ovest Non qualificata - - - -
1992   Svezia Non qualificata - - - -
1996   Inghilterra Non qualificata - - - -
2000   Belgio /   Paesi Bassi Non qualificata - - - -
2004   Portogallo Non qualificata - - - -
2008   Austria /   Svizzera Non qualificata - - - -
2012   Polonia /   Ucraina Non qualificata - - - -
2016   Francia Primo turno 1 0 2 1:3

Confederations CupModifica

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1992   Arabia Saudita Non invitata - - - -
1995   Arabia Saudita Non invitata - - - -
1997   Arabia Saudita Non qualificata - - - -
1999   Messico Non qualificata - - - -
2001   Corea del Sud /   Giappone Non qualificata - - - -
2003   Francia Non qualificata - - - -
2005   Germania Non qualificata - - - -
2009   Sudafrica Non qualificata - - - -
2013   Brasile Non qualificata - - - -
2017   Russia Non qualificata - - - -

PalmarèsModifica

 
Francobolli della nazionale albanese nel 60º anniversario della vittoria alla Coppa dei Balcani (2007).
  • Vincitori della VIII Coppa Balcanica (Tirana, ottobre 1946)
  • Vincitori della Rothmans International Tournament (Valletta, 4 febbraio - 10 febbraio 2000)


Tutte le roseModifica

EuropeiModifica

Campionato d'Europa UEFA 2016
Berisha, 2 Lila, 3 Lenjani, 4 Hysaj, 5 Cana, 6 Veseli, 7 Agolli, 8 Basha, 9 Memushaj, 10 Sadiku, 11 Gashi, 12 Shehi, 13 Kukeli, 14 Xhaka, 15 Mavraj, 16 Çikalleshi, 17 Aliji, 18 Ajeti, 19 Balaj, 20 Kaçe, 21 Roshi, 22 Abrashi, 23 Hoxha, CT: De Biasi

Rosa attualeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Calciatori della Nazionale albanese.

Lista dei giocatori convocati per la partita amichevole contro la Turchia del 13 novembre 2017.

Presenze e reti aggiornate al 13 novembre 2017.

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
1 P Etrit Berisha   10 marzo 1989 (29 anni) 51 -47   Atalanta
23 P Alban Hoxha 23 novembre 1987 (30 anni) 3 -2   Partizani Tirana
P Thomas Strakosha 19 marzo 1995 (23 anni) 8 -11   Lazio
3 D Ermir Lenjani 5 agosto 1989 (29 anni) 28 3   Sion
4 D Elseid Hysaj 20 febbraio 1994 (24 anni) 43 0   Napoli
5 D Frédéric Veseli 20 novembre 1992 (25 anni) 16 0   Empoli
6 D Berat Djimsiti 19 febbraio 1993 (25 anni) 20 1   Atalanta
15 D Mërgim Mavraj 9 giugno 1986 (32 anni) 46 3   Arīs Salonicco
17 D Naser Aliji 27 dicembre 1993 (24 anni) 12 0   Virtus Entella
18 D Arlind Ajeti 25 settembre 1993 (25 anni) 20 1   Grasshoppers
25 D Iván Balliu 1º gennaio 1992 (26 anni) 1 0   Metz
2 C Andi Lila 12 febbraio 1986 (32 anni) 69 0   PAS Giannina
7 C Eros Grezda 15 aprile 1995 (23 anni) 9 1   Rangers
8 C Astrit Ajdarević 17 aprile 1990 (28 anni) 1 0   AEK Atene
9 C Ledian Memushaj 7 dicembre 1986 (31 anni) 32 1   Pescara
13 C Sabien Lilaj 10 febbraio 1989 (29 anni) 18 0   Qəbələ
14 C Taulant Xhaka 28 marzo 1991 (27 anni) 25 1   Basilea
21 C Odise Roshi 22 maggio 1991 (27 anni) 50 4   Terek Groznyj
22 C Kamer Qaka 11 aprile 1995 (23 anni) 4 0   CSM Politehnica Iași
26 C Ylber Ramadani 12 aprile 1996 (22 anni) 4 0   Vejle
C Migjen Basha 5 gennaio 1987 (31 anni) 31 3   Arīs Salonicco
C Liridon Latifi 6 febbraio 1994 (24 anni) 5 0   Puskás Akadémia
10 A Armando Sadiku 27 maggio 1991 (27 anni) 33 11   Levante
12 A Azdren Llullaku 15 febbraio 1988 (30 anni) 6 0   Astra Giurgiu
16 A Valon Ahmedi 7 ottobre 1994 (24 anni) 2 0   Ironi K. Shmona

StaffModifica

Lo staff della nazionale si compone del commissario tecnico, che allena, convoca e schiera in campo gli atleti ed è assistito da due vice-allenatori. Ad aiutare gli allenatori, ci sono il preparatore atletico, il preparatore dei portieri, il capo delegazione, il segretario, i medici, i massofisioterapisti e gli osservatori, che assistono ai match degli avversari.

Staff tecnicoModifica

Staff dell'area tecnica

Record individualiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Calciatori della Nazionale albanese.

Aggiornato al 13 novembre 2017.

  • In (grassetto) i giocatori ancora in attività in nazionale.

Record di presenzeModifica

Pos. Nome Periodo Presenze Reti
1. Lorik Cana 2003-2016 93 1
2. Altin Lala 1998-2011 79 3
3. Klodian Duro 2001-2011 77 4
4. Ervin Skela 2000-2011 75 13
5. Erjon Bogdani 1996-2013 74 18
6. Foto Strakosha 1990-2005 73 0
6. Ansi Agolli 2005- 73 3
8. Andi Lila 2007- 69 0
9. Igli Tare 1997-2007 68 10
10. Altin Haxhi 1995-2009 67 3
10. Alban Bushi 1995-2007 67 14
12. Armend Dallku 2005-2013 64 1
13. Altin Rraklli 1992-2005 63 11

Record di retiModifica

Pos. Nome Periodo Reti Pres.
1. Erjon Bogdani 1996-2013 18 74
2. Alban Bushi 1995-2007 14 67
3. Ervin Skela 2000-2011 13 75
4. Altin Rraklli 1992-2005 11 63
4. Hamdi Salihi 2006-2015 11 50
4. Armando Sadiku 2012- 11 33
7. Sokol Kushta 1985-1996 10 32
7. Igli Tare 1997-2007 10 68
9. Adrian Aliaj 2002-2006 8 29
10. Loro Boriçi 1946-1957 6 24
10. Qamil Teliti 1946-1952 6 13
10. Bledar Kola 1990-2001 6 39
10. Edmond Kapllani 2004-2014 6 41

Capitani storiciModifica

Questo elenco comprende i calciatori che per un determinato periodo hanno vestito stabilmente la fascia di capitano.

Record di presenze da capitanoModifica

Aggiornata al 9 ottobre 2017.

Pos. Nome Periodo Presenze
1. Lorik Cana 2011-2016 41
2. Altin Lala 2009-2011 22
3. Foto Strakosha 2002-2005 16
4. Ervin Skela 2007-2008 13
5. Igli Tare 2008-2009 11
6. Ansi Agolli 2016- 10

Tutti i Commissari TecniciModifica

Statistiche allenatoriModifica

Aggiornate al 13 novembre 2017.

Commissario Tecnico Periodo Partite Vittorie Pareggi Sconfitte
  Ljubiša Broćić ago.-ott. 1946 4 3 0 1
  Adem Karapici mag. 1947 1 0 0 1
  Ljubiša Broćić giu.-ago. 1947 2 0 0 2
  Adem Karapici set. 1947-giu. 1948 4 1 2 1
  Sllave Llambi ott.-nov. 1949 3 0 2 1
  Ludovik Jakova nov. 1949-ott. 1950 6 1 1 4
  Myslim Alla nov.-dic. 1952 2 2 0 0
  Vadas Miklós nov. 1953 1 1 0 0
  Nikolaj Ljukšinov ago. 1956-giu. 1957 0 0 0 0
  Loro Boriçi set. 1957-giu. 1963 5 0 1 4
  Zyber Konçi ott. 1963-mag. 1965 7 1 1 5
  Loro Boriçi nov. 1965-giu. 1972 14 1 3 10
  Myslim Alla ott. 1972-mag. 1973 3 0 0 3
  Ilia Shuke ott.-nov. 1973 3 1 1 1
  Loro Boriçi nov. 1976 2 2 0 0
  Zyber Konçi set.-dic. 1980 4 1 0 3
  Loro Boriçi apr.-nov. 1981 4 0 0 4
  Shyqyri Rreli set. 1982-mag. 1985 14 1 4 9
  Agron Sulaj ott. 1985-nov. 1987 7 0 1 6
  Shyqyri Rreli ago. 1988-nov. 1989 9 0 2 7
  Bejkush Birçe mag. 1990 1 0 0 1
  Agron Sulaj set.-dic. 1990 3 0 0 3
  Bejkush Birçe mar. 1991-gen. 1992 6 3 0 3
  Bejkush Birçe apr. 1992-mag. 1994 13 1 2 10
  Neptun Bajko set. 1994-dic. 1996 17 3 4 10
  Astrit Hafizi mar. 1997-ott. 1999 23 4 6 13
  Medin Zhega feb. 2000-giu. 2001 13 6 1 6
  Sulejman Demollari set. 2001-apr. 2002 9 1 3 5
  Giuseppe Dossena ott. 2002 2 0 1 1
  Hans-Peter Briegel feb. 2003-mar. 2006 31 11 4 16
  Otto Barić ago. 2006-ott. 2007 13 3 5 5
  Slavko Kovačić nov. 2007 2 0 0 2
  Arie Haan mag. 2008-apr. 2009 10 2 4 4
  Josip Kuže giu. 2009-ott. 2011 24 8 7 9
  Džemal Mustedanagić (ott. 2010) - nov. 2011 4 0 2 2
  Gianni De Biasi dic. 2011-giu. 2017 52 20 11 21
  Christian Panucci lug. 2017- 5 2 1 2
Totale 323 79 69 175

NoteModifica

  1. ^ a b Men's Ranking, su fifa.com.
  2. ^ (EN) Campionati Europei UEFA 1964 Partite Grecia-Albania, su uefa.com. URL consultato il 30 luglio 2012.
  3. ^ (EN) Campionati Europei UEFA 1964 Partite Albania-Grecia, su uefa.com. URL consultato il 30 luglio 2012.
  4. ^ Grecia maltrattata dall'Albania (2-1), in La Gazzetta dello Sport, 5 settembre 2004.
  5. ^ Albania-Francia 1-0: Pogba ed Evra non bastano, Tuttosport, 13 giugno 2015.
  6. ^ Qualificazioni Europei, Germania-Scozia 2-1, Portogallo-Albania 0-1. Ranieri k.o., gazzetta.it, 7 settembre 2014.
  7. ^ Europei: Albania, storica prima volta. Avanti Germania, Polonia e Romania, gazzetta.it, 11 ottobre 2015.
  8. ^ di cui una a tavolino contro la Serbia dopo la sospensione del match del 14 ottobre 2014 a Belgrado.
  9. ^ Francesco Ceniti, Europei 2016, Albania-Svizzera 0-1: sbaglia Berisha, segna Schär, gazzetta.it, 11 giugno 2016.
  10. ^ Francia-Albania 2-0: Blues agli ottavi, doccia gelata per De Biasi, repubblica.it, 15 giugno 2016.
  11. ^ Marco Fallisi, Euro 2016, Romania-Albania 0-1: decide Sadiku, De Biasi spera negli ottavi, gazzetta.it, 19 giugno 2016.
  12. ^ Inclusa la partita contro la Serbia del 14 ottobre 2014 (Qualificazioni all'Europeo 2016), gara sospesa dopo 42 minuti di gioco e il cui risultato finale di 3-0 è stato assegnato a tavolino
  13. ^ Come da regolamento FIFA vengono considerate le sole edizioni comprese tra il 1908 ed il 1948 in quanto sono le uniche ad essere state disputate dalle Nazionali maggiori. Per maggiori informazioni si invita a visionare questa pagina.
  14. ^ (RU) [1]

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica