Jean-Louis Trintignant

attore, regista e sceneggiatore francese (1930-2022)

Jean-Louis Trintignant (IPA: [ʒɑ̃ lwi tʁɛ̃tiɲɑ̃]; Piolenc, 11 dicembre 1930Uzès, 17 giugno 2022[1]) è stato un attore, regista e sceneggiatore francese.

Jean-Louis Trintignant

BiografiaModifica

 
Jean-Louis Trintignant, a sinistra, con Vittorio Gassman sulla Lancia Aurelia b24 nel film Il sorpasso (1962)

Il padre, Raoul Trintignant, era industriale e fu sindaco di Pont-Saint-Esprit dal 1944 al 1947. Era inoltre stato nella resistenza: venne arrestato nel 1944 dall'esercito tedesco e imprigionato a Baumettes fino alla liberazione. La madre, Claire Tourtin, veniva da una famiglia ricca originaria di Bollène e durante la guerra ebbe una relazione con un soldato tedesco, cosa che causò tra marito e moglie rapporti tesissimi che sul piccolo Jean-Louis si ripercossero durante tutta l'infanzia.[2] Tre suoi zii erano amanti dei motori e due di essi, Louis (1903-1933) e Maurice Trintignant riscossero anche ottimi risultati, oltre a proseguire l'attività vinicola di famiglia.

Negli anni Cinquanta studiò teatro prima di imporsi nel film E Dio creò la donna (1955) di Roger Vadim, al fianco di Brigitte Bardot. La carriera di Trintignant si interruppe per alcuni anni a causa del servizio militare obbligatorio. Dopo aver servito ad Algeri, ritornò a Parigi per proseguire la sua attività cinematografica. Nel 1962 recitò a fianco di Vittorio Gassman nel capolavoro Il sorpasso, per la regia di Dino Risi, nel ruolo del timido studente Roberto Mariani. Nel 1965 partecipò al film Io uccido, tu uccidi.

 
Trintignant nel film Estate violenta (1959)

Il grande successo del film Un uomo, una donna (1966) di Claude Lelouch gli assicurò la fama di star internazionale. Trintignant, che in questo film interpreta il ruolo di un pilota automobilistico, nella realtà era effettivamente nipote di Jean-Louis Trintignant, pilota morto in un incidente nel 1933 mentre si stava esercitando sul circuito di Péronne, nella Piccardia. Un altro suo zio, Maurice Trintignant, nato nel 1917, fu un pilota di Formula Uno, vincitore due volte del Gran Premio di Monaco e della 24 ore di Le Mans.

Recitò successivamente in film come Il conformista (1970) di Bernardo Bertolucci e il thriller politico Z - L'orgia del potere (1969), che gli fece vincere il premio per il miglior attore al Festival di Cannes nel 1969.[3] Durante gli anni Settanta recitò in numerosi film di successo, tra i quali La donna della domenica (1975) di Luigi Comencini, e Il deserto dei tartari (1976) di Valerio Zurlini. Nel 1983 fu protagonista dell'ultima pellicola di François Truffaut, Finalmente domenica!, accanto a Fanny Ardant.

Tra la fine degli anni Ottanta e gli inizi degli anni Novanta, Trintignant diradò la sua attività per problemi di salute conseguenti a un incidente stradale. Il suo ruolo nell'ultimo film di Krzysztof Kieślowski, Tre colori - Film rosso (1994) gli valse una candidatura come miglior attore ai Premi César. Nel 2012 fu protagonista accanto a Emmanuelle Riva del film drammatico Amour, diretto da Michael Haneke. Nel 2019 recitò di nuovo con Anouk Aimée nel terzo capitolo della saga Un uomo, una donna, I migliori anni della nostra vita sempre diretto da Claude Lelouch.

Muore il 17 giugno 2022 ad Uzès all'età di 91 anni.[4]

Vita privataModifica

Nel 1954 si sposò con l'attrice Stéphane Audran, da cui si separò nel 1956. Dopo il divorzio e una breve relazione con Brigitte Bardot, sposò nel 1960 Nadine Marquand, attrice, scenografa e regista (da cui divorziò nel 1976). Dall'unione nacquero tre figli, Marie, Pauline e Vincent. Pauline morì nel 1969 all'età di dieci mesi per la sindrome delle cosiddette morti bianche, mentre Marie, che recitò al fianco del padre in una decina di produzioni cinematografiche e televisive, morì tragicamente nel 2003 per le lesioni inflittele dal compagno Bertrand Cantat, voce del gruppo Noir Désir. Nel 2000 sposò la pilota Marianne Hoepfner.

FilmografiaModifica

AttoreModifica

CinemaModifica

 
Trintignant (a destra) insieme a Marcello Mastroianni nel film La donna della domenica (1975).

TelevisioneModifica

DoppiatoreModifica

RegistaModifica

SceneggiatoreModifica

  • Una giornata spesa bene (Une journée bien remplie ou Neuf meurtres insolites dans une même journée par un seul homme dont ce n'est pas le métier) (1973)

RiconoscimentiModifica

OnorificenzeModifica

  Grand'Ufficiale dell'Ordine al Merito Educativo e Culturale Gabriela Mistral (Cile)
«Con la sua vasta attività artistica e intellettuale, riconosciuta a livello mondiale, ha avuto una proiezione significativa in Cile.»
— 2001

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Jean-Louis Trintignant è stato doppiato da:

Da doppiatore è stato sostituito da:

NoteModifica

  1. ^ Giovanni Gagliardi, Morto Jean-Louis Trintignant, con Gassman nel 'Sorpasso'. Aveva 91 anni, in la Repubblica, 17 giugno 2022.
  2. ^ (FR) Le JDD, Jean-Louis Trintignant au JDD : "Le vieillissement est une suite de problèmes", su lejdd.fr. URL consultato il 3 aprile 2020.
  3. ^ (EN) Awards 1969, su festival-cannes.fr. URL consultato il 14 giugno 2011.
  4. ^ Giovanni Gagliardi, Morto Jean-Louis Trintignant, con Gassman nel 'Sorpasso'. Aveva 91 anni, su repubblica.it, 17 giugno 2022.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN86424681 · ISNI (EN0000 0001 2142 3879 · SBN RAVV089048 · LCCN (ENno96017236 · GND (DE12411265X · BNE (ESXX1060493 (data) · BNF (FRcb12643029r (data) · J9U (ENHE987007332293505171 · CONOR.SI (SL23132003 · WorldCat Identities (ENlccn-no96017236