Apri il menu principale

Ministri per gli affari europei della Repubblica Italiana

I ministri per gli affari europei della Repubblica Italiana si sono succeduti, con varie denominazioni, dal 1987.

ListaModifica

Ministro Partito Governo Mandato Leg.
Inizio Fine
Coordinamento delle politiche comunitarie
  Carlo Sforza
(1872-1952)
Partito Repubblicano Italiano De Gasperi VII 26 luglio 1951 4 settembre 1952 I
  Vincenzo Scotti
(1933)
Democrazia Cristiana Cossiga II 4 aprile 1980 18 ottobre 1980 VIII
Forlani 18 ottobre 1980 28 giugno 1981
  Lucio Abis
(1926-2014)
Democrazia Cristiana Spadolini I 28 giugno 1981 23 agosto 1982
Spadolini II 23 agosto 1982 1º dicembre 1982
  Alfredo Biondi
(1928)
Partito Liberale Italiano Fanfani V 1º dicembre 1982 4 agosto 1983
  Francesco Forte
(1929)
Partito Socialista Italiano Craxi I 4 agosto 1983 9 maggio 1985 IX
  Loris Fortuna
(1924-1985)
Partito Socialista Italiano 31 luglio 1985 5 dicembre 1985[1]
  Fabio Fabbri
(1933)
Partito Socialista Italiano Craxi II 1º agosto 1986 18 aprile 1987
  Luigi Granelli
(1929-1999)
Democrazia Cristiana Fanfani VI 18 aprile 1987 29 luglio 1987
  Antonio La Pergola
(1931-2007)
Indipendente Goria 29 luglio 1987 13 aprile 1988 X
  Pier Luigi Romita
(1924-2003)
Partito Socialista Italiano De Mita 13 aprile 1988 23 luglio 1989
Andreotti VI 23 luglio 1989 13 aprile 1991
Andreotti VII 13 aprile 1991 28 giugno 1992
Coordinamento delle politiche comunitarie e affari regionali
  Raffaele Costa
(1936)
Partito Liberale Italiano Amato I 28 giugno 1992 21 febbraio 1993 XI
  Gianfranco Ciaurro
(1929-2000)
Partito Liberale Italiano 21 febbraio 1993 29 aprile 1993
  Valdo Spini
(1946)
Partito Socialista Italiano Ciampi 29 aprile 1993 5 maggio 1993
  Livio Paladin
(1933-2000)
Indipendente 5 maggio 1993 11 maggio 1994
Coordinamento delle politiche dell'Unione europea
  Domenico Comino
(1955)
Lega Nord Berlusconi I 11 maggio 1994 17 gennaio 1995 XII
Deleghe conferite ai Ministri del bilancio e della programmazione economica [2]
Politiche comunitarie
Deleghe conferite al Sottosegretario agli affari esteri Piero Fassino (20 marzo 1998 - 21 ottobre 1998)
  Enrico Letta
(1966)
Partito Popolare Italiano D'Alema I 21 ottobre 1998 22 dicembre 1999 XIII
  Patrizia Toia
(1950)
Partito Popolare Italiano D'Alema II 22 dicembre 1999 26 aprile 2000
  Gianni Francesco Mattioli
(1940)
Federazione dei Verdi Amato II 26 aprile 2000 11 giugno 2001
  Rocco Buttiglione
(1948)
Cristiani Democratici Uniti
Unione di Centro[3]
Berlusconi II 11 giugno 2001 23 aprile 2005 XIV
  Giorgio La Malfa
(1939)
Partito Repubblicano Italiano Berlusconi III 23 aprile 2005 17 maggio 2006
  Emma Bonino[4]
(1948)
Radicali Italiani Prodi II 17 maggio 2006 8 maggio 2008 XV
Politiche europee
  Andrea Ronchi
(1955)
Il Popolo della Libertà Berlusconi IV 8 maggio 2008 17 novembre 2010 XVI
  Anna Maria Bernini
(1965)
Il Popolo della Libertà 27 luglio 2011 16 novembre 2011
  Enzo Moavero Milanesi
(1954)
Indipendente[5] Monti 16 novembre 2011 28 aprile 2013
Letta 28 aprile 2013 22 febbraio 2014 XVII
Deleghe conferite al Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Sandro Gozi (PD), dal 22 febbraio 2014 al 1º giugno 2018 (Governi Renzi e Gentiloni)
Affari europei
  Paolo Savona
(1936)
Indipendente Conte I 1º giugno 2018 8 marzo 2019[6] XVIII
  Lorenzo Fontana
(1980)
Lega 10 luglio 2019 5 settembre 2019
  Vincenzo Amendola
(1973)
Partito Democratico Conte II 5 settembre 2019 in carica

Linea temporaleModifica

 

NoteModifica

  1. ^ Morto in carica.
  2. ^ Precisamente: Rainer Masera (18 gennaio 1995 - 11 gennaio 1996); Augusto Fantozzi, già Ministro delle finanze e che aveva frattanto assunto l'interim al bilancio (12 gennaio 1996 - 16 febbraio 1996); Mario Arcelli (17 febbraio 1996 - 17 maggio 1996).
  3. ^ Dal 6 dicembre 2002.
  4. ^ Emma Bonino è anche, contemporaneamente, Ministro del commercio internazionale.
  5. ^ Membro di Scelta Civica dal 4 gennaio 2013.
  6. ^ Deleghe riassunte dal Presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte (indipendente) dall'8 marzo al 10 luglio 2019.