Angela Cavo

attrice italiana
Angela Cavo in I tre principi (1962)

Angela Cavo (Torino, 26 giugno 1934) è un'attrice italiana.

BiografiaModifica

Angela Cavo si è diplomata all’Accademia nazionale d'arte drammatica di Roma[1] (docente: Orazio Costa, compagni di corso: Massimo De Francovich, Gianna Giachetti, Glauco Onorato, Umberto Orsini, Osvaldo Ruggieri, Gian Maria Volonté).

L’esordio sul palcoscenico è avvenuto nel 1957 ne La figlia di Jorio di Gabriele D'Annunzio con la Compagnia Proclemer-Albertazzi. Nella stagione 1958-59 Giancarlo Sbragia l’ha scritturata per Ricorda con rabbia di John Osborne e Jeannette di Mino Roli. Per le due interpretazioni ha ricevuto il “Premio noce d’oro” 1959 per il teatro.

Scarsa l’attività cinematografica mentre numerose sono state le interpretazioni per la televisione. Oltre alla prosa ha partecipato a vari sceneggiati: Il vicario di Wakefield, regia di Guglielmo Morandi (1959); Delitto e castigo, regia di Anton Giulio Majano (1963); I grandi camaleonti, di Federico Zardi, regia di Edmo Fenoglio (1964); Resurrezione, regia di Franco Enriquez (1965); La donna di fiori, regia di Anton Giulio Majano (1965).
Presente anche nella TV dei ragazzi: I tre principi, di Rex Tucker, regia di Carlo Lodovici, (1961); Il teatro di Arlecchino, di e con Antonio Guidi (1968); I ragazzi di padre Tobia, regia di Italo Alfaro (1969).

Intensa l’attività per la radio, sia come attrice che come conduttrice.

CinemaModifica

TelevisioneModifica

RadioModifica

TeatroModifica

NoteModifica

  1. ^ Radiocorriere n. 13, 1956, p. 12

Collegamenti esterniModifica