Ipswich Town Football Club

società calcistica britannica
Ipswich Town F.C.
Calcio Football pictogram.svg
Ipswich Town.png
The Blues, Town, The Tractor Boys
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco e Blu.png Blu-bianco
Dati societari
Città Ipswich
Nazione Inghilterra Inghilterra
Confederazione UEFA
Federazione Flag of England.svg FA
Campionato Football League Championship
Fondazione 1878
Presidente Inghilterra Marcus Evans
Allenatore Irlanda Mick McCarthy
Stadio Portman Road
(30.311 posti)
Sito web www.itfc.premiumtv.co.uk
Palmarès
Premiership inglese FA Cup Coppa UEFA
Titoli d'Inghilterra 1
Coppe d'Inghilterra 1
Trofei internazionali 1 Coppe UEFA/Europa League
Si invita a seguire il modello di voce

L'Ipswich Town Football Club, noto semplicemente come Ipswich Town, è una società calcistica inglese con sede nella città di Ipswich, nella contea del Suffolk, militante in Football League Championship (seconda divisione inglese) dal 2002.

Fondata nel 1878, la squadra ottenne lo status professionale nel 1936. Nella stagione 1961-62, in cui esordì per la prima volta in massima divisione, l'Ipswich, con Alf Ramsey in panchina, vinse il suo primo e finora unico campionato. Il periodo di maggior successo della squadra fu sotto la guida di Bobby Robson, suggellato dalla conquista di una FA Cup nella stagione 1977-78 e di una Coppa UEFA durante la stagione 1980-81, nonché da due secondi posti consecutivi in campionato nelle stagioni 1980-81 e 1981-82.

Indice

StoriaModifica

Gli iniziModifica

Il club fu fondato nel 1878 come squadra amatoriale con il nome di Ipswich A.F.C., per assumere, nel 1888, la denominazione di Ipswich Town Football Club in occasione della fusione con l'Ipswich Rugby Club[1]. Inizialmente iscritto in tornei locali (la Suffolk Challenge Cup e la Suffolk Senior Cup), a partire dal 1907 l'Ipswich Town militò in Southern Amateur League, vincendola quattro volte (la prima volta nella stagione 1921-22)[2], mentre nel 1936 ottenne lo status di club professionale.[3]

Al termine della stagione 1937-38, con la promozione in Division Three, l'Ipswich fu iscritto in Football League. I Tractor Boys militarono in terza categoria per tutti gli anni quaranta, fino alla stagione 1954-55, al termine della quale furono promossi in Second Division dopo aver vinto il campionato.

L'era RamseyModifica

L'esordio in seconda categoria dell'Ipswich si concluse con la retrocessione e con l'esonero dell'allenatore Scott Duncan, il cui posto fu preso da Alf Ramsey, che riportò subito la squadra in seconda serie. Al termine della stagione 1960-61, concludendo il campionato al primo posto, l'Ipswich fu promosso in First Division[3]. Il debutto dei Tractor Boys in massima serie fu trionfale: dopo aver disputato buona parte del campionato a ridosso delle prime posizioni, nelle ultime dieci giornate gli uomini di Ramsey si inserirono nella lotta per il titolo, aggiudicandoselo all'ultima giornata. Alla vittoria del campionato seguì tuttavia un periodo di declino: al termine della stagione successiva, dopo l'eliminazione in Coppa dei Campioni da parte del Milan, Ramsey abbandonò la squadra lasciando il posto a Jackie Milburn[3], che rimase una sola stagione in cui la squadra retrocesse in Second Division subendo 121 goal in campionato.

Il secondo periodo d'oro con Bobby RobsonModifica

Al termine del campionato fu assunto Bill McGarry[3] che al termine della stagione 1967-68 riportò la squadra in massima divisione vincendo il campionato di stretta misura sul Queens Park Rangers. Nel gennaio del 1969 a McGarry subentrò Bobby Robson[3] che, a partire dal 1973, con un quarto posto in campionato che valse l'accesso per la Coppa UEFA, inaugurò il secondo periodo di maggior successo della squadra. La squadra, forte di giocatori come John Wark, Paul Mariner, Arnold Mühren, Frans Thijssen e Terry Butcher, raggiunse l'apice di questo periodo tra la fine degli anni settanta e l'inizio degli anni ottanta, con la vittoria nella Fa Cup nel 1977-78 e della Coppa UEFA nel 1980-81 e con due secondi posti consecutivi ottenuti nelle stagioni 1980-81 e 1981-82. Alla fine di quest'ultima stagione, Robson lasciò la squadra per divenire commissario tecnico della nazionale inglese. Il suo posto fu preso da Bobby Ferguson[3], sotto la cui guida l'Ipswich conobbe un calo nelle prestazioni fino a retrocedere al termine della stagione 1985-86.

Il debutto in Premier LeagueModifica

Ferguson rimase sulla panchina dell'Ipswich anche nella stagione successiva, ma si dimise dopo aver fallito la promozione ai playoff[3]. Dopo un periodo interlocutorio con John Duncan, a partire dal 1990 la squadra fu allenata dall'ex manager del West Ham John Lyall che vinse nella stagione 1991-92 la Second Division, facendo dell'Ipswich uno dei club fondatori della Premier League. I Tractor Boys rimasero in massima serie per due stagioni: il primo anno, dopo un buon inizio, la squadra calò e concluse alla sedicesima posizione, mentre la stagione successiva retrocesse in First Division nonostante l'avvicendamento in panchina di George Burley con Lyall.

Tra l'Europa e la seconda divisioneModifica

Dopo tre promozioni mancate ai playoff, l'Ipswich tornò in massima serie nel 2000[3]. Nella stagione 2000-01 l'Ipswich disputò il proprio campionato navigando nelle prime posizioni, lottando fino all'ultima giornata per la qualificazione in Champions League. Nella stagione successiva la squadra, pur confermando l'accesso in Coppa UEFA grazie al premio Fair Play della UEFA, retrocesse in First Division. La retrocessione significò l'inizio della crisi economica della società, che fu posta sotto amministrazione controllata[4] fino alla stagione 2003-04[5]. Intanto la squadra, allenata a partire dal 2002 da Joe Royle, continuava a disputare, nonostante la crisi economica, dei campionati di livello medio-alto, fallendo per due stagioni consecutive la promozione ai playoff per mano del West Ham, che in entrambe le occasioni eliminò i Tractor Boys in semifinale.

Nel maggio 2006, dopo il quindicesimo posto finale, Royle si dimise[6] in favore di Jim Magilton[7], che alla sua prima stagione condusse i Tractor Boys al quattordicesimo posto. All'inizio della stagione 2007-08, al termine della quale la squadra raggiunse l'ottavo posto, l'imprenditore Marcus Evans divenne proprietario e azionista di maggioranza della società, avendola acquistata per 44 milioni di sterline[8].

Rosa 2017-2018Modifica

Rose stagioni passateModifica

CronistoriaModifica

Cronistoria del Ipswich Town Football Club
  • 1878 - Nasce il Ipswich A.F.C..
  • 1878-88 - Attività in ambito regionale nella Suffolk Challenge Cup e la Suffolk Senior Cup
  • 1888 - Assume la denominazione di Ipswich Town Football Club in occasione della fusione con l'Ipswich Rugby Club
  • 1888-07 - Attività in ambito regionale nella Suffolk Challenge Cup e la Suffolk Senior Cup
  • 1907–35 - in Southern Amateur League
  • 1935 - Ipswich Town Football Club diventa un club professionistico
  • 1935-1936 - in Southern Amateur League
  • 1936-1937 - 1° in Southern League.
  • 1937-1938 - 3° in Southern League.   Promosso in Third Division.
  • 1938-1939 - 7° in Third Division/South.

  • 1939-46 - Attività sospesa per la Seconda Guerra Mondiale
  • 1946-1947 - 6° in Third Division/South.
  • 1947-1948 - 4° in Third Division/South.
  • 1948-1949 - 7° in Third Division/South.
  • 1949-1950 - 17° in Third Division/South.

  • 1950-1951 - 8° in Third Division/South.
  • 1951-1952 - 17° in Third Division/South.
  • 1952-1953 - 16° in Third Division/South.
  • 1953-1954 - 1° in Third Division/South.   Promosso in Second Division.
  • 1954-1955 - 21° in Second Division.   Retrocesso in Third Division.
  • 1955-1956 - 3° in Third Division/South
  • 1956-1957 - 1° in Third Division/South.   Promosso in Second Division.
  • 1957-1958 - 8° in Second Division.
  • 1958-1959 - 16° in Second Division.
  • 1959-1960 - 11° in Second Division.






  • 2010-2011 - 13° in Football League Championship.
  • 2011-2012 - 15° in Football League Championship.
  • 2012-2013 - 14° in Football League Championship
  • 2013-2014 - 9° in Football League Championship.
  • 2014-2015 - 6° in Football League Championship. Perde la semifinale di Playoff con il Norwich City.
  • 2015-2016 - 7° in Football League Championship.
  • 2016-2017 - 16° in Football League Championship.
  • 2017-2018 - in Football League Championship.

Colori e simboliModifica

ColoriModifica

Per una storia completa delle divise da gioco, consulta l'Historical Football Kits Site.

I colori della maglia dell'Ipswich Town Football Club sono il blu ed il bianco. La seconda divisa è bianca.

1881/82
1888/1934
1934/64
1964/77
1977/89

Simboli ufficialiModifica

StemmaModifica

 
Stemma
 
Suffolk Punch

Il simbolo dell'Ipswich Town Football Club è composto da uno "scudo" contenente un cavallo bianco da tiro, il "Suffolk Punch" una razza locale di cavallo, e la dicitura del club. Fu adottato nel 1972 a seguito di un concorso e nel tempo ha avuto vari restyling mantenendo sempre la stessa conformazione a "scudo merlato" (come le torri medioevali) con la tonalità di blu preminente alternato dal giallo oro o dal rosso. L'unico cambiamento grafico consiste nella resa grafica del cavallo, reso più somigliante al Suffolk Punch.

Precedentemente il simbolo della squadra consisteva nello stemma della città di Ipswich, uno scudo contenente nella parte superiore lettere gotiche ed un vascello stilizzato (Ipswich è una "città-porto") con al centro un elmo medioevale ed un secondo scudo diviso compositivamente in due campi, metà contenente un leone rampante e nell'altra metà con tre porzioni di navi, il tutto fiancheggiati da due cavallucci marini, fu riportato nelle maglie dal 1933 al 1957. Dal 1965 la parte centrale dello stemma (il leone e le navi) venne riportato nelle maglie fino al 1972.

StruttureModifica

StadioModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Portman Road.

L'Ipswich Town Football Club gioca le partite casalinghe al Portman Road dal 1884, attivo già come campo di cricket dal 1855.

SocietàModifica

Organigramma societarioModifica

Dopo la retrocessione la società attraversò una grave crisi economica che costrinse la proprietà ad abbandonare e a lasciare la squadra sull'orlo del fallimento sommersa dai debiti. Dopo varie vicissitudini e il rischio di scomparire dal calcio, la storica società viene acquistata dalla multinazionale Corazio CC (di proprietà peraltro di un imprenditore italiano, Mr. Ciampelletti) e alla presidenza viene posto il duca di Ipswich David Sheepshanks, che non possiede alcuna azione del team, interamente di proprietà dei Canadesi.

Modifica

Cronologia degli sponsor tecnici
  • 1977-1989 Adidas
  • 1989-1995 Umbro
  • 1995-1997 Core
  • 1997-2007 Punch
  • 2007-2014 Mitre
  • 2014-oggi Adidas
Cronologia degli sponsor ufficiali
  • 1981-1985 Pioneer
  • 1985-1986 Radio Orwell
  • 1986-1995 Fisons
  • 1995-2001 Greene King
  • 2001-2003 TXU energi
  • 2003-2006 Powergen
  • 2006-2008 E-on
  • 2008-oggi Marcus Evans

Ipswich Town nella cultura di massaModifica

CinemaModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Fuga per la vittoria.

Alcuni giocatori della squadra parteciparono nel 1981 al film di guerra Fuga per la vittoria con Pelé e Sylvester Stallone, tra cui il portiere Paul Cooper (come controfigura dello stesso Stallone), John Wark nella parte di Arthur Hayes, Russell Osman impersonando Doug Clure, Laurie Sivell nella parte del portiere tedesco Schmidt, Kevin Beattie come controfigura di Michael Caine e Kevin O'Callaghan impersonando Tony Lewis.

Allenatori e presidentiModifica

AllenatoriModifica

Le statue di Alf Ramsey e Bobby Robson presso Portman Road
Nome Dal Al Statistiche
G V N P GF GS %V
  Mick O'Brien 1936 1937 39 25 9 5 107 42 64,1
  Scott Duncan 1937 1955 505 205 113 187 796 778 40,6
  Alf Ramsey 1955 1963 369 176 75 118 723 584 47,7
  Jackie Milburn 1963 1964 56 11 12 33 75 146 19,6
  Bill McGarry 1964 1968 196 80 62 54 323 272 40,8
  Bobby Robson 1969 1982 709 316 173 220 1031 814 44,6
  Bobby Ferguson 1982 1987 258 97 61 100 335 323 37,6
  John Duncan 1987 1990 161 73 29 59 237 214 45,3
  John Lyall 1990 1994 231 77 75 79 291 308 33,3
  George Burley 1994 2002 413 188 96 129 620 497 45,5
  Joe Royle 2002 2006 189 81 48 60 308 265 42,9
  Jim Magilton 2006 2009 143 55 39 49 198 174 38,5
  Roy Keane 2009 2011 81 28 25 28 98 106 34,6
  Ian McParland 2011 2011 2 1 0 1 - - 50,0
  Paul Jewell 2011 2012 85 29 18 38 - - 34,1
  Mick McCarthy 2012 Presente 233 88 70 75 - - 37,8
  • Aggiornata alla stagione 2014-15

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1961-62
1977-78
1960-61, 1967-68, 1991-92
1954, 1957
1973
1937
  • Suffolk Premier Cup: 5
1968, 1969, 1970, 2007, 2010

Competizioni internazionaliModifica

1980-81

Altri piazzamenti o riconoscimentiModifica

  • Campionato inglese
secondo posto (2): 1980-81, 1981-82
  • Charity Shield
secondo posto (2): 1962, 1978

GiocatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dell'Ipswich Town F.C.

NoteModifica

  1. ^ Cronologia dell'Ipswich Town nel decennio 1880-90, dal sito Pride of Anglia
  2. ^ Palmarès completo dell'Ipswich Town, dal sito Pride of Anglia
  3. ^ a b c d e f g h Storia dell'Ipswich Town, dal sito ufficiale della squadra
  4. ^ Tractor Boys ploughed out, dal sito del quotidiano The Telegraph
  5. ^ Ipswich exit administration, da BBC News
  6. ^ Who will succeed Joe Royle?, dal sito della BBC
  7. ^ Magilton is new Ipswich boss, dal sito della BBC
  8. ^ Evans completes Ipswich takeover, da BBC News

Altri progettiModifica