Apri il menu principale

Fabio Galante

allenatore di calcio, dirigente sportivo ed ex calciatore italiano
Fabio Galante
Fabio Galante Cropped.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Inter (Osservatore)
Ritirato 2011 - giocatore
Carriera
Giovanili
1990-1991 Empoli
Squadre di club1
1990-1993 Empoli 48 (3)
1993-1996 Genoa 85 (7)
1996-1999 Inter 55 (2)
1999-2004 Torino 124 (6)
2004-2010 Livorno 149 (5)[1]
2011 Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Molin Nuovo Ponte 2 (0)
Nazionale
1991 Italia Italia U-18 10 (2)
1994-1996 Italia Italia U-21 18 (4)
1996 Italia Italia olimpica 2 (0)
Carriera da allenatore
2018- Inter Osservatore
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Francia 1994
Oro Spagna 1996
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 17 marzo 2014

Fabio Galante (Montecatini Terme, 20 novembre 1973) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore, osservatore dell'Inter.

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

GiocatoreModifica

Era un difensore centrale abile nel gioco aereo.[2]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Arrivato da Monsummano Terme, dopo aver iniziato a giocare nelle squadre giovanili del Via Nova di Pieve a Nievole, a 13 anni passa nel vivaio dell'Empoli. A 17 anni esordisce in prima squadra, all'epoca militante in Serie C1. Dopo due anni approda in Serie A grazie a al Genoa, con cui giocò tre stagioni: le prime due nella massima serie (55 presenze, 4 goal) e la terza in Serie B (30 presenze, 3 reti).

 
Galante (a sinistra) al Genoa, alle prese con il doriano Ruud Gullit nel derby del 5 dicembre 1993.

Nell'estate 1996 venne acquistato dall'Inter[3], vincendovi una Coppa UEFA.[4] Nell'agosto 1998, durante una tournée dei nerazzurri a Napoli, fu protagonista di un controverso episodio: lanciando un gavettone dalla finestra dell'hotel (in cui alloggiava la squadra) sfondò il parabrezza di un'automobile, le cui schegge ferirono lievemente i passeggeri.[5] Del fatto furono inizialmente incolpati Pirlo e Ventola[6], prima che il difensore ammettesse la propria responsabilità.[7] Galante fornì quindi le sue scuse alla famiglia[8], riconducendo il tutto ad uno scherzo tra compagni.[9][10] Rifiutato un risarcimento economico da parte della società[11], la famiglia Maffei denunciò il calciatore per lesioni.[12]

Passato al Torino nel 1999, vestì la maglia granata per cinque stagioni.[13] Nel 2004 si trasferì al Livorno[14], militandovi per sei stagioni: con i granata vinse anche un campionato cadetto.[15] Si è poi ritirato nel 2011, dopo due presenze con il Molin Nuovo Ponte.[16][17]

Allenatore e dirigenteModifica

Nel settembre 2012 ottiene il titolo di direttore sportivo frequentando il corso a Coverciano.[18] Il 16 dicembre 2014 è ingaggiato in questo ruolo dal Chiasso.[19] Il 29 giugno 2017 lascia la squadra svizzera.[20]

Nel corso dell'autunno seguente inizia a seguire il corso speciale per allenatori UEFA, che abilita all'allenamento di tutte le formazioni giovanili, alle prime squadre fino alla Serie C, e alla posizione di allenatore in seconda in Serie B e Serie A;[21] il successivo 15 dicembre consegue la licenza.[22]

Il 2 agosto 2018 torna all'Inter in veste di osservatore.[23]

Dopo il ritiroModifica

Nel novembre 2014 è approdato ad Agon Channel per partecipare come giudice, insieme a Fulvio Collovati e Nicola Berti, a un talent sul calcio.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 15 maggio 2004.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1990-1991   Empoli C1 2 0 2 0
1991-1992 C1 16 2 16 2
1992-1993 C1 30 1 CI 1 0 31 1
Totale Empoli 48 3 1 0 49 3
1993-1994   Genoa A 25 2 25 2
1994-1995 A 30+1 2 CI 4 0 34+1 2
1995-1996 B 30 3 CI 1 1 31 4
Totale Genoa 85+1 7 5 1 90+1 8
1996-1997   Inter A 18 0 CI 5 0 CU 4 0 - - - 27 0
1997-1998 A 20 2 CI 4 0 CU 7 0 - - - 31 2
1998-1999 A 17 0 CI 3 0 UCL 9 1 - - - 29 1
Totale Inter 55 2 12 0 20 1 - - 97 3
1999-2000   Torino A 23 2 CI 2 0 - - - - - - 25 2
2000-2001 B 27 0 CI 5 0 - - - - - - 32 0
2001-2002 A 33 4 CI 0 0 - - - - - - 33 4
2002-2003 A 20 0 CI 0 0 Int 4 0 - - - 24 0
2003-2004 B 21 0 CI 0 0 - - - - - - 21 0
Totale Torino 124 6 7 0 4 0 - - 135 6
2004-2005   Livorno A 26 0 CI 0 0 - - - - - - 29 0
2005-2006 A 35 2 CI 2 0 - - - - - - 37 2
2006-2007 A 32 1 CI 1 0 CU 7 1 - - - 40 2
2007-2008 A 34 1 CI 1 0 - - - - - - 35 1
2008-2009 B 13+2[24] 1 CI - - - - - - - - 15 1
2009-2010 A 9 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Livorno 149+2 5 4 0 7 1 - - 162 6
Totale carriera 461+3 23 29 0 31 2 - - 521+3 26

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ 151 (5) se si comprendono i play-off.
  2. ^ Alberto Cerruti, Zanetti e Sforza due sicurezze, in La Gazzetta dello Sport, 6 gennaio 1997.
  3. ^ Benedetto Ferrara, Andersson al Bologna: affare fatto, in la Repubblica, 22 giugno 1996, p. 44.
  4. ^ Alberto Cerruti, Luigi Garlando e Antonello Capone, Champagne per l'Inter, in La Gazzetta dello Sport, 7 maggio 1998.
  5. ^ Marco Azzi, Bravata all'hotel dell'Inter, in la Repubblica, 20 agosto 1998, p. 39.
  6. ^ Feriti due fratelli con un "gavettone" Pirlo-Ventola, autogol, in Il Tirreno, 20 agosto 1998.
  7. ^ Gabriella Mambrini, È stato il difensore dell'Inter a lanciare la busta che ha ferito due bambini napoletani, in Il Tirreno, 21 agosto 1998, p. 7.
  8. ^ Querela e sospetti a Napoli, il calciatore si scusa, in Il Tirreno, 21 agosto 1998.
  9. ^ L.S., Fabio Galante commenta il gavettone «Una bischerata fra compagni», in Il Tirreno, 21 agosto 1998.
  10. ^ Licia Granello, Ho fatto una stupidaggine, chiedo scusa a quei bimbi, in la Repubblica, 21 agosto 1998, p. 18.
  11. ^ Marco Azzi, Non vogliamo soldi dall'Inter, in la Repubblica, 21 agosto 1998, p. 18.
  12. ^ A.C., Gavettone Galante, depositata la querela, in La Gazzetta dello Sport, 22 agosto 1998.
  13. ^ Alessandro Alciato, Torino-Bologna, è inchiesta Galante: "Nessuna combine", su repubblica.it, 8 aprile 2002.
  14. ^ Gianni Massone, Galante, a volte ritornano Da desaparecido a protagonista in A, in Il Tirreno, 21 novembre 2004, p. 17.
  15. ^ Il suicidio del Livorno che ha dato la A al Bari, su repubblica.it, 8 maggio 2009.
  16. ^ Molin Nuovo Ponte schiera Galante, su iltirreno.gelocal.it, 8 maggio 2011.
  17. ^ Festa grande per il Molin Nuovo Ponte, su iltirreno.gelocal.it, 17 maggio 2011.
  18. ^ g.m., E suo fratello Fabio vuole fare il diesse, in La Gazzetta dello Sport, 14 settembre 2012, p. 14.
  19. ^ Ufficiale: Fabio Galante nuovo direttore sportivo del Chiasso, tuttomercatoweb.com, 16 dicembre 2014.
  20. ^ Comunicato: il Chiasso e Galante terminano la loro collaborazione al 30 giugno fcchiasso.ch
  21. ^ Toni, Camoranesi, Amelia a corso tecnici, ANSA, 6 ottobre 2017. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  22. ^ Toni e Amelia hanno patentino allenatore ansa.it
  23. ^ UFFICIALE - Inter, torna Galante: annunciato il suo nuovo ruolo nel club nerazzurro
  24. ^ Play-off.

Collegamenti esterniModifica