Serie A - 1ª Divisione Nazionale

Serie A - 1ª Divisione Nazionale
Altri nomiSerie A Beretta
SportHandball pictogram.svg Pallamano
TipoClub
PaeseItalia Italia
OrganizzatoreFIGH
TitoloCampione d'Italia
AperturaSettembre
ChiusuraGiugno
Partecipanti15
FormulaGirone all'italiana A/R
Retrocessione inSerie A2
Sito Internetwww.figh.it
Storia
Fondazione1969
Numero edizioni52
DetentoreBozen
Record vittorieTrieste (17)
Edizione in corsoSerie A-1ª D.N. 2020-21
Scudetto.svg
Trofeo o riconoscimento

Il campionato di Serie A - 1ª Divisione Nazionale maschile, ufficialmente chiamato Serie A Beretta per motivi di sponsorizzazione, è il massimo campionato nazionale italiano di pallamano.

Organizzato dalla Federazione Italiana Giuoco Handball, esso si svolge dalla stagione 1969-70 e da allora si è sempre svolto senza interruzioni, con eccezione della stagione 2019-2020 dove il titolo non è stato assegnato a causa della pandemia di COVID-19. In passato fu noto come Serie A e Serie A1 e Serie A Élite. Nel 2012 ha assunto la denominazione di Serie A - 1ª Divisione Nazionale. A luglio 2020 viene ufficializzata la partnership con l'azienda Fratelli Beretta per la sponsorizzazione del campionato[1].

Il torneo, su base nazionale, si svolge con le 15 squadre partecipanti si affrontano con la formula del girone all'italiana con partite di andata e ritorno (stagione regolare), che si tiene normalmente da settembre a maggio , alla fine della quale si decidono la squadra campione d'Italia e le squadre retrocedenti in categoria inferiore. Al di sotto della Serie A - 1ª Divisione Nazionale si trovano la Serie A2, suddivisa in tre gironi anch'essa a carattere nazionale e la Serie B (terza e ultima serie), che è organizzata su gironi geografici regionali.

La vittoria nel campionato dà al club vincitore il titolo di campione d'Italia per la stagione successiva; a tutto il 2020 la squadra ad avere vinto più titoli è la Pallamano Trieste, con 17; l'attuale club campione è l'SSV Bozen Loacker che ha vinto l'edizione del campionato 2018-19 . A tutto il 2020 le edizioni del torneo disputate sono 51.

StoriaModifica

Gli inizi della pallamano in Italia sono legati al pionierismo di Aurelio Chiappero che, a Pavia, promosse l'attività agonistica del Gruppo italiano pallamano in due riprese, prima nel 1940 e poi subito dopo il 1945.

Fu Chiappero, prima che la carenza di fondi portasse alla paralisi del gruppo nel 1947, a rappresentare la Federazione Pallamano "non ancora affiliata al CONI" che prese parte, solo con voto consultivo, al primo Congresso elettivo del CONI del 27 luglio 1946.

La ripresa avvenne nella metà degli anni Sessanta quando lo sport cominciò a essere introdotto nelle scuole, e quando, spinto dall’ammissione della disciplina nel novero degli sport olimpici, il CONI istituì un comitato promotore che ebbe come presidente Eugenio Enrile, ispettore al ministero della Pubblica Istruzione, e come segretario Chiappero. Il 20 dicembre 1969 Mario Costantini firmò l'atto costitutivo della FIGH (Federazione Italiana Giuoco Handball) e il 6 febbraio 1971 nell'Assemblea elettiva di Roma ne diventò il primo presidente.

Avuta la qualifica di "sport riconosciuto" il 22 dicembre 1971, la FIGH entrò a far parte del CONI con la qualifica di "aderente" il 19 dicembre 1974, diventando "effettiva" nel corso del 57° C.N. del 22 febbraio 1979.

DenominazioneModifica

Nel corso delle varie stagioni il torneo ha assunto le seguenti denominazioni:

FormulaModifica

Stagione regolareModifica

Le 15 squadre si scontrano in un girone all'italiana con gare di andata e ritorno. Al termine della stagione regolare, la prima classificata viene proclamata campione d'Italia, mentre le ultime quattro squadre retrocedono in A2.

Per ogni incontro i punti assegnati in classifica sono così determinati:

  • due punti per la squadra che vinca l'incontro;
  • un punto per squadra in caso di pareggio;
  • zero punti per la squadra che perda l'incontro.

Coppe europeeModifica

Il torneo serve anche a qualificare, per la stagione successiva, i club per la partecipazione alle coppe europee ed in particolare, dalla stagione 2019/2020:

  • la 1ª classificata acquisisce il diritto a partecipare alla EHF European Cup;
  • la 2ª classificata acquisisce il diritto a partecipare alla EHF European Cup;

StatisticheModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Statistiche del campionato italiano di pallamano maschile di prima divisione.

Albo d'oroModifica

Edizione Vincitore N° Titolo 2º classificato Note
1969 - 1970 Buscaglione Roma 1º titolo Bruno Sport Roma
1970 - 1971 Flaminio Genovesi 1º titolo Rovereto
1971 - 1972 CUS Verona 1º titolo C.S. Esercito
1972 - 1973 C.S. Esercito 1º titolo Rovereto
1973 - 1974 Rovereto 1º titolo Teramo
1974 - 1975 Rovereto 2º titolo Bologna 1969
1975 - 1976 Trieste 1º titolo Rovereto
1976 - 1977 Trieste 2º titolo Rovereto
1977 - 1978 Rovereto 3º titolo Trieste
1978 - 1979 Trieste 3º titolo Rovereto
1979 - 1980 Rovereto 4º titolo Trieste
1980 - 1981 Trieste 4º titolo Cassano Magnago
1981 - 1982 Trieste 5º titolo Cassano Magnago
1982 - 1983 Trieste 6º titolo Teramo
1983 - 1984 Scafati 1º titolo Trieste
1984 - 1985 Trieste 7º titolo Brixen
1985 - 1986 Trieste 8º titolo Scafati
1986 - 1987 Ortigia 1º titolo Trieste
1987 - 1988 Ortigia 2º titolo Brixen
1988 - 1989 Ortigia 3º titolo Brixen
1989 - 1990 Trieste 9º titolo Ortigia
1990 - 1991 Brixen 1º titolo Trieste
1991 - 1992 Brixen 2º titolo Trieste
1992 - 1993 Trieste 10º titolo Ortigia
1993 - 1994 Trieste 11º titolo Prato
1994 - 1995 Trieste 12º titolo Meran
1995 - 1996 Trieste 13º titolo Ortigia
1996 - 1997 Trieste 14º titolo Modena
1997 - 1998 Prato 1º titolo Trieste
1998 - 1999 Prato 2º titolo Trieste
1999 - 2000 Trieste 15º titolo Prato
2000 - 2001 Trieste 16º titolo Conversano
2001 - 2002 Trieste 17º titolo Prato
2002 - 2003 Conversano 1º titolo Prato
2003 - 2004 Conversano 2º titolo Meran
2004 - 2005 Meran 1º titolo Trieste
2005 - 2006 Conversano 3º titolo Brixen
2006 - 2007 Casarano 1º titolo Bologna United
2007 - 2008 Casarano 2º titolo Conversano
2008 - 2009 Casarano 3º titolo Conversano
2009 - 2010 Conversano 4º titolo Casarano
2010 - 2011 Conversano 5º titolo Bologna United
2011 - 2012 Bozen 1º titolo Conversano
2012 - 2013 Bozen 2º titolo Pressano
2013 - 2014 Junior Fasano 1º titolo Bozen
2014 - 2015 Bozen 3º titolo Junior Fasano
2015 - 2016 Junior Fasano 2º titolo Bozen
2016 - 2017 Bozen 4º titolo Junior Fasano
2017 - 2018 Junior Fasano 3º titolo Conversano
2018 - 2019 Bozen 5º titolo Pressano
2019 - 2020 Titolo non assegnato

Riepilogo vittorie per clubModifica

Numero Club Città Anni
17 Trieste Trieste 1975-76, 1976-77, 1978-79, 1980-81, 1981-82, 1982-83, 1984-85, 1985-86, 1989-90, 1992-93  
1993-94, 1994-95, 1995-96, 1996-97, 1999-00, 2000-01, 2001-02
5 Bozen Bolzano 2011-12, 2012-13, 2014-15, 2016-17, 2018-19
5 Conversano Conversano 2002-03, 2003-04, 2005-06, 2009-10, 2010-11
4 Rovereto Rovereto 1973-74, 1974-75, 1977-78, 1979-80
3 Junior Fasano Fasano 2013-14, 2015-16, 2017-18
3 Casarano Casarano 2006-07, 2007-08, 2008-09
3 Ortigia Siracusa 1986-87, 1987-88, 1988-89
2 Prato Prato 1997-98, 1998-99
2 Brixen Bressanone 1990-91, 1991-92
1 Meran Merano 2004-05
1 Scafati Scafati 1983-84
1 C.S. Esercito Roma 1972-73
1 CUS Verona Verona 1971-72
1 Flaminio Genovesi Roma 1970-71
1 Buscaglione Roma Roma 1969-70

Riepilogo vittorie per cittàModifica

Riepilogo vittorie per regioniModifica

Finali dei play-offModifica

Serie Stagione Partecipanti/Incontro Risultato Serie Risultati Partite Vincitore
A 1982-83 Bressanone, Scafati, Teramo, Trieste. Girone Finale Trieste
A 1983-84 Scafati - Trieste 2 - 1 23-20; 13-24; 26-19. Scafati
A 1984-85 Trieste - Bressanone 2 - 0 27-19; 26-21. Trieste
A1 1986-87 Trieste - Siracusa 1 - 2 30-23; 19-24; 29-31. Siracusa
A1 1987-88 Bressanone - Siracusa 1 - 2 23-20; 18-22; 18-19. Siracusa
A1 1988-89 Siracusa - Bressanone 2 - 0 16-13; 21-17. Siracusa
A1 1989-90 Siracusa - Trieste 0 - 2 18-20; 18-21. Trieste
A1 1990-91 Bressanone - Trieste 3 - 1 19-18; 20-21; 33-32; 19-15. Bressanone
A1 1991-92 Bressanone - Trieste 3 - 0 20-19; 28-23; 23-21. Bressanone
A1 1992-93 Trieste - Siracusa 3 - 2 21-19; 20-22; 20-21; 20-19; 22-18. Trieste
A1 1993-94 Trieste - Prato 2 - 1 26-22; 19-21; 22-19. Trieste
A1 1994-95 Trieste - Merano 2 - 0 27-24; 24-20. Trieste
A1 1995-96 Trieste - Siracusa 2 - 0 23-15; 17-17. Trieste
A1 1996-97 Trieste - Modena 2 - 0 25-24; 24-22. Trieste
A1 1997-98 Prato - Trieste 2 - 1 24-20; 20-24; 23-19. Prato
A1 1998-99 Prato - Trieste 2 - 1 27-21; 22-23; 22-16. Prato
A1 1999-00 Trieste - Prato 2 - 0 28-22; 23-17 Trieste
A1 2000-01 Trieste - Conversano 3 - 0 26-20; 25-23; 34-29. Trieste
A1 2001-02 Trieste - Prato 3 - 1 20-27; 24-22; 20-19; 29-25. Trieste
A1 2002-03 Conversano - Prato 2 - 0 27-17; 5-0. Conversano
A1 2003-04 Conversano - Merano 3 - 0 28-20; 28-23; 33-26. Conversano
A1 2004-05 Trieste - Merano 1 - 2 35-31; 25-33; 31-35. Merano
A Élite 2005-06 Conversano - Bressanone 3 - 0 30-22; 28-21; 24-22. Conversano
A Élite 2006-07 Casarano - Bologna 3 - 0 32-25; 29-27; 34-33. Casarano
A Élite 2007-08 Bologna, Casarano, Conversano, Fasano Girone Finale Casarano
A Élite 2008-09 Conversano - Casarano 0 - 2 30-34; 26-35. Casarano
A Élite 2009-10 Conversano - Casarano 3 - 0 36-25; 31-27; 41-29. Conversano
A Élite 2010-11 Conversano - Bologna 65 - 59 31-26; 34-33 (serie andata e ritorno senza bella) Conversano
A Élite 2011-12 Bolzano - Conversano 2 - 1 29-28; 29-32; 22-21. Bolzano
A - 1ª Div. Naz. 2012-13 Bolzano - Pressano 56 - 50 33-24; 23-26 (serie andata e ritorno senza bella) Bolzano
A - 1ª Div. Naz. 2013-14 Bolzano - Fasano 51 - 51 25-24; 26-27 (serie andata e ritorno senza bella) Fasano
A - 1ª Div. Naz. 2014-15 Fasano - Bolzano 47 - 47 26-24; 21-23 (serie andata e ritorno senza bella) Bolzano
A - 1ª Div. Naz. 2015-16 Bolzano - Fasano 42 - 55 23-24; 19-31 (serie andata e ritorno senza bella) Fasano
A - 1ª Div. Naz. 2016-17 Fasano - Bolzano 0 - 2 25-27; 23-28 Bolzano
A - 1ª Div. Naz. 2017-18 Fasano - Conversano 2 - 1 23-26; 26-18; 29-23 Fasano
A - 1ª Div. Naz. 2018-19 Bolzano - Pressano 2 - 0 28-21; 28-17 Bolzano

Copertura televisivaModifica

Il 31 agosto 2020 viene ufficializzata la partnership con il sito di broadcasting Eleven Sports, dove verranno trasmesse tutte le partite del campionato in diretta con l'aggiunta delle Final8 di Coppa Italia e la Supercoppa italiana[2].

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport