Apri il menu principale

Ferrovia Lecco-Milano

linea ferroviaria italiana
Lecco-Milano
InizioLecco
FineMilano Porta Garibaldi
Stati attraversatiItalia Italia
Lunghezza50 km
Apertura1873
GestoreRFI
Precedenti gestoriFS (1905-2001)
? (1840-1905)
Scartamento1 435 mm
Elettrificazione3 000 V corrente continua
DiramazioniMilano Greco Pirelli-Milano Centrale
Ferrovie

La ferrovia Lecco-Milano è una linea ferroviaria che collega Lecco a Milano passando per Monza e Carnate.[N 1]

Indice

StoriaModifica

Tratta Inaugurazione
Milano-Monza 17 agosto 1840
Lecco-Calolzio 4 novembre 1863
Monza-Calolzio 27 dicembre 1873

La ferrovia nasce nel 1873 dal prolungamento della ferrovia Milano-Monza (1840, seconda ferrovia realizzata in Italia), raccordata in Calolzio-Olginate con la ferrovia Lecco-Bergamo realizzata nel 1863.

Il tracciato rettilineo e pianeggiante via Carnate-Calolziocorte venne preso in considerazione e infine scelto solo in un secondo momento, essendo all'epoca attiva una forte richiesta di collegamento ferroviario nella zona dei Colli Briantei, con Comuni quali Oggiono e Besana che avevano già presentato diversi progetti per un tracciato che li servisse; la scelta del tracciato via Carnate venne infatti principalmente presa per i minori costi di realizzazione, scontentando le richieste precedentemente fatte.[N 2]

All'epoca della progettazione si ipotizzava in realtà di creare attraverso tale ferrovia un collegamento con la Svizzera, avendo in programma di proseguire da Lecco verso nord, tramite la Valchiavenna, fino alle terre elvetiche (raggiungendo la stazione di Coira - attiva dal 1858 - e con ciò la rete ferroviaria svizzera[1][2]); nel 1876 venne però concluso il collegamento ferroviario Milano-Chiasso, che raccordandosi con la già parzialmente operativa ferrovia del Gottardo mise da subito la Svizzera in contatto ferroviario con Milano, mentre il progetto via Lecco - con tracciato più lungo in territorio italiano - si attardava. Solo nel 1894 si raggiunse infatti Chiavenna via Lecco, ragion per cui il progetto di proseguimento da lì verso nord - per il collegamento ferroviario italo-svizzero via Coira - venne a quel punto meno rispetto alle sue potenzialità ed esigenze iniziali, e quindi abbandonato.

La tratta da Lecco a Monza fu elettrificata in corrente alternata trifase nel 1914[3]. Nel 1952 fu convertita a corrente continua[4].

Nel maggio 1963 venne attivato il tronco fra Milano Greco Pirelli e Milano Porta Garibaldi, comprendente la galleria Mirabello[5].

Il raddoppio del binarioModifica

Il raddoppio tra Monza e Carnate venne realizzato nel 1916.[6]

I lavori per il raddoppio del binario fra Carnate e Calolziocorte iniziarono negli anni ottanta del XX secolo. Il 14 ottobre 1990 venne attivata una variante di tracciato, quasi completamente in galleria, e predisposta per il raddoppio, fra Airuno e Calolziocorte[7], ma poco dopo i lavori si arrestarono. Il 3 dicembre 2007 venne attivata una breve variante di tracciato fra le stazioni di Cernusco-Merate e Olgiate-Calco-Brivio, provvisoriamente a semplice binario[8]: il raddoppio fra queste due stazioni venne attivato il 21 aprile 2008, e contemporaneamente la stazione di Cernusco-Merate fu declassata a fermata[9]. Nel frattempo, il raddoppio in sede fra le stazioni di Carnate-Usmate e Cernusco-Merate era stato attivato il 15 dicembre 2007[8]. Il 29 luglio 2008 venne attivata la variante a doppio binario fra le stazioni di Olgiate-Calco-Brivio e Airuno; contemporaneamente le stazioni di Airuno e Olgiate-Calco-Brivio furono declassate a fermate[10].

Triplicamento del binario tra Monza e ArcoreModifica

Nel maggio 2019, l'Amministratore Delegato di Trenord riferisce di opportunità di triplicamento del binario nella tratta Monza-Villasanta-Arcore.[11]

CaratteristicheModifica

La linea ferroviaria è gestita da Rete Ferroviaria Italiana, che la qualifica come linea complementare;[12] è a doppio binario ed è elettrificata a 3000 volt in corrente continua.

PercorsoModifica

Stazioni e fermate
 
linea per Tirano
     
per Malavedo
     
32+933 Lecco *1863 214 m s.l.m.
         
per Como / rete urbana
     
fiume Caldone
     
linee per Como e per Monza (via Molteno)
 
29+713 Lecco Maggianico 207 m s.l.m.
 
27+515 Vercurago-San Girolamo 209 m s.l.m.
 
26+046
30+404
Calolziocorte-Olginate * 1863 210 m s.l.m.
     
linea per Brescia
     
variante * 1990
         
fiume Adda
     
     
variante * 1990
     
27+403 gall. Airuno Nord (2.228 m)
     
25+175
     
     
 
24+681
24+184
Airuno 250 m s.l.m.
     
variante * 2008
     
23+970 gall. Beverate (2.242 m)
     
21+728
     
 
20+758 Olgiate-Calco-Brivio * 1873 287 m s.l.m.
     
variante * 2007
     
gall. Roncaglia
     
 
16+869 Cernusco-Merate * 1873 258 m s.l.m.
 
14+850 Osnago 243 m s.l.m.
     
linea per Bergamo
 
11+803 Carnate-Usmate * 1873 222 m s.l.m.
     
linea per Seregno
 
6+558 Arcore * 1873 190 m s.l.m.
         
linea per Lecco (via Molteno)
     
(3+911) Villasanta
         
Tranvia Monza-Trezzo-Bergamo
 
 
 
(1+027) Monza Sobborghi
       
fiume Lambro
       
fiume Lambro
 
 
 
linea per Chiasso
 
   
11+934 (12+575)/0+000 Monza * 1840 160 m s.l.m.
 
linea "Lecco" (sopra) / Linea "Chiasso" (sotto)
     
Tangenziale Nord di Milano
     
Autostrada A4
 
(7+695) 7+060 Sesto San Giovanni nuova, * 1969
 
Sesto San Giovanni vecchia, † 1969
 
(3+984) 3+351 Milano Greco Pirelli
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
linee per Domodossola, Torino AV/AC, Torino Storica e Linea di cintura
     
 
 
 
 
 
 
 
 
raccordi * 2010 * 2012
           
(2+087) Bivio Mirabello
       
 
 
linee per Venezia, Genova, Bologna e Linea di cintura
 
 
 
     
(1+744) gall. per Bivio Mirabello (1854 m)
 
 
       
0+000 Milano Centrale * 1931
 
 
 
 
 
 
 
 
Milano Centrale * 1864 , † 1931; vecchia linea per Venezia e per Piacenza
       
 
 
Milano Porta Nuova * 1931, † 1961
 
 
   
(0+182)
         
(0+000) Milano Porta Garibaldi / Milano Porta Garibaldi PASSANTE * 1963 (sup.) / * 1997 (sott.)
           
passante ferroviario
           
per Domodossola, Torino (AV/AC e storica), Linea di cintura e per Milano Bovisa-Politecnico
   
Milano Porta Nuova * 1850, † 1864
   
Milano Porta Nuova * 1840, † 1850

TrafficoModifica

Servizi ferroviari passeggeriModifica

Servizio ferroviario suburbano di Milano
Linea S8
     Lecco
   Lecco Maggianico
     Calolziocorte-Olginate
   Airuno
   Olgiate-Calco-Brivio
     Cernusco-Merate
   Osnago
     Carnate-Usmate
     Arcore
     Monza
     Sesto San Giovanni  
     Milano Greco Pirelli
     Milano Porta Garibaldi    

La linea è percorsa da diversi servizi ferroviari passeggeri:

