Il ragazzo e l'airone

film d'animazione del 2023 diretto da Hayao Miyazaki

Il ragazzo e l'airone (君たちはどう生きるか?, Kimi-tachi wa dō ikiru ka, lett. "E voi come vivrete?") è un film d'animazione del 2023 scritto e diretto da Hayao Miyazaki e prodotto dallo Studio Ghibli. Il protagonista è un bambino di nome Mahito Maki che, guidato da un airone parlante, scopre nella sua nuova casa una torre abbandonata al cui interno si trova un mondo fantastico popolato da strane creature.

Il ragazzo e l'airone
Mahito e l'airone in un fotogramma del film
Titolo originale君たちはどう生きるか
Kimi-tachi wa dō ikiru ka
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone
Anno2023
Durata124 min
Genereanimazione, fantastico, drammatico
RegiaHayao Miyazaki
SoggettoHayao Miyazaki
SceneggiaturaHayao Miyazaki
ProduttoreToshio Suzuki
Produttore esecutivoKōji Hoshino, Gorō Miyazaki, Kiyofumi Nakajima
Casa di produzioneStudio Ghibli, Toho, Studio Ponoc
Distribuzione in italianoLucky Red
FotografiaAtsushi Okui[2]
MontaggioTakeshi Seyama, Rie Matsubara, Akane Shiraishi
MusicheJoe Hisaishi
StoryboardHayao Miyazaki
Art directorYōji Takeshige
AnimatoriTakeshi Honda
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Logo ufficiale del film

La pellicola è la prima di Miyazaki dal 2013, anno in cui annunciò il suo ritiro dopo Si alza il vento a causa dell'età avanzata. A luglio 2016 decise però di ritornare a dedicarsi a un nuovo progetto, ispirato alla sua infanzia e ad alcuni romanzi, tra cui E voi come vivrete? di Genzaburō Yoshino, dal quale vennero tratti il titolo e le tematiche filosofiche (ma non il soggetto)[3]. La produzione iniziò nel maggio successivo e durò complessivamente sette anni, sia a causa dei disagi legati alla pandemia di COVID-19 sia alla scelta del regista di rallentare il processo di animazione. Non ci furono né limiti di tempo né di budget e lo Studio Ghibli ricevette aiuto dallo Studio Ponoc e finanziamenti ulteriori da accordi presi con piattaforme di streaming sulla distribuzione degli altri prodotti del catalogo; tutto ciò portò il produttore Toshio Suzuki a dire che probabilmente sarebbe diventato il lungometraggio più costoso mai realizzato in Giappone.

Terminato ad ottobre 2022, fu distribuito da Tōhō nelle sale cinematografiche giapponesi il 14 luglio 2023. La sua uscita non venne preceduta da alcuna campagna promozionale e, eccezion fatta per un singolo poster, non vennero divulgate immagini o informazioni circa la trama, il cast e le maestranze coinvolte. Nonostante ciò, riscosse al botteghino quasi trecento milioni di dollari, diventando uno dei più grandi incassi nella storia degli anime. Venne acclamato dalla critica cinematografica e vinse numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Oscar, divenendo il secondo film in tecnica tradizionale a riceverlo dopo La città incantata, sempre di Miyazaki. Ottenne anche il Golden Globe e il BAFTA per il miglior film d'animazione, primo lungometraggio in 2D e non in lingua inglese. Infine, venne inserito dalla National Board of Review tra i dieci migliori film dell'anno.

Tokyo, 1944. Mentre la Guerra del Pacifico infuria, il dodicenne Mahito Maki perde la madre Hisako durante un bombardamento aereo che causa l'incendio di un quartiere di Tokyo, il quale coinvolge l'ospedale in cui era ricoverata. Mahito corre verso l'incendio e si lancia tra le fiamme per salvare la madre, ma è troppo tardi.

L'anno successivo il padre Shoichi, progettista di aerei, si risposa con Natsuko, la sorella minore di Hisako. Per allontanarsi dalla guerra, la famiglia si trasferisce nella tenuta di campagna di Natsuko, dove Mahito fatica ad abituarsi alla nuova casa. Il ragazzo soffre per la perdita della madre e per la gravidanza della zia-matrigna. Un giorno, inseguendo un misterioso airone cenerino per il bosco, trova le rovine di una torre abbandonata, costruita sopra un meteorite caduto dal cielo, da un prozio di Natsuko. Il ragazzo decide di costruirsi arco e frecce con le piume cadute dell'uccello, per catturarlo. Tornando da scuola dopo una zuffa con un altro ragazzino, Mahito si ferisce intenzionalmente alla testa con una pietra, per attirare l'attenzione del padre. Durante la convalescenza trova una copia del romanzo E voi come vivrete? annotato dalla madre, che evidentemente avrebbe voluto regalarglielo quando fosse stato grande abbastanza. La lettura del libro viene interrotta dall'airone e dalle domestiche, che cercano Natsuko. Mahito vede la matrigna allontanarsi in direzione della torre e la segue insieme alla domestica Kiriko. Qui ritrova l'airone, che deride Mahito e lo informa che dovrà inoltrarsi nella torre se vorrà rivedere e salvare la madre e la zia.

All'interno della torre, l'uccello gli mostra un'illusione ottica rappresentante la madre Hisako, che però si scioglie non appena toccata. Mahito, irato, lo colpisce al becco con una freccia, rivelando il piccolo e grottesco uomo-spirito che vive all'interno dell'uccello. Sconfitto, l'airone accetta di condurre Mahito e la riluttante Kiriko, nel mondo magico che si cela all'interno della torre. Qui Mahito e Kiriko incontrano diversi personaggi, tra cui i piccoli spiriti dei non-nati, dei parrochetti carnivori che cercano di mangiarli, una vigorosa pescatrice che lo ospita a casa sua e la magica dama Himi, dotata del potere del fuoco, che dà loro una mano. Mahito, Himi e l'airone riescono ad intrufolarsi nel castello e trovano Natsuko incinta in un letto, che si sveglia per tornare a casa solo dopo che Mahito la chiama "mamma" per la prima volta. Quando lasciano il palazzo, Himi viene catturata dai parrocchetti carnivori che sorvegliano l'edificio. Mentre cerca di salvare Himi, Mahito sale in cima alla torre e incontra il prozio, un potente mago che aveva costruito la torre prima di sparire misteriosamente. L'anziano mago gli rivela la storia della torre, un misterioso manufatto che consente il passaggio tra dimensioni diverse; gli chiede di restare per succedergli come garante di pace e di equilibrio. Il suo regno infatti si regge su un fragile equilibrio e crollerà senza una guida, un ruolo che può essere ricoperto solo da un suo consanguineo privo di malizia. Ma Mahito rifiuta, preferendo tornare nel proprio mondo e confessa di essersi auto-inflitto la ferita alla testa, pertanto non è privo di malizia e sentimenti negativi. Il malvagio Re Parrocchetto, che ha rapito Himi, brama il potere del prozio e constatando che il vecchio non ha più un successore, tenta di prendere il potere; nella foga causa accidentalmente la rovina del mondo parallelo distruggendo la magica scala di equilibri che il prozio voleva affidare a Mahito. Fuggendo dal regno magico in rovina, Mahito offre a Himi di portarla con sé, ma la ragazza rifiuta, affermando di essere una versione della madre Hisako da giovane e di dover tornare nel proprio mondo per garantire che lo stesso Mahito potrà nascere. Inseguiti dai parrocchetti, Mahito, Natsuko e l'airone trovano l'uscita dalla torre e ritornano a casa, dove riabbracciano il padre, che li cercava disperatamente.

Quattro anni più tardi, la famiglia Maki, ritrovata l'armonia, fa ritorno a Tokyo dopo la fine della guerra. Tutta via Mahito, ricorda infine di essersi portato via un frammento del mondo magico che brilla di luce propria nella sua mano.

Produzione

modifica
 
Un airone cenerino

Dal ritiro alla proposta del film

modifica

In seguito alla realizzazione di Si alza il vento, nel settembre del 2013 Hayao Miyazaki tenne una conferenza stampa a Venezia in cui annunciava il suo ritiro dalla produzione dei lungometraggi, giudicati ormai troppo faticosi per la sua età: «So di aver detto che mi sarei ritirato molte volte in passato. Molti di voi penseranno: "Ancora". Ma questa volta sono abbastanza serio»[4]. Tuttavia, dopo aver completato il cortometraggio Kemushi no Boro (毛虫のボロ? lett. "Boro il bruco"), decise nel 2016 di ritornare sui suoi passi e di dirigere un nuovo film d'animazione; il momento del ripensamento venne immortalato nel finale del documentario di Kaku Arakawa Never-Ending Man: Hayao Miyazaki[5]:

(EN)

«Never-Ending Man Hayao Miyazaki [sic] showcased the director’s moody impatience when he’s not working, and concludes with him telling his longtime partner and producer, Toshio Suzuki, that he has an idea for the film that will become The Boy and the Heron — and to “work his usual magic” to obtain the funding.»

(IT)

«Never-Ending Man Hayao Miyazaki [sic] ha mostrato l'impazienza e il malumore del regista quando non lavora, e finisce con lui che dice al suo partner e produttore di lunga data, Toshio Suzuki, che ha un'idea per il film che diventerà Il ragazzo e l'airone - e di "fare la sua solita magia” per ottenere i finanziamenti.»

A luglio di quello stesso anno[7], cominciò a lavorare sullo storyboard del progetto cinematografico che poi propose ai produttori il mese successivo[8]: esso si configurava come un'unione tra due romanzi, ovverosia Il libro delle cose perdute di John Connolly, che forniva una sorta di «vaga struttura» per la vicenda vera e propria, e La torre spettrale di Ranpo Edogawa, che Miyazaki amava da bambino e da cui venne tratta l'idea della torre in cui si perde Mahito Maki[9][10]. Nel documento di proposta il regista scrisse anche un commento: «Non c’è niente di più patetico che dire al mondo che andrai in pensione per via della tua età e poi ritornare per l'ennesima volta. È davvero possibile accettare quanto ciò sia patetico e comunque sia farlo? Un anziano che si illude di essere ancora in grado, nonostante la sua dimenticanza geriatrica, non dimostra di aver superato il proprio meglio? Sì, potete scommetterci.»[6]

La riapertura dello Studio Ghibli

modifica

Al ritorno di Miyazaki, venne riaperto lo Studio Ghibli e furono riassunti per lavorare nel progetto svariati collaboratori che avevano lasciato l'azienda[11], come per esempio i montatori Takeshi Seyama e Rie Matsubara: il primo non prendeva più parte a un progetto cinematografico da Si alza il vento[12][13][14], mentre la seconda aveva ricevuto svariati altri ingaggi al di fuori dello Studio Ghibli successivamente a Quando c'era Marnie (2014), diretto da Hiromasa Yonebayashi[13]. Venne reintrodotto anche l'animatore chiave Takeshi Honda, il quale aveva recentemente preso parte alla tetralogia cinematografica dei Rebuild of Evangelion della Gainax[15]. Kōji Hoshino e Kiyofumi Nakajima, rispettivamente ex e neo-presidente dello studio[16], ricoprirono, assieme a Gorō Miyazaki, la funzione di produttori esecutivi[17]. Il 19 maggio 2017 il sito ufficiale dello studio creò un annuncio per assumere nuovi animatori[18]. In un evento all'Università di Waseda di ottobre venne rivelato che il titolo del film sarebbe stato Kimi-tachi wa dō ikiru ka (君たちはどう生きるか?), ovvero quello del romanzo del 1937 E voi come vivrete? di Genzaburō Yoshino. In un'intervista, Suzuki affermò che Miyazaki stesse lavorando alla pellicola per suo nipote, come modo per comunicargli che «Il nonno se ne andrà presto nell'aldilà, ma si lascia alle spalle questo film»; esso venne considerato anche un dono agli artisti delle future generazioni[3][19].

2017-2022: il processo di lavorazione e le sue difficoltà

modifica

Inizialmente presso lo Studio Ghibli si pensò di distribuire l'opera in occasione dei Giochi della XXXII Olimpiade di Tokyo[7], ma ad agosto 2018 Suzuki disse che essa non sarebbe stata completata almeno fino al 2021 o 2022. In un'intervista del 2019 con NHK, Miyazaki allo stesso modo dichiarò che il film non sarebbe stato completato in tempi brevi e che, se da giovane riusciva ad animare dieci minuti al mese, ora non riusciva a realizzare più di un minuto al mese. Mesi dopo fu rivelato che a fine ottobre 2019 il lungometraggio era completo al 15%[20]. A maggio 2020, Suzuki lo descrisse a Entertainment Weekly come un «grande film fantastico», dicendo anche che sessanta animatori ci stavano lavorando e che circa trentasei minuti erano stati completamente animati dopo tre anni di produzione: «Stiamo ancora disegnando tutto a mano, ma ci vuole più tempo per completare un film perché stiamo disegnando più fotogrammi»[21]. A dicembre inoltre rivelò che la realizzazione procedeva senza limiti temporali, similmente all'ultimo film di Isao Takahata del 2013 La storia della Principessa Splendente (che aveva richiesto otto anni di produzione), e che il processo di animazione era finito a metà, nonostante il rallentamento dei lavori dovuto alle restrizioni scattate per la pandemia di COVID-19 che obbligava i dipendenti a lavorare a casa. Aggiunse infine che il film sarebbe durato 125 minuti[22] e che Miyazaki aveva espresso il desiderio di lavorare contemporaneamente a un adattamento del romanzo Earwig e la strega, concretizzatosi poi per mano del figlio Gorō: la trasposizione cinematografica, realizzata completamente in CGI, venne trasmessa in prima TV a fine 2020 e al cinema nel 2021[23]. Il produttore spiegò anche di aver preferito che il regista si occupasse quasi esclusivamente della realizzazione degli storyboard, mentre la direzione dell'animazione e la cura del character design erano state affidate al più giovane Honda[15][24]. La lavorazione non venne limitata neanche dal budget e Suzuki stesso la ritenne la più costosa mai vista «per qualsiasi altro film che sia mai stato realizzato in Giappone, probabilmente»[25][26]; in tal senso, supererebbe quella de La storia della Principessa Splendente, per il quale vennero impiegati circa 5150000000 ¥[27]. Per questo motivo, si rese necessario ricorrere a nuovi stratagemmi finanziari, come ad esempio la stipulazione di un accordo con alcune piattaforme di streaming, tra le quali Netflix, per rendere disponibili sul loro catalogo i prodotti dello Studio Ghibli: Miyazaki, non avendo un computer o uno smartphone e non conoscendo lo streaming come tipologia di fruizione cinematografica, venne convinto da Suzuki ad appoggiare questa collaborazione poiché essa avrebbe aiutato a coprire i costi di produzione del lungometraggio[28]. Per la prima volta inoltre, lo Studio Ghibli venne aiutato dallo Studio Ponoc, che era stato fondato nel 2015 proprio da alcuni ex-dipendenti, tra cui il produttore Yoshiaki Nishimura, il quale spiegò, durante una conferenza stampa per la presentazione del film The Imaginary di Yoshiyuki Momose, che «un prodotto d'animazione richiede una dedizione straordinaria. Quando sai che altri team sono alla disperata ricerca di portare a termine il lavoro e hanno bisogno di più personale, li aiuti e basta. È così che è stato. Questo è il nostro orgoglio collettivo»[29].

Durante la lavorazione de Earwig e la strega il direttore della fotografia Atsushi Okui, collaboratore di lunga data del regista, propose a quest'ultimo l'idea di usare il Dolby Cinema per Il ragazzo e l'airone, ricevendo la sua approvazione. Okui era particolarmente attratto dalla capacità della tecnologia di mantenere la nitidezza dell'immagine nelle scene luminose evitando che le aree scure diventassero eccessivamente nere[30]. Ad ottobre del 2021, Miyazaki, intervistato dalla rivista T, affermò di creare il film perché non aveva una risposta alla domanda del titolo, mentre Suzuki ribadì quanto fosse un progetto ambizioso[31]. L'anno successivo Hoshino affermò nel corso di una conferenza stampa che la produzione stava procedendo abbastanza bene, anche durante la pandemia, ed era quasi completata, senza tuttavia specificare una data d'uscita. Aggiunse poi che il film sarebbe stato «davvero l'ultimo di Miyazaki»[32], sebbene quest'ultimo non lo avesse mai esplicitamente considerato in questi termini[33].

A giugno 2023, Suzuki chiarì che Il ragazzo e l'airone non si configurava come una rivisitazione dell'opera letteraria di Yoshino, ma come una storia a sé stante dallo stesso titolo e dagli stessi temi[34]. Complessivamente, la produzione dell'opera durò sette anni, due e mezzo dei quali interamente dedicati dalle attività di pre-produzione[35].

Colonna sonora

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Kimi-tachi wa dō ikiru ka (colonna sonora).
 
Il compositore della colonna sonora del film Joe Hisaishi (qui nel 2008)

La colonna sonora de Il ragazzo e l'airone è stata composta da Joe Hisaishi, alla sua undicesima collaborazione con Miyazaki[36]. Costituita da trentasette composizioni, venne pubblicata in Giappone il 9 agosto 2023 da Tokuma Japan Communications[37]. A differenza degli altri lavori realizzati per il regista e per lo Studio Ghibli, essa si caratterizza per uno stile musicale maggiormente minimale (con alcuni pezzi incentrati esclusivamente su un unico strumento, il pianoforte) e per un'atmosfera più malinconica e cupa[38][39].

Spinning Globe

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Spinning Globe.

Il giorno dell'uscita nelle sale del film, il cantante j-pop Kenshi Yonezu rivelò sul suo profilo Twitter ufficiale di aver composto e interpretato la canzone Chikyūgi (地球儀? lett. "Globo terrestre") (nota anche con il titolo internazionale Spinning Globe)[40], inserita nei titoli di coda[36][41][42]. Egli raccontò di essere stato contattato da Miyazaki nel 2018, dopo che questi aveva ascoltato in radio Paprika (パプリカ?), il brano che aveva realizzato per le olimpiadi estive di Tokyo, eseguito dal gruppo corale di bambini Foorin. Suzuki vide Miyazaki cantarlo con dei bambini all'asilo dello studio. La composizione della musica e del testo richiese un processo di cinque anni, durante i quali Yonezu venne aiutato dallo storyboard consegnatogli dal regista e dalle spiegazioni che ricevette durante alcuni incontri presso lo Studio Ghibli[43]. La demo venne personalmente revisionata dal regista, come raccontato da Yonezu[44]:

(EN)

«I asked Miyazaki to listen to a demo made from the source files. As Miyazaki only listens to music on CDs, I burned the demo onto a CD and went to him with it in my hand. I was so nervous I could have died. He was facing me as he listened to it. He was crying, tears flowing, as he took the card with the lyrics written on it. I won't say there wasn't any joy in his expression, but the face he showed me in that moment… it was probably the most memorable experience of my five years working with Miyazaki on this song for the film.»

(IT)

«Ho chiesto a Miyazaki di ascoltare una demo ricavata dai file sorgente. Dato che Miyazaki ascolta solo musica su CD, ho masterizzato la demo su un disco e sono andato da lui con quella in mano. Ero così nervoso che sarei potuto morire. Era di fronte a me mentre lo ascoltava. Stava piangendo, le lacrime scorrevano, mentre prendeva il biglietto con sopra scritto il testo. Non dirò che non c'era gioia nella sua espressione, ma il volto che mi ha mostrato in quel momento... è stata probabilmente l'esperienza più memorabile dei miei cinque anni di lavoro con Miyazaki su questa canzone per il film.»

Il pezzo venne poi pubblicato come singolo il 17 luglio 2023 in download digitale, con in copertina un layout del film dello stesso Miyazaki[45]. Ne venne girato un videoclip, caricato sul profilo ufficiale YouTube dell'artista il 26 luglio[46].

Distribuzione

modifica

La scelta di una "anti-campagna" pubblicitaria

modifica

Il 13 dicembre 2022, Tōhō dichiarò che Il ragazzo e l'airone sarebbe stato distribuito nelle sale cinematografiche giapponesi il 14 luglio 2023[47][48][49]. Si tratta della prima opera dello Studio Ghibli e l'unica di Miyazaki a venir distribuita contemporaneamente nelle sale tradizionali e negli IMAX, nonché nei formati Dolby Atmos, Dolby Cinema e DTS:X[50][51][52].

Da Suzuki arrivò la decisione di far uscire il film senza alcuna campagna promozionale, trailer o fotogrammi, a eccezione di un singolo poster, in quanto secondo lui mostrare troppo di un film portava a danneggiarlo: «Niente trailer, niente spot pubblicitari, né pubblicità sui giornali. Sotto sotto, so che è questo che gli spettatori vogliono. Se guardi i trailer di Hollywood oggigiorno ti svelano ogni dettaglio della trama del film. Cosa ne pensano gli spettatori? Penso che ce ne siano alcuni che, stando così le cose, perdono interesse nel vederli. Così ho deciso di remare in tutt'altra direzione…»[53][54][55][56]. Anche il cast e le maestranze coinvolte vennero tenute segrete[57]. Dopo una proiezione in anteprima tenutasi a fine febbraio 2023, dove furono prese misure di riservatezza per evitare fughe di notizie, venne letto un messaggio di Miyazaki che diceva: «Forse non l'avete capito. Nemmeno io stesso lo capisco»[58][59].

Il 29 giugno 2023, durante il Friday Road Show and Ghibli Exhibition Tokyo 2023[60], il produttore riferì pubblicamente che Miyazaki si era detto «preoccupato» per la mancanza di pubblicità alla sua opera, ma sottolineò di fidarsi del lavoro che c'era dietro e di credere che questa scelta fosse il meglio per il film[61][62]. Suzuki affermò che, senza avere a disposizione nulla del prodotto, gli spettatori «vorranno vedere da soli di cosa parla il film. E per farlo, dovranno andare al cinema»[55]. Di conseguenza, si scelse di mostrare nella locandina solo un disegno del regista, mostrato in dettaglio per non far capire chiaramente di cosa si trattasse: Suzuki ne realizzò almeno dieci versioni, ognuna con un ingrandimento differente dell'illustrazione. Ulteriore scelta peculiare fu l'assenza nel poster di qualsiasi altra scritta oltre alla data di uscita, al titolo e al nome del regista;[24] solamente a seguito della pubblicazione della canzone di Yonezu venne organizzato un piccolo tour promozionale presso varie cittadine del Giappone del Reissue Cat-chan Bus, un veicolo simile a un vecchio camper contenente la riproduzione della stanza presente sulla copertina del singolo, visitabile dagli appassionati[46]: la prima tappa fu la piazza T-Site del quartiere di Daikan'yama a Shibuya (Tōkyō), dove rimase il 26, 29 e il 30 luglio[63].

Le presentazioni ai festival cinematografici

modifica
 
Guillermo del Toro presentò Il ragazzo e l'airone al TIFF vista la decisione di Miyazaki di astenersi dalla campagna promozionale per il film, mondiale e locale

Secondo la rivista Variety, già un mese prima della distribuzione in Giappone il film era stato opzionato da vari distributori internazionali per la distribuzione in diversi Paesi esteri[64]. Immediatamente dopo l'uscita nei cinema locali, GKIDS confermò di averne acquisito i diritti per il Nord America e ne annunciò una distribuzione cinematografica in quel territorio (con l'idea di renderla la più ampia della sua storia aziendale), con il titolo internazionale ufficiale The Boy and the Heron, per l'8 dicembre 2023, dopo una serie di proiezioni speciali che si terranno il 22 novembre[65][66][67][68][69]. GKIDS adottò una nuova strategia di marketing, come la pubblicazione di un breve trailer prima della première internazionale, per raggiungere un pubblico più ampio preservando al contempo le volontà e l'identità dello Studio Ghibli[69]; a sua volta esso venne anticipato da un teaser di una quarantina di secondi che presentava Il ragazzo e l'airone come «un fantasy semi-autobiografico sulla vita, la morte, e la creazione, in onore dell'amicizia, dalla mente di Hayao Miyazaki» («A semi-autobiographical fantasy about life, death, and creation, in tribute to friendship, from the mind of Hayao Miyazaki»)[70].

Venne selezionato come film d'apertura, il primo d'animazione, del Toronto International Film Festival 2023, dove fu proiettato il 7 settembre con un'introduzione di Guillermo del Toro[71][72]; in questo contesto, venne definito «il più potente film d'apertura degli ultimi decenni.»[73] Il regista messicano ricevette da Cameron Bailey la richiesta di presentare l'opera, in quanto Miyazaki avrebbe preso la decisione di non partecipare alle attività promozionali, sia dentro che fuori il Giappone, a causa della sua età e per aumentare l'aura di mistero attorno alla pellicola[74].

Il 22 settembre ebbe la sua prima in Europa come film fuori concorso del Festival internazionale del cinema di San Sebastián, divenendo il primo film di Miyazaki a entrare nel programma ufficiale della rassegna[25][75]; in questo contesto, Miyazaki venne insignito del premio Donostia alla carriera e mandò un filmato di ringraziamento di ventitré secondi, che fu proibito riprendere[76]. Ancora in Spagna venne proiettato il 6 e l'8 ottobre alla cinquantaseiesima edizione del Sitges - Festival internazionale del cinema fantastico della Catalogna[77]; il 17 ottobre venne visto in Francia al Lumière Film Festival[78]; sul suolo statunitense fu presentato al sessantunesimo New York Film Festival[79] e su quello canadese al quarantaduesimo Vancouver International Film Festival[80]. In Italia fu proiettato in anteprima al festival Alice nella città, dal 18 al 29 ottobre[81] e alla Festa del Cinema di Roma il 23 e il 24 ottobre, in versione sottotitolata[82], dove venne applaudito dal pubblico[83]. È stato quindi presentato al Lucca Comics & Games il 5 novembre dello stesso anno[84].

Alla presentazione del film al TIFF, il vicepresidente dello Studio Ghibli Junichi Nishioka, intervistato dal giornalista Eli Glasner, affermò che, contrariamente a quanto detto, Il ragazzo e l'airone non sarà l'ultimo film di Miyazaki, «che sta già arrivando in ufficio con nuove idee» e che sarebbe attivamente e quotidianamente presente in azienda[85][86]. Aggiunse poi che lo studio d'animazione non ritiene il lungometraggio come un possibile candidato per partecipare ai vari premi e concorsi cinematografici, ripudiando l'idea di associare tali opere a vittorie o sconfitte, e che l'obiettivo principale di Miyazaki sia quello che il pubblico semplicemente guardi e si goda il suo lavoro[87]. Ad ottobre Suzuki, parlando al quotidiano francese Liberation, confermò quanto detto da Nishioka, dicendo che questo nuovo progetto avrebbe catturato a tal punto il regista da essersi dimenticato de Il ragazzo e l'airone: «Ne stavamo parlando poco fa e lui mi ha detto qualcosa che ha dell'incredibile. Ha detto: "Comunque, su cosa era il mio ultimo film [?] Non me ne ricordo." E poi ha iniziato a parlare del suo prossimo lavoro e non l'ho fermato. Finché continuerà a lavorare, non potrò andare in pensione. Lui ha 82 anni e penso che continuerà almeno fino ai 90. E io con lui.»[88]

Edizione italiana

modifica

In Italia il film è distribuito al cinema da Lucky Red dal 1º gennaio 2024[89]. Venne confermata la scelta, già effettuata per il precedente lungometraggio Ghibli Earwig e la strega, di non affidare il processo di adattamento e doppiaggio a Gualtiero Cannarsi: Francesco Nicodemo e Roberta Bonuglia furono i responsabili rispettivamente della traduzione in italiano dell'opera originale e del suo adattamento, mentre Alessandro Rossi si occupò della direzione del doppiaggio[90].

 
Il logo italiano del film

Data di uscita

modifica

Le date di uscita cinematografiche internazionali furono[91][92]:

  • 14 luglio 2023 in Giappone (君たちはどう生きるか, Kimi-tachi wa dō ikiru ka)
  • 6 ottobre in Taiwan (蒼鷺與少年, Cāng lù yǔ shàonián)
  • 25 ottobre in Corea del Sud (그대들은 어떻게 살 것인가, Geudaedeul-eun eotteohge sal geos-inga)
  • 27 ottobre in Spagna (El chico y la garza) e in Turchia (Çocuk ve Balıkçıl)[93]
  • 1º novembre in Francia e in Belgio (Le Garçon et le Héron)[94]
  • 3 novembre in Andorra
  • 9 novembre in Portogallo (O Rapaz e a Garça)
  • 17 novembre in Finlandia (Poika ja haikara)[95]
  • 23 novembre in Repubblica Ceca (Chlapec a volavka)[96]
  • 24 novembre in Norvegia (Gutten og hegren) e Svezia (Pojken och hägern)
  • 29 novembre in Indonesia e nelle Filippine
  • 30 novembre in Malesia e a Singapore
  • 6 dicembre in Islanda
  • 7 dicembre in Australia, Nuova Zelanda, Porto Rico e in Russia (Мальчик и птица)
  • 8 dicembre in Canada, negli Stati Uniti (The Boy and the Heron) e in Bulgaria
  • 14 dicembre in Emirati Arabi Uniti, Bahrein, Iraq, Giordania, Libano, Kuwait, Qatar, Oman, Arabia Saudita, Hong Kong e Malesia
  • 22 dicembre in Estonia
  • 25 dicembre in Messico
  • 26 dicembre in Regno Unito e Irlanda
  • 27 dicembre nei Paesi Bassi e in Egitto
  • 1º gennaio 2024 in Italia (Il ragazzo e l'airone)
  • 4 gennaio in Austria, Germania (Der Junge und der Reiher)[97] e Ungheria
  • 11 gennaio in Argentina, Perù, Uruguay e Thailandia
  • 19 gennaio in Polonia (Chłopiec i czapla)
  • 1º febbraio in Grecia (Το αγόρι και ο ερωδιός) e Israele
  • 8 febbraio in Danimarca (Drengen og hejren)
  • 22 febbraio in Brasile (O Menino e a Garça)
  • 14 marzo in Croazia (Dječak i čaplja)
  • 3 aprile in Cina (你想活出怎样的人生, Nǐ xiǎng huó chū zěnyàng de rénshēng)

Accoglienza

modifica

Incassi

modifica

Durante il primo fine settimana, al botteghino il film riscosse circa 1830000000 ¥, arrivando a superare le cifre raccolte nel medesimo periodo da tutti i precedenti film dello studio d'animazione (compresi i 1480000000 ¥ del debutto de Il castello errante di Howl del 2004), a eccezione de La città incantata del 2001[98]; a questi si aggiungono altri 235155050 ¥ raccolti in 44 sale IMAX, stabilendo un nuovo record di incassi per i primi tre giorni di proiezione[99]. Complessivamente, nei primi quattro giorni attrasse 1,35 milioni di spettatori e superò la cifra di 2140000000 ¥[100]. Tali cifre aumentarono[101][102][103][104] e nel primo mese il film venne visto da 4 125 000 spettatori e guadagnò 6235000000 ¥[105], meno del precedente Si alza il vento, che invece aveva raggiunto i 7280000000 ¥[25]. Alla tredicesima settimana di proiezione, dopo una lenta discesa[106][107][108][109], la pellicola uscì dalla top 10 al box-office[110]. Al 24 dicembre, gli incassi superarono gli 8,66 miliardi di yen[111].

In Canada e negli Stati Uniti, Il ragazzo e l'airone fu il primo film dello Studio Ghibli e in generale il primo lungometraggio anime non affiliato ad alcun media fanchise a toccare la vetta del box office, aprendo con 5,2 milioni di dollari e chiudendo il fine settimane con 12,8 milioni[112]; l'incasso complessivo in Nordamerica fu di 46832867 $[113]. In Italia, il film debuttò il 1º gennaio 2024 al secondo posto, con 107386 spettatori e un incasso di 837278  al botteghino[114]; nei giorni successivi arrivò alla cima, primo film giapponese a farlo[115], e incassò in totale 6904678 , con 944720 biglietti venduti[116]. Ciò lo rende il lungometraggio d'animazione nipponico che ha più incassato in Italia[117]; a sua volta l'Italia è il quarto Paese al mondo dopo la Cina, gli Stati Uniti e la Francia[118] in cui Il ragazzo e l'airone ha più guadagnato al di fuori del Giappone[113]. In Cina dal 3 all'8 aprile ha raggiunto poco più di 518 milioni di Yuan (ovvero circa 71 milioni di dollari), risultando il miglior debutto dell'anno per una pellicola non cinese[119]. Al 15 aprile tali incassi hanno sfiorato i 92 milioni di dollari, che, cumulati con i 173022650 milioni del resto del mondo, portano il totale a 294,2 milioni[113].

L'industria cinematografica reagì con stupore ai benefici, in termini di incassi, avuti dal film, supportato da una strategia non convenzionale di «promozione minimalista». Un tale rapido successo suscitò sentimenti contrastanti presso gli addetti ai lavori e soprattutto presso la distribuzione, i cui rappresentanti, esprimendo tutta la loro preoccupazione al giornalista Hiroo Ōtaka, cominciarono a temere dei possibili danni al marketing tradizionale. Oltre a ciò, Ōtaka stesso identificò altri due aspetti importanti del successo commerciale: da un lato la scelta di "lasciare l'opera a sé stessa" capitalizzando sulla sua fanbase, attraverso le discussioni e le interazioni che si creavano sui social media, e dall'altro la promozione indiretta fornita dai primi lavori dello Studio Ghibli, regolarmente presenti da un decennio nel programma televisivo Friday Road Show[120].

Critica

modifica
 
Il canto terzo dell'Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri (qui illustrata nel 1587 da Giovanni Stradano) viene apertamente citato ne Il ragazzo e l'airone[121]

Il ragazzo e l'airone è stato acclamato dalla critica come un trionfo e un capolavoro dell'animazione tradizionale[122][123]. Il sito aggregatore Rotten Tomatoes riporta una percentuale di gradimento del 97% basata su 256 recensioni, con un voto medio di 8.5/10; il consenso della critica è: «esplorando con passione temi stimolanti attraverso una lente meravigliosamente animata, Il ragazzo e l'airone è un altro capolavoro di Miyazaki». Il consenso del pubblico è ugualmente positivo: «Vantando un'animazione incredibile e una storia soddisfacente, Il ragazzo e l'airone offre più dell'eccellenza che Hayao Miyazaki ha abituato il pubblico ad aspettarsi»[124]. Metacritic riporta un punteggio medio di 91 su 100, ricavato da 55 opinioni della critica e indicante "acclamazione universale"[125], laddove CinemaScore dà alla versione doppiata in lingua inglese una valutazione media di "A−" su una scala da A+ a F[126]. Al contrario, il pubblico in Giappone si divise nel giudicare il film, ritenuto da una certa porzione eccessivamente dettagliato e carico nelle sue varie simbologie: Liz Shackleton di Deadline Hollywood affermò che le prime reazioni nelle sale nipponiche furono «miste ma generalmente favorevoli»[127], mentre il sito Digital Spy parlò di opinioni «decisamente miste»[128]. In particolare, l'impressione generale di alcuni era che la pellicola fosse eccessivamente dettagliata e carica di significati[17][38][129][130][131][132].

Il sito Eiga Channel reputò il lungometraggio come uno dei migliori del Ghibli in termini di grafica e narrazione, ma sottolineò che i non appassionati dello studio d'animazione avrebbero potuto trovare confuse le rapide transizioni delle scene[133]. La rivista culturale Cinemas+ osservò come nel film si attingesse a tutto il mondo immaginifico e di personaggi di Miyazaki, incorporato in una narrazione che sarebbe in qualche modo più oscura, più complessa e più personale di molte dei precedenti lavori[134]. Time Out Japan definì l'opera «un capolavoro complesso e maturo, che intreccia il passato, il presente e il futuro del regista: un bellissimo enigma che valeva la pena vedere»[129]. Cezary Jan Strusiewicz di Polygon trovò gli elementi fantasy «assolutamente meravigliosi, e naturalmente includono inquadrature del classico cibo Ghibli dall'aspetto incredibilmente delizioso», e aggiunse che gli spettatori «possono guardare questo film più e più volte, trovando sempre qualcosa di nuovo ed eccitante»; ravvisò in più una certa nostalgia per il passato, che suggerisce l'impressione di un regista che riflette sulla propria carriera prima di andarsene e, di conseguenza, l'idea della «preparazione di un perfetto canto del cigno»[135]. Pur riconoscendone la complessità e il fatto che potrebbe non risuonare a tutti gli spettatori, Matteo Watzky di Full Frontal definì tali aspetti della pellicola come qualità tra le sue più notevoli, in quanto mettono in mostra il talento, la sottigliezza e l'immaginazione di Miyazaki[38]. Matt Schley del The Japan Times le diede quattro stelle e mezzo su cinque, affermando: «Non sono sicuro a che punto della mia classifica dei film preferiti di Miyazaki finirà eventualmente The Boy and the Heron, ma ci sono stati momenti che mi hanno mozzato il fiato»[136].

Le prime recensioni internazionali furono «unanimemente positive»[137]. Caryn James della BBC assegnò alla pellicola cinque stelline su cinque e la ritenne il culmine della carriera di Miyazaki, aggiungendo che potrebbe richiedere più visioni per assorbire completamente il ritmo incrollabile della narrazione, che fonderebbe la realtà tragica del tempo di guerra con l'esplorazione soprannaturale attraverso il protagonista Mahito, e il ricco arazzo di immagini, caratterizzato dalla meticolosa attenzione ai dettagli e da personaggi che assumono forme oniriche e che esemplificano l'innovazione visiva del regista[138]. Tomris Laffly di TheWrap vide nel film un «canto del cigno così personale, artistico e in definitiva senza tempo» che lo renderebbe «il film dello Studio Ghibli più profondo e oscuro» dai tempi de Una tomba per le lucciole di Isao Takahata[139]. David Ehrlich di IndieWire, che gli assegnò una "A", scrisse che «... [Il ragazzo e l'airone] trova un Miyazaki che dice addio – a noi, e al regno fatiscente dei sogni e della follia che presto si lascerà alle spalle – in maniera tanto diretta che esso si rivela, in un certo senso, un addio ancora più appropriato [di Si alza il vento]; un addio nobilitato dal timore reverenziale divino e dalla malinconia straziante di quando si guarda un vero immortale fare pace con la propria morte.»[140] Rafael Motamayor IGN diede al film 9 su 10, scrivendo: «Miyazaki offre la conclusione perfetta della sua illustre carriera con una straordinaria avventura animata che ci ricorda quanto siamo fortunati a vivere in un'epoca in cui lo Studio Ghibli crea film»[141]. Marzia Gandolfi di Mymovies.it, con un voto di quattro stelle su cinque, intitolò la sua recensione Una vertiginosa odissea che incoraggia le nuove generazioni a impadronirsi del mondo e affermò che il film, debitore dell'opera di Lewis Carroll come Il mio vicino Totoro e La città incantata, «trasmette un condensato di tutte le impressioni di colori e forme che hanno segnato una stagione in cui l'immaginazione prevaleva ancora sulla vita. Ma sotto la furia di un'onda che ci fissa negli occhi, sotto la sua schiuma instabile, scopriamo sempre un nero insondabile e seducente che spazza via certezze e convenzioni, 'alza il vento' e solleva riflessioni filosofiche»[142]. Radheyan Simonpillai del The Guardian, in una recensione meno entusiasta ma sempre positiva, reputò il film, cui diede tre stelle su cinque, «un'aggiunta più gentile e lenta, anche se non per questo meno piena di sentimento, al canone [di Miyazaki].»[143]

Elie Raufaste di Cahiers du cinéma dedicò nel numero di novembre 2023 un articolo di analisi di due pagine sul film, considerandolo come un completamento della riflessione fatta nel precedente Si alza il vento. Lungi dall'essere un nuovo film testamentario infatti, Il ragazzo e l'airone ha come tema fondante il «tentare di morire» per ritrovare il gusto di vivere e aprirsi umilmente agli altri; in questo senso andrebbe interpretato il titolo originale E voi come vivrete? (君たちはどう生きるか?, Kimi-tachi wa dō ikiru ka), che richiamerebbe anche il verso di Paul Valéry «bisogna tentare di vivere» che seguiva quel «si alza il vento» usato come nome per la precedente pellicola.[144]

Analisi critica

modifica
Il mondo magico e lo Studio Ghibli
modifica
I personaggi di Mahito, dell'airone e del prozio sarebbero ispirati rispettivamente a Hayao Miyazaki, Toshio Suzuki e Isao Takahata (nelle immagini, da sinistra a destra), e al loro rapporto professionale all'interno dello Studio Ghibli

Il ragazzo e l'airone è uno dei film più personali del regista, che combina elementi della propria infanzia con altri ispirati alle amicizie all'interno dello Studio Ghibli. Toshio Suzuki affermò che proprio questo punto, messo in luce da Miyazaki in sede di presentazione del progetto nel 2016, fu quello che maggiormente lo sorprese, avendo egli da sempre voluto evitare temi altamente autobiografici nelle sue pellicole. Alla fine la storia venne strutturata in modo tale che i personaggi di Mahito, dell'airone e dello zio vennero ispirati a Miyazaki, Suzuki e Isao Takahata: «ha detto che [Takahata] ha scoperto il suo talento e lo ha aggiunto allo staff. Penso che Takahata-san sia stato colui che lo ha aiutato a sviluppare le sue capacità. D’altra parte, il rapporto tra il ragazzo e l’[airone] è un rapporto in cui i due non si arrendono l’uno l'altro, si spingono e si tirano.» Nel 2018 la morte di Takahata spinse Miyazaki alla decisione di cambiare la storia, focalizzandosi di più sullo sviluppo dell'amicizia tra Mahito e l'airone, profondamente influenzata dai ricordi condivisi con Suzuki. Il regista era inoltre così addolorato dalla scomparsa del collega da non riuscire per quasi un anno a disegnare il personaggio del prozio, che negli storyboard consegnati alla produzione non compariva mai, pur venendo spesso menzionato[145]. Anche la giovane Kiriko, come affermato da Full Frontal, è ispirata a una persona cara a Miyazaki, ovvero la colorista Michiyo Yasuda, deceduta nel 2016[146].

L'autobiografismo de Il ragazzo e l'airone
modifica
 
La madre di Hayao Miyazaki, Yoshiko

Per quanto concerne invece la tematica più strettamente autobiografica, Mahito Maki è modellato su come Miyazaki era da bambino, così come Shōichi è ispirato a suo padre, impiegato presso un'industria manifatturiera di componenti per aeroplani da guerra. Inoltre, anche la famiglia Miyazaki era stata costretta a evacuare la città per la campagna a causa dei bombardamenti, come avviene al protagonista[147]. Il rapporto tra Mahito e Hisako Maki è poi simile al rapporto di Miyazaki con sua madre, Yoshiko, la cui perdita è evocata nell'autore (che presumibilmente si ispirò a lei e al suo carattere forte per tratteggiare molti dei personaggi femminili dei suoi film) dalla sequenza dell'incendio dell'ospedale[69][136]. Secondo Giuseppe Gangi di Ondacinema, anche la rappresentazione degli incendi provocati dai bombardamenti sarebbero basati sui ricordi di Miyazaki che vide Tokyo bruciare durante la guerra del Pacifico[148].

L'airone
modifica

I volatili presenti in Il ragazzo e l'airone sono legati a simboli di diversa natura e rivestono ruoli differenti all'interno dell'opera. L'airone è per la tradizione giapponese un animale che si collega con il mondo degli spiriti e simboleggia la purezza, la morte o l'idea di passaggio da una realtà all'altra[149]: sia Mario Manca di Vanity Fair sia Gangi notarono infatti come l'uomo-airone sia uno psicopompo, un traghettatore che porta Mahito e Kiriko all'interno del mondo magico della torre[148][150].

Comprendere e migliorare il mondo
modifica

Matt Schley definì Il ragazzo e l'airone «un racconto di formazione nel quale un bambino deve superare il suo egoismo e imparare a vivere per gli altri.»[151] Ciò è uno dei fili conduttori che lo legano a E voi come vivrete?: per David Rooney del The Hollyowood Reporter il lungometraggio amplifica l'idea della crescita spirituale già presente nel romanzo; aperto a diverse interpretazioni, trasmette fondamentalmente la resilienza di fronte al conflitto e al dolore, mentre sostiene la coltivazione di amicizie significative e alleanze affidabili, promuovendo in definitiva il progresso e favorendo «l'umanità e la comprensione nel mondo»[17]. Taichiro Yoshino, il nipote di Genzaburō Yoshino, menzionò un incontro a cui aveva partecipato presso gli uffici dello Studio Ghibli nel 2017, durante il quale il regista, guardando indietro ai suoi progetti passati, aveva detto di aver creato principalmente protagonisti maschili allegri e ottimisti e che dunque voleva fare un lungometraggio in cui ci fosse un ragazzo colto nella sua complessità, colto mentre si trovasse alle prese con conflitti interiori e insicurezze, sottolineando il potere di trasformazione derivante dal loro superamento. Yoshino disse che, sebbene due lavori diversi, Il ragazzo e l'airone e E voi come vivrete? condividono un tema centrale, quello degli individui che si perdono e vengono a patti con un mondo caratterizzato da conflitti e perdite[147][152].

Il film mira a mandare un messaggio per le future generazioni[130], ponendole di fronte all'idea di creare «un mondo privo di conflitti con le proprie mani»[152]. Secondo Schley la fede di Miyazaki nel potere dei bambini di superare gli adulti in circostanze difficili è esemplificata dal titolo giapponese, che offre ai più piccoli la scelta tra emulare il caos del passato (fatto di guerre e devastazione) e il forgiare un percorso migliore, dimostrando in tal modo il «continuo ottimismo» che è la «più grande testimonianza» dell'immaginazione dell'autore[136].

Riferimenti e citazioni
modifica
 
Il sogno in di Federico Fellini, ripreso da Miyazaki in una scena de Il ragazzo e l'airone

Il ragazzo e l'airone è ricco di rimandi al mondo dell'arte pittorica e cinematografica. Edoardo Ferrarese di Everyeye.it notò che l'animazione dinamica e deformata a causa del calore dell'incendio della sequenza d'apertura rimanderebbe ai «corpi esasperati» dei quadri futuristi di Umberto Boccioni, laddove per Gangi la rappresentazione della magione di Natsuko si rifarebbe alle opere rurali di Paul Cézanne e Gustav Klimt. Entrambi i critici si resero conto di come nel mondo magico si rintraccerebbero maggiori interferenze dell'arte metafisica e surrealista: per Ferrarese da un lato infatti la pietra sospesa in aria richiamerebbe Il castello dei Pirenei di René Magritte, mentre il salone biancastro dove Mahito incontra il prozio si rifarebbe a certe rappresentazioni di Giorgio De Chirico[153]. Dello stesso avviso è Gangi, il quale aggiunge anche Idee chiare di Magritte (sempre per la roccia volante) e L'isola dei morti di Arnold Böcklin, riproposta da Miyazaki come sepolcro dello spirito misterioso in cui il protagonista si scontra con i pellicani e viene salvato da Kiriko[148].

Per quanto concerne il cinema invece, il recensore di Ondacinema reputò la scena dell'entrata di Mahito nella realtà sovrannaturale, con lui che levita sopra il mare, molto simile alla sequenza onirica che apre (1963) di Federico Fellini, mentre i nastri di carta che attaccano il giovane si ispirerebbero ai tendaggi che, nel film di Jean Epstein del 1928 La caduta della casa Usher, avvolgono la protagonista, Madeleine Usher[148].

Riconoscimenti

modifica

Influenza culturale

modifica

In seguito alla distribuzione nelle sale de Il ragazzo e l'airone, E voi come vivrete? andò temporaneamente esaurito a causa dell'«effetto sinergico» del film e venne deciso di ristamparlo, mentre numerose copie venivano acquistate sull'applicazione Mercari. Il 20 luglio Iwanami Shoten annunciò, tramite l'account ufficiale Twitter, che l'opera era divenuta, con un milione e ottocentomila copie circolanti, la più venduta di sempre della collana Iwanami Bunko[208]. Sempre sulla scia delle notizie riguardanti la produzione del lungometraggio, il romanzo venne tradotto e distribuito per la prima volta in assoluto in molti Paesi del mondo, tra cui l'Italia[209], la Francia (Et vous, comment vivrez-vous?)[210], il mondo anglofono (come How do you live?)[211] e quello ispanofono (con il titolo ¿Cómo vives?)[212].

Il 18 dicembre 2019 il pianista jazz italiano Giovanni Mirabassi pubblicò l'album in studio Mitaka Calling, costituito da cover di brani tratti dalle colonne sonore dei film di Hayao Miyazaki, il quale, come riportato sul sito ufficiale del musicista, realizzò l'illustrazione di copertina. Tale disegno si rivelò essere solamente dopo l'uscita del film un estratto di storyboard de Il ragazzo e l'airone e ciò la renderebbe la prima immagine in assoluto diffusa dell'opera[213][214].

Merchandising

modifica

Il 27 ottobre 2023 venne pubblicato il libro ufficiale della produzione del film, contenente interviste, discussioni e storyboard documentanti il dietro le quinte della produzione[215]. Dall'8 dicembre invece vennero commercializzate diverse action figure, peluche e portachiavi dei personaggi, poster e borse.[216]

Documentario

modifica

Il 16 dicembre 2023 l'emittente televisiva NHK mandò in onda il documentario Jiburi to miyazakishun no 2399-nichi (ジブリと宮﨑駿の2399日?, lett. "I 2399 giorni di Ghibli e Hayao Miyazaki"), frutto di sette anni di riprese a Miyazaki, il quale acconsentì di venire filmato a patto che il regista lo seguisse in veste di «allievo»[217]. Lo speciale venne criticato da alcuni addetti ai lavori, che lo reputarono poco accurato e «fuorviante». In particolare, il periodico Full Frontal e Masakatsu Ishizone (aiuto regista in Princess Mononoke e I miei vicini Yamada) notarono come persone con cui Miyazaki era particolarmente legato non fossero state minimamente menzionate (come Michiyo Yasuda) e in particolare avvertirono come il rapporto mostrato con Takahata desse «un'impressione fuorviante di un "complesso di inferiorità"»[146].

Annotazioni
  1. ^ Il ragazzo e l'airone è il primo lungometraggio d'animazione a vincere il Florida Film Critics Circle Award come miglior film.
  2. ^ Robert Pattinson è il doppiatore dell'airone nella versione in lingua inglese de Il ragazzo e l'airone. Cfr. (EN) Valerie Wu, Hayao Miyazaki’s ‘The Boy and the Heron’ Announces English Voice Cast: Christian Bale, Florence Pugh and Robert Pattinson to Star, su variety.com, 17 ottobre 2023. URL consultato il 14 gennaio 2024 (archiviato il 17 ottobre 2023).
Fonti
  1. ^ a b c d e f g Marco Carlino, Il ragazzo e l’airone, curiosità sulla pellicola e sui doppiatori italiani, su blueshouse.it, 2 dicembre 2023. URL consultato l'11 dicembre 2023 (archiviato l'11 dicembre 2023).
  2. ^ (JA) 「君たちはどう生きるか」Dolby Vision/Atmosをどう活用した? 宮﨑監督も気に入ったHDR, su av.watch.impress.co.jp, 23 agosto 2023. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato il 30 agosto 2023).
  3. ^ a b Mario Pasqualini, Kimi-tachi wa dō ikiru ka - Tutta la vita di Hayao Miyazaki, su Dimensione Fumetto, 14 luglio 2023. URL consultato il 24 agosto 2023 (archiviato il 27 luglio 2023).
  4. ^ (EN) Samantha Highfill, Hayao Miyazaki on his retirement: 'This time I am quite serious', 6 settembre 2013. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2013).
  5. ^ (EN) Never-Ending Man: Hayao Miyazaki - NHK Documentary, su www3.nhk.or.jp. URL consultato il 19 settembre 2023 (archiviato il 23 dicembre 2019).
  6. ^ a b (EN) Charles Solomon, The Return of the Master: Hayao Miyazaki’s ‘The Boy and the Heron’, su animationmagazine.net, 34 ottobre 2023. URL consultato il 28 dicembre 2023 (archiviato l'11 dicembre 2023).
  7. ^ a b (EN) Egan Loo, Ghibli's Hayao Miyazaki Reveals His 'Final' Film's Title, Release Window, su Anime News Network, 28 ottobre 2017. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 24 febbraio 2018).
  8. ^ (EN) Egan Loo, Ghibli's Hayao Miyazaki Reveals His 'Final' Film's Title, Release Window, su Anime News Network, 28 ottobre 2017. URL consultato il 19 settembre 2023 (archiviato il 24 febbraio 2018).
  9. ^ (EN) “The Boy and the Heron”: Miyazaki Hayao Carries Viewers into a World of Stories, su nippon.com, 27 luglio 2023. URL consultato il 19 settembre 2023 (archiviato il 1º agosto 2023).
  10. ^ (JA) 『君たちはどう生きるか』には宮﨑駿の“ジブリでの全て”が詰まっている【ネタバレあり】, su realsound.jp, 14 luglio 2023. URL consultato il 19 settembre 2023 (archiviato il 7 agosto 2023).
  11. ^ (EN) Steve Dent, Studio Ghibli reopens for Hayao Miyazaki's new film, su Engadget, 12 agosto 2017. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 14 dicembre 2017).
  12. ^ (EN) Josh Piedra, Hayao Miyazaki's Final Film Title is How Do You Live?, su The Outerhaven, 28 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2018).
  13. ^ a b (EN) Rie Matsubara, su anilist.co. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato il 1º febbraio 2023).
  14. ^ (EN) Takeshi Seyama, su animeclick.it. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato il 19 giugno 2021).
  15. ^ a b Takeshi Honda, su animeclick.it. URL consultato l'11 novembre 2023 (archiviato l'11 novembre 2023).
  16. ^ (EN) Jennifer Sherman, Studio Ghibli Appoints Kiyofumi Nakajima as New President, su animenewsnetwork.com, 28 novembre 2018. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato l'11 aprile 2023).
  17. ^ a b c (EN) David Rooney, ‘The Boy and the Heron’ Review: Hayao Miyazaki Emerges From Retirement With a Profoundly Personal Swan Song, su hollywoodreporter.com, 7 settembre 2023. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato l'8 settembre 2023).
  18. ^ (JA) 宮崎駿監督の新作、始動!ジブリがスタッフ募集を開始 今度こそ本当に最後の監督作品に…|シネマトゥデイ, su cinematoday.jp, 19 maggio 2017. URL consultato il 19 settembre 2023 (archiviato il 20 maggio 2017).
  19. ^ (EN) Joey Paur, Details Revealed on Hayao Miyazaki's New Anime Film How Do You Live?, su GeekTyrant, 31 ottobre 2017. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato dall'url originale il 13 febbraio 2018).
  20. ^ (EN) Egan Loo, Hayao Miyazaki's Next Film Is 15% Complete After 3.5 Years, su Anime News Network, 17 dicembre 2019. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2019).
  21. ^ (EN) Nick Romano, Studio Ghibli co-founder teases Hayao Miyazaki's next 'big, fantastical' film, in Entertainment Weekly, 13 maggio 2020. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 15 maggio 2020).
  22. ^ (EN) Adriana Harza, Ghibli Producer: Hayao Miyazaki's 'How Do You Live?' Film's Animation Is Half Finished, su Anime News Network, 8 marzo 2021. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2021).
  23. ^ (EN) Kan Yanagabashi, Ghibli Rebooted: Studio Goes 3D for New Movie "Earwig and the Witch", su nippon.com, 28 dicembre 2020 (archiviato il 18 aprile 2021).
  24. ^ a b (JA) 謎に包まれたジブリの新作 鈴木敏夫Pに聞いた!, su www3.nhk.or.jp, 6 luglio 2023. URL consultato il 18 luglio 2023 (archiviato il 18 luglio 2023).
  25. ^ a b c Marlen Vazzoler, HOW DO YOU LIVE? PRIMA IMMAGINE UFFICIALE DEL FILM DI HAYAO MIYAZAKI, su blog.screenweek.it, 17 agosto 2023. URL consultato il 18 agosto 2023 (archiviato il 18 agosto 2023).
  26. ^ (JA) ジブリ・鈴木敏夫氏「君たちはどう生きるか」制作費に言及 “規格外”の金額に共演者「そんなに…」 - スポニチ Sponichi Annex 芸能 [Toshio Suzuki di Ghibli parla del costo di produzione di "Come vivi?" I co-protagonisti dicono "È così tanto..." a causa della cifra "inferiore allo standard" - Sponichi Sponichi Annex Entertainment], su sponichi.co.jp. URL consultato il 14 settembre 2023 (archiviato il 13 agosto 2023).
  27. ^ (JA) 「いくらあっても使う…」鈴木Pが語る宮崎駿の“金遣い” [“Non importa quanto hai, lo spenderai…” Suzuki P parla della “spesa” di Hayao Miyazaki], su jisin.jp. URL consultato il 23 settembre 2023 (archiviato il 14 luglio 2023).
  28. ^ (JA) ジブリがNetflix解禁した理由、鈴木敏夫さんが明かす。宮崎駿監督を「映画の制作費をこれで稼ぎます」と説得 [Toshio Suzuki rivela il motivo per cui Ghibli ha revocato il ban su Netflix. Il regista Hayao Miyazaki è convinto: "Questo aiuterà a finanziare la produzione del film".], su huffingtonpost.jp, 7 marzo 2020. URL consultato il 14 settembre 2023 (archiviato il 15 luglio 2023).
  29. ^   (JA) スタジオポノック西村義明P、新作「屋根裏のラジャー」は「宣伝したくなる宣伝」を ジブリの手法は「なかなかできないんです」[Yoshiaki Nishimura dello Studio Ponoc afferma che il suo nuovo lavoro "Radger in the Attic" è "pubblicità che ti fa venir voglia di fare pubblicità", e il metodo di Ghibli è "difficile da mettere in pratica".], 21 agosto 2023. URL consultato il 22 settembre 2023 (archiviato il 7 ottobre 2023).
  30. ^ (JA) 『君たちはどう生きるか』 制作陣が伝えるドルビーシネマでの表現「あくまで技術の選択肢」|最新の映画ニュースならMOVIE WALKER PRESS, su moviewalker.jp, 22 agosto 2023. URL consultato il 14 settembre 2023 (archiviato il 22 agosto 2023).
  31. ^ (EN) Ligaya Mishan, Hayao Miyazaki Prepares to Cast One Last Spell, 23 novembre 2021, ISSN 0362-4331 (WC · ACNP). URL consultato il 14 settembre 2023 (archiviato il 23 novembre 2021).
  32. ^ (EN) Jordan Raup, Hayao Miyazaki’s Next Feature How Do You Live? is Nearly Complete, su thefilmstage.com, 27 ottobre 2022. URL consultato il 14 settembre 2023 (archiviato l'8 febbraio 2023).
  33. ^ Yoel Carlos Schincaglia, IL RAGAZZO E L’AIRONE DI HAYAO MIYAZAKI DEBUTTA CON UN PUNTEGGIO DI 100% SU ROTTEN TOMATOES!, su drcommodore.it, 11 settembre 2023. URL consultato l'11 settembre 2023 (archiviato il 14 settembre 2023).
  34. ^ (EN) Mark Schilling, Miyazaki Hayao's Final Film 'How Do You Live': Maximum Secrecy to Be Maintained Until Release, su Variety, 5 giugno 2023 (archiviato il 6 giugno 2023).
  35. ^ (JA) (2ページ目)次回作は「あるんじゃないんですか」 鈴木敏夫さんが語る「君たちはどう生きるか」, su dot.asahi.com, 9 agosto 2023. URL consultato il 14 settembre 2023 (archiviato il 13 agosto 2023).
  36. ^ a b (JA) 「君たちはどう生きるか」ストーリー、声優、主題歌が明らかに, su natalie.mu, 14 luglio 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 14 luglio 2023).
  37. ^ (JA) 宮崎駿監督「君たちはどう生きるか」久石譲が音楽担当 主題歌の存在も明らかに, su eiga.com, 4 luglio 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 14 luglio 2023).
  38. ^ a b c (EN) Matteo Watzky, Hayao Miyazaki's How Do You Live?, su fullfrontal.moe, 14 luglio 2023. URL consultato il 15 settembre 2023 (archiviato il 30 luglio 2023).
  39. ^ (EN) Allegra Frank, ‘The Boy and the Heron’ Should Win This Composer an Oscar, 2 ottobre 2023. URL consultato il 5 novembre 2023 (archiviato il 5 novembre 2023).
  40. ^ (EN) Condé Nast, Listen to the Theme Song for Hayao Miyazaki’s The Boy and the Heron, su pitchfork.com, 17 luglio 2023. URL consultato il 19 luglio 2023 (archiviato il 18 luglio 2023).
  41. ^ (EN) Rafael Antonio Pineda, Kenshi Yonezu Performs Theme Song for Hayao Miyazaki's How Do You Live? Film, su Anime News Network, 13 luglio 2023 (archiviato il 14 luglio 2023).
  42. ^ (EN) Mikikazu Komatsu, Kenshi Yonezu Provides Theme Song for Hayao Miyazaki's Latest Film, su crunchyroll.com, 15 luglio 2023. URL consultato il 18 luglio 2023 (archiviato il 18 luglio 2023).
  43. ^ (JA) 米津玄師、宮崎駿監督10年ぶり新作『君たちはどう生きるか』主題歌秘話明かす「最初は驚愕」, su oricon.co.jp, 14 luglio 2023. URL consultato il 18 luglio 2023 (archiviato il 18 luglio 2023).
  44. ^ (EN) Richard Eisenbeis, Singer-Songwriter Kenshi Yonezu Talks About Working With Boy and The Heron Director Hayao Miyazaki, su animenewsnetwork.com, 12 settembre 2023. URL consultato il 14 settembre 2023 (archiviato il 22 agosto 2023).
  45. ^ (EN) Daryl Harding, Hayao Miyazaki Draws Cover for Kenshi Yonezu’s The Boy and the Heron Anime Film Theme, su crunchyroll.com, 17 luglio 2023. URL consultato il 18 luglio 2023 (archiviato il 18 luglio 2023).
  46. ^ a b Il video musicale è stato girato nella foresta che ha ispirato uno dei lavori di Miyazaki più iconici, su animeclick.it, 29 luglio 2023. URL consultato il 4 agosto 2023 (archiviato il 29 luglio 2023).
  47. ^ (JA) 君たちはどう生きるか, su Toho. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 28 gennaio 2023).
  48. ^ (EN) Crystalyn Hodgkins, Hayao Miyazaki's How Do You Live? Film Opens in Japan on July 14, 2023, su animenewsnetwork.com, 13 dicembre 2022. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 13 dicembre 2022).
  49. ^ (JA) 東宝2023年以降のラインナップ発表、宮崎駿の新作は「超大作であることは間違いない」, su natalie.mu, 13 dicembre 2022. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 13 dicembre 2022).
  50. ^ (EN) Patrick Brzeski, Hayao Miyazaki’s ‘How Do You Live?’ Will Be First Ghibli Film to Get a Simultaneous Imax Release, su The Hollywood Reporter, 10 luglio 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 10 luglio 2023).
  51. ^ (EN) Justin Carter, How Do You Live? Will Be Studio Ghibli's First IMAX Film, su gizmodo.com, 8 luglio 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 10 luglio 2023).
  52. ^ (EN) Hayley McCullough, Hayao Miyazaki’s How Do You Live? Is the First Studio Ghibli Movie Ever Released in IMAX, su Comic Book Resources, 8 luglio 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 10 luglio 2023).
  53. ^ (EN) Patrick Brzeski, Studio Ghibli to Release Hayao Miyazaki's Final Film 'How Do You Live?' With No Trailer, No Promotional Marketing, su The Hollywood Reporter, 4 giugno 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato dall'url originale il 5 giugno 2023).
  54. ^ Danilo Monti, How do you live? senza trailer: scelta giusta per il film di MIyazaki?, 13 luglio 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 14 luglio 2023).
  55. ^ a b Camilla Sernagiotto, How Do You Live?, il nuovo film di Miyazaki esce il 14 luglio in Giappone ed è top secret, su tg24.sky.it, 11 luglio 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 14 luglio 2023).
  56. ^ Edoardo Bridda, “How do you live” di Hayao Miyazaki uscirà senza trailer né promozione, 6 giugno 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 14 luglio 2023).
  57. ^ (JA) 一切宣伝なしの異例「君たちはどう生きるか」宮崎駿の現在の心境は?鈴木敏夫が明かす, su natalie.mu, 28 giugno 2023. URL consultato il 22 settembre 2023 (archiviato il 14 luglio 2023).
  58. ^ (JA) 「君たちはどう生きるか」宮崎駿監督が、新作映画について語っていたこと。そして吉野源三郎のこと|好書好日, su The Asahi Shimbun, 14 luglio 2023. URL consultato il 22 settembre 2023 (archiviato il 14 luglio 2023).
  59. ^ (EN) Patrick Brzeski, First Reactions to Hayao Miyazaki’s Final Film, ‘The Boy and the Heron,’ Begin to Emerge From Japan, su The Hollywood Reporter, 15 luglio 2023. URL consultato il 22 settembre 2023 (archiviato il 7 settembre 2023).
  60. ^ (EN) Friday Road Show and Ghibli Exhibition Tokyo 2023, su jw-webmagazine.com, 29 giugno 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 2 luglio 2023).
  61. ^ (EN) Daryl Harding, Hayao Miyazaki Worried About Lack of Publicity for How Do You Live? Anime Film, su Crunchyroll, 28 giugno 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato dall'url originale il 2 luglio 2023).
  62. ^ (JA) 宮崎駿監督、最新作"宣伝ナシ"を心配「大丈夫かなぁ」 鈴木敏夫Pが明かす, su Oricon, 28 giugno 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato dall'url originale il 2 luglio 2023).
  63. ^ (EN) Casey Baseel, New Ghibli anime’s theme song gets music video shot on island that inspired Princess Mononoke, su soranews24.com. URL consultato il 4 agosto 2023 (archiviato il 31 luglio 2023).
  64. ^ (EN) Mark Schilling, Miyazaki Hayao’s Final Film ‘How Do You Live’: Maximum Secrecy to Be Maintained Until Release, su Variety, 5 giugno 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 6 giugno 2023).
  65. ^ (EN) Patrick Frater, Miyazaki Hayao's Final Film to Be Known as 'The Boy and the Heron', Sets North America Release, su Variety, 14 luglio 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 14 luglio 2023).
  66. ^ Giorgio Melani, The Boy and the Heron: il nuovo, misterioso film di Hayao Miyazaki è uscito oggi in Giappone, su Multiplayer.it, 14 luglio 2023. URL consultato il 14 luglio 2023 (archiviato il 14 luglio 2023).
  67. ^ (EN) Etan Vlessing, Boy Pursues Late Mother in Hayao Miyazaki’s Animated ‘The Boy and the Heron’ Trailer, su hollywoodreporter.com, 6 settembre 2023. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato il 7 settembre 2023).
  68. ^ (EN) Alex Mateo, Hayao Miyazaki's The Boy and the Heron Film Opens in N. American Theaters/IMAX on December 8 with Preview Screenings on November 22, su Anime News Network, 7 settembre 2023. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato il 9 settembre 2023).
  69. ^ a b c (EN) Bryan Welk, Hayao Miyazaki's 'The Boy and the Heron' Is Studio Ghibli and GKIDS' Biggest Marketing Challenge Yet, su IndieWire, 8 settembre 2023. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato l'8 settembre 2023).
  70. ^   (EN) The Boy and the Heron Teaser (2023). URL consultato il 22 settembre 2023 (archiviato il 7 settembre 2023).
  71. ^ (EN) Etan Vlessing, Hayao Miyazaki's 'The Boy and the Heron' to Open Toronto Film Festival Amid Strikes, su The Hollywood Reporter, 27 luglio 202. URL consultato il 4 agosto 2023 (archiviato il 27 luglio 2023).
  72. ^ Mirko D'Alessio, Guillermo del Toro presenta a sorpresa la proiezione di Il ragazzo e l’airone al TIFF: "L'animazione è cinema", su badtaste.it, 8 settembre 2023. URL consultato l'8 settembre 2023 (archiviato l'8 settembre 2023).
  73. ^ (EN) Barry Hertz, Hayao Miyazaki's dreamy The Boy and the Heron gives TIFF its strongest opening night film in decades, 8 settembre 2023. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato l'8 settembre 2023).
  74. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Guillermo Del Toro Makes Surprise Appearance At Toronto Film Festival For 'The Boy And The Heron', su Deadline, 8 settembre 2023. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato il 9 settembre 2023).
  75. ^ (EN) Scott Roxborough, Hayao Miyazaki’s ‘The Boy and the Heron’ to Open San Sebastian Film Festival, su The Hollywood Reporter, 17 agosto 2023. URL consultato il 18 agosto 2023 (archiviato il 18 agosto 2023).
  76. ^ Alessandro De Simone, A San Sebastian Hayao Miyazaki manda un videomessaggio di 23″, su ciakmagazine.it. URL consultato il 23 settembre 2023 (archiviato il 24 settembre 2023).
  77. ^ (ENES) El chico y la garza, su sitgesfilmfestival.com. URL consultato il 19 settembre 2023 (archiviato il 18 settembre 2023).
  78. ^ (FR) Wild Bunch sortira le nouveau Miyazaki - Boxoffice Pro, su boxofficepro.fr, 29 agosto 2023. URL consultato il 19 settembre 2023 (archiviato il 29 agosto 2023).
  79. ^ (EN) Hilary Lewis, New York Film Festival Unveils Spotlight Slate With ‘The Boy and the Heron’ and Garth Davis’ ‘Foe’ Starring Saoirse Ronan and Paul Mescal, su The Hollywood Reporter, 17 agosto 2023. URL consultato il 18 agosto 2023 (archiviato il 17 agosto 2023).
  80. ^ (EN) Allie Gregory, Vancouver International Film Festival Announces 2023 Lineup of Films, Live Events and More, su exclaim.ca. URL consultato il 19 ottobre 2023 (archiviato l'11 dicembre 2023).
  81. ^ “Il ragazzo e l’airone”, nuovo capolavoro del maestro dell’animazione giapponese Hayao Miyazaki, sarà presentato in anteprima ad Alice nella città, su alice.mymovies.it. URL consultato l'8 ottobre 2023 (archiviato il 22 settembre 2023).
  82. ^ IL RAGAZZO E L'AIRONE: LE DATE DI PROIEZIONE ALLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA, su animeclick.it. URL consultato l'8 ottobre 2023 (archiviato il 9 ottobre 2023).
  83. ^ Alessandro Magliaro, Il ragazzo e l'airone, il doloroso testamento di Miyazaki, su ansa.it, 24 ottobre 2023. URL consultato il 25 ottobre 2023 (archiviato il 25 ottobre 2023).
  84. ^ LUCCA COMICS 2023: PROIEZIONE IN ANTEPRIMA IL 5 NOVEMBRE PER IL RAGAZZO E L'AIRONE, su animeclick.it. URL consultato il 7 ottobre 2023 (archiviato il 9 ottobre 2023).
  85. ^ (EN) Joseph Pugh, Famed animator Hayao Miyazaki might not be done making films, says Studio Ghibli VP, su cbc.ca, 8 settembre 2023. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato l'8 settembre 2023).
  86. ^ Nicola Armondi, Il ragazzo e l'airone non è più l'ultimo film di Hayao Miyazaki, il regista ha già nuove idee, su Multiplayer.it, 8 settembre 2023. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato il 10 settembre 2023).
  87. ^ (EN) Joseph Pugh, Famed animator Hayao Miyazaki might not be done making films, says Studio Ghibli VP, su cbc.ca, 8 settembre 2023. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato l'8 settembre 2023).
  88. ^ Maria Castaldo, Studio Ghibli, Hayao Miyazaki è già "ossessionato" dal suo prossimo film: ecco cosa sappiamo!, su Comingsoon.it, 4 ottobre 2023. URL consultato il 6 ottobre 2023 (archiviato il 7 ottobre 2023).
  89. ^ Davide Di Francesco, Il ragazzo e l'airone, svelata la data di uscita in Italia del nuovo film di H. Miyazaki, su Ciak Magazine, 23 agosto 2023. URL consultato il 23 agosto 2023 (archiviato il 23 agosto 2023).
  90. ^ Giorgio Melani, Il ragazzo e l'airone: trailer ufficiale italiano per il nuovo film di Hayao Miyazaki, su Multiplayer.it, 30 ottobre 2023. URL consultato il 30 ottobre 2023 (archiviato il 30 ottobre 2023).
  91. ^ (EN) The Boy and the Heron (movie), su animenewsnetwork.com, Anime News Network. URL consultato il 19 novembre 2023 (archiviato l'11 novembre 2023).
  92. ^ Informazioni sull'uscita, su imdb.com. URL consultato il 29 novembre 2023 (archiviato il 6 novembre 2023).
  93. ^ (TR) Çocuk ve Balıkçıl, su beyazperde.com. URL consultato il 19 novembre 2023 (archiviato il 19 novembre 2023).
  94. ^ (FR) LE GARÇON ET LE HÉRON, su allocine.fr. URL consultato il 19 novembre 2023 (archiviato il 22 novembre 2023).
  95. ^ (TR) Poika ja haikara, su finnkino.fi. URL consultato il 19 novembre 2023 (archiviato il 20 ottobre 2023).
  96. ^ (CS) Chlapec a volavka, su aerofilms.cz. URL consultato il 30 novembre 2023 (archiviato il 1º dicembre 2023).
  97. ^ (DE) Patricia Battle, "Der Junge und der Reiher": Letzter magischer Film von Hayao Miyazaki, su ndr.de, 4 gennaio 2024. URL consultato il 4 gennaio 2024 (archiviato il 4 gennaio 2024).
  98. ^ (EN) Megan Peters, Studio Ghibli's How Do You Live Opens to Record Box Office Haul, su comicbook.com, 16 luglio 2023. URL consultato il 17 luglio 2023 (archiviato il 17 luglio 2023).
  99. ^ (EN) Patrick Brzeski, Box Office: Hayao Miyazaki’s ‘The Boy and the Heron’ Opens Strong in Japan (Despite No Marketing), su hollywoodreporter.com, 28 luglio 2023. URL consultato il 18 luglio 2023 (archiviato il 18 luglio 2023).
  100. ^ (JA) 「君たちはどう生きるか」興収21・4億円突破 初動4日間は「千と千尋」超え, su daily.co.jp, 31 luglio 2023. URL consultato il 4 agosto 2023 (archiviato il 30 luglio 2023).
  101. ^ (JA) ジブリ新作『君たちはどう生きるか』興収36億円突破 週末動員ランキングは2位に 前週比+約15億円, su oricon.co.jp, 24 luglio 2023. URL consultato il 4 agosto 2023 (archiviato il 28 luglio 2023).
  102. ^ (EN) The Boy and the Heron, su Box Office Mojo. URL consultato il 4 agosto 2023 (archiviato il 31 luglio 2023).
  103. ^ (JA) ジブリ新作『君たちはどう生きるか』興収46億円突破、前週比+10億円, su ORICON NEWS. URL consultato il 4 agosto 2023 (archiviato il 31 luglio 2023).
  104. ^ (JA) ジブリ新作『君たちはどう生きるか』興収54億円突破 前週比+8億円, su oricon.co.jp, 7 agosto 2023. URL consultato l'8 agosto 2023 (archiviato l'8 agosto 2023).
  105. ^ (JA) ジブリ新作『君たちはどう生きるか』公開1ヶ月で興収62億円突破 前週比+8億円, su oricon.co.jp. URL consultato il 18 agosto 2023 (archiviato il 16 agosto 2023).
  106. ^ (EN) Hayao Miyazaki's The Boy and the Heron Film Earns Over 7.7 Billion Yen, su animenewsnetwork.com, 5 settembre 2023. URL consultato l'8 settembre 2023 (archiviato il 6 settembre 2023).
  107. ^ (EN) Hayao Miyazaki's The Boy and the Heron Film Earns Over 8.16 Billion Yen, su animenewsnetwork.com, 20 settembre 2023. URL consultato il 20 settembre 2023 (archiviato il 22 settembre 2023).
  108. ^ (EN) Live-Action Don't Call It Mystery Film Stays at #1 for 2nd Straight Weekend, su animenewsnetwork.com, 26 settembre 2023. URL consultato il 27 settembre 2023 (archiviato il 26 settembre 2023).
  109. ^ (JA) 歴代ランキング, su kogyotsushin.com. URL consultato il 19 ottobre 2023 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2023).
  110. ^ (EN) 4th Girls & Panzer das Finale Film Opens at #4, su animenewsnetwork.com, 16 ottobre 2023. URL consultato il 19 ottobre 2023 (archiviato il 16 ottobre 2023).
  111. ^ (JA) 歴代ランキング, su kogyotsushin.com. URL consultato il 28 dicembre 2023 (archiviato dall'url originale il 25 dicembre 2023).
  112. ^ (EN) Hayao Miyazaki tops North American box office for the first time with The Boy and the Heron, su cbc.ca, 10 dicembre 2023. URL consultato l'11 dicembre 2023 (archiviato il 10 dicembre 2023).
  113. ^ a b c (EN) The Boy and the Heron, su Box Office Mojo. URL consultato il 25 febbraio 2024 (archiviato il 30 luglio 2023).
  114. ^ Cinetel - Box Office - Il Mercato Cinema in Tempo Reale, su cinetel.it. URL consultato il 2 gennaio 2024 (archiviato il 20 giugno 2019).
  115. ^ Davide Turrini, Il ragazzo e l’airone del maestro Hayao Miyazaki “incanta” il pubblico e vola al box office (come il film della Cortellesi), su ilfattoquotidiano.it, 4 gennaio 2024. URL consultato il 4 gennaio 2024 (archiviato il 4 gennaio 2024).
  116. ^ Box Office, su Cinetel. URL consultato il 21 giugno 2024.
  117. ^ Il ragazzo e l'airone candidato agli Oscar 2024 e record italiano, su animeclick.it, 23 gennaio 2024. URL consultato il 23 gennaio 2024 (archiviato il 23 gennaio 2024).
  118. ^ MIYAZAKI E PERFECT DAYS FANNO SVETTARE LUCKY RED IN QUESTO INIZIO ANNO, su animeclick.it, 2 marzo 2024. URL consultato il 2 marzo 2024 (archiviato il 2 marzo 2024).
  119. ^ IL RAGAZZO E L'AIRONE: INCASSI DA RECORD IN CINA IN SOLI 5 GIORNI, su animeclick.it, 9 aprile 2024. URL consultato il 27 aprile 2024.
  120. ^ (JA) 大高宏雄 杉本健太郎, 『君たちはどう生きるか』ヒットに映画関係者も驚く3つの“異変”, su businessinsider.jp, 21 luglio 2023. URL consultato l'11 settembre 2023 (archiviato il 28 luglio 2023).
  121. ^ Maria Francesca Amodeo, Il ragazzo e l’airone, testamento cinematografico di Hayao Miyazaki, ha un trailer mozzafiato che cita Dante sulla soglia degli Inferi, su GQ Italia, 8 settembre 2023. URL consultato il 4 gennaio 2024 (archiviato il 4 gennaio 2024).
  122. ^ (EN) The Boy and the Heron, su Toronto International Film Festival. URL consultato il 14 settembre 2023 (archiviato il 12 settembre 2023).
  123. ^ (EN) Critics praise Hayao Miyazaki's 'The Boy and the Heron' as a triumph of animation, su The News International. URL consultato il 14 settembre 2023 (archiviato il 19 luglio 2023).
  124. ^ (EN) The Boy and the Heron, su rottentomatoes.com, 8 dicembre 2023. URL consultato il 14 gennaio 2024 (archiviato il 7 settembre 2023).
  125. ^ (EN) Il ragazzo e l'airone, su Metacritic, Fandom, Inc.  
  126. ^ (EN) J. Kim Murphy, Box Office: 'The Boy and the Heron' Rises to No. 1 in North America With Projected $10 Million Debut, su variety.com, 12 settembre 2023. URL consultato il 14 dicembre 2023 (archiviato il 15 gennaio 2024).
  127. ^ (EN) Liz Shackleton, Critics React To Studio Ghibli’s ‘The Boy And The Heron’; Hayao Miyazaki’s Final Film Described As Mature, Complex & Visually Stunning, su deadline.com, 17 luglio 2023. URL consultato il 9 settembre 2023 (archiviato il 9 settembre 2023).
  128. ^ (EN) First reviews for Studio Ghibli's mysterious new movie The Boy and the Heron, su digitalspy.com, 14 luglio 2023. URL consultato il 9 settembr 2023 (archiviato il 9 settembre 2023).
  129. ^ a b (EN) Emma Steen, First look review: Hayao Miyazaki’s ‘How Do You Live?’, su timeout.com, 14 luglio 2023. URL consultato il 18 luglio 2023 (archiviato il 18 luglio 2023).
  130. ^ a b (EN) Noah Oskow, Review: With Miyazaki's New "How Do You Live/The Boy and the Heron", a Master Returns, su unseen-japan.com, 14 luglio 2023. URL consultato il 1º ottobre 2023 (archiviato il 14 settembre 2023).
  131. ^ (EN) Jamie Lang, ‘The Boy And The Heron’ Reviews Roundup: Hayao Miyazaki’s Latest Gets Unanimous Praise After International Premiere, su Cartoon Brew, 11 settembre 2023. URL consultato il 1º ottobre 2023 (archiviato il 26 settembre 2023).
  132. ^ (EN) 'The Boy and The Heron' Review: Miyazaki’s Confounding, Cosmic Masterpiece, su Inverse, 11 settembre 2023. URL consultato il 1º ottobre 2023 (archiviato il 18 settembre 2023).
  133. ^ (JA) 「モヤモヤと困惑、そして圧倒感…」その物語とは? 宮崎駿『君たちはどう生きるか』速報レビュー。演じる声優など徹底考察, su eigachannel.jp, 21 luglio 2023. URL consultato il 14 settembre 2023 (archiviato il 18 luglio 2023).
  134. ^ (JA) 【最速レビュー】『君たちはどう生きるか』史上もっとも難解な、宮﨑駿監督の集大成, su cinema.ne.jp. URL consultato il 14 settembre 2023 (archiviato il 17 luglio 2023).
  135. ^ (EN) Cezary Jan Strusiewicz, Hayao Miyazaki’s How Do You Live? is a gloriously demented farewell, su polygon.com, 17 luglio 2023. URL consultato il 19 luglio 2023 (archiviato il 18 luglio 2023).
  136. ^ a b c (EN) Matt Schley, 'The Boy and the Heron': It's so good to be back in Hayao Miyazaki's world, su japantimes.co.jp, 18 luglio 2023. URL consultato il 22 luglio 2023 (archiviato il 22 luglio 2023).
  137. ^ (EN) The Boy and the Heron First Reviews: Masterfully Animated Fantasy on Par with Miyazaki's Best, su editorial.rottentomatoes.com. URL consultato il 15 settembre 2023 (archiviato l'11 settembre 2023).
  138. ^ (EN) Caryn James, The Boy and the Heron review: Miyazaki's 'last' film is a masterpiece, su bbc.com. URL consultato il 15 settembre 2023 (archiviato il 13 settembre 2023).
  139. ^ (EN) Tomris Laffly, The Boy and The Heron: Hayao Miyazaki's Final Film Is Among His Deepest, Darkest, su thewrap.com, 8 settembre 2023. URL consultato il 15 settembre 2023 (archiviato il 13 settembre 2023).
  140. ^ (EN) David Ehrlich, ‘The Boy and the Heron’ Review: Hayao Miyazaki’s Final Masterpiece Is the Dream-Like Farewell of an Immortal Man Preparing for His Own Death, su indiewire.com, 8 settembre 2023. URL consultato l'8 settembre 2023 (archiviato l'8 settembre 2023).
  141. ^ (EN) Rafael Motamayor, The Boy and the Heron Review, su ign.com, 8 settembre 2023. URL consultato l'11 settembre 2023 (archiviato il 10 settembre 2023).
  142. ^ Marzia Gandolfi, Una vertiginosa odissea che incoraggia le nuove generazioni a impadronirsi del mondo, su mymovies.it, 24 ottobre 2023. URL consultato il 25 ottobre 2023 (archiviato il 24 ottobre 2023).
  143. ^ (EN) Radheyan Simonpillai, The Boy and the Heron review – Miyazaki’s last movie is a fitting swan song, 8 settembre 2023, ISSN 0261-3077 (WC · ACNP). URL consultato il 15 settembre 2023 (archiviato il 14 settembre 2023).
  144. ^ (FR) Elie Raufaste, Le Garçon et le Héron de Hayao Miyazaki. Oiseaux de malheur, in Cahiers du cinéma, n. 803, Paris, Novembre 2023, pp. 36-37.
  145. ^ (EN) Bill Desowitz, 'The Boy and the Heron' Is So Personal, Hayao Miyazaki Needed a Year to Grieve Before Pivoting in a New Direction, su indiewire.com, 22 novembre 2023. URL consultato il 4 gennaio 2023 (archiviato il 22 novembre 2023).
  146. ^ a b (EN) Chike Nwaenie, Former Ghibli Staffer: New Hayao Miyazaki Doc "Borderline Fake," Paints "False History", su cbr.com, 26 novembre 2023. URL consultato l'8 gennaio 2023 (archiviato il 30 dicembre 2023).
  147. ^ a b (EN) Patrick Brzeski, First Reactions to Hayao Miyazaki's Final Film, 'The Boy and the Heron,' Begin to Emerge From Japan, su hollywoodreporter.com, 15 luglio 2023. URL consultato il 4 gennaio 2024 (archiviato il 7 settembre 2023).
  148. ^ a b c d Giuseppe Gangi, Il ragazzo e l'airone di Hayao Miyazaki, su ondacinema.it, 5 gennaio 2024. URL consultato il 12 gennaio 2024 (archiviato il 12 gennaio 2024).
  149. ^ (EN) Selena Takigawa Hoy, How centuries of Japanese folklore inspired ‘The Boy and the Heron‘, su nationalgeographic.com, 15 dicembre 2023. URL consultato il 12 gennaio 2024 (archiviato l'11 gennaio 2024).
  150. ^ Mario Manca, Il ragazzo e l'airone: ecco di cosa parla davvero il film, su vanityfair.it, 11 gennaio 2024. URL consultato il 12 gennaio 2024 (archiviato l'11 gennaio 2024).
  151. ^ (EN) Matt Schley, How Do You Live: Hayao Miyazaki releases mystery final film, su BBC News, 14 luglio 2023. URL consultato il 4 gennaio 2024 (archiviato il 14 luglio 2023).
  152. ^ a b (JA) 「君たちはどう生きるか」宮崎駿監督が、新作映画について語っていたこと。そして吉野源三郎のこと|好書好日 url=https://book.asahi.com/article/14953353, su The Asahi Shimbun, 14 luglio 2023. URL consultato il 4 gennaio 2024 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2023).
  153. ^ Edoardo Ferrarese, L'ARTE DENTRO IL RAGAZZO E L'AIRONE TRA FUTURISMO, SURREALISMO E METAFISICA, su anime.everyeye.it, 11 gennaio 2024. URL consultato il 16 gennaio 2024 (archiviato il 12 gennaio 2024).
  154. ^ OSCAR 2024, IL RAGAZZO E L'AIRONE VINCE COME MIGLIOR FILM D'ANIMAZIONE, su mymovies.it, 11 marzo 2024. URL consultato l'11 marzo 2024 (archiviato l'11 marzo 2024).
  155. ^ Paolo Armelli, Tutte le nomination ai Golden Globes 2024, su wired.it, 11 dicembre 2023. URL consultato l'11 dicembre 2023 (archiviato l'11 dicembre 2023).
  156. ^ Stefania Ulivi, Golden Globe 2024, «Oppenheimer» miglior film e regia. Delusione per «Barbie». Garrone a mani vuote, su corriere.it, 8 gennaio 2024. URL consultato l'8 gennaio 2024 (archiviato il 7 gennaio 2024).
  157. ^ (EN) Brent Lang, Cord Jefferson’s ‘American Fiction’ Wins Toronto Film Festival Audience Award, su Variety, 17 settembre 2023. URL consultato il 18 settembre 2023 (archiviato il 18 settembre 2023).
  158. ^ (EN) The winners and the BEST OF Imagine, su imaginefilmfestival.nl, 4 novembre 2023. URL consultato il 7 dicembre 2023 (archiviato l'11 dicembre 2023).
  159. ^ (EN) Clayton Davis, New York Film Critics Awards: Winners List (Updating Live), su variety.com, 30 novembre 2023. URL consultato il 1º dicembre 2023 (archiviato il 30 novembre 2023).
  160. ^ (EN) Clayton Davis, ‘Killers of the Flower Moon’ Named Best Picture by National Board of Review, Lily Gladstone and Paul Giamatti Nab Top Acting Honors, su variety.com, 6 dicembre 2023. URL consultato il 7 dicembre 2023 (archiviato l'8 dicembre 2023).
  161. ^ (EN) Erik Anderson, Michigan Movie Critics Guild (MMCG) Winners: ‘Barbie’ is Best Picture, Jeffrey Wright and Paul Giamatti Tie for Best Actor, su awardswatch.com, 4 dicembre 2023. URL consultato il 7 dicembre 2023 (archiviato il 7 dicembre 2023).
  162. ^ (EN) Las Vegas Film Critics Society 2023 Winners, su lvfcs.org. URL consultato il 19 dicembre 2023 (archiviato il 26 dicembre 2013).
  163. ^ (EN) Darel Jevens, Chicago critics name ‘Killers of the Flower Moon’ the year’s best film, su chicago.suntimes.com, 13 dicembre. URL consultato il 13 dicembre 2023 (archiviato il 15 dicembre 2023).
  164. ^ (EN) Sasha Stone, Los Angeles Film Critics and Boston Film Critics Announcing Live, su awardsdaily.com, 10 dicembre 2023. URL consultato l'11 dicembre 2023 (archiviato l'11 dicembre 2023).
  165. ^ (EN) Clayton Dacis, Los Angeles Film Critics Awards: Winners List (Updating Live), su variety.com, 10 dicembre 2023. URL consultato l'11 dicembre 2023 (archiviato il 10 dicembre 2023).
  166. ^ (EN) Erik Anderson, 2023 Washington DC Area Film Critics Association (WAFCA) Winners: ‘American Fiction’ is Best Feature, ‘Oppenheimer’ Takes Six, su awardswatch.com, 10 dicembre 2023. URL consultato l'11 dicembre 2023 (archiviato il 10 dicembre 2023).
  167. ^ (EN) Annual StLFCA Awards, su stlfilmcritics.org. URL consultato il 18 dicembre 2023 (archiviato il 19 gennaio 2021).
  168. ^ (EN) “THE BOY AND THE HERON” FLIES HIGH WITH FLORIDA FILM CRITICS, su floridafilmcritics.com, 21 dicembre 2023. URL consultato il 21 dicembre 2023 (archiviato il 21 dicembre 2023).
  169. ^ Indiana Film Journalists Association Announces 2023 Awards, su m.imdb.com. URL consultato il 21 dicembre 2023 (archiviato il 22 dicembre 2023).
  170. ^ (EN) 2023 San Diego Film Critics Society Winners, su sdfcs.org, 19 dicembre 2023. URL consultato il 20 dicembre 2023 (archiviato il 20 dicembre 2023).
  171. ^ (EN) Erik Anderson, Toronto Film Critics Association (TFCA) Awards: ‘The Zone of Interest’ Wins Best Picture, Director, su awardswatch.com, dicembre. URL consultato il 18 dicembre 2023 (archiviato il 17 dicembre 2023).
  172. ^ (EN) Erik Anderson, Philadelphia Film Critics Circle (PFCC): ‘Poor Things’ is Best Film, Director, Actress and More, su awardswatch.com, 18 dicembre 2023. URL consultato il 18 dicembre 2023 (archiviato il 18 dicembre 2023).
  173. ^ (EN) Todd Jorgenson, DFW FILM CRITICS NAME “THE HOLDOVERS” BEST PICTURE OF 2023, su dfwcritics.com, 18 dicembre 2023. URL consultato il 18 dicembre 2023 (archiviato il 18 dicembre 2023).
  174. ^ (JA) 第48回報知映画賞ノミネート一覧, su hochi.co.jp. URL consultato il 20 dicembre 2023 (archiviato il 2 dicembre 2021).
  175. ^ (EN) Jeff Mitchell, The 2023 Phoenix Critics Circle Awards, su phoenixfilmfestival.com, 15 dicembre 2023. URL consultato il 20 dicembre 2023 (archiviato il 19 dicembre 2023).
  176. ^ (EN) Online Association of Female Film Critics 2023 Awards – Winners, su oaffc.com, 21 dicembre 2023. URL consultato il 21 dicembre 2023 (archiviato il 22 dicembre 2023).
  177. ^ (EN) Oscars Watch: 8th Annual New Mexico Film Critics Association Awards (2023), su nobadmovie.com. URL consultato il 12 gennaio 2024 (archiviato il 12 gennaio 2024).
  178. ^ (EN) Jazz Tangcay, Jazz e Jaden Thompson, Gold House and Sundance Launch First-Of-Its-Kind Multicultural Filmmakers Fund- Film News in Brief, su variety.com, 3 gennaio 2024. URL consultato il 4 gennaio 2024 (archiviato il 3 gennaio 2024).
  179. ^ (EN) 2023 Georgia Film Critics Association Award Winners, su georgiafilmcritics.org. URL consultato il 5 gennaio 2024 (archiviato il 30 dicembre 2023).
  180. ^ (EN) Ben Rolph, DiscussingFilm Critic Awards 2024: The Winners, su discussingfilm.net, 6 gennaio 2024. URL consultato il 6 gennaio 2024 (archiviato il 6 gennaio 2024).
  181. ^ (EN) Erik Anderson, ‘Barbie’ Wins 8 Astra Awards from Hollywood Creative Alliance (HCA), su awardswatch.com, 6 gennaio 2024. URL consultato il 7 gennaio 2024 (archiviato il 7 gennaio 2024).
  182. ^ (EN) Bruce Haring, Utah Film Critics Association 2023 Awards Winners, su utahfilmcritics.com, 6 gennaio 2024. URL consultato il 12 gennaio 2024 (archiviato l'8 gennaio 2024).
  183. ^ (EN) Erik Anderson, Houston Film Critics Society (HFCS) Awards: ‘Poor Things’ Wins Best Picture, su awardswatch.com, 22 gennaio 2024. URL consultato il 22 gennaio 2024 (archiviato il 22 gennaio 2024).
  184. ^ (EN) “Poor Things” and “Killers of the Flower Moon” Lead the 2023 Seattle Film Critics Society Nominations, su seattlefilmcritics.com, 3 gennaio 2024. URL consultato l'8 gennaio 2024 (archiviato l'8 gennaio 2024).
  185. ^ (EN) The Seattle Film Critics Society Names “Past Lives” the Best Picture of 2023, su seattlefilmcritics.com, 8 gennaio 2024. URL consultato l'8 gennaio 2024 (archiviato il 15 gennaio 2024).
  186. ^ (EN) Jon Partridge, 2023 Austin Film Critics Association Award Winners, su austinfilmcritics.org, 10 gennaio 2024. URL consultato il 10 gennaio 2024 (archiviato il 10 gennaio 2024).
  187. ^ (EN) Matt Neglia, The 2023 Denver Film Critics Society (DFCS) Winners, su nextbestpicture.com, 12 gennaio 2024. URL consultato il 14 gennaio 2024 (archiviato il 12 gennaio 2024).
  188. ^ (EN) Matt Neglia, The 2023 Hawaii Film Critics Society (HFCS) Winners, su nextbestpicture.com, 12 gennaio 2024. URL consultato il 14 gennaio 2024 (archiviato il 12 gennaio 2024).
  189. ^ Cristiano Bolla, Critics Choice Awards 2024, Oppenheimer conquista anche il secondo round contro Barbie: tutti i vincitori, su bestmovie.it, 15 gennaio 2024. URL consultato il 15 gennaio 2024 (archiviato il 15 gennaio 2024).
  190. ^ (JA) 第78回毎日映画コンクール候補決定・アニメーション部門, su hitocinema.mainichi.jp, 20 dicembre 2023. URL consultato il 29 dicembre 2023 (archiviato il 29 dicembre 2023).
  191. ^ Giovanni Migliore, Maboroshi e Il ragazzo e l’airone vincono ai Mainichi Film Awards, su vulterra.it, 20 gennaio 2024. URL consultato il 21 gennaio 2024.
  192. ^ (EN) CHRISTOPHER NOLAN’S OPPENHEIMER LEADS ONLINE FILM CRITICS SOCIETY 2023 AWARDS, su ofcs.org, 22 gennaio 2024. URL consultato il 23 gennaio 2024 (archiviato il 23 gennaio 2024).
  193. ^ (EN) Awards: Our 2023 winners, su gwnyfilmcritics.com. URL consultato il 27 gennaio 2024 (archiviato il 3 gennaio 2024).
  194. ^ (EN) Naman Ramachandran, ‘All of Us Strangers, ‘Oppenheimer’ Lead London Critics’ Circle Awards Nominations, su variety.com, 20 dicembre 2023. URL consultato il 21 dicembre 2023 (archiviato il 21 dicembre 2023).
  195. ^ Danilo Canzanella, London Critics Circle Film Awards 2023: The Zone of Interest è il miglior film per i critici di Londra, su fai.informazione.it, 4 febbraio 2024. URL consultato il 4 febbraio 2024 (archiviato il 4 febbraio 2024).
  196. ^ (EN) Jazz Tangcay e Jaden Thompson, ‘Oppenheimer,’ ‘Poor Things’ Take Top Honors at Art Directors Guild Awards, su variety.com, 10 febbraio 2024. URL consultato l'11 febbraio2024 (archiviato l'11 febbraio 2024).
  197. ^ (EN) Erik Anderson, International Cinephile Society (ICS) Awards: ‘Close Your Eyes’ Takes Best Picture and Director; ‘All of Us Strangers’ Wins Actor, Supporting Actor, Ensemble, Adapted Screenplay, su awardswatch.com, 11 febbraio 2024. URL consultato l'11 febbraio2024 (archiviato il 12 febbraio 2024).
  198. ^ (EN) Bruce Haring, Society of Composers And Lyricists Sets SCL Nominees, su deadline.com, 21 dicembre 2023. URL consultato il 23 dicembre 2023 (archiviato il 23 dicembre 2023).
  199. ^ Nimona e Il ragazzo e l'airone si portano a casa due premi a testa, su animeclick.it, 18 febbraio 2024. URL consultato il 18 febbraio 2024 (archiviato il 18 febbraio 2024).
  200. ^ Bafta 2024: Oppenheimer trionfa con 7 premi, Emma Stone miglior attrice. Tutti i vincitori, su tg24.sky.it, 18 febbraio 2024. URL consultato il 18 febbraio 2024 (archiviato il 18 febbraio 2024).
  201. ^ (EN) IFMCA Award Nominations 2023, su International Film Music Critics Association, 8 febbraio 2024. URL consultato il 24 febbraio 2024 (archiviato il 9 febbraio 2024).
  202. ^ (EN) IFMCA Award Winners 2023, su International Film Music Critics Association, 22 febbraio 2024. URL consultato il 24 febbraio 2024 (archiviato il 23 febbraio 2024).
  203. ^ Kirsten Chuba e Nordyke Kimberly, PGA Awards: Oppenheimer takes top film prize, in The Hollywood Reporter, 26 febbraio 2024. URL consultato il 27 febbraio 2024 (archiviato il 26 febbraio 2024).
  204. ^ (EN) Tyler Coates, Dorian Film Awards: ‘All of Us Strangers’ Sweeps Queer Film Critic Honors, in The Hollywood Reporter, 26 febbraio 2024. URL consultato il 26 febbraio 2024 (archiviato il 26 febbraio 2024).
  205. ^ (EN) Erik Pedersen, Cinema Audio Society Awards: 'Oppenheimer' Takes Top Film Prize; 'The Last of Us', 'The Bear' Lead TV – Full Winners List, su Deadline Hollywood, 3 marzo 2024. URL consultato il 3 marzo 2024 (archiviato il 3 marzo 2024).
  206. ^ (EN) The International Press Academy Announces Winners for the 28th Annual SATELLITE™ Awards, su pressacademy.com, 3 marzo 2024. URL consultato il marzo 2024 (archiviato il 4 marzo 2024).
  207. ^ Alex Matteo, Godzilla Minus One , The Boy and the Heron Win Japan Academy Film Prizes, su animenewsnetwork.com, 8 marzo 2024. URL consultato l'8 marzo 2024 (archiviato l'8 marzo 2024).
  208. ^ (JA) 英介 浅野, 「君たちはどう生きるか」映画効果で同名小説が再注目 フリマアプリにも大量出品, su sankei.com, 27 luglio 2023. URL consultato il 1º settembre 2023 (archiviato il 1º agosto 2023).
  209. ^ E voi come vivrete? il romanzo di Genzaburo Yoshino arriva in Italia, su animeclick.it. URL consultato il 20 settembre 2923 (archiviato il 22 settembre 2023).
  210. ^ (FR) Et vous, comment vivrez-vous?, su editions-picquier.com. URL consultato il 21 settembre 2923 (archiviato il 25 marzo 2023).
  211. ^ (EN) Yorina Yoshikawa, 'How Do You Live?': Timeless lessons for a new generation, su japantimes.co.jp, 8 maggio 2022. URL consultato il 20 settembre 2023 (archiviato il 19 luglio 2023).
  212. ^ (ES) Sainowaki Keiko, ¿Cómo vives?’, el libro de Yoshino Genzaburō para leer junto a los niños, su nippon.com, 14 luglio 2023. URL consultato il 20 settembre 2023 (archiviato il 15 luglio 2023).
  213. ^ (ENJA) Mitaka Calling, su giovannimirabassi.com. URL consultato il 24 dicembre 2023 (archiviato il 24 dicembre 2023).
  214. ^ (FR) Le garçon et le héron : Production, su buta-connection.net, 12 dicembre 2023. URL consultato il 24 dicembre 2023 (archiviato il 4 novembre 2023).
  215. ^ (JA) 君たちはどう生きるか:公式ガイドブックが10月27日発売 宮崎駿監督の企画書 本田雄×山下明彦×井上俊之×安藤雅司アニメーター座談会 全キャストインタビューも, su mantan-web.jp, 13 ottobre 2023. URL consultato il 19 ottobre 2023 (archiviato il 18 ottobre 2023).
  216. ^ (EN) Renee Senzatimore, Studio Ghibli Releases First Official Merch for The Boy and the Heron, su cbr.com, 5 dicembre 2023. URL consultato il 4 gennaio 2024 (archiviato il 14 dicembre 2023).
  217. ^ Marlen Vazzoler, 2399 DAYS WITH HAYAO MIYAZAKI & STUDIO GHIBLI: UN DOCUMENTARIO SULLA CREAZIONE DE IL RAGAZZO E L’AIRONE, su blog.screenweek.it, 15 dicembre 2023. URL consultato l'8 gennaio 2024 (archiviato il 15 gennaio 2024).

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN32152986633512671701