Joan Mir

pilota motociclistico spagnolo
Joan Mir
Jorge Lorenzo and Joan Mir 2019 Austin.jpeg
A destra Mir nel GP di Austin 2019
Nazionalità Spagna Spagna
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2015 in Moto3
Mondiali vinti 2
Gare disputate 89
Gare vinte 12
Podi 28
Punti ottenuti 952
Pole position 2
Giri veloci 6
 

Joan Mir Mayrata (Palma di Maiorca, 1º settembre 1997) è un pilota motociclistico spagnolo, campione del mondo della Moto3 nel 2017 e della MotoGP nel 2020.

CarrieraModifica

 
Joan Mir, dietro Jorge Lorenzo, durante il GP d'Argentina 2019

Comincia a correre all'età di dieci anni con le minimoto. Fra il 2008 e il 2011 corre nelle Baleari, vincendo titoli fra minimoto, minimotard e Bankia Cup. Nel 2013 passa a correre nella Red Bull Rookies Cup, chiudendo nono in quell'anno, secondo nel 2014 e quarto nel 2015.[1]

Debutta nella classe Moto3 nel motomondiale del 2015, correndo in Australia in sostituzione dell'infortunato Hiroki Ono sulla Honda NSF250R del team Leopard Racing. In questo team diventa pilota titolare nel 2016, questa volta alla guida di una KTM RC 250 GP, i compagni di squadra sono Fabio Quartararo e Andrea Locatelli; ottiene pole position e vittoria in Austria. Nel Gran Premio di San Marino giunge terzo. Ottiene un altro podio nella gara finale a Valencia e chiude la stagione al quinto posto con 144 punti all'attivo.

Nel 2017 rimane nello stesso team della stagione precedente guidando però una Honda NSF250R. Il compagno di squadra è Livio Loi. Inizia il mondiale con due vittorie nei GP del Qatar e d'Argentina. Il 22 ottobre 2017 sul circuito di Phillip Island centra la vittoria e si laurea Campione del mondo Moto3 con due gare di anticipo.[2] Chiude la stagione con 341 punti.

Nel 2018 passa in Moto2, alla guida della Kalex del team Marc VDS Racing, con compagno di squadra Álex Márquez. Ottiene un secondo posto in Germania, due terzi posti (Francia e Italia) e conclude la stagione al 6º posto con 155 punti.

Nel 2019 passa in MotoGP, ingaggiato dalla Suzuki; il compagno di squadra è Álex Rins.[3] Ottiene come miglior risultato un quinto posto in Australia e termina la stagione al 12º posto con 92 punti. In questa stagione è costretto a saltare i Gran Premi d'Austria e Gran Bretagna a causa di una contusione polmonare rimediata in un precedente test sul circuito di Brno.

Nel 2020 continua con la Suzuki. Il 16 agosto in Austria ottiene il suo primo podio in MotoGP, concludendo la gara al secondo posto. Giunge terzo nel Gran Premio di San Marino, secondo in quello successivo e in Catalogna. Grazie alla terza piazza in Aragona, ottiene la leadership in classifica del campionato. A Teruel giunge terzo, e vince il Gran Premio d’Europa a Valencia, il primo in MotoGP.[4] Nella seconda gara disputata a Valencia conquista la settima posizione, laureandosi campione del mondo di MotoGP[5] al suo secondo anno nella massima categoria con 171 punti.[6]


Nel 2021 rimane nello stesso team. Ottiene un terzo posto in Portogallo.

Risultati nel motomondialeModifica

2015 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 Honda Rit 0
2016 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 KTM 12 5 Rit 6 25 7 8 8 Rit 1 8 9 3 5 9 Rit Rit 2 144
2017 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 Honda 1 1 8 3 1 7 1 9 1 1 1 5 2 1 17 1 1 2 341
2018 Classe Moto                                       Punti Pos.
Moto2 Kalex 11 7 4 11 3 3 Rit 5 2 Rit 8 AN 5 6 Rit 11 2 10 Rit 155
2019 Classe Moto                                       Punti Pos.
MotoGP Suzuki 8 Rit 17 Rit 16 12 6 8 7 Rit Inf Inf 8 14 7 8 5 10 7 92 12º
2020 Classe Moto                               Punti Pos.
MotoGP Suzuki NE Rit 5 Rit 2 4 3 2 2 11 3 3 1 7 Rit 171
2021 Classe Moto                                       Punti Pos.
MotoGP Suzuki 4 7 3 5 49
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

  1. ^ Red Bull Staff, Scheda di Joan Mir, su redbullrookiescup.com, Red Bull.
  2. ^ Redazione, Moto3, Mir si laurea (in anticipo) campione del mondo in Australia, su corriere.it, RCS MediaGroup S.p.A., 22 ottobre 2017.
  3. ^ (EN) Redazione, MotoGP 2019 Qatar - Entry List (PDF), su motogp.com, Dorna Sports S.L., 8 marzo 2019.
  4. ^ Giovanni Zamagni, MotoGP 2020. Joan Mir vince il GP d'Europa a Valencia, su moto.it, CRM S.r.l., 8 novembre 2020.
  5. ^ Massimo Falcioni, Mir campione 2020: caratteristiche e storia del nuovo re, su gazzetta.it, RCS MediaGroup S.p.A., 15 novembre 2020.
  6. ^ (EN) Redazione, MotoGP 2020 - Championship Standings (PDF), su motogp.com, Dorna Sports S.L., 22 novembre 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica