Apri il menu principale
Full Metal Panic!
フルメタル・パニック!
(Furu Metaru Panikku!)
Full Metal Panic! 1 light novel.jpg
Copertina del primo volume dell'edizione italiana, raffigurante i protagonisti Sousuke Sagara e Kaname Chidori
Generemecha, space opera militare
Light novel
TestiShōji Gatō
DisegniShiki Dōji
EditoreFujimi Shobō - Fujimi Fantasia Bunko
1ª edizione18 settembre 1998 – 20 agosto 2011
Volumi23 (completa)
Editore it.Panini Comics - Planet Manga
Collana 1ª ed. it.Planet Light Novel
1ª edizione it.13 giugno 2013 – in corso
Volumi it.4 / 23 Completa al 17%
Testi it.Emilio Martini
Seguito daFull Metal Panic! Another
Manga
TestiShōji Gatō
DisegniRetsu Tateo
EditoreFujimi Shobō - Dragon Comics Age
RivistaMonthly Comic Dragon
1ª edizionegennaio 2000 – aprile 2005
Tankōbon9 (completa)
Editore it.Panini Comics - Planet Manga
Collana 1ª ed. it.Manga Universe
1ª edizione it.22 luglio 2004 – 26 ottobre 2006
Volumi it.9 (completa)
Seguito daFull Metal Panic! Sigma
Manga
Ikinari! Full Metal Panic!
TestiShōji Gatō
DisegniTomohiro Nagai
EditoreKadokawa Shoten - Kadokawa Comics Dragon Jr.
RivistaMonthly Dragon Junior
1ª edizione30 gennaio 2001 – 1º aprile 2003
Tankōbon5 (completa)
Volumi it.inedito
Serie TV anime
RegiaKoichi Chigira
Char. designShikidouji, Osamu Horiuchi
Mecha designMasayuki Takano, Kanetake Ebikawa, Toshiaki Ihara
MusicheToshihiko Sahashi
StudioGonzo, Digimation
ReteWOWOW
1ª TV8 gennaio – 18 giugno 2002
Episodi24 (completa)
Aspect ratio4:3
Durata ep.25 min
Editore it.Shin Vision (DVD), Dynit (DVD)
Rete it.MTV Italia
1ª TV it.7 ottobre 2003 – 16 marzo 2004
Episodi it.24 (completa)
Durata ep. it.25 min
Dialoghi it.Barbara Chies (adattamento), Laura Valentini (traduzione)
Studio dopp. it.CAST Doppiaggio
Dir. dopp. it.Massimiliano Alto, Gualtiero Cannarsi
Seguito daFull Metal Panic? Fumoffu
Manga
Full Metal Panic! Surplus
TestiShōji Gatō
DisegniTomohiro Nagai
EditoreKadokawa Shoten - Kadokawa Comics Dragon Jr.
1ª edizione1º luglio 2003
Tankōbonunico
Volumi it.inedito
Serie TV anime
Full Metal Panic? Fumoffu
RegiaYasuhiro Takemoto
Char. designOsamu Horiuchi
MusicheToshihiko Sahashi
StudioKyoto Animation
ReteFuji TV
1ª TV26 agosto – 18 novembre 2003
Episodi12 (completa)
Aspect ratio4:3
Durata ep.25 min (7 episodi)
12 min (10 episodi)
Editore it.Shin Vision (DVD), Dynit (DVD)
Rete it.MTV Italia
1ª TV it.15 novembre 2005 – 7 febbraio 2006
Episodi it.13 (completa)
Durata ep. it.25 min (7 episodi)
12 min (10 episodi)
Studio dopp. it.CAST Doppiaggio
Dir. dopp. it.Massimiliano Alto
Preceduto daFull Metal Panic!
Seguito daFull Metal Panic! The Second Raid
Manga
Full Metal Panic! Comic Mission
TestiShōji Gatō
DisegniRetsu Tateo
EditoreKadokawa Shoten - Kadokawa Comics Dragon Jr.
1ª edizione1º novembre 2003 – 1º settembre 2006
Tankōbon7 (completa)
Editore it.Edizioni BD - J-Pop
1ª edizione it.10 aprile – 8 ottobre 2011
Volumi it.7 (completa)
Serie TV anime
Full Metal Panic! The Second Raid
RegiaYasuhiro Takemoto
Char. designOsamu Horiuchi
Mecha designKanetake Ebikawa, Toshiaki Ihara
MusicheToshihiko Sahashi
StudioKyoto Animation
ReteWOWOW
1ª TV13 luglio – 19 ottobre 2005
Episodi13 (completa)
Aspect ratio16:9
Durata ep.25 min
Editore it.Dynit (DVD)
Rete it.MTV Italia
1ª TV it.28 ottobre 2008 – 3 febbraio 2009
Episodi it.13 (completa)
Durata ep. it.25 min
Dialoghi it.Alessandra Poggio (adattamento), Cristian Giorgi (traduzione)
Studio dopp. it.Studio P.V., S.A.S.
Dir. dopp. it.Fabrizio Mazzotta, Luca Semeraro
Preceduto daFull Metal Panic? Fumoffu
Seguito daWari to hima na sentaichō no ichinichi
Manga
Full Metal Panic! Sigma
AutoreShōji Gatō
DisegniHiroshi Ueda
EditoreFujimi Shobō - Dragon Comics Age
RivistaMonthly Dragon Age
1ª edizione1º agosto 2005 – 20 settembre 2013
Tankōbon19 (completa)
Editore it.Panini Comics - Planet Manga
Collana 1ª ed. it.Manga Top
1ª edizione it.19 giugno 2008 – 20 marzo 2014
Volumi it.19 (completa)
Preceduto daFull Metal Panic!
Seguito daFull Metal Panic! Another
OAV
Wari to hima na sentaichō no ichinichi
RegiaYasuhiro Takemoto
Char. designOsamu Horiuchi
Mecha designKanetake Ebikawa, Toshiaki Ihara
MusicheToshihiko Sahashi, Flight Master (produzione), Pony Canyon (produzione), Mikuni Shimokawa (sigle)
StudioKyoto Animation
1ª edizione26 maggio 2006
Episodiunico
Aspect ratio16:9
Durata30 min
Episodi it.inedito
Preceduto daFull Metal Panic! The Second Raid
Light novel
Full Metal Panic! Another
TestiNaoto Ōguro
DisegniShiki Dōji
EditoreFujimi Shobō - Fujimi Fantasia Bunko
1ª edizione20 agosto 2011 – 20 febbraio 2016
Volumi13 (completa)
Volumi it.inedito
Preceduto daFull Metal Panic!
Manga
Full Metal Panic! Another
TestiNaoto Ōguro
DisegniYō Taichi
EditoreKadokawa Shoten - Kadokawa Comics Ace
RivistaNewtype Ace
1ª edizione26 marzo 2012 – 26 agosto 2014
Tankōbon6 (completa)
Editore it.Panini Comics - Planet Manga
Collana 1ª ed. it.Manga Top
1ª edizione it.27 settembre 2014 – 10 ottobre 2015
Volumi it.6 (completa)
Preceduto daFull Metal Panic! Sigma
Seguito daFull Metal Panic! Another Sigma
Manga
Full Metal Panic! 0 ―ZERO―
AutoreShōji Gatō
DisegniTetsurō Kasahara
EditoreFujimi Shobō - Dragon Comics Age
RivistaMonthly Dragon Age
1ª edizione20 settembre 2013 – in corso
Tankōbon5 (in corso)
Editore it.Panini Comics - Planet Manga
Collana 1ª ed. it.Blue
1ª edizione it.30 gennaio 2016 – in corso
Volumi it.5 (in corso)
Manga
Full Metal Panic! Another Sigma
TestiNaoto Ōguro
DisegniYō Taichi
EditoreKadokawa Shoten - Kadokawa Comics Ace
RivistaKadokawa Niconico Ace
1ª edizione26 febbraio 2015 – in corso
Tankōbon2 (in corso)
Volumi it.inedito
Preceduto daFull Metal Panic! Another
Serie TV anime
Full Metal Panic! IV
RegiaKatsuichi Nakayama
Composizione serieShōji Gatō
StudioXebec
1ª TV13 aprile 2018 – 18 luglio 2018
Episodi12 (completa)
Aspect ratio16:9
Durata ep.24 min
1ª TV it.13 aprile 2018 – 23 luglio 2018
1º streaming it.VVVVID (simulcast)
Durata ep. it.24 min

Full Metal Panic! (フルメタル・パニック! Furu Metaru Panikku!?) è una serie di light novel, anime e manga ideati da Shōji Gatō e realizzati a partire dal 1998. Sotto conferma della casa editrice giapponese Fujimi Shobō, la serie di light novel ha riscosso un notevole successo, superando i dieci milioni di copie vendute.

In Italia, l'anime, edito da Shin Vision e in seguito da Dynit, è stato trasmesso per la prima volta in televisione dal 7 ottobre 2003 al 16 marzo 2004 sul canale MTV Italia, all'interno del contenitore Anime Night, e ivi replicato dal 18 settembre al 19 ottobre 2006. L'anime è stato pubblicato anche per la visione in streaming su internet sulla web TV on demand Popcorn TV a partire dal 20 dicembre 2010[1], ed era disponibile senza limiti di tempo finché non è stato rimosso nel 2012.

Indice

TramaModifica

La storia inizia nel Heisei 10 (1998 dC) Siamo in un universo alternativo simile al nostro se non per il fatto che qui la guerra fredda non è mai finita e l'URSS esiste ancora. Per salvaguardare gli equilibri mondiali è stata creata un'organizzazione non governativa, la Mithril, formata da mercenari che non parteggiano né per l'est, né per l'ovest e si possono definire paladini della libertà e della giustizia.

Tra i membri più valenti dell'organizzazione c'è Sousuke Sagara, un ragazzo di sedici anni che sin da piccolo ha conosciuto solo campi di battaglia, specialmente in Medio Oriente, e che quindi sa ragionare solo in termini militareschi. Il ragazzo viene incaricato di proteggere Kaname Chidori, una normalissima (e bellissima) studentessa liceale giapponese, che in realtà nasconde inconsapevolmente un grande segreto. Kaname infatti è una Whispered, e nel suo cervello è custodito il segreto della Black Technology, una tecnologia talmente sofisticata da rendere obsolete perfino le armi nucleari.

Sousuke quindi deve proteggere la ragazza, iscrivendosi nella sua stessa scuola e finendo per combinare disastri su disastri (si veda Full Metal Panic? Fumoffu) essendo infatti abituato al solo mondo militare, il ragazzo si dimostra incapace di comprendere il mondo dei civili, scambiando gesti comuni per tutti gli altri per improbabili minacce e arrivando a portare a scuola ogni genere di arma. La trama poi si dipana tra azioni spericolate, lotte contro terroristi e problemi della vita quotidiana che a causa di Sousuke diventano grandi problemi.

