Apri il menu principale

Alkmaar Zaanstreek

società calcistica olandese
(Reindirizzamento da AZ Alkmaar)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la sezione femminile del club, vedi Alkmaar Zaanstreek (femminile).
Alkmaar Zaanstreek
Calcio Football pictogram.svg
AZlogo.png
The Cheese Farmers, Teste di formaggio
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Bianco e Rosso diagonale con scritta AZ Nera.png Rosso, bianco, nero
Inno Retteketeketeke AZ
Mirlitons
Dati societari
Città Alkmaar
Nazione Paesi Bassi Paesi Bassi
Confederazione UEFA
Federazione Flag of the Netherlands.svg KNVB
Campionato Eredivisie
Fondazione 1967
Presidente Paesi Bassi René Neelissen
Allenatore Paesi Bassi Arne Slot
Stadio AFAS Stadion
(17.023 posti)
Sito web www.az.nl
Palmarès
Campionati olandesiCampionati olandesi
Eredivisie 2
Trofei nazionali 4 Coppe dei Paesi Bassi
1 Supercoppe dei Paesi Bassi
Si invita a seguire il modello di voce

L'Alkmaar Zaanstreek-combinatie (Unione Alkmaar e Zaanstreek), anche noto come AZ (pron. [aːˈzɛt]), è una società calcistica olandese con sede nella città di Alkmaar, militante nel campionato di vertice dei Paesi Bassi, l'Eredivisie.

Ha vinto due campionati olandesi, nel 1980-1981 e nel 2008-2009, e quattro Coppe d'Olanda. Ha raggiunto la finale della Coppa UEFA 1980-1981, persa contro l'Ipswich Town.

StoriaModifica

Alkmaar '54 e FC ZaanstreekModifica

 
Vecchia maglia
 
L'AZ festeggia la vittoria del campionato 2008-2009
 
Maglia celebrativa della stagione 2008/2009
 
Maglie della stagione 2011/2012

L'Alkmaar '54 è stata la prima squadra di calcio ad Alkmaar, nata il 13 aprile 1954. La prima partita giocata è stata il 14 agosto 1954 contro il VVV-Venlo, vinta dall'Alkmaar per 3 a 0. Nel novembre 1954 la società entrò a far parte della KNVB.

L'FC Zaanstreek nacque il 13 aprile 1964. Nel 1967 si fuse con l'Alkmaar '54.

Alkmaar ZaanstreekModifica

Il club fu fondato il 10 maggio 1967 col nome di AZ '67, risultato della fusione tra Alkmaar '54 e FC Zaanstreek.

Nel 1980-1981 vinse il titolo nazionale in un campionato sostanzialmente dominato, iniziato con nove vittorie nelle prime nove giornate. Nello stesso anno la squadra fece strada in Coppa UEFA, dove giunse a disputare la finale, persa contro l'Ipswich Town.

Dal 1983 al 2003 l'AZ non partecipò a competizioni europee e militò per svariati anni in Eerste Divisie o fu tra le ultime classificate in Eredivisie.

Nella stagione 2004-2005 arrivò in semifinale di Coppa UEFA. Il confronto con lo Sporting Lisbona si decise nei minuti di recupero ad Alkmaar, nella gara di ritorno, in favore dei portoghesi. Con l'arrivo in panchina di Louis van Gaal la squadra diventò più competitiva anche in ambito nazionale e nella stagione successiva si classificò seconda in campionato.

Nella stagione 2006-2007 perse il titolo all'ultima giornata: a pari punti con PSV e Ajax prima dell'ultimo turno di campionato e con una migliore differenza reti rispetto alle contendenti, fu sconfitta inaspettatamente per 3-2 dall'Excelsior Rotterdam, squadra che concluse il torneo al terz'ultimo posto. La disfatta la fece scalare al terzo posto e consentì al PSV Eindhoven di vincere il titolo olandese per la terza volta di seguito. In Coppa UEFA l'AZ arrivò ai quarti di finale, dove fu battuta dal Werder Brema dopo aver pareggiato per 0-0 in casa e aver perso per 4-1 a Brema. In Coppa d'Olanda perse ai rigori in finale contro l'Ajax (errore decisivo di Ryan Donk).

Nell'annata seguente l'AZ puntò su una rosa giovane, ma l'inesperienza dei giocatori fu tra le cause di un'annata negativa, terminata solo all'undicesimo posto in Eredivisie, che ha permesso alla squadra di qualificarsi per nessuna competizione europea (sarebbe bastato il 10º posto per l'Intertoto). In Coppa d'Olanda l'AZ fu eliminato già al primo turno.

Nella stagione 2008-2009 la squadra si aggiudicò il campionato dopo 28 anni, ponendo fine al dominio di Ajax, PSV e Feyenoord. L'AZ aveva cominciato il torneo con due sconfitte contro NAC Breda (1-2) e ADO Den Haag (3-0), ma con la vittoria per 1-0 alla terza giornata contro il PSV diede il via ad una striscia di risultati positivi, estesa fino a 28 gare senza sconfitte (contando qualche pareggio), un record per la squadra e per il tecnico Louis Van Gaal. Alla trentunesima giornata, nonostante la sconfitta in casa contro il Vitesse, beneficiando delle sconfitte di Twente e Ajax, il club conquistò il titolo di Campione d'Olanda per la seconda volta nella propria storia, con tre giornate d'anticipo, avendo a quel punto 11 punti di vantaggio rispetto alla seconda (il Twente). Il successo fu suggellato da una serie di record di squadra: maggior numero di partite terminate senza subire reti (17), migliore serie senza sconfitte (25 partite consecutive), record di imbattibilità del portiere (957 minuti senza subire gol, primato dell'argentino Sergio Romero), maggior numero di vittorie in trasferta (12).

Nell'estate 2009 la squadra passò da van Gaal a Ronald Koeman. Nell'estate 2009 si aggiudicò per la prima volta la Johan Cruijff Schaal, battendo l'Heerenveen per 5-1. Koeman fu esonerato a dicembre, dopo aver perso 7 partite su 16. Gli subentrò Dick Advocaat, sotto la cui guida la squadra in campionato si piazzò in zona utile per accedere alle coppe europee. In Champions League l'AZ Alkmaar fu eliminato dopo la fase a gironi, in cui raccolse 4 pareggi e 2 sconfitte in 6 partite.

Nel 2010-2011 l'AZ di Gertjan Verbeek terminò la Eredivisie al quarto posto, qualificandosi ancora per l'Europa League. In Coppa d'Olanda fu eliminato ai quarti di finale dall'Ajax (1-0). In Europa League si piazzò terza nel girone, mancando dunque la qualificazione alla fase a eliminazione diretta.

La stagione seguente fu conclusa al quarto posto in campionato. In Coppa d'Olanda l'AZ raggiunse la semifinale (battuta dall'Heracles Almelo dopo i tempi supplementari), mentre in Europa League superò la fase a gironi come seconda classificata e fu eliminata ai quarti di finale dal Valencia (vittoria per 2-1 in Olanda e sconfitta per 4-0 in Spagna).

Nel 2012-2013 la squadra di Alkmaar fu eliminata nel turno preliminare di Europa League dall'Anzhi (6-0 complessivo tra andata e ritorno) e in campionato concluse al decimo posto. Vinse la Coppa d'Olanda battendo per 2-1 in finale il PSV e qualificandosi così per l'Europa League.

Verbeek fu esonerato nel settembre 2013 malgrado la vittoria contro la capolista PSV. Il rientrante Advocaat condusse la squadra alla semifinale di Coppa d'Olanda e ai quarti di finale di Europa League (eliminazione contro il Benfica). L'AZ perse poi contro il Groningen lo spareggio per l'accesso all'Europa League, nella 58ª partita stagionale (record per il club).

Nel 2014, dopo tre partite, il nuovo allenatore Marco van Basten si dimise a causa di stress e lasciò il posto a Alex Pastoor, rimasto in carica per due partite ad interim prima di essere nominato nuovo tecnico il 16 settembre. Due giorni dopo, però, a causa di divergenze contrattuali lasciò la squadra. Il nuovo allenatore John van den Brom risollevò la squadra, portandola al terzo posto finale superando il Feyenoord all'ultima giornata e qualificandosi così per l'Europa League.

Nel 2015-2016 l'AZ del nuovo acquisto Ron Vlaar, arrivato nel dicembre 2015 e nominato capitano, si rivitalizzò passando dal decimo al quarto posto finale. Vincent Janssen dell'AZ con 27 gol si laureò capocannoniere dell'Eredivisie. In Coppa d'Olanda il club giunse in semifinale (sconfitta per 3-1 contro il Feyenoord) e in Europa League fu eliminato dopo la fase a gironi, classificandosi ultimo nel suo raggruppamento.

Nell'estate 2016 partirono due giocatori importanti come Vincent Janssen e Markus Henriksen. Nel 2016-2017 l'AZ superò la fase a gironi di Europa League per la terza volta in cinque stagioni, ma uscì malamente nei sedicesimi di finale contro il Lione. Il sesto posto in campionato valse l'accesso ai play-off per la qualificazione in Europa League, persi in finale ai rigori contro l'Utrecht (3-0 e 0-3 tra andata e ritorno).

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'Alkmaar Zaanstreek
  • 1967-68 · 2º in Eerste Divisie   Promosso in Eredivisie.
  • 1968-69 · 16º in Eredivisie
  • 1969-70 · 12º in Eredivisie

Eliminato nei sedicesimi della Coppa UEFA
  Vince la KNVB beker (1º titolo)
Eliminato nei sedicesimi della Coppa delle Coppe

  • 1980-81 ·   Campione dell'Eredivisie (1º titolo)
  Vince la KNVB beker (2º titolo)
Finalista nella Coppa UEFA
Eliminato negli ottavi della Coppa dei Campioni
  Vince la KNVB beker (3º titolo)
Eliminato negli ottavi della Coppa delle Coppe
  • 1983-84 · 6º in Eredivisie
  • 1984-85 · 13º in Eredivisie
  • 1985-86 · 9º in Eredivisie
  • 1986-87 · 15º in Eredivisie
  • 1987-88 · 16º in Eredivisie   Retrocesso in Eerste Divisie.
  • 1988-89 · 5º in Eerste Divisie
  • 1989-90 · 12º in Eerste Divisie

  • 1990-91 · 4º in Eerste Divisie
  • 1991-92 · 13º in Eerste Divisie
  • 1992-93 · 10º in Eerste Divisie
  • 1993-94 · 3º in Eerste Divisie
  • 1994-95 · 5º in Eerste Divisie
  • 1995-96 · 1º in Eerste Divisie   Promosso in Eredivisie.
  • 1996-97 · 18º in Eredivisie   Retrocesso in Eerste Divisie.
  • 1997-98 · 1º in Eerste Divisie   Promosso in Eredivisie.
  • 1998-99 · 9º in Eredivisie
  • 1999-00 · 7º in Eredivisie

Semifinalista nella Coppa UEFA
Eliminato nei sedicesimi della Coppa UEFA
Eliminato ai quarti della Coppa UEFA
Finalista nella KNVB beker
Eliminato nella fase a gruppi della Coppa UEFA
  • 2008-09 ·   Campione dell'Eredivisie (2º titolo)
  • 2009-10 · 5º in Eredivisie
Eliminato nella fase a gruppi della Champions League

Eliminato nella fase a gruppi dell'Europa League
Eliminato ai quarti dell'Europa League
Eliminato nei playoff dell'Europa League
  Vince la KNVB beker (4º titolo)
Eliminato ai quarti dell'Europa League
Eliminato nella fase a gruppi dell'Europa League
Eliminato nei sedicesimi dell'Europa League
Eliminato al secondo turno dei preliminari di Europa League

StruttureModifica

StadioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: AFAS Stadion.

L'AZ gioca le partite casalinghe all'AFAS Stadion, impianto inaugurato il 4 agosto 2006 e capace di contenere 17.023 spettatori.

SocietàModifica

AllenatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dell'Alkmaar Zaanstreek

Di seguito è riportata la lista degli allenatori[1] che si sono succeduti alla guida dell'AZ Alkmaar dalla sua fondazione.

 
Allenatori

GiocatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dell'Alkmaar Zaanstreek

PalmarèsModifica

 
Trofeo del 1980/1981
 
Trofeo del 2008/2009

Competizioni nazionaliModifica

 
Posizioni in classifica dell'AZ dal 1976 al 2009.
1980-1981, 2008-2009
1959-1960, 1995-1996, 1997-1998
1977-1978, 1980-1981, 1981-1982, 2012-2013
2009
1963-1964

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 1979-1980, 2005-2006
Terzo posto: 1976-1977, 1977-1978, 1981-1982, 2004-2005, 2006-2007, 2014-2015, 2017-2018
Finalista: 2006-2007, 2016-2017, 2017-2018
Semifinalista: 1962-1963, 1972-1973, 1976-1977, 1999-2000, 2005-2006, 2011-2012, 2013-2014, 2015-2016, 2018-2019
Finalista: 2013
Secondo posto: 1956-1957, 1967-1968, 1971-1972
Terzo posto: 1993-1994
Finalista: 1980-1981
Semifinalista: 2004-2005

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionati e ai tornei internazionaliModifica

Campionati nazionaliModifica

Alla stagione 2018-2019 il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai campionati nazionali:

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Eredivisie 42 1968-1969 2018-2019 42
Tweede klasse 10 1967-1968 1997-1998 10

Tornei internazionaliModifica

Alla stagione 2018-2019 il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai tornei internazionali[2]:

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Coppa dei Campioni/UEFA Champions League 2 1981-1982 2009-2010
Coppa delle Coppe 2 1978-1979 1982-1983
Coppa UEFA/UEFA Europa League 12 1977-1978 2016-2017

Statistiche individualiModifica

I giocatori con più presenze nelle competizioni europee sono Kew Jaliens e Maarten Martens a quota 45, mentre il miglior marcatore è Kees Kist con 18 gol[2].

Statistiche di squadraModifica

A livello internazionale la miglior vittoria è l'11-1 all'esordio, ottenuto contro il Red Boys Differdange nel primo turno della Coppa UEFA 1977-1978, mentre la peggior sconfitta è rappresentata dal 7-1 subito contro l'Olympique Lione nei sedicesimi della 2016-2017[2].

  • La squadra fa segnare un record: è rimasta imbattuta in casa nella Coppa UEFA per 27 anni, dal 1981, anno in cui perse in finale contro l'Ipswich Town, alla sconfitta subita nella stagione 2007-08 contro l'Everton.
  • Giocatore con il maggior numero di presenze: Kees Kist (441).
  • Giocatore con il maggior numero di gol: Kees Kist (259).
  • Il 13 aprile 2010 nella sfida contro il Twente, l'AZ è stata la prima squadra Olandese ad avere una formazione titolare composta da soli stranieri.

OrganicoModifica

Rosa 2018-2019Modifica

Aggiornata al 22 settembre 2018.

N. Ruolo Giocatore
1   P Marco Bizot
2   D Jonas Svensson
3   D Henri Weigelt
4   D Ron Vlaar
5   D Thomas Ouwejan
6   C Fredrik Midtsjø
7   A Calvin Stengs
8   C Teun Koopmeiners
9   A Bjørn Maars Johnsen
10   C Guus Til
11   A Oussama Idrissi
12   D Pantelīs Chatzīdiakos
14   A Dorin Rotariu
15   D Owen Wijndal
16   P Rody de Boer
N. Ruolo Giocatore
17   C Jeremy Helmer
18   C Marko Vejinović
20   C Mats Seuntjens
21   A Myron Boadu
22   P Piet Velthuizen
23   D Léon Bergsma
24   C Tijjani Reijnders
25   P Jasper Schendelaar
26   D Yukinari Sugawara
27   A Ondřej Mihálik
28   A Albert Guðmundsson
29   C Mees Hoedemakers
30   D Stijn Wuytens
34   D Ricardo van Rhijn

Staff tecnicoModifica

 
Staff dell'area tecnica

NoteModifica

  1. ^ AZ Alkmaar » Storia Allenatore, in calcio.com. URL consultato il 14 febbraio 2019.
  2. ^ a b c (EN) AZ Alkmaar, in www.uefa.com.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica