Royal Rumble 2018

(Reindirizzamento da Royal Rumble (2018))
Royal Rumble 2018
Prodotto daWWE
Data28 gennaio 2018
CittàPhiladelphia, Pennsylvania
SedeWells Fargo Center
Spettatori17.629
Tagline#RumbleforAll
#MoreRumbleThanEver
Colonna sonoraKing is Born di Aloe Blacc
Power di Little Mix feat. Stormzy
SponsorKFC
Rocket League
Cronologia pay-per-view
Clash of Champions 2017Royal Rumble 2018Elimination Chamber 2018
Progetto Wrestling

Royal Rumble 2018 è stata la trentunesima edizione dell'omonimo evento in pay-per-view prodotto annualmente dalla WWE. L'evento si è svolto il 28 gennaio 2018 al Wells Fargo Center di Philadelphia (Pennsylvania).

Quest'edizione ha avuto, per la prima volta nella storia, il primo Royal Rumble match femminile.

StorylineModifica

Come ogni anno avrà luogo il royal rumble match, il cui vincitore avrà un incontro a WrestleMania 34 per il titolo mondiale (il WWE Championship o l'Universal Championship). Il primo partecipante annunciato è stato Elias (18 dicembre). Inoltre, per la prima volta in assoluto, quest'edizione della Royal Rumble ha presentato anche l'omonimo match in versione femminile, con trenta partecipanti tra le varie lottatrici di Raw e SmackDown, la cui vincitrice avrà un incontro a WrestleMania 34 con in palio il Raw Women's Championship o lo SmackDown Women's Championship. La prima partecipante annunciata è stata Naomi (19 dicembre).

Nella puntata di Raw del 16 ottobre 2017 Kane è tornato a sorpresa attaccando Roman Reigns durante lo Steel Cage match contro Braun Strowman, favorendo la vittoria di quest'ultimo.[1] Nella puntata di Raw dell'11 dicembre il match tra Kane e Braun Strowman per determinare il contendente n°1 all'Universal Championship di Brock Lesnar alla Royal Rumble è terminato in doppio count-out.[2] Per questo motivo, il General Manager di Raw Kurt Angle ha annunciato che, alla Royal Rumble, Lesnar avrebbe difeso l'Universal Championship in un Triple Threat match contro Strowman e Kane.[3].

Il 17 dicembre, a Clash of Champions, Kevin Owens e Sami Zayn hanno sconfitto Randy Orton e Shinsuke Nakamura in un match arbitrato dal General Manager di SmackDown Daniel Bryan e dal Commissioner Shane McMahon, in cui se Owens e Zayn avessero perso sarebbero stati licenziati.[4] Nella puntata di SmackDown del 19 dicembre Kevin Owens ha sconfitto il WWE Champion AJ Styles in un match non titolato grazie all'intervento di Sami Zayn; successivamente, Styles ha affermato che avrebbe voluto affrontare sia Owens che Zayn in un Handicap match e, colta la palla al balzo, il General Manager Daniel Bryan ha annunciato che, alla Royal Rumble, Styles difenderà il WWE Championship contro Owens e Zayn in un 2-on-1 Handicap match.[5][6]

Nella puntata di Raw del 25 dicembre Jason Jordan e Seth Rollins hanno sconfitto Cesaro e Sheamus, vincendo il Raw Tag Team Championship.[7] Nella puntata di Raw dell'8 gennaio Cesaro e Sheamus hanno chiesto e ottenuto dal General Manager Kurt Angle un match per i titoli di coppia di Raw alla Royal Rumble.[8]

Nella puntata di SmackDown del 2 gennaio 2018 gli SmackDown Tag Team Champions, gli Usos (Jimmy Uso e Jey Uso), hanno affrontato Chad Gable e Shelton Benjamin e, inizialmente, l'incontro era stato vinto da questi ultimi ma, poiché Gable e Jimmy Uso non erano gli uomini legali, il match è stato fatto ripartire con conseguente vittoria degli Usos.[9] Nella puntata di SmackDown del 9 gennaio, poi, Benjamin e Gable hanno domandato un rematch titolato, e il General Manager Daniel Bryan ha annunciato che, alla Royal Rumble, gli Usos difenderanno i titoli di coppia di SmackDown contro Benjamin e Gable in un 2-out-of-3 Falls match.[10]

Il 28 gennaio furono annunciati tre match per il Kick-off: nel primo, Bobby Roode avrebbe difeso lo United States Championship in una Open challenge contro un qualsiasi avversario, nel secondo Gran Metalik, Kalisto e Lince Dorado avrebbero affrontato Drew Gulak, Gentleman Jack Gallagher e TJP, mentre nel terzo Luke Gallows e Karl Anderson avrebbero affrontato i Revival (Dash Wilder e Scott Dawson).[11]

CancellazioniModifica

In origine era previsto un incontro per il WWE Cruiserweight Championship tra il campione Enzo Amore e lo sfidante Cedric Alexander ma, in seguito al licenziamento di Enzo Amore (legit), il titolo è stato reso vacante e il match cancellato.[12]

RisultatiModifica

# Match Stipulazioni Durata
Kick-off Gran Metalik, Kalisto e Lince Dorado hanno sconfitto Drew Gulak, Jack Gallagher e TJP Six-man Tag Team match[13] 13:20
Kick-off The Revival (Dash Wilder e Scott Dawson) ha sconfitto The Club (Luke Gallows e Karl Anderson) Tag Team match[14] 09:10
Kick-off Bobby Roode (c) ha sconfitto Mojo Rawley Single match per il WWE United States Championship[15] 07:45
1 AJ Styles (c) ha sconfitto Kevin Owens e Sami Zayn 2-on-1 Handicap match per il WWE Championship[16] 15:55
2 The Usos (Jey Uso e Jimmy Uso) (c) hanno sconfitto Chad Gable e Shelton Benjamin per 2-0 2-out-of-3 Falls match per il WWE SmackDown Tag Team Championship[17] 13:55
3 Shinsuke Nakamura ha vinto eliminando per ultimo Roman Reigns 30-man Royal Rumble match[18] 01:05:35
4 The Bar (Cesaro e Sheamus) ha sconfitto Jason Jordan e Seth Rollins (c) Tag Team match per il WWE Raw Tag Team Championship[19] 12:49
5 Brock Lesnar (c) (con Paul Heyman) ha sconfitto Braun Strowman e Kane Triple Threat match per il WWE Universal Championship[20] 10:55
6 Asuka ha vinto eliminando per ultima Nikki Bella 30-woman Royal Rumble match[21] 59:10

Royal Rumble matchModifica

MaschileModifica

 
Shinsuke Nakamura, vincitore del royal rumble match maschile
     – Wrestler di Raw
     – Wrestler di SmackDown
     – Wrestler di NXT
     – Wrestler non affiliato
     – Vincitore
# Wrestler Ordine Eliminato da Tempo N° eliminazioni
Rusev 12° Bray Wyatt e Matt Hardy 30:27 0
Finn Bálor 27° John Cena 57:39 4
Rhyno Baron Corbin 02:12 0
Baron Corbin Finn Bálor 01:00 1
Heath Slater Bray Wyatt 00:34 1
Elias 15° John Cena 24:51 0
Andrade "Cien" Almas 18° Randy Orton 28:59 1
Bray Wyatt 13° Matt Hardy 19:56 3
Big E Jinder Mahal 13:30 0
10° Sami Zayn[Nota 1] Shinsuke Nakamura 06:47 0
11° Sheamus Heath Slater 00:02 0
12° Xavier Woods Jinder Mahal 08:14 0
13° Apollo Crews Cesaro 05:06 0
14° Shinsuke Nakamura Vincitore 44:25 3
15° Cesaro Seth Rollins 04:59 1
16° Kofi Kingston 11° Andrade "Cien" Almas 05:24 1
17° Jinder Mahal 10° Kofi Kingston 03:30 2
18° Seth Rollins 22° Roman Reigns 18:46 2
19° Matt Hardy 14° Sé stesso[Nota 2] 01:02 2
20° John Cena 28° Shinsuke Nakamura 28:33 3
21° The Hurricane 16° John Cena 00:24 0
22° Aiden English 17° Finn Bálor 02:05 0
23° Adam Cole 19° Rey Mysterio 06:34 0
24° Randy Orton 25° Roman Reigns 13:34 1
25° Titus O'Neil 20° Roman Reigns 05:53 0
26° The Miz 21° Roman Reigns e Seth Rollins 05:02 0
27° Rey Mysterio 26° Finn Bálor 09:24 1
28° Roman Reigns 29° Shinsuke Nakamura 21:28 4
29° Goldust 23° Dolph Ziggler 02:22 0
30° Dolph Ziggler 24° Finn Bálor 01:35 1

StatisticheModifica

  • Maggior tempo di permanenza sul ring: Finn Bálor (57:39)
  • Minor tempo di permanenza sul ring: Sheamus (00:02)
  • Maggior numero di eliminazioni: Finn Bálor e Roman Reigns (4)

FemminileModifica

 
Asuka, vincitrice del Women's royal rumble match
     – Wrestler di Raw
     – Wrestler di SmackDown
     – Wrestler di NXT
     – Wrestler non affiliata
     – Vincitrice
# Wrestler Ordine Eliminata da Tempo N° eliminazioni
Sasha Banks 27ª Brie Bella e Nikki Bella 54:46 3
Becky Lynch 14ª Ruby Riott 30:54 2
Sarah Logan Molly Holly 16:30 0
Mandy Rose Lita 03:52 0
Lita Becky Lynch 05:51 2
Kairi Sane Dana Brooke 04:49 0
Tamina Lita 01:34 0
Dana Brooke Torrie Wilson 02:59 1
Torrie Wilson Sonya Deville 03:04 1
10ª Sonya Deville Michelle McCool 06:41 1
11ª Liv Morgan Michelle McCool 05:12 0
12ª Molly Holly 10ª Michelle McCool 04:04 1
13ª Lana 11ª Michelle McCool 02:54 0
14ª Michelle McCool 13ª Natalya 08:38 5
15ª Ruby Riott 17ª Nia Jax 11:32 2
16ª Vickie Guerrero 12ª Becky Lynch, Michelle McCool, Ruby Riott e Sasha Banks 01:02 0
17ª Carmella 21ª Nikki Bella 18:45 0
18ª Natalya 25ª Trish Stratus 25:34 3
19ª Kelly Kelly 16ª Nia Jax 05:02 0
20ª Naomi 18ª Nia Jax 06:49 0
21ª Jacqueline 15ª Nia Jax 01:52 0
22ª Nia Jax 23ª Asuka, Bayley, Brie Bella, Natalya, Nikki Bella e Trish Stratus 17:56 4
23ª Ember Moon 20ª Asuka 06:14 0
24ª Beth Phoenix 19ª Natalya 02:22 0
25ª Asuka Vincitrice 19:41 3
26ª Mickie James 22ª Trish Stratus 08:24 0
27ª Nikki Bella 29ª Asuka 16:30 4
28ª Brie Bella 28ª Nikki Bella 11:58 2
29ª Bayley 24ª Sasha Banks 05:54 1
30ª Trish Stratus 26ª Sasha Banks 05:36 3

StatisticheModifica

  • Maggior tempo di permanenza sul ring: Sasha Banks (54:46)
  • Minor tempo di permanenza sul ring: Vickie Guerrero (01:02)
  • Maggior numero di eliminazioni: Michelle McCool (5)
  • Beth Phoenix è stata la prima donna ad aver partecipato sia ad una royal rumble maschile (2010) che ad una femminile.

NoteModifica

  1. ^ Tye Dillinger era stato annunciato con il numero 10, ma è stato attaccato nel backstage da Kevin Owens e Sami Zayn, con quest'ultimo che ha preso il suo posto.
  2. ^ Hardy si è auto eliminato eliminando nel contempo Bray Wyatt.
  1. ^ (EN) Anthony Benigno, Braun Strowman def. Roman Reigns in a Steel Cage Match to turn the WWE TLC Match into a 5-on-3 Handicap Match, su wwe.com, WWE, 16 ottobre 2017. URL consultato il 16 ottobre 2017.
  2. ^ Anthony Benigno, Braun Strowan vs. Kane ended in a Double Count-out, su WWE. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  3. ^ Michael Burdick, Universal Champion Brock Lesnar vs. Braun Strowman vs. Kane (Triple Threat Match), su WWE, 18 dicembre 2017. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  4. ^ Anthony Benigno, Kevin Owens & Sami Zayn def. Shinsuke Nakamura & Randy Orton, in WWE. URL consultato il 17 dicembre 2017.
  5. ^ Ryan Pappolla, Kevin Owens def. AJ Styles, su WWE. URL consultato il 26 dicembre 2017.
  6. ^ Ryan Pappolla, WWE Champion AJ Styles vs. Kevin Owens & Sami Zayn — 2-on-1 Handicap Match for the WWE Title, su WWE, 3 gennaio 2018. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  7. ^ Anthony Benigno, Seth Rollins & Jason Jordan def. Cesaro & Sheamus to become the new Raw Tag Team Champions, su WWE, 25 dicembre 2017. URL consultato il 25 dicembre 2017.
  8. ^ Ryan Pappolla, Raw Tag Team Champions Seth Rollins & Jason Jordan vs. Cesaro & Sheamus, su WWE, 8 gennaio 2018. URL consultato l'8 gennaio 2018.
  9. ^ Anthony Benigno, SmackDown Tag Team Champions The Usos def. Chad Gable & Shelton Benjamin, su WWE. URL consultato il 2 gennaio 2018.
  10. ^ Michael Burdick, SmackDown Tag Team Champions The Usos vs. Chad Gable & Shelton Benjamin (2-out-of-3-Falls Match), su WWE, 9 gennaio 2018. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  11. ^ Michael Burdick, Three explosive matches and major celebrity panelists announced for Royal Rumble Kickoff, su WWE, 28 gennaio 2018. URL consultato il 28 gennaio 2018.
  12. ^ Enzo Amore released, su wwe.com. URL consultato il 23 gennaio 2018.
  13. ^ Ryan Pappolla, Kalisto, Gran Metalik & Lince Dorado def. TJP, Drew Gulak & Jack Gallagher, su WWE, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  14. ^ Anthony Benigno, The Revival def. Luke Gallows & Karl Anderson (Kickoff Match), su WWE, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  15. ^ Bobby Melok, United States Champion Bobby Roode def. Mojo Rawley (United States Championship Kickoff Match), su WWE, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  16. ^ Bobby Melok, WWE Champion AJ Styles vs. Kevin Owens & Sami Zayn, su WWE, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  17. ^ Bobby Melok, SmackDown Tag Team Champions The Usos vs. Chad Gable & Shelton Benjamin (2-out-of-3 Falls Match), su WWE, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  18. ^ Anthony Benigno, Shinsuke Nakamura won the 2018 Men’s Royal Rumble Match, su WWE, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  19. ^ James Wortman, Sheamus & Cesaro def. Raw Tag Team Champions Seth Rollins & Jason Jordan, su WWE, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  20. ^ James Wortman, Universal Champion Brock Lesnar def. Braun Strowman and Kane, su WWE, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  21. ^ Anthony Benigno, Asuka won the first-ever Women’s Royal Rumble Match; Ronda Rousey arrived, su WWE, 28 gennaio 2018. URL consultato il 28 gennaio 2018.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling