Flavio Roma

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano (1974-)
Flavio Roma
Nazionalità Italia Italia
Altezza 191[1] cm
Peso 86[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Preparatore dei portieri (ex portiere)
Squadra Milan Portieri
Termine carriera 2014 - giocatore
Carriera
Giovanili
Lazio
Squadre di club1
1991-1993Lazio0 (0)
1993-1994Mantova3 (-2)
1994-1995Lazio0 (0)
1995-1996Venezia7 (-10)
1996-1997Fiorenzuola19 (-26)
1997-1998Foggia36 (-51)
1998-1999Chievo30 (-29)
1999-2001Piacenza70 (-68)
2001-2009Monaco203 (-198)
2009-2012Milan1 (0)
2012-2014Monaco2 (-1)
Nazionale
2005Italia Italia3 (-2)
Carriera da allenatore
2017-2022MonacoPortieri Giovanili
2022-MilanPortieri
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Flavio Roma (Roma, 21 giugno 1974) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo portiere, preparatore dei portieri del Milan.

Caratteristiche tecnicheModifica

Secondo un parere di Giovanni Galli, Roma era in possesso di ottime doti tecniche, fisiche e caratteriali; il suo stile di gioco era piuttosto simile a quello di Francesco Toldo, suo contemporaneo.[2]

CarrieraModifica

ClubModifica

Primi anniModifica

Roma cresce nel vivaio della Lazio, nella stagione 1993-1994 viene ceduto in prestito al Mantova in Serie C1, dove è il secondo di Oriano Boschin.[3] Successivamente torna alla Lazio dove vince lo scudetto primavera, con la squadra allenata da Mimmo Caso, ma non riesce a debuttare con la prima squadra.

Nella stagione 1995-1996 viene portato in Serie B al Venezia dal direttore sportivo Beppe Marotta, collezionando a soli diciannove anni sette presenze in B.[4] Nella stagione successiva il Fiorenzuola lo porta in Valdarda. Roma debutta con i piacentini nella partita giocata contro la SPAL a Ferrara nella quale para un rigore a Roberto Putelli, risultando decisivo per lo 0-0 finale. Nonostante l'ottimo inizio, la stagione di Roma non è molto fortunata e a novembre il portiere perde il posto di titolare a favore del più esperto Paolo Fabbri.[5]

Nel 1997-1998 torna in Serie B al Foggia, con cui gioca per la prima volta da titolare, e l'anno successivo viene ceduto in comproprietà al Chievo, sempre in cadetteria.[6]

PiacenzaModifica

Nella stagione 1999-2000 arriva al Piacenza in Serie A insieme a Stefano Morrone nell'ambito dell'affare che porta Simone Inzaghi alla Lazio.[7]

Il 29 agosto 1999 fa il suo debutto in Serie A nella partita contro la Roma terminata con il risultato di 1-1.[8] Dopo la retrocessione, Roma resta a Piacenza anche nella stagione successiva, culminata, anche grazie al suo contributo, con la promozione in Serie A.[9]

MonacoModifica

Nell'estate del 2001 passa al Monaco, in Ligue 1.[9] A Monaco si afferma subito come titolare davanti a Tony Sylva e Stéphane Porato e termina la sua prima stagione con 21 partite giocate. L'anno successivo disputa 28 partite, che sarebbero potute essere di più senza un infortunio alla spalla,[10] vince la Coppa di Lega francese e termina al secondo posto in campionato.

La stagione successiva su 38 giornate di campionato salta solo 4 partite e i monegaschi terminano al terzo posto, invece in Champions League gioca 12 delle 13 partite, tra cui la finale all'Arena AufSchalke di Gelsenkirchen persa 3-0 contro il Porto di José Mourinho.[11]

Nella stagione 2004-2005 gioca 34 partite in campionato e 10 in Champions League e in quella 2005-2006 rimane vittima di alcuni infortuni[12][13] che gli permettono di giocare solo 15 partite di campionato, 1 in Champions League e 1 in Coppa UEFA. Successivamente disputa ancora due stagioni da titolare prima di perdere il posto nella stagione 2008-2009, nella quale gioca solo 4 partite in campionato.

MilanModifica

Il 12 agosto 2009, a seguito della rescissione del contratto di Željko Kalac, viene acquistato a titolo definitivo dal Milan.[14] Nella sua prima stagione in rossonero non ha disputato alcuna partita ufficiale: l'esordio col Milan è arrivato il 20 gennaio 2011 nella vittoria per 3-0 negli ottavi di finale di Coppa Italia contro il Bari.[15][16] Il 7 maggio 2011 festeggia il suo primo scudetto con i rossoneri a due giornate dal termine del campionato grazie allo 0-0 contro la Roma.[17]

Esordisce in Serie A con la maglia del Milan il 22 maggio 2011 durante la partita Udinese-Milan, ultima gara del campionato, subentrando a Marco Amelia. Il 6 agosto 2011 vince la Supercoppa italiana battendo l'Inter a Pechino per 2-1.[18]

Ritorno al MonacoModifica

Una volta scaduto il suo contratto con il Milan, il 2 agosto 2012 torna al Monaco dell'allenatore Claudio Ranieri.[19] Ritorna in campo per il secondo tempo della 38ª ed ultima giornata di Ligue 2, ricevendo la fascia di capitano da Andreas Wolf.[20] Dopo la stagione 2013-2014, in scadenza di contratto, decide di ritirarsi.[21]

NazionaleModifica

Ha esordito con la nazionale italiana il 30 marzo 2005, a 30 anni, nella partita amichevole Italia-Islanda (0-0) disputata allo Stadio Euganeo di Padova. In maglia azzurra conta 8 convocazioni (7 sotto la gestione di Marcello Lippi e una sotto la gestione di Roberto Donadoni) e 3 presenze.

AllenatoreModifica

Dal novembre 2017 a giugno 2022 ricopre il ruolo di Collaboratore dei Portieri per le giovanili del Monaco.[22] Dopo aver concluso l’esperienza nella squadra francese, va a ricoprire il ruolo di allenatore dei portieri del Milan.[23]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1992-1993   Lazio A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
1993-1994   Mantova C1 3 -2 - - - - - - - - - 3 -2
1994-1995   Lazio A 0 0 CI 0 0 CU 0 0 - - - 0 0
Totale Lazio 0 0 0 0 0 0 - - 0 0
1995-1996   Venezia B 7 -10 CI 1 -1 - - - - - - 8 -11
1996-1997   Fiorenzuola C1 19 -26 CI-C ? -? - - - - - - 19+ -26+
1997-1998   Foggia B 36 -51 CI 4 -5 - - - - - - 40 -56
1998-1999   Chievo B 30 -29 CI 4 -5 - - - - - - 34 -34
1999-2000   Piacenza A 32 -42 CI 4 -3 - - - - - - 36 -45
2000-2001 B 38 -26 CI 7 -7 - - - - - - 45 -33
Totale Piacenza 70 -68 11 -10 - - - - 81 -78
2001-2002   Monaco D1 21 -21 CF+CdL 1+2 -2 + -2 - - - - - - 24 -25
2002-2003 L1 28 -24 CF+CdL 0+4 -1 - - - - - - 32 -25
2003-2004 L1 34 -27 CF+CdL 3+0 -1 UCL 12 -19 - - - 49 -47
2004-2005 L1 34 -33 CF+CdL 4+1 -3 + 0 UCL 10 -7 - - - 49 -43
2005-2006 L1 15 -17 CF+CdL 0+0 0 UCL+CU 1+1 -1 + -1 - - - 17 -19
2006-2007 L1 38 -38 CF+CdL 0+2 0 - - - - - - 40 -38
2007-2008 L1 29 -36 CF+CdL 0+2 -4 - - - - - - 31 -40
2008-2009 L1 4 -2 CF+CdL 0+1 -1 - - - - - - 5 -3
2009-2010   Milan A 0 0 CI 0 0 UCL 0 0 - - - 0 0
2010-2011 A 1 0 CI 2 -1 UCL 0 0 - - - 3 -1
2011-2012 A 0 0 CI 0 0 UCL 0 0 SI 0 0 0 0
Totale Milan 1 0 2 -1 0 0 0 0 3 -1
2012-2013   Monaco L2 1 0 CF+CdL 0 0 - - - - - - 1 0
2013-2014 L1 1 -1 CF+CdL 0 0 - - - - - - 1 -1
Totale Monaco[14] 205 -199 20 -14 24 -28 - - 249 -241
Totale 370 -385 42+ -36+ 24 -28 0 0 436+ -449+

Cronologia delle presenze in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
30-3-2005 Padova Italia   0 – 0   Islanda Amichevole -   46’
11-6-2005 New York Italia   1 – 1   Ecuador Amichevole -1
17-8-2005 Dublino Irlanda   1 – 2   Italia Amichevole -1
Totale Presenze 3 Reti -2

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni giovaniliModifica

Lazio: 1994-1995

Competizioni nazionaliModifica

Monaco: 2002-2003
Milan: 2010-2011
Milan: 2011
Monaco: 2012-2013

NoteModifica

  1. ^ a b Flavio Roma, su acmilan.com. URL consultato il 18 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  2. ^ Benedetto Ferrara, "Roma, tecnica e carattere. È il degno erede di Toldo", in la Repubblica, 5 giugno 2001.
  3. ^ Vincenzo Dalai, Mantova-Como, rinascere con il calcio, in Corriere della Sera, 12 giugno 1994, p. 44.
  4. ^ Marco Sappino, Dizionario biografico enciclopedico di un secolo del calcio italiano, vol. 2, Baldini Castoldi Dalai, p. 457.
  5. ^ Stagione 1996-1997, su fiorenzuola1922.blogspot.com. URL consultato il 1º maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2016).
  6. ^ Giulio Cardone, Lascerò la squadra che amo, in la Repubblica, 28 maggio 1999.
  7. ^ È uno schifo!, su www2.raisport.rai.it, 24 giugno 1999. URL consultato il 3 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2012).
  8. ^ Flavio Roma, su speciali.raisport.rai.it. URL consultato il 3 novembre 2010.
  9. ^ a b Fabrizio Depalma, Il Monaco di Deshamps chiama Roma, su tuttomercatoweb.com, 17 giugno 2001. URL consultato il 3 novembre 2010.
  10. ^ Calcio, grave infortunio per il portiere Roma [collegamento interrotto], su sport.it, 4 febbraio 2002. URL consultato il 3 novembre 2010.
  11. ^ Paolo Menicucci, Trionfo Mourinho, festa Porto [collegamento interrotto], su it.archive.uefa.com, 26 maggio 2004. URL consultato il 3 novembre 2010.
  12. ^ Monaco ancora senza Roma, su it.uefa.com, 9 settembre 2006. URL consultato il 3 novembre 2010.
  13. ^ Petit lascia Monaco, su it.uefa.com, 3 ottobre 2005. URL consultato il 3 novembre 2010.
  14. ^ a b (FR) Flavio Roma au Milan AC, su asm-fc.com, 12 agosto 2009. URL consultato il 5 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 13 dicembre 2010).
  15. ^ Il Milan c'è, su acmilan.com, 20 gennaio 2011. URL consultato il 21 gennaio 2011.
  16. ^ Milan, debutta Roma. E si rivede Pirlo, su repubblica.it, 18 gennaio 2011. URL consultato il 21 gennaio 2011.
  17. ^ Gaetano De Stefano, Milan campione d'Italia. A Roma basta lo 0-0, su gazzetta.it, 7 maggio 2011. URL consultato l'8 maggio 2011.
  18. ^ Gaetano De Stefano, Ibra-Boateng: Inter a terra. Festa Milan in Supercoppa, su gazzetta.it, 6 agosto 2011. URL consultato il 6 agosto 2011.
  19. ^ (FR) Le come-back de Flavio Roma !, su asm-fc.com, 2 agosto 2012. URL consultato il 2 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2013).
  20. ^ (FR) Le joli geste d'Andreas Wolf ! [collegamento interrotto], su asm-fc.com, 25 maggio 2013. URL consultato il 25 maggio 2013.
  21. ^ (FR) 3 questions à... Flavio Roma, su asm-fc.com, 15 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 31 maggio 2014).
  22. ^ mc.linkedin.com, https://mc.linkedin.com/in/flavio-roma-a10998b9.
  23. ^ gazzetta.it, https://www.gazzetta.it/Calcio/Calciomercato/Milan/01-07-2022/dida-da-l-addio-milan-suo-posto-arriva-roma-4401225699165_amp.shtml.

Collegamenti esterniModifica