  • Treni "suburbani" (Linea S8) Milano–Lecco (via Carnate) con fermata in tutte le stazioni (esclusa Vercurago) a frequenza semioraria nei giorni lavorativi dalle 5 alle 10 e dalle 13 alle 22, frequenza oraria negli altri momenti della giornata (fino a mezzanotte) e nei giorni festivi;
  • Treni "Regionali" Bergamo–Lecco (nella tratta Calolziocorte–Lecco);
  • Treni "Regionali" Milano–Bergamo via Carnate (nella tratta Milano–Carnate).
  • Treni "Diretti" Milano–Sondrio–Tirano (classificati anch'essi dal 2007 come "Regionali", ma comunemente chiamati ancora "Diretti", per differenziarne il servizio veloce svolto), con fermate a Monza e Lecco, che hanno cadenza bioraria (oraria nei momenti di punta) e collegano Milano Centrale a Tirano in circa 2h30', con una velocità commerciale media pari a circa 65 km/h.

I treni suburbani Milano–Lecco con fermata in tutte le stazioni, vengono esercitati soprattutto con treni navetta composti da loco E.464 e 6 carrozze doppio piano (in parte ristrutturate), mentre i "Diretti" per la Valtellina sono composti da loco E.464 e carrozze MDVC (Media Distanza Vestiboli Centrali), e dal 2015 anche da ETR425 e ETR526, generalmente in doppia composizione.

Servizi ferroviari merciModifica

Percorrono la linea alcuni treni merci giornalieri che servono principalmente una fonderia a Lecco e settimanalmente un treno con acqua minerale da Tirano. Lo scalo di Lecco Maggianico gestisce anche le merci della linea Milano-Lecco via Molteno.

EsplicativeModifica

  1. ^ Viene indicato il percorso via Carnate poiché Lecco è collegata a Milano anche via Molteno, tramite la ferrovia Monza-Molteno-Lecco
  2. ^ Un collegamento in ferro per i Colli Briantei venne comunque successivamente realizzato, prima tramite la Tranvia Monza-Oggiono, e poi tramite la ferrovia Monza-Molteno

BibliograficheModifica

  1. ^ PROGETTO DI FERROVIA ATTRAVERSO LE ALPI PEL PASSO DELLO SPLUGA http://www.libreriamalavasi.com/libri-antichi/progetto-di-ferrovia-attraverso-le-alpi-pel-passo-dello/15341
  2. ^ Camera di Commercio di Milano - Atti dal 1861 al 1920 - http://www3.mi.camcom.it/index.phtml?Id_VMenu=390&p=45&ordina=Descrizione_Sezione_4
  3. ^ "I Treni" n. 186, ottobre 1997, p. 14-15
  4. ^ Amici del trifase [testi: José Banaudo, Michel Braun], A Vent'anni dal Trifase, Alzani, 1996, ISBN 88-8170-050-6.. Cfr. Giorgio Stagni, Trazione trifase - La rete. Anno 1961., su Stagniweb. URL consultato il 24 febbraio 2012.
  5. ^ Armando Nanni, Un anno sui binari, in Voci della Rotaia, anno VI, nº 12, dicembre 1963, p. 4.
  6. ^ scoprilabrianzatuttoattaccato.wordpress.com "LA STAZIONE DI ARCORE SULLA LINEA FERROVIARIA MONZA-CALOLZIO" "Negli anni 1912/15, si espropriano ulteriori terreni per il 3º binario di Arcore, questi espropri si rendono necessari in funzione del raddoppio della linea ferroviaria fra Monza e Carnate, avvenuta nel 1916."
  7. ^ "Notizia flash" in "I Treni Oggi" n. 110 (dicembre 1990), p. 8
  8. ^ a b Impianti FS, in "I Treni" n. 300 (gennaio 2008), p. 8
  9. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 304 (maggio 2008), p. 8
  10. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 307 (settembre 2008), p. 7
  11. ^ ferrovie.it "Trenord, Piuri: 'Bergamo europea con i treni all'aeroporto'" (Comunicato stampa Trenord - 10 maggio 2019)
  12. ^ RFI - Rete in esercizio (PDF), su site.rfi.it. URL consultato il 28 agosto 2009 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).

BibliografiaModifica

  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 27.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica