Apri il menu principale

Valon

personaggio di Yu-Gi-Oh!
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il prenome albanese, vedi Valon (nome).
Valon
Valon.png
Valon nell'anime
UniversoYu-Gi-Oh!
Nome orig.ヴァロン (Varon)
Lingua orig.Giapponese
AutoreKazuki Takahashi
StudioGallop
EditoreShūeisha
1ª app.1996
1ª app. inWeekly Shōnen Jump
Editore it.Panini Comics
app. it.2003
Voce orig.Takeshi Maeda
Voce italianaPaolo De Santis
SpecieUmana
SessoMaschio

Valon (ヴァロン Varon?) è un antagonista della serie anime Yu-Gi-Oh!.

Il personaggioModifica

Valon è un ragazzo spaccone, abile duellante e motociclista. Quando la sua guida, Dartz, dichiara che non basta l'anima del Faraone per risvegliare Leviathan, il pilota, innamorato di Mai Kujaku, decide di occuparsi di Katsuya Jonouchi.

StoriaModifica

Il risveglio dei draghiModifica

Valon compare insieme a Rafael ed Amelda dinnanzi a Yugi ed i suoi amici, in sella alla moto. I tre motociclisti invitano Yugi a seguirli per riavere indietro le carte delle Divinità Egizie sottrattegli, e assistono al seguente duello tra Yami Yugi e Gurimo, un uomo schierato dalla loro parte, grazie al quale vogliono sperimentare il potere del Sigillo di Orichalcos, una carta magia che ruba l'anima del duellante sconfitto. Rafael comunica a Yami Yugi, vittorioso, che non gli verranno restituite le carte finché non sconfiggerà i tre motociclisti.

Valon ed i suoi compagni tornano dall'uomo che li guida, per avvisarlo di aver trovato il Faraone. Quello sostiene che l'anima del sovrano egizio, da sola, non potrà risvegliare la Grande Belva, così Valon si propone di occuparsi di Jonouchi. La sua scelta, come insinua Amelda, è motivata.

Valon e Rafael assistono al duello che Mai Kujaku disputa con Jonouchi, per il quale la ragazza resta un'amica. Durante un periodo di frustrazione e solitudine, l'infelice Mai ha incontrato Valon, che dopo aver vinto una sfida contro la giovane le aveva promesso di farle ottenere il potere; ma prima, il ragazzo aggiungeva, ella doveva dimenticare i suoi amici. Seguendo Valon, Mai è giunta presso l'individuo per cui quello lavora, Dartz, il quale le ha donato il potere del Sigillo di Orichalcos.
Jonouchi cerca di far terminare il duello in parità, perché nessuno perda l'anima; rimasta con pochi Life Points, Mai comincia ad aver paura, e Valon usa la pietra di Orichalcos incastonata nel proprio anello per spezzare il Sigillo. Così, la sfida non si conclude, ed i due motociclisti scompaiono insieme alla Kujaku.

Mai è una duellante solitaria, che non vuole far parte della squadra di Valon. Questo sostiene di essere simile a lei, che la giovane abbia bisogno di lui e viceversa. Per dimostrarle le sue capacità, accetta la sfida di Rebecca, la quale, desiderosa di sapere dove sia finito Yugi (la cui anima è stata catturata), combatte insieme ad Otogi. Sicuro della sua superiorità, Valon risparmia gli avversari, non giocando la carta magia del Sigillo di Orichalcos. Vince, ma Mai, nonostante sia consapevole delle abilità del ragazzo, si allontana.

Contattato da Rafael, Valon viene a sapere che gli amici del Faraone sono vicini a lui, e parte per affrontare Jonouchi. Incontrando questo, lo coinvolge in una gara tra moto, in cui si dimostra superiore. Segue un duello. I due contendenti combattono per Mai: Valon vuole liberare la giovane, ossessionata dal desiderio di eliminare Jonouchi per dimenticare il suo passato, ed inoltre sa che in fondo la Kujaku ama ancora il vecchio amico, cosa impossibile da accettare per il motociclista; Jonouchi, invece, vuole aiutare Mai a tornare come prima. Iniziato il duello, Valon racconta la sua storia all'avversario: anni fa, il ragazzo ribelle girava di riformatorio in riformatorio. Nell'ultimo istituto in cui venne chiuso, il direttore lo convocò per dirgli che, lì, avevano metodi efficaci per gestire i giovani ribelli, e gli consegnò un deck di Duel Monsters, invitando il ragazzino a convogliare le sue energie nel gioco, invece di fare a botte. Quel riformatorio era infatti finanziato da un'organizzazione interessata a chiunque sapesse combattere, la Paradias. Alcuni uomini raggiunsero Valon sull'isola dove il giovanotto combatteva, per chiedergli come fosse andata, e videro sorpresi che quello aveva intrappolato molte anime, usando il Sigillo di Orichalcos. Comparve allora Dartz, il quale disse che il talento di Valon fosse sprecato su quell'isola deserta, e diede al ribelle la possibilità di uscire dal riformatorio, a patto che lavorasse per la sua società.
Nel duello attuale, Valon gioca la carta magia del Sigillo di Orichalcos. Verso la conclusione del combattimento estenuante, Mai, intenta a sconfiggere personalmente Jonouchi, trova finalmente i due ragazzi. Jonouchi vince; mentre il Sigillo si stringe intorno a lui, Valon dichiara di aver capito il motivo per cui Mai si senta legata a Jonouchi: questo ha un cuore; invita l'avversario a salvare la Kujaku, poi il Sigillo di Orichalcos cattura la sua anima. Mai è dispiaciuta per la scomparsa del giovane, ma subito, influenzata dal potere di Orichalcos, torna insensibile.

Durante il duello con Yami Yugi e Seto, Dartz rivela a Rafael che, stando per scadere il tempo per la realizzazione del suo piano, aveva bisogno di un aiuto; rese complicate le vite di Valon, che ha trascorso la maggior parte della sua esistenza nei riformatori per merito di Dartz, il quale lo incastrò per il suo primo reato all'età di nove anni, e degli altri scelti perché combattessero dalla sua parte.

Nello scontro finale tra i guerrieri leggendari e Dartz, Valon e le altre vittime assorbite da Leviatan donano la propria luce al Faraone, affinché questo possa salvarsi ed evitare di essere risucchiato, come loro, all'interno della Grande Belva. Yami Yugi libera Dartz dall'influenza del potere dell'Orichalcos, e le anime rubate tornano nei propri corpi. Valon si risveglia a casa sua, e capisce di essere stato portato qui da Mai, che il ragazzo non dimenticherà.

Grand ChampionshipModifica

Valon compare in una scena: assiste, dallo schermo, alla vittoria che il Faraone riporta su Leon, il quale, in quanto vincitore del torneo organizzato da Seto, ha affrontato il Re dei Duelli.

Le memorie del FaraoneModifica

Otogi dice di aver chiamato un po' di amici per avvisarli del viaggio in Egitto del gruppo di Yugi; Pegasus riflette sul fatto che tutte le persone incontrate da Yugi fossero destinate a svolgere un ruolo nel percorso svolto dal ragazzo: Valon appare in una scena.

CensuraModifica

Nella versione originale dell'anime, Valon non invitava Mai a distaccarsi dagli amici e ad ottenere il potere, bensì voleva che la ragazza rimanesse al suo fianco; egli avrebbe continuato a vincere, solo per lei, contro chiunque Mai avesse voluto; diceva che la Kujaku fosse la sua ragione per continuare a vincere.

Anche il suo passato è stato censurato. In realtà Valon, orfano che faceva sempre a botte, riceveva cure da una suora. Un giorno, alcuni teppisti entrarono nella chiesa in cui il giovane si trovava insieme alla benefattrice, per dire che il loro capo aveva acquistato la il luogo sacro, che doveva essere perciò sgomberato. Valon era pronto ad uno scontro fisico, ma la suora lo dissuase dalle sue intenzioni. Quella stessa notte, un incendio travolse la chiesa, e Valon vide i teppisti riderne. Pensando che essi fossero i responsabili della tragedia, il ragazzino si vendicò: usando un pezzo di tubo, li stese. Venne dunque portato in carcere. Il direttore, che lavorava per Dartz, gli lanciò una sfida, secondo cui se Valon avesse sconfitto tutti gli altri prigionieri, su un'isola, usando la carta magia del Sigillo di Orichalcos, sarebbe tornato libero. Vinto ogni duello, il ragazzo incontrò Dartz e accettò di lavorare per lui; non sapeva di dover collaborare, così, con il vero responsabile dell'incendio della chiesa, come Dartz stesso rivela a Rafael.

DeckModifica

Valon utilizza un Deck Armatura. I mostri che il ragazzo evoca costruiscono un'armatura per il proprio corpo. Le carte dette "corazzate" mancano di punti attacco e difesa, ma compensano con potenti effetti speciali. Il Sigillo di Orichalcos è fondamentale, poiché aumenta la forza delle Carte Armatura e permette a Valon di evocarne di più in un solo turno, per rendere più potente la propria armatura con effetti aggiuntivi. I duelli in cui Valon è coinvolto sono estremamente feroci, molto più dannosi di quelli normali, poiché l'avversario non avverte una sensazione pungente quando viene attaccato da un ologramma, ma viene aggredito fisicamente dall'antagonista, rimanendo terribilmente ferito.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga