Apri il menu principale

Gran Premio motociclistico di San Marino 1982

San Marino GP di San Marino 1982
355º GP della storia del Motomondiale
13ª prova su 14 del 1982
Circuit Mugello (test).png
Data 5 settembre 1982
Nome ufficiale 2º Gran Premio San Marino
Luogo Autodromo Internazionale del Mugello, Scarperia
Percorso 5,245 km
Circuito permanente
Risultati
Classe 500
311º GP nella storia della classe
Distanza 25 giri, totale 131,125 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti Freddie Spencer Giappone Takazumi Katayama
Honda in 2' 02" 81 Honda
Podio
1. Stati Uniti Freddie Spencer
Honda
2. Stati Uniti Randy Mamola
Suzuki
3. Nuova Zelanda Graeme Crosby
Yamaha
Classe 250
319º GP nella storia della classe
Distanza 21 giri, totale 110,145 km
Pole position Giro veloce
Venezuela Carlos Lavado Venezuela Carlos Lavado
Yamaha in 2' 08" 69 Yamaha
Podio
1. Germania Ovest Anton Mang
Kawasaki
2. Francia Jean-Louis Tournadre
Yamaha
3. Svizzera Roland Freymond
MBA
Classe 50
164º GP nella storia della classe
Distanza 13 giri, totale 68,185 km
Pole position Giro veloce
Italia Eugenio Lazzarini Italia Eugenio Lazzarini
Garelli in 2' 23" 33 Garelli
Podio
1. Italia Eugenio Lazzarini
Garelli
2. Svizzera Stefan Dörflinger
Kreidler
3. Italia Giuseppe Ascareggi
Minarelli
Classe sidecar
216º GP nella storia della classe
Distanza 18 giri, totale 94,410 km
Pole position Giro veloce
Paesi Bassi Egbert Streuer Francia Alain Michel
LCR-Yamaha Seymaz-Yamaha
Podio
1. Francia Alain Michel
Seymaz-Yamaha
2. Germania Ovest Werner Schwärzel
Seymaz-Yamaha
3. Giappone Masato Kumano
LCR-Yamaha

Il Gran Premio motociclistico di San Marino fu il penultimo appuntamento del motomondiale 1982.

Si svolse il 5 settembre 1982 sull'Autodromo Internazionale del Mugello e corsero le classi 50, 250, 500 e sidecar.

La vittoria di Eugenio Lazzarini in 50 non fu sufficiente ad impedire a Stefan Dörflinger, secondo, di laurearsi Campione del Mondo della categoria.

Lotta serrata per la vittoria della 250 tra Anton Mang e Carlos Lavado, che si concluse a due giri dal termine della gara a causa di una caduta occorsa al venezuelano, nella quale riportò diverse fratture.

Seconda vittoria stagionale per Freddie Spencer in 500. Nelle prove del venerdì Franco Uncini cadde procurandosi una distorsione alla caviglia destra, che lo costringerà al ritiro in gara, mentre Marco Lucchinelli si fece notare per aver bastonato un commissario di pista che non gli aveva consentito di tornare ai box da una via di servizio (l'episodio si risolse con le scuse di "Lucky" e una multa di 200 franchi svizzeri). Durante la gara si ritirarono Takazumi Katayama (caduta) e Loris Reggiani (collasso dovuto alla stanchezza) mentre il francese Marc Fontan non partì nemmeno (caduta in prova).

Nei sidecar non partecipò l'infortunato Rolf Biland, la vittoria andò ad Alain Michel e il secondo posto sembrò dapprima consegnare il titolo a Werner Schwärzel; nei giorni successivi la decisione della FIM di considerare valido (con punteggio dimezzato) il tragico GP di Finlandia rimise l'iride in discussione all'ultima gara tra il tedesco e Biland.

Classe 500Modifica

Classe 250Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos Pilota Moto Tempo Punti
1   Anton Mang Kawasaki 45' 59" 26 15
2   Jean-Louis Tournadre Yamaha +10" 56 12
3   Roland Freymond MBA +12" 19 10
4   Martin Wimmer Yamaha +22" 61 8
5   Massimo Broccoli Yamaha +33" 24 6
6   Marcellino Lucchi Yamaha +41" 15 5
7   Reinhold Roth Yamaha +43" 61 4
8   Patrick Fernandez Bimota-Bartol +53" 28 3
9   Thierry Espié Pernod +56" 73 2
10   Richard Schlachter Yamaha +1' 03" 57 1
11   Jean-Marc Toffolo Rotax +1' 04" 83
12   Tony Head Waddon-Rotax +1' 08" 37
13   Gabriel Grabia Yamaha +1' 23" 24
14   Bruno Lüscher Yamaha +1' 27" 71
15   Pierre Bolle Yamaha +1' 29" 21
16   Leif Nielsen Rotax +1' 32" 8
17   Paul Harris Yamaha +1' 59" 6
18   Karl-Thomas Grässel Yamaha +1 giro
19   Constant Pittet Yamaha

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Carlos Lavado Yamaha 1
  Didier de Radiguès Chevallier 4
  Donnie Robinson Yamaha 8
  Christian Sarron Yamaha 9
  Paolo Ferretti MBA 10
  Massimo Matteoni Yamaha 12
  Christian Estrosi Pernod 13
  Jacques Cornu Yamaha 14
  Sito Pons Rotax 15
  Jean-Michel Mattioli Yamaha 20
  Jean-Louis Guignabodet Kawasaki 20
  Maurizio Vitali MBA 21
  Pierluigi Conforti Kawasaki 22
  Jeffrey Sayle Armstrong 23
  Éric Saul Chevallier 26
  Michel Simeon Yamaha 30
  Siegfried Minich Rotax 33
  Luis Miguel Reyes Kobas 37
  René Delaby Yamaha 38
  Franco Marcheggiani Yamaha 39
  Fabrizio Fantini Rotax 40
  Herbert Hauf Yamaha 41
  Bengt Elgh Yamaha 42
  Eero Hyvärinen Yamaha 43
  Eilert Lundstedt Yamaha 44
  Johnny Scott Yamaha 45
  Erich Klein MBA 46

Classe 50Modifica

Classe sidecarModifica

Nelle prove libere del giovedì un incidente causa a Rolf Biland la frattura della clavicola, costringendolo a saltare la gara[1][2]. La sua assenza consente a Werner Schwärzel-Andreas Huber di accontentarsi del secondo posto (alle spalle di Michel-Burkhard), sufficiente per diventare matematicamente campioni; la loro corsa è peraltro resa più semplice dal ritiro per problemi meccanici di Egbert Streuer-Bernard Schnieders, partiti in pole[3][4].

Dopo il GP di San Marino la classifica era la seguente: Schwärzel 76 punti, Biland 60, Michel 54; il tedesco era quindi aritmeticamente irraggiungibile, visto che mancava una sola gara. Nei giorni successivi arriva però la decisione della FIM di considerare valido il GP di Finlandia, sospeso anzitempo per l'incidente mortale di Jock Taylor, attribuendogli a norma di regolamento un punteggio dimezzato. La nuova graduatoria è: Schwärzel 81, Biland 67,5; il titolo è quindi di nuovo in discussione[5].

Arrivati al traguardoModifica

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1   Alain Michel   Michael Burkhard Seymaz-Yamaha 39'19"25 15
2   Werner Schwärzel   Andreas Huber Seymaz-Yamaha 39'46"28 12
3   Masato Kumano   Kunio Takeshima LCR-Yamaha 40'06"09 10
4   Jean-François Monnin   Wolfgang Kalauch LCR-Yamaha 40'13"01 8
5   Rolf Steinhausen   Hermann Hahn Busch-Yamaha 40'14"01 6
6   Gérald Corbaz   Yvan Hunziker Busch-Yamaha 5
7   Trevor Ireson   Donnie Williams Ireson-Yamaha 4
8   Alfred Zurbrügg   Martin Zurbrügg Seymaz-Yamaha 3
9   Patrick Thomas   Philippe Greffet Seymaz-Yamaha 2
10   Mick Barton   Nick Cutmore Yamaha 1

NoteModifica

  1. ^ (FR) Moto: Biland-Waltisperg accidentés, Nouvelliste, 3 settembre 1982, p. 13. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  2. ^ (FR) Titre perdu pour Biland-Waltisperg?, Nouvelliste, 4 settembre 1982, p. 11. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  3. ^ (FR) Seize ans après Taveri, La Liberté, 6 settembre 1982, p. 18. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  4. ^ (NL) Wereldtitels Dörflinger en Schwärzel, Nieuwsblad van het Noorden, 6 settembre 1982, p. 17. URL consultato il 27 ottobre 2017.
  5. ^ (FR) Une chance encore pour Rolf Biland, Nouvelliste, 9 settembre 1982, p. 9. URL consultato il 17 febbraio 2019.

Fonti e bibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Motomondiale - Stagione 1982
                           
   

Edizione precedente:
1981
Gran Premio motociclistico di San Marino
Altre edizioni
Edizione successiva:
1983