Provincia di Bologna

ex provincia italiana
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il nuovo ente, vedi Città metropolitana di Bologna.
Provincia di Bologna
ex provincia
Provincia di Bologna – Stemma Provincia di Bologna – Bandiera
Provincia di Bologna – Veduta
Palazzo Malvezzi, sede della Provincia.
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Amministrazione
CapoluogoBologna
Data di istituzione30 novembre 1859
Data di soppressione31 dicembre 2014
Territorio
Coordinate
del capoluogo
44°29′38″N 11°20′34″E / 44.493889°N 11.342778°E44.493889; 11.342778 (Provincia di Bologna)Coordinate: 44°29′38″N 11°20′34″E / 44.493889°N 11.342778°E44.493889; 11.342778 (Provincia di Bologna)
Superficie3 702,32 km²
Abitanti1 003 090[1] (30-09-2014)
Densità270,94 ab./km²
Comuni56 comuni
Province confinantiModena, Ferrara, Ravenna, Pistoia, Prato, Firenze
Altre informazioni
Cod. postale40121-40141 (Bologna), 40010-40069 (provincia)
Prefisso051, 0534, 0542
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT037
TargaBO
PIL procapite(nominale) 33.276 € (2014)
Cartografia
Provincia di Bologna – Localizzazione
Sito istituzionale

La provincia di Bologna è stata una provincia italiana, la più popolosa dell'Emilia-Romagna[2].

L'ente è stato soppresso il 31 dicembre 2014 e sostituito con la Città metropolitana di Bologna dal 1º gennaio 2015.

GeografiaModifica

La provincia di Bologna comprendeva l'Emilia sud-orientale e sette comuni il cui territorio era interamente compreso nella regione storico-geografica della Romagna: Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio, Dozza, Fontanelice, Imola, Mordano.

Il territorio provinciale si estendeva principalmente in pianura e in collina (la montagna occupava il 21,3% della provincia, contro una media regionale del 25%). Confinava a nord con la provincia di Ferrara; a est con la provincia di Ravenna; a sud con la provincia di Firenze, a Sud Ovest la provincia di Prato e la provincia di Pistoia; e ad ovest con la provincia di Modena.

StoriaModifica

La provincia di Bologna venne istituita nel 1859, con decreto dittatoriale di Luigi Carlo Farini, in previsione dell'annessione dell'Emilia al Regno di Sardegna; era suddivisa nei circondari di Bologna, di Imola e di Vergato[3].

Nel 1884 ricevette dalla provincia di Ravenna i comuni di Castel del Rio, Fontana Elice e Tossignano[4].

Nel 1929 cedette alla provincia di Modena il comune di Castelfranco Emilia, e ricevette dalla provincia di Ferrara il comune di Pieve di Cento[5].

In ottemperanza alla legge n. 56 del 7 aprile 2014, la provincia di Bologna ha cessato di esistere il 31 dicembre 2014, venendo sostituita dalla Città metropolitana di Bologna.

OnorificenzeModifica

  Medaglia d'oro al merito civile
«La comunità provinciale bolognese, nel corso delle vicende particolarmente drammatiche della storia del Paese, dalle stragi e rappresaglie nazifasciste del secondo conflitto mondiale ai più recenti attentati terroristici ai treni Italicus e 904 e alla stazione ferroviaria, dava prova di eroico coraggio, indomito spirito patriottico ed altissima dignità morale, offrendo numerosi esempi di generoso spirito di solidarietà umana. In occasione di eventi calamitosi che interessavano il territorio della Provincia e di altre zone dell'Italia e del mondo, con eccezionale abnegazione e manifestando elevate virtù civiche si prodigava nell'opera di soccorso e nell'alleviare le sofferenze delle popolazioni colpite. 1943 - 2000 / Provincia di Bologna»
— 13 aprile 2006[6]
  Medaglia d'oro ai benemeriti della scuola, della cultura e dell'arte
— 2 giugno 1970[6]

SocietàModifica

Abitanti censiti (migliaia)[7]

ComuniModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Armoriale dei comuni della provincia di Bologna.

Appartenevano alla provincia di Bologna i seguenti 56 comuni:

AmministrazioneModifica

Presidenti eletti dal Consiglio provinciale (1946-1995)
Nominativo Partito Giunta Mandato Elezione
Inizio Fine
Roberto Vighi Partito Socialista Italiano PCI-PSI 18 giugno 1951 21 giugno 1956 Elezione 1951
PCI-PSI 21 giugno 1956 28 novembre 1960 Elezione 1956
PCI-PSI 28 novembre 1960 29 gennaio 1965 Elezione 1960
Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria PCI-PSI-PSIUP 29 gennaio 1965 30 luglio 1970 Elezione 1965
Ilario Brini Partito Socialista Italiano PCI-PSIUP-PSI 30 luglio 1970 22 luglio 1975 Elezione 1970
Ghino Rimondini Partito Socialista Italiano PCI-PSI 22 luglio 1975 28 luglio 1980 Elezione 1975
Mario Corsini Partito Socialista Italiano 28 luglio 1980 29 luglio 1985
PCI-PSI Elezione 1980
  Mauro Zani Partito Comunista Italiano PCI 29 luglio 1985 9 febbraio 1988 Elezioni 1985
Giuseppe Petruzzelli Partito Comunista Italiano 9 febbraio 1988 16 luglio 1990
Lamberto Cotti Partito Socialista Italiano PCI/PDS-PSI 16 luglio 1990 7 maggio 1995 Elezioni 1990
Presidenti eletti direttamente dai cittadini (1995-2014)
Nominativo Partito Coalizione Mandato Elezione
Inizio Fine
  Vittorio Prodi Partito Popolare Italiano

I Democratici

La Margherita

PDS-PPI-FdV 15 maggio 1995 13 luglio 1999 Elezione 1995
DS-DL-PdCI-FdV 13 luglio 1999 12 maggio 2004 Elezione 1999
Beatrice Draghetti La Margherita

Partito Democratico

DS-DL-PRC-PdCI-FdV-IdV 12 maggio 2004 2009 Elezione 2004
PD-IdV-PRC 2009 31 dicembre 2014 Elezione 2009

Linea temporaleModifica

NoteModifica

  1. ^ Provincia di Bologna
  2. ^ Statistiche demografiche ISTAT
  3. ^ Decreto 27 dicembre 1859, n. 79
  4. ^ Legge n° 2328 del 3 giugno 1884, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n° 138 del 9 giugno 1884
  5. ^ Regio Decreto Legge 24 gennaio 1929, n. 106, art. 1
  6. ^ a b http://www.quirinale.it/onorificenze/insigniti/8452.
  7. ^ Popolazione residente per comune al 31 dicembre - serie storica, su inumeridibolognametropolitana.it. URL consultato il 30 marzo 2021.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN312794095 · GND (DE4080457-4 · BNF (FRcb11933390t (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n79055362