PersonaggiModifica

Sousuke Sagara (相良 宗介 Sagara Sousuke?)
Doppiato da: Tomokazu Seki (ed. giapponese), Simone D'Andrea (ed. italiana)
È il protagonista della serie, un sergente Mithril. Quale membro del suo SRT con il nome in codice di URUZ 7, è dotato in ogni sorta di tecnica di combattimento ma eccelle nell'utilizzo degli AS (le sue migliori abilità sono, a quanto dice lui: "ricognizione, esperto di esplosivi e pilotaggio di AS"). I suoi hobby sono la pesca e la lettura. La sua vita cambia drasticamente quando gli viene assegnata una missione in una scuola di Tokyo (l'istituto superiore Jindai), dove deve fare la guardia ad una ragazza Whispered, Kaname Chidori. Inizialmente la sua relazione con Kaname è molto instabile, ma poi sviluppa un forte legame con lei.
Sebbene sia giapponese, non si sa dove e quando sia nato (probabilmente è nato in Afghanistan), così la sua età è solo presunta. Quando aveva sei anni era un bambino molto dolce e venne salvato da Kalinin, che però, dedicandosi prima a lui, non riuscì a trarre in salvo anche la sua amorevole madre. Kalinin parlò con lui per mesi di varie cose, finché non lo affidarono ai servizi sociali. Venne, però, inserito in un programma sovietico, il Nadja, che prevede l'addestramento di ragazzini che vengono mandati sul campo di battaglia col puro scopo di uccidere. Inizialmente fu mandato a 8 anni proprio dall'Unione Sovietica ad uccidere con tanti altri sicari un leggendario combattente di guerriglia afghano, famoso per la sua generosità, che dopo averlo imprigionato decise di crescerlo come fosse suo figlio e gli diede un nome, ovvero Kashim. All'età di undici anni, con già cento omicidi alle spalle, Kashim incontrò Gauron. Durante quel periodo inizia a manovrare degli AS rubati dai guerriglieri afghani, e combatte e viene sconfitto da una truppa comandata proprio da Kalinin, che lo riconosce e lo fa prigioniero. Sagara, però, non si ricorda di lui e Kalinin rimane sconvolto nel rendersi conto che l'addestramento del Nadja ha sradicato Sagara da qualsiasi umanità, tanto che non riesce a concepire che nel mondo esista qualcosa che non sia la guerra e il combattere fino alla morte. Kalinin decide di adottarlo come figlio suo sperando che, un giorno, avrebbe fatto tornare il suo sguardo dolce e buono come un tempo. Quando la moglie di Kalinin morì in ospedale insieme al figlio che portava in grembo perché la struttura ospedaliera non aveva personale e medicine adeguate, oltre al fatto che il medico che la operò fosse ubriaco, egli decise di combattere il suo stesso paese nella guerriglia afghana con Sousuke insieme a Majid, il combattente per cui Sagara combatteva ai tempi del loro secondo incontro. Alla morte di Majid, Sousuke continuava a non vedere un mondo fuori dalla guerra, così Kalinin gli insegnò tutte le tecniche di sopravvivenza che conosceva, divennero mercenari e parteciparono a diversi combattimenti con svariati gruppi che li assoldavano, andarono via dall'Afghanistan, per poi separarsi durante una battaglia in Cambogia. Tempo dopo, Sagara entrò nella Mithril, nella quale lo stesso Kalinin era entrato un anno prima.
Questo tragico passato ha fatto di lui un ottimo soldato, ma un pessimo studente in Giappone (la materia in cui ha più difficoltà è la letteratura antica). Non ha alcuna dimestichezza con le relazioni sociali al di fuori del campo militare e questo lo porta a commettere un errore di valutazione dietro l'altro in qualsiasi aspetto della vita studentesca, spesso confondendo situazioni normali con momenti di pericolo (ad esempio facendo saltare in aria una scarpiera solo perché una ragazza l'aveva aperta per metterci una lettera d'amore, minacciare un parrucchiere perché in possesso di forbici, ecc...), non riuscendo mai a scindere la vita normale da quella militare. Una delle situazioni che maggiormente si ripetono sono le aggressioni fisiche di Kaname nei suoi confronti a causa delle sue continue gaffe e mancanza di tatto, spesso usando un harisen oppure a mani nude. Inizialmente Kaname lo prende per un maniaco fissato di roba militare a causa di bizzarri equivoci dovuti alla sua inadeguatezza, ma in seguito Sagara è costretto a rivelarle la verità e questo rende la ragazza molto più comprensiva nei suoi confronti. La bizzarria di Sousuke e la sua visione assai ristretta della vita entrano costantemente in contrasto col carattere espansivo ed energico di Kaname, ma questo porta anche Sousuke ad aprirsi di più con le persone, soprattutto nei confronti di lei, fino ad innamorarsene. I suoi sentimenti verso Kaname diventano presto una parte essenziale della sua vita e quando gli viene revocato l'incarico di proteggerla, Sousuke non riesce più ad essere nemmeno il soldato eccellente di prima, non riesce mai ad attivare il Lamda Driver del suo AS e non riesce a dare alcun valore a ciò che lo circonda, fino al punto da disertare nel mezzo di una missione perché del tutto incapace di concentrarsi. Quando Gauron gli dice (erroneamente) che Kaname è morta, Sagara perde ogni interesse per la vita, anche la prospettiva di morire lo lascia indifferente. Solo l'arrivo di Kaname riesce a ridargli speranza e fiducia in se stesso, nonché la forza di opporsi ai suoi superiori e a dimezzarsi il compenso pur di tornare all'incarico precedente e di proseguire gli studi con Kaname.
Poco dopo gli eventi mostrati nell'anime The Second Raid, Sousuke incontra il suo avversario più ostico, Leonard Testarossa, il fratello di Tessa. Leonard è un importante membro dell'Amalgam - all'interno della quale è anche noto come Mr. Silver, per il colore dei suoi capelli - e che riesce ad imporre a Sousuke una cocente sconfitta in un duello di AS, spingendo Chidori a seguirlo in cambio della vita del ragazzo. Nel contempo, la Mithril viene in gran parte sbaragliata dalle forze dall'Amalgam e anche i compagni di scuola di Sousuke e Kaname vengono messi in pericolo, con Tokiwa che finisce in ospedale (fortunatamente non in gravi condizioni). Sousuke decide così di spiegare tutto ai suoi compagni di classe e alcuni lo disprezzano per aver tenuto loro nascosto la sua vera identità. Sousuke decide poi di andarsene, promettendo che avrebbe riportato Kaname indietro, iniziando così una ricerca personale della ragazza, la quale è gentilmente confinata in una grande villa appartenente a Leonard, che non riesce tuttavia a conquistare il cuore della ragazza, la quale dichiara apertamente vani tutti i suoi sforzi.
Lungo la sua ricerca, Sousuke incontra e vede morire nuovi e vecchi amici, tra cui una Whispered, Nami, che si lega affettivamente a lui e che viene uccisa a tradimento da Kurama dell'Amalgam per attirare Sousuke in trappola. Sousuke arriva incredibilmente vicino ad incontrare Chidori in Messico, ma a mettersi contro di lui c'è Andrej Kalinin, inspiegabilmente passato al nemico. Chidori ha l'occasione di incontrare Sousuke, che uccide senza rimpianti tutti i nemici che lo ostacolano, ed è Leonard a offrirgliela togliendosi il suo cappotto che blocca ogni arma e dandole una pistola carica, con trenta secondi di tempo per decidere cosa fare. Chidori non riesce a trovare la forza per macchiarsi di omicidio e Leonard le ricorda che Sousuke è pronto a tutto per riabbracciarla mentre lei non ha neanche il coraggio di ucciderlo, tenta così di riprendere la pistola. Chidori, nonostante non abbia trovato la forza di sparare, si rifiuta di fuggire per poter tornare indietro da Sousuke. La contesa della pistola finisce male per Leonard, il quale viene accidentalmente colpito di striscio da un pallottola e perde i sensi. Tuttavia, il tempestivo arrivo di Kalinin priva nuovamente Chidori di ogni via di fuga. Grazie ad un gesto disperato, la ragazza ottiene la possibilità di comunicare telefonicamente con Sousuke - concessa da Kalinin mentre un elicottero li porta via - confessandogli il suo amore. Sousuke dichiara di ricambiarla con lo stesso sentimento ed i due si promettono che, una volta riuniti, si baceranno per la prima volta.
Durante l'ultimo scontro con Leonard Testarossa riesce a trionfare, ma una bomba nucleare destinata a distruggere l'isola sembra condannarlo a morte certa, visto che il suo AS è fuori uso e non ha alcuna via di fuga. Ascoltando un video-messaggio registrato dei suoi compagni di classe che gli augurano di tornare a scuola da loro, Sousuke, dopo oltre dieci anni, piange di nuovo. Il suo AS allora gli domanda se sia un uomo o una macchina e Sousuke gli risponde che dovrebbe essere lui stesso a deciderlo, perché è una scelta che ogni umano fa. A pochi secondi dalla terribile esplosione, il suo AS attiva di propria iniziativa il Lambda Driver, riuscendo a proteggere l'area all'interno dell'automa in cui si trova Sousuke, salvandogli la vita per un soffio. Sousuke, ritenuto morto, rivede Kurz e Mao, chiedendo loro di occuparsi di portare via l'unità centrale del suo AS e dicendo loro che ha deciso di mettere da parte le armi, perché deve pensare a finire la scuola. Dopodiché torna all'istituto Jindai nel giorno del diploma e, dopo averle ricordato a Chidori la loro promessa e averle detto che l'avrebbe protetta per sempre, la bacia davanti a tutta la scuola.
Kaname Chidori (千鳥 かなめ Chidori Kaname?)
Doppiata da: Satsuki Yukino (ed. giapponese), Perla Liberatori (ed. italiana)
È la coprotagonista della serie. Apparentemente ordinaria studentessa della scuola superiore Jindai di Tokyo, Kaname è una Whispered che porta inconsapevolmente con sé segreti militari ambiti da molte organizzazioni militari. L'organizzazione mercenaria Mithril ha deciso di proteggerla ponendola sotto la tutela del sergente Sousuke Sagara, con Kurz Weber e Melissa Mao in appoggio. Fuori luogo, il sergente non riesce ad abituarsi alla normale quotidianità di Tokyo, e la sua indole irruente e paranoica è sottolineata da gag che si susseguono per tutte le serie in cui Chidori tenta di moderarne il temperamento. Inizialmente Kaname pensa infatti che Sousuke sia semplicemente un pervertito fissato di roba militare dal momento che la segue sempre e parla in gergo, ma in seguito verrà a sapere dallo stesso Sousuke la sua vera identità e missione, cosa la porta a cambiare considerevolmente la sua opinione nei suoi confronti.
Kaname vive da sola in un appartamento, perché il padre, Alto Commissario per l'ambiente alle Nazioni Unite, e la sorella di 11 anni, vivono a New York, mentre la madre è morta di malattia tre anni prima. È vicepresidente del Consiglio Studentesco e capoclasse (secondo anno, quarta sezione). Nonostante la sua iperattività, soffre di pressione bassa e la mattina fa fatica ad alzarsi. È una ragazza bella, decisa ed espansiva, fortemente indipendente e sempre alla ricerca di qualcosa che renda la sua vita meno noiosa, ma sa anche essere molto dolce e disponibile. Come ammette lei stessa, per quanto Sousuke il più delle volte la faccia arrabbiare o la metta a disagio per la sua totale mancanza di tatto e il suo atteggiamento sospettoso verso chiunque, è anche questo ciò che lo rende ai suoi occhi una persona interessante. La stessa Tokiwa, sin dal primo giorno che Sousuke fa la sua comparsa, fa notare a Chidori come non faccia altro che lamentarsi di Sousuke, segno che evidentemente lui le interessa. Sviluppa, infatti, un rapido quanto progressivo attaccamento verso il protagonista. Mentre nello spin-off Full Metal Panic? Fumoffu la relazione del duo si concentra sull'effetto comico, con risultati più felici della prima serie, Chidori e Sagara saranno messi di fronte ai reciproci sentimenti in modo più conflittuale e maturo nel seguito Full Metal Panic! The Second Raid. Chidori ammette infine a se stessa di amare Sousuke, ma il suo imbarazzo prima e il suo rapimento da parte di Leonard Testarossa poi, a cui si consegna in cambio della salvezza di Sousuke e dei suoi compagni, le impediscono di dichiararsi.
Viene fatta entrare in risonanza con Sophia, la Whispered più potente che si trova in un coma irreversibile da anni, la quale sembra prendere il controllo del suo corpo, ma la volontà di Chidori rimane forte. Lo scopo finale dell'Amalgam è cambiare la storia, usando un potente macchinario e Sophia per poter cancellare gli effetti dell'esperimento TAROS, che portò alla creazione degli Whispered e all'uso della Black Technology (in sostanza cancellare il mondo alternativo di Full Metal Panic! per farlo diventare come il mondo reale). Chidori viene informata erroneamente della morte di Sousuke, permette a Sophia di dominarla e inizia a vedere come sarebbe il mondo senza la Black Technology, dove Sousuke è vivo, entrambi sono normali studenti e si apprestano ad uscire insieme. Nel non vedere la cicatrice sulla guancia di Sousuke, però, Chidori capisce che non è questa la realtà dove vuole vivere, perché il Sousuke di cui si è innamorata non è un normale studente e si rende conto di non poter negare le vite di tutto il mondo perché, anche se hanno sofferto, rappresentano comunque la loro identità. Riesce quindi ad opporsi a Sophia e a fermare la macchina, per poi essere tratta in salvo dallo stesso Sousuke, che rimane però indietro e, apparentemente, muore nell'esplosione nucleare che distrugge l'isola.
Con la distruzione del macchinario e la perdita del controllo di Sophia, i "sussurri" cessano per sempre e i Whispered tornano persone normali, sebbene Chidori senta ancora la presenza di Sophia in lei, ma non più come una figura ostile, semplicemente desidera vedere attraverso lei la vita che non poté avere personalmente. Il giorno del diploma viene accolta calorosamente da tutti i compagni di scuola, per poi ritrovarsi di nuovo di fronte Sousuke, sopravvissuto all'esplosione grazie al suo AS. I due, memori della promessa che si erano fatti mesi prima, si baciano felicemente davanti a tutti i loro amici.
Teresa "Tessa" Testarossa (テスタロッサ テレサ Tesutarossa Teresa?)
Doppiata da: Yukana Nogami (ed. giapponese), Letizia Ciampa (ed. italiana)
Tessa per gli amici, è il Colonnello sedicenne della Mithril e il Capitano di un sottomarino d'assalto, il Tuatha de Danaan (トゥアハー・デ・ダナン, TDD-1). È anche lei, come Kaname Chidori, una Whispered ed è stata lei a progettare il sistema di propulsione ultra-rapido e ultra silenzioso del TTD-1. In realtà, il vero comandante del sottomarino doveva essere l'attuale vicecomandante, Richard Mardukas, ma in memoria del padre (ucciso nella notte in cui il fratello di Tessa, Leonardo, venne rapito) lasciò a lei il comando. È innamorata del protagonista, ma al contrario di Kaname, lo ammette (non a lui però). È un'italo-americana ma la sua famiglia ha sangue svizzero e austriaco nelle vene. In contrasto con la sua intelligenza è molto goffa. Kaname una volta l'ha descritta come una ragazza che non cammina senza incespicare. Soffre anche di pressione bassa, il che probabilmente contribuisce alla sua goffaggine. Quando era piccola viveva con suo padre ad Okinawa, in Giappone, dove egli lavorava in una base americana. Parla giapponese e il suo drink preferito è ancora l'oshiruko (bevanda dolce a base di semi di soia, che di solito bevono i bambini). La sola attività sportiva che le riesce bene è il nuoto ed è capace di trattenere il respiro a lungo, tanto da poter fare un'intera vasca in apnea. Subito dopo aver capito di essersi innamorata di Sousuke lo rivela a Kaname per dirle che si impegnerà a conquistarne il cuore, facendo chiaramente intendere di essersi accorta che anche la studentessa provi qualcosa per il sergente. Durante una breve vacanza di Tessa dove decide di studiare al liceo con Sousuke, le due non mancano di lanciarsi sottili provocazioni e sguardi di sfida poiché il fatto che Sousuke debba proteggere anche lei provoca la gelosia di Kaname.
Teresa, malgrado le sue speranze di conquistare il cuore di Sousuke, si rende infine conto che quest'ultimo è innamorato di Chidori e si arrabbia con lui quando, per suo ordine, torna alla base cessando il suo incarico di protezione perché preferirebbe che Sousuke la insultasse dicendole di voler stare con Kaname anziché accettare passivamente gli ordini controvoglia. I due restano comunque in ottimi rapporti e Teresa, malgrado provi ancora dei sentimenti per lui, riconosce che nel cuore di Sousuke non c'è posto per nessuna donna che non sia Kaname.
Il suo vero nome in realtà dovrebbe essere Teresa, che è coerente con le sue origini italiche (oltretutto Tessa è anche il vero diminutivo di Teresa), però in giapponese Teresa e Teletha si scrivono allo stesso modo, come si può verificare nella puntata 10 di Fumoffu quando giunta a scuola scrive il nome alla lavagna in sillabe giapponesi. Questo "errore" è stato mantenuto in tutte le trasposizioni estere dell'anime, compresa quella italiana dove i traduttori della Shin Vision hanno preferito mantenere uno "spelling" conforme all'originale e alle edizioni straniere, mentre in The Second Raid è stato scelto di pronunciare correttamente il nome, ovvero Teresa.
Melissa Mao (マオ メリッサ Mao Melissa?)
Doppiata da: Michiko Neya (ed. giapponese), Barbara De Bortoli (ed. italiana)
È un ufficiale di mandato della Mithril è il capo del team SRT composto da lei, Sagara e Weber, il suo nome in codice è URUZ-2. Essendo un leader eccellente così come un abile soldatessa, è molto rispettata da Sousuke e Kurz (suoi sottoposti), anche se la sua caratteristica principale è il combattimento corpo a corpo A differenza degli altri membri del SRT, ha una laurea in ingegneria e comprende gli aspetti ingegneristici dell'AS. È una cinese-americana nata a New York ed è stata un marine, corpo in cui si è arruolata il giorno stesso del suo matrimonio. Forse a causa di questo, è molto brava nell'essere scurrile quando vuole... è anche amica di Tessa. È stata lei a scegliere Sousuke e Kurz per l'SRT da un campo d'allenamento segreto Mithril in Belize. Dopo che il suo M9 è stato distrutto dal Behemoth (puntata 12: One Night Stand) il suo rimpiazzo è stato un prototipo che monta sulla testa un'antenna che crea interferenze alle comunicazioni nemiche nelle vicinanze. Avrà poi una relazione con Kurz, e lo confiderà a Tessa, finché quest'ultimo non si sacrificherà per salvarle la vita. Mao, in lacrime, piange tra le braccia di Sousuke ammettendo ad alta voce che era innamorata di Kurz. Quest'ultimo, in realtà sopravvissuto, tornerà in tempo per aiutare i suoi compagni della Mithril nella guerra finale contro l'Amalgam, per la felicità di Mao.
Kurz Weber (ウェーバー クルツ Weber Kurz?)
Doppiato da: Shin'ichirō Miki (ed. giapponese), Massimiliano Alto e Francesco Pezzulli (ed. italiana)
È un membro del SRT come Sousuke e probabilmente il suo miglior amico (il suo nome in codice è URUZ-6). Sebbene sia bravo in varie cose come Sousuke, la sua specialità è il tiro di precisione. (il suo colpo più straordinario avviene verso il finale del romanzo, in cui uccide un nemico colpendolo al cuore da un miglio e mezzo di distanza)
Si presuppone che sia austriaco, ma il suo passato è oscuro... Sappiamo che viveva a Tokyo quando era piccolo (fino a 14 anni) e parla perfettamente giapponese anche ora. Infatti conosce il Giappone meglio di Sousuke. Molto bello, era un modello professionista per la rivista statunitense The Tag prima di diventare un mercenario. Sembra che sia nella Mithril per denaro perché ha debiti, dovuti forse alla malattia della sorella.
Questo almeno è quanto dice ai suoi commilitoni. Come si saprà in una Short Story pubblicata sui romanzi, infatti, i genitori di Kurz vennero coinvolti in un attacco terroristico all'aeroporto, perdendo la vita. Così Kurz abbandonò gli studi e andò in Libano per imparare a combattere per cercare, in qualche modo, di vendicare la morte dei suoi. Successivamente, si scoprirà anche che, prima di entrare nella Mithril, mentre era in territorio libanese, combatté contro Sagara a bordo degli AS, prima che si conoscessero nella Mitrhil. Suona anche la chitarra, molto bene per giunta. Ha imparato da piccolo, perché il padre la suonava e lui lo voleva emulare, aveva anche un gruppo musicale (che sarà il tema centrale di una Short Story, che vede Sagara e Weber alla ricerca dei membri della band in stile Blues Brothers). Il suo aspetto potrebbe attrarre ogni donna ma i suoi discorsi e il suo comportamento le disgusterebbero in poco tempo. Mentre Sousuke è il bravo ragazzo dell'SRT, lui è il casinista ed il donnaiolo. Tuttavia si scopre la forte personalità di Kurz sin dalla prima serie, per esempio nelle ultime puntate quando rimprovera Sosuke di aver lasciato Kaname da sola dopo che era stata in pensiero per lui. Nonostante con un'analisi poco approfondita possa apparire come una persona superficiale, Kurz è in realtà un personaggio di grande cuore. Dopo aver iniziato una relazione (compresa di intimità sessuale) con Mao, si sacrifica per salvarla. In realtà, all'insaputa di tutti, riesce a sopravvivere e tornerà in tempo per aiutare i suoi compagni nella battaglia decisiva contro l'Amalgam. Sia Mao che Sousuke lo accolgono in modo comico, dicendo che il fatto che sia vivo rende meno epico il suo sacrificio, malgrado siano naturalmente molto felici del fatto che sia tornato.

Altri personaggiModifica

  • Andrey Kalinin (doppiato da: Leslie La Penna): ex soldato dell'Unione Sovietica, sua moglie e il bambino che portava in grembo morirono durante il parto mentre era in guerra. Uno degli ufficiali più importanti della Mithril sotto il comando di Teletha Testarossa, nonché figura paterna per Sousuke, che conosce sin da quando questi era un bambino.
  • Richard Mardukas (doppiato da: Dario De Grassi): vicecomandante del sottomarino Tuatha de Danaan, amico del padre di Tessa, è un uomo molto ligio al dovere e di sani principi, considera Tessa come una figlia e si preoccupa molto per il suo futuro.
  • Gauron (doppiato da: Roberto Draghetti): un folle terrorista amante del pericolo e della guerra, per puro caso si salvò quando Sousuke gli sparo in testa da bambino, non esita a correre i rischi più folli per compiere le missioni per cui si fa assoldare. Per molto tempo ha considerato Sousuke l'unico uomo contro cui potrebbe accettare di morire perché lo riteneva una persona pura, una macchina per uccidere senza emozioni.
  • Kyoko Tokiwa (doppiata da: Federica De Bortoli): migliore amica di Kaname, molto gioviale e spensierata, ama fare fotografie in ogni momento. Viene coinvolta per caso nel combattimento tra Leonard e Sousuke che vede la sconfitta di quest'ultimo e finisce in ospedale, fortunatamente senza aver subito ferite gravi.
  • Shinji Kazama (doppiato da: Alessio De Filippis): compagno di classe e amico di Kaname e Sousuke, è appassionato di armi e articoli militari, leggendo molte riviste, le stesse di Sousuke. Suo padre lavora nell'esercito, ma non sul campo e per questo Kazama lo rispetta poco. Sarà grazie a Sousuke che capirà l'importanza del suo lavoro.
  • Mizuki Inaba (doppiata da: Alida Milana): inizialmente ostile verso Kaname e Sousuke perché il suo ragazzo la scarica per provarci con Kaname, venendo poi malmenato da Sousuke. Passando più tempo con lei alla fine fanno amicizia.
  • Eri Kagurazaka (doppiata da: Giò-Giò Rapattoni): insegnante responsabile della classe di Kaname, spesso si ritrova a rimproverare Sousuke per il suo atteggiamento militare.

MediaModifica

Light novelModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Light novel di Full Metal Panic!.

La serie di light novel, scritta da Shōji Gatō ed illustrata da Shikidouji, è stata serializzata da Fujimi Shobō sulla rivista mensile Gekkan Dragon Magazine a partire dal 9 settembre 1998. Il 18 settembre 1998 è iniziata la pubblicazione in volumi[2], che si è conclusa il 20 agosto 2011 con l'uscita del 23º albo[3]. Accanto alla pubblicazione della storia principale, in 12 romanzi brevi, la serie conta anche 9 raccolte di storie brevi, che si concentrano sull'aspetto comico della serie e 2 volumi che fanno luce sul passato di alcuni personaggi e delle organizzazioni Mithril ed Amalgam. L'edizione italiana è pubblicata da Panini Comics con l'etichetta Planet Manga a partire dal 13 giugno 2013.

Full Metal Panic! nasce come una serie di romanzi per ragazzi, detti light novel, ad opera di Shōji Gatō, che si avvale anche dei disegni di Shiki Douji per la copertina e le illustrazioni che accompagnano il testo. I romanzi si suddividono in tre categorie: quelli che trattano la trama principale e sono caratterizzati da capitoli più lunghi ed un clima più teso; le raccolte di storie brevi, i cui capitoli sono slegati gli uni dagli altri e che appartengono al genere della commedia scolastica demenziale; infine quelli ambientati prima dell'inizio della trama, che approfondiscono il passato di alcuni personaggi e narrano la nascita di Mithril ed Amalgam. La prima categoria conta dodici volumi (parte dei quali non è stata preceduta da serializzazione), la seconda ne conta nove (i cui capitoli sono detti short stories e sono stati tutti serializzati prima e pubblicate in tankōbon poi, ad eccezione degli ultimi di ogni volumetto) e l'ultima solo due (i cui capitoli sono detti side stories, tutti serializzati prima di essere raccolti in tankōbon), intitolati Side Arms.

La serializzazione delle storie brevi inizia a maggio 1998 nel numero di luglio[4] della rivista Gekkan Dragon Magazine (Mensile Dragon Magazine) dell'editore Fujimi Shobo. La serializzazione delle short stories termina quasi dodici anni dopo a gennaio 2010 nel numero di marzo: è il 300° dall'avvio della rivista e Gatō celebra l'evento scrivendo un'esilarante storia breve che vede protagonisti ben trecento Bonta-kun impegnati in una battaglia simile a quella avvenuta alle Termopili tra Greci e Persiani nel 480 a.C.. La pubblicazione in formato tascabile delle raccolte di storie brevi inizia il 17 dicembre 1998 da parte di Fujimi Shobo con etichetta Fujimi Fantasia Bunko (Libreria Fujimi Fantasia) e termina col nono volume il 20 agosto 2011, quasi tredici anni dopo.

La pubblicazione in formato tascabile della storia principale inizia il 18 settembre 1998 sotto la stessa etichetta e termina il 20 agosto 2010 col dodicesimo volume, quasi dodici anni dopo. Di questi il 6°, 7°, 8° e 9° sono preceduti dalla serializzazione dei loro capitoli su Gekkan Dragon Magazine tra maggio 2002 e gennaio 2007.

La serializzazione delle side stories avviene su Gekkan Dragon Magazine tra dicembre 2001 e novembre 2005, la loro pubblicazione in volumetti con etichetta Fujimi Fantasia Bunko invece ad aprile 2004 e luglio 2006.

MangaModifica

 
Copertina del primo volume dell'edizione italiana del manga Full Metal Panic!

Esistono anche sei serie di fumetti ispirate ai romanzi, due originali.

Full Metal Panic!: prima serie originale, disegnata da Retsu Taeteo. Corrisponde ai romanzi 1-3 ed alla prima serie animata. Pubblicata in giappone da Fujimi Shobo con etichetta Dragon Comics Age dal 30 agosto 2000 al 1º luglio 2005 ed in Italia da Panini Comics tramite Planet Manga nella collana Manga Universe tra il 2000 ed il 2005. Il primo numero è stato ristampato l'11 febbraio 2010. La seconda edizione italiana (collana Manga Saga, 2016) differisce per l'assenza dalla copertina frontale del cerchietto giallo recante la scritta "GRANDE SUCCESSO TV".

Full Metal Panic! Sigma: seconda serie originale, disegnata da Hiroshi Ueda. Corrisponde ai romanzi 4-12 ed alla serie animata Full Metal Panic! The Second Raid (che a sua volta è basata sulle vicende dei romanzi 4-5). Pubblicata in giappone da Fujimi Shobo con etichetta Dragon Comics Age dal 1º agosto 2005 al 20 settembre 2013 ed in Italia da Panini Comics tramite Planet Manga nella collana Manga Top tra il 2008 ed il 2014. Sono stati ristampati i numeri 1-4 e 14.

Full Metal Panic! Comic Mission: primo remake di Full Metal Panic! ad opera di Retsu Taeteo, è stato pubblicato in Italia da J-Pop nel 2011[5].

Full Metal Panic! 0: secondo remake di Full Metal Panic!, da cui differisce unicamente nei disegni (di Tetsurō Kasahara). Pubblicato in Giappone sulla rivista Monthly Dragon Age ed in volumi da Fujimi Shobo con etichetta Dragon Comics Age a partire dal 2013. Pubblicato in Italia da Panini Comics tramite Planet Manga nella collana Blue a partire dal 2016.

Ikinari! Full Metal Panic!: serie slapstick disegnata da Tomohiro Nagai, pubblicata in USA da ADV Manga col titolo Full Metal Panic! Overload!. Il volume autoconclusivo Full Metal Panic! Surplus, realizzato con materiale avanzato dalla serie, è inedito al di fuori del Giappone.

VolumiModifica

Data di prima pubblicazione
GiapponeseItaliano
Full Metal Panic! (9 volumi)
130 agosto 2000[6]ISBN 4-04-926157-X 22 luglio 2004[7]
228 marzo 2001[8]ISBN 4-04-926170-7 26 agosto 2004[9]
321 dicembre 2001[10]ISBN 4-04-926189-8 23 settembre 2004[11]
426 aprile 2002[12]ISBN 4-04-926195-2 28 ottobre 2004[13]
528 novembre 2002[14]ISBN 4-04-926212-6 25 novembre 2004[15]
627 giugno 2003[16]ISBN 4-04-926228-2 23 dicembre 2004[17]
726 febbraio 2004[18]ISBN 4-04-926242-8 27 gennaio 2005[19]
830 agosto 2004[20]ISBN 4-04-926248-7 26 giugno 2005[21]
929 giugno 2005[22]ISBN 4-04-926256-8 26 ottobre 2006[23]
Ikinari! Full Metal Panic! (5 volumi)
130 gennaio 2001[24]ISBN 4-04-712262-9
228 giugno 2001[25]ISBN 4-04-712273-4
321 dicembre 2001[26]ISBN 4-04-712290-4
426 aprile 2002[27]ISBN 4-04-712299-8
51º aprile 2003[28]ISBN 4-04-712325-0
Full Metal Panic! Surplus (1 volume)
127 giugno 2003[29]ISBN 4-04-712334-X
Full Metal Panic! Comic Mission (7 volumi)
130 ottobre 2003[30]ISBN 4-04-712345-5 10 aprile 2011[31]ISBN 978-88-6123-958-6
227 aprile 2004[32]ISBN 4-04-712355-2 11 giugno 2011[33]ISBN 978-88-6634-022-5
322 dicembre 2004[34]ISBN 4-04-712383-8 9 luglio 2011[35]ISBN 978-88-6634-040-9
430 maggio 2005[36]ISBN 4-04-712402-8 31 luglio 2011[37]ISBN 978-88-6634-064-5
530 maggio 2006[38]ISBN 4-04-712452-4 27 agosto 2011[39]ISBN 978-88-6634-089-8
627 luglio 2006[40]ISBN 4-04-712459-1 10 settembre 2011[41]ISBN 978-88-6634-099-7
729 agosto 2006[42]ISBN 4-04-712461-3 8 ottobre 2011[43]ISBN 978-88-6634-131-4
Full Metal Panic! Another (6 volumi)
122 marzo 2012[44]ISBN 978-4-04-120176-3 27 settembre 2014[45]
28 agosto 2012[46]ISBN 978-4-04-120332-3 17 gennaio 2015[47]
37 febbraio 2013[48]ISBN 978-4-04-120582-2 14 marzo 2015[49]
46 luglio 2013[50]ISBN 978-4-04-120781-9 16 maggio 2015[51]
56 dicembre 2013[52]ISBN 978-4-04-120944-8 11 luglio 2015[53]
626 agosto 2014[54]ISBN 978-4-04-101897-2 10 ottobre 2015[55]
Full Metal Panic! 0 ―ZERO― (5 volumi)
120 settembre 2013[56]ISBN 978-4-04-712902-3 30 gennaio 2016[57]
29 ottobre 2013[58]ISBN 978-4-04-712903-0 28 aprile 2016[59]
320 agosto 2014[60]ISBN 978-4-04-070252-0 24 novembre 2016[61]
45 giugno 2015[62]ISBN 978-4-04-070253-7 26 gennaio 2017[63]
55 giugno 2015[64]ISBN 978-4-04-070254-4 23 marzo 2017[65]

AnimeModifica

 
Sigla iniziale

Dalla storia principale sono state tratte finora due serie animate (Full Metal Panic! e Full Metal Panic! The Second Raid), mentre dalle storie brevi deriva la serie umoristica Full Metal Panic? Fumoffu, intrisa di gag e situazioni paradossali in ambiente scolastico. Un OAV di Full Metal Panic! The Second Raid, dal titolo Wari to hima na sentaichō no ichinichi (Un giorno relativamente tranquillo del colonnello) è uscito il 26 maggio 2006. Quest'ultima opera ha come protagonista il colonnello Teletha Testarossa, ed è di genere umoristico. In verità, il lancio televisivo della prima stagione dell'anime era in programma per la fine del 2001, nonostante l'intenzione originale fose di iniziare la trasmissione nel 1998, anno di debutto dei romanzi (fu a causa della situazione di Corea e Medioriente, zone citate nella serie di romanzi, che si preferì il 2001), ma a causa degli argomenti trattati (guerriglia in medio-oriente, dirottamento aereo e vari) e dei ben famosi fatti dell'11 settembre la distribuzione è stata posticipata all'anno seguente ed alcune parti modificate: mentre nei romanzi Sousuke Sagara combatte come guerrigliero in Afghanistan nell'anime combatte in Helmajistan, un paese fittizio nella regione mediorientale ed il dirottamento aereo avvenuto durante la gita di classe si verifica nella fittizia Regione autonoma di Khanka anziché in Corea. La prima serie comporta anche un errore nella trama: la ragazza che compare nella prima puntata e che viene salvata dal team degli Uruz, verrà data per morta (vengono mostrati dei fotogrammi in cui la donna era impiccata) quando in verità è ancora viva, e ricompare nei romanzi, seppure per breve tempo e con un ruolo molto marginale.

Il 24 ottobre 2015 in un incontro con i fan tenutosi durante la manifestazione Fantasia Bunko Big Thanksgiving 2015, cui hanno partecipato l'autore Shōji Gatō, la doppiatrice della protagonista Kaname Chidori e quella di Teresa Testarossa, è stato annunciato che era in programma un nuovo progetto animato legato a Full Metal Panic!.[66] Nel 2018 è stata annunciata la quarta serie animata dal titolo Full Metal Panic! Invisible Victory, trasmessa a partire dal 13 aprile sulla rete giapponese AT-X e in streaming su AbemaTV per un totale di 12 episodi.[67]

EpisodiModifica

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
GiapponeseItaliano
1Il tipo che mi dà da pensare è un sergente
「気になるあいつは軍曹」 - Ki ni naru aitsu wa gunsō
8 gennaio 2002
7 ottobre 2003
2Voglio proteggerti
「守ってあげたい」 - Mamotte agetai
15 gennaio 2002
14 ottobre 2003
3Lingerie panic
「ランジェリー·パニック」 - Ranjerī panikku
22 gennaio 2002
21 ottobre 2003
4Kidnap
「キッド·ナップ」 - Kiddo nappu
29 gennaio 2002
28 ottobre 2003
5Whispered
「囁かれし者(ウィスパード)」 - Sasayakareshi mono (Wisupādo)
5 febbraio 2002
4 novembre 2003
6Still Alive
「STILL ALIVE」
12 febbraio 2002
11 novembre 2003
7Boy Meets Girl
「ボーイ·ミーツ·ガール」 - Bōi Mītsu Gāru
19 febbraio 2002
18 novembre 2003
8Part-time steady
「パートタイム·ステディ」 - Pātotaimu sutedi
26 febbraio 2002
25 novembre 2003
9La pericolosa base operativa
「あぶないセーフハウス」 - Abunai sēfu hausu
5 marzo 2002
2 dicembre 2003
10Run running run
「ラン·ランニング·ラン」 - Ran ranningu ran
12 marzo 2002
9 dicembre 2003
11Il risveglio del behemoth
「ベヘモス覚醒」 - Behemosu kakusei
19 marzo 2002
16 dicembre 2003
12One Night Stand
「ワン·ナイト·スタンド」 - Wan Naito Sutando
26 marzo 2002
23 dicembre 2003
13Il rock & roll del gatto e del gattino
「猫と子猫のR&R(ロックンロール)」 - Neko to koneko no R & R (rokkunrōru)
2 aprile 2002
30 dicembre 2003
14Grande entusiasmo a Narashino
「習志野は燃えているか?」 - Narashino wa moete iru ka?
9 aprile 2002
6 gennaio 2004
15Il vento che danza in patria - Parte iniziale
「故郷に舞う風·前編」 - Kokyō ni mau kaze zenpen
16 aprile 2002
13 gennaio 2004
16Il vento che danza in patria - Parte centrale
「故郷に舞う風·中編」 - Kokyō ni mau kaze chūhen
23 aprile 2002
20 gennaio 2004
17Il vento che danza in patria - Parte finale
「故郷に舞う風·後編」 - Kokyō ni mau kaze kōhen
30 aprile 2002
27 gennaio 2004
18Un party in fondo al mare
「深海パーティ」 - Shinkai Pāti
7 maggio 2002
3 febbraio 2004
19Engage • Six • Seven
「エンゲージ·シックス·セブン」 - Engēji Shikkusu Sebun
14 maggio 2002
10 febbraio 2004
20Il fuoco del Venom
「ヴェノムの火」 - Venomu no hi
21 maggio 2002
17 febbraio 2004
21Deep Trap
「ディープ·トラップ」 - Dīpu Torappu
28 maggio 2002
24 febbraio 2004
22Jack in the Box
「ジャック·イン·ザ·ボックス」 - Jakku in za Bokkusu
4 giugno 2002
2 marzo 2004
23Il campo dei giganti
「巨人のフィールド」 - Kyojin no fīrudo
11 giugno 2002
9 marzo 2004
24Into the Blue
「イントゥ·ザ·ブルー」 - Intu za Burū
18 giugno 2002
16 marzo 2004

Colonna sonoraModifica

DoppiaggioModifica

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
Sousuke Sagara Tomokazu Seki Simone D'Andrea
Kaname Chidori Satsuki Yukino Perla Liberatori
Kurz Weber Shin'ichirō Miki Massimiliano Alto
Melissa Mao Michiko Neya Barbara De Bortoli
Teletha "Tessa" Testarossa Yukana Nogami Letizia Ciampa
Andrey Kalinin Akio Ōtsuka Leslie La Penna
Richard Mardukas Tomomichi Nishimura Dario De Grassi
Gauron Masahiko Tanaka Roberto Draghetti

Serie successiveModifica

Altri spin-offModifica

Tra le più recenti opere legate all'universo narrativo di Full Metal Panic! si annovera la serie di romanzi spin-off Full Metal Panic! Another scritta da Naoto Ōguro, con la supervisione di Shōji Gatō e le illustrazioni di Shiki Douji e pubblicata in volumetti in Giappone da Fujimi Shobo con etichetta Fujimi Fantasia Bunko dal 20 agosto 2011 al 20 febbraio 2016 per un totale di tredici numeri, precedentemente serializzati su Gekkan Dragon Magazine. La trasposizione manga di questa serie ad opera di Yō Taichi è iniziata il 26 marzo 2012 in Giappone ad opera di Kadokawa Shoten con etichetta Kadokawa Comics Ace e precedente serializzazione su Newtype Ace ed è ancora in corso. Panini Comics ha pubblicato tramite Panini Comics la prima serie omonima che costituisce questo adattamento tra il 25 settembre 2014 e l'8 ottobre 2015. Non ci sono ancora notizie riguardo alla traduzione della seconda serie intitolata Full Metal Panic! Another Sigma.

Live actionModifica

Nell'aprile del 2009, la Mandalay Pictures ha acquistato i diritti della serie di romanzi per produrre un adattamento cinematografico.

NoteModifica

  1. ^ Dynit: Arriva 'Popcorn TV'! Anime a portata di click, AnimeClick.it. URL consultato il 26 luglio 2014.
  2. ^ フルメタル・パニック! 1, Kadokawa Shoten. URL consultato il 5 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2010).
  3. ^ マジで危ない九死に一生?, Kadokawa Shoten. URL consultato il 27 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2011).
  4. ^ Avviata come pubblicazione mensile col numero di marzo 1988 uscito il 30 gennaio 1988 (il numero di un mese esce due mesi prima), nel 2008 la rivista è diventata bimestrale uscendo solo nei mesi dispari (il numero di un mese esce nel mese dispari precedente, quindi ancora due mesi prima) e riducendo il formato da A4 a B5.
  5. ^ Luca Rosati, J-POP presenta il manga Full Metal Panic! Comic Mission, in Everyeye.it, 27 aprile 2011. URL consultato il 25 maggio 2018.
  6. ^ (JA) フルメタル・パニック!1, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  7. ^ Full Metal Panic! 1, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  8. ^ (JA) フルメタル・パニック!2, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  9. ^ Full Metal Panic! 2, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  10. ^ (JA) フルメタル・パニック!3, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  11. ^ Full Metal Panic! 3, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  12. ^ (JA) フルメタル・パニック!4, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  13. ^ Full Metal Panic! 4, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  14. ^ (JA) フルメタル・パニック!5, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  15. ^ Full Metal Panic! 5, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  16. ^ (JA) フルメタル・パニック!6, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  17. ^ Full Metal Panic! 6, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  18. ^ (JA) フルメタル・パニック!7, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  19. ^ Full Metal Panic! 7, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  20. ^ (JA) フルメタル・パニック!8, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  21. ^ Full Metal Panic! 8, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  22. ^ (JA) フルメタル・パニック!9, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  23. ^ Full Metal Panic! 9, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  24. ^ (JA) いきなり!フルメタル・パニック!1, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  25. ^ (JA) いきなり!フルメタル・パニック!2, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  26. ^ (JA) いきなり!フルメタル・パニック!3, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  27. ^ (JA) いきなり!フルメタル・パニック!4, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  28. ^ (JA) いきなり!フルメタル・パニック!5, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  29. ^ (JA) フルメタル・パニック!SURPLUS, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  30. ^ (JA) フルメタル・パニック!COMIC MISSION 放っておけない一匹狼?, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  31. ^ Full Metal Panic! Comic Mission 1, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  32. ^ (JA) フルメタル・パニック! COMIC MISSION:2 戦うボーイ・ミーツ・ガール, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  33. ^ Full Metal Panic! Comic Mission 2, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  34. ^ (JA) フルメタル・パニック!COMIC MISSION:3 あとに退けない二者択一?, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  35. ^ Full Metal Panic! Comic Mission 3, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  36. ^ (JA) フルメタル・パニック! COMIC MISSION:4 振り逃げできない三者凡退?, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  37. ^ Full Metal Panic! Comic Mission 4, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  38. ^ (JA) 例外だらけの四角四面? フルメタル・パニック!COMIC MISSION:5, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  39. ^ Full Metal Panic! Comic Mission 5, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  40. ^ (JA) フルメタル・パニック!COMIC MISSION:6 疾るワン・ナイト・スタンド, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  41. ^ Full Metal Panic! Comic Mission 6, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  42. ^ (JA) フルメタル・パニック! COMIC MISSION:7 揺れるイントゥ・ザ・ブルー, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  43. ^ Full Metal Panic! Comic Mission 7, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  44. ^ (JA) フルメタル・パニック! アナザー (1), Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  45. ^ Full Metal Panic! Another 1, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  46. ^ (JA) フルメタル・パニック! アナザー (2), Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  47. ^ Full Metal Panic! Another 2, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  48. ^ (JA) フルメタル・パニック! アナザー (3), Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  49. ^ Full Metal Panic! Another 3, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  50. ^ (JA) フルメタル・パニック! アナザー (4), Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  51. ^ Full Metal Panic! Another 4, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  52. ^ (JA) フルメタル・パニック! アナザー (5), Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  53. ^ Full Metal Panic! Another 5, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  54. ^ (JA) フルメタル・パニック! アナザー (6), Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  55. ^ Full Metal Panic! Another 6, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  56. ^ (JA) フルメタル・パニック!0 ‐ZERO‐ 1, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  57. ^ Full Metal Panic! Zero 1, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  58. ^ (JA) フルメタル・パニック!0 ‐ZERO‐ 2, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  59. ^ Full Metal Panic! Zero 2, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  60. ^ (JA) フルメタル・パニック!0 ‐ZERO‐ 3, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  61. ^ Full Metal Panic! Zero 3, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  62. ^ (JA) フルメタル・パニック!0 ‐ZERO‐ 4, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  63. ^ Full Metal Panic! Zero 4, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  64. ^ (JA) フルメタル・パニック!0 ‐ZERO‐ 5, Kadokawa Shoten. URL consultato il 26 maggio 2018.
  65. ^ Full Metal Panic! Zero 5, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2018.
  66. ^ Full Metal Panic! Novels Inspire New Anime Adaptation, Anime News Network, 24 ottobre 2015. URL consultato il 6 agosto 2016.
  67. ^ Antonello Bello, Svelato il numero di episodi di Full Metal Panic! invisible victory, su everyeye.it, 30 marzo 2018. URL consultato il 31 marzo 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica