Fabio Quartararo

pilota motociclistico francese
Fabio Quartararo
Fabio Quartararo campione del mondo 2021.jpg
Fabio Quartararo dopo la vittoria del campionato del mondo 2021
Nazionalità Francia Francia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2015 in Moto3
Mondiali vinti 1
Gare disputate 127
Gare vinte 12
Podi 30
Punti ottenuti 1146
Pole position 19
Giri veloci 12
 

Fabio Quartararo (Nizza, 20 aprile 1999) è un pilota motociclistico francese, campione del mondo della MotoGP nel 2021.

BiografiaModifica

Nato in una famiglia di origini siciliane, può essere considerato figlio d'arte: il padre, Étienne, disputò il Gran Premio di Francia 1986 nella Classe 250.

CarrieraModifica

Gli iniziModifica

Comincia a correre in Francia all'età di 4 anni. In seguito si sposta in Spagna, dove partecipa alla Promovelocidad Cup, vincendo nella categoria 50 nel 2008, nella 70 nel 2009 e nella 80 nel 2011. Vince anche nella categoria Pre Moto3 del Campionato Velocità del Mediterraneo nel 2012.

Fabio Quartararo è il più giovane pilota a vincere il campionato spagnolo di velocità, essendosi aggiudicato l'edizione 2013 a 14 anni. Nel 2014 si ripete nella stessa competizione.

Moto3Modifica

Il 26 marzo 2015, a quasi 16 anni, esordisce nel motomondiale, in sella a una Honda NSF250R del team Estrella Galicia 0,0 partecipando al Gran premio del Qatar, il 28 marzo, nelle qualifiche, ottiene il sesto tempo; conclude poi la gara in settima posizione. Nel Gran Premio motociclistico delle Americhe conquista il suo primo podio nel motomondiale, arrivando al secondo posto. In Olanda giunge secondo. Ottiene due pole position (Spagna e Francia). In questa stagione è costretto a saltare i Gran Premi di San Marino e Aragona per la frattura della caviglia destra rimediata nelle prove libere del GP di San Marino. Chiude la stagione d'esordio nel Motomondiale al decimo posto con 92 punti. Nel 2016 passa al team Leopard Racing, che gli affida una KTM RC 250 GP, con compagni di squadra Joan Mir e Andrea Locatelli. Chiude la stagione al tredicesimo posto in classifica piloti con 83 punti all'attivo e due quarti posti (Austria e Malesia) come miglior risultato.

Moto2Modifica

Nel 2017 passa in Moto2, alla guida della Kalex del team Pons HP 40. Il compagno di squadra è Edgar Pons. Ottiene come miglior risultato un sesto posto nel Gran Premio di San Marino e termina la stagione al 13º posto con 64 punti. Nel 2018 passa alla Speed Up, il compagno di squadra è Danny Kent. In occasione del GP di Catalogna vince la sua prima gara nel motomondiale, dopo essere partito dalla pole position.[1] In Olanda giunge secondo. In Giappone giunge primo ma viene squalificato per la non regolare pressione delle gomme. Conclude la stagione al 10º posto con 138 punti.

MotoGPModifica

 
Fabio Quartararo e Marc Márquez al GP di Misano 2019

Gli anni in Yamaha Petronas (2019-2020)Modifica

Nel 2019 corre per il team Petronas Yamaha SRT in MotoGP, con compagno di squadra Franco Morbidelli. Alla sua prima gara in Qatar si qualifica 5º, ma la sua moto si spegne all'inizio del giro di formazione ed è costretto a partire dalla pit lane; riesce però a ottenere il giro più veloce.[2] In Argentina conquista i suoi primi punti iridati in MotoGP, giungendo ottavo. A Jerez de la Frontera conquista la sua prima pole position in MotoGP, che lo rende, a 20 anni e 14 giorni, il più giovane pole sitter nella storia della classe.[3]

Il 15 giugno 2019 conquista la sua seconda pole, davanti a Marquez e Viñales, a Montmelò e in gara conquista il suo primo podio nella classe regina. Il 29 giugno 2019 conquista la seconda pole consecutiva e terza dell'anno ad Assen, davanti a Maverick Viñales; concluderà la gara in terza posizione. Giunge terzo a Spielberg. Conclude secondo nel Gran Premio di San Marino. Il 5 ottobre 2019 ottiene la sua quarta pole, al Gran Premio motociclistico di Thailandia, ancora davanti a Maverick Viñales; in gara conquista il suo quinto podio in stagione, arrivando secondo dietro a Marc Márquez. In Giappone ottiene il suo sesto podio in stagione giungendo secondo, conquista così il titolo di miglior esordiente di stagione.[4] Nel Gran Premio di Malesia conquista la sua quinta pole position stagionale e nel Gran Premio motociclistico della Comunità Valenciana conquista la sesta pole della stagione, giungendo secondo in gara. Chiude la sua prima stagione in MotoGP con un sorprendente 5º posto collezionando 192 punti, suo record personale nel motomondiale.

Nel 2020 rimane nello stesso team, in vista del suo passaggio alla squadra ufficiale Yamaha nel 2021. Accreditato come il principale favorito per il titolo, inizia splendidamente la stagione: nel Gran Premio motociclistico di Spagna 2020, conquista la pole position e la sua prima vittoria nella classe MotoGP[5], ripetendosi sette giorni dopo sempre sul circuito spagnolo. Nel prosieguo della stagione ottiene quattro pole position e vince un'altra gara in Catalogna, mentre nelle restanti si piazza quasi sempre nei primi dieci, prima di subire una flessione nella parte finale della stagione. Conclude la stagione all'ottavo posto con 127 punti.[6]

Il passaggio al team ufficiale e il titolo mondiale (2021-presente)Modifica

Nel 2021 passa al team ufficiale Yamaha, con compagno di squadra Maverick Viñales. Inizia la stagione con un quinto posto nel Gran Premio del Qatar. La settimana dopo ottiene la sua prima vittoria dell'anno a Doha. In Portogallo grazie alla cancellazione del tempo di Francesco Bagnaia, ottiene la sua prima pole dell'anno, in gara riesce a ripetersi e vince la seconda gara consecutiva. Ottiene la pole position anche in Spagna. In gara però, dopo aver condotto in testa i primi giri, termina solo tredicesimo per via di un'acuta sindrome compartimentale all'avambraccio destro, per cui dovrà essere operato. Quartararo ottiene altre tre pole position consecutive, a Le Mans dove poi chiude terzo in gara, al Mugello, dove ottiene la sua terza vittoria stagionale[7] e nel Gran Premio di Catalogna dove chiude terzo al traguardo, ma per colpa di un problema alla tuta che lo costringe a correre gli ultimi giri con la cerniera aperta, viene penalizzato finendo quindi al sesto posto. Nel resto della stagione ottiene altre due vittorie, la prima in Olanda davanti al compagno di squadra Maverick Viñales e l'atra nel Gran Premio di Gran Bretagna.[8].

Al Gran Premio dell'Emilia-Romagna corso a Misano il 24 ottobre 2021, in seguito alla caduta di Francesco Bagnaia (unico pilota che poteva ancora contendergli il campionato), Quartararo vince il suo primo titolo in MotoGP e nel Motomondiale, diventando il primo pilota francese a laurearsi campione in classe regina.[9] Con la conquista del titolo inoltre, Quartararo interrompe la striscia di nove titoli consecutivi dei piloti spagnoli in MotoGP.[10] Chiude la stagione con 278 punti.[11]

Quartararo continua nel 2022 con il team Monster Energy Yamaha, nella seconda gara stagionale in Indonesia conquista la pole e chiude secondo in gara dietro a Miguel Oliveira. La sua prima vittoria stagionale arriva nel Gran Premio del Portogallo. Il pilota francese ottiene due secondi posti dietro a Francesco Bagnaia, nel Gran Premio di Spagna e nel Gran Premio d'Italia. Torna alla vittoria nel Gran Premio di Catalogna davanti a Jorge Martín, per poi ripetersi subito dopo nel Gran Premio Germania

Il 2 giugno del 2022 la Yamaha rinnova il contratto di Quartararo fino al 2024[12].

PalmaresModifica

Mondiali vinti in MotoGPModifica

# Edizione Moto Team
1 Campionato mondiale di MotoGP 2021 Yamaha YZR-M1 Monster Energy Yamaha

Vittorie in MotoGPModifica

# Stagione Gran Premio Circuito Moto Team
1 2020   Gran Premio motociclistico di Spagna 2020   Circuito di Jerez de la Frontera Yamaha YZR-M1 Petronas Yamaha SRT
2   Gran Premio motociclistico di Andalusia 2020   Circuito di Jerez de la Frontera Yamaha YZR-M1 Petronas Yamaha SRT
3   Gran Premio motociclistico di Catalogna 2020   Circuito di Catalogna Yamaha YZR-M1 Petronas Yamaha SRT
4 2021   Gran Premio motociclistico di Doha 2021   Circuito di Losail Yamaha YZR-M1 Monster Energy Yamaha
5   Gran Premio motociclistico del Portogallo 2021   Autódromo Internacional do Algarve Yamaha YZR-M1 Monster Energy Yamaha
6   Gran Premio motociclistico d'Italia 2021   Autodromo internazionale del Mugello Yamaha YZR-M1 Monster Energy Yamaha
7   Gran Premio motociclistico d'Olanda 2021   TT Circuit Assen Yamaha YZR-M1 Monster Energy Yamaha
8   Gran Premio motociclistico di Gran Bretagna 2021   Circuito di Silverstone Yamaha YZR-M1 Monster Energy Yamaha
9 2022   Gran Premio motociclistico del Portogallo 2022   Autódromo Internacional do Algarve Yamaha YZR-M1 Monster Energy Yamaha
10   Gran Premio motociclistico di Catalogna 2022   Circuito di Catalogna Yamaha YZR-M1 Monster Energy Yamaha
11   Gran Premio motociclistico di Germania 2022   Sachsenring Yamaha YZR-M1 Monster Energy Yamaha

Risultati nel motomondialeModifica

2015 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 Honda 7 2 6 4 Rit Rit 14 2 Rit 11 Rit 4 NP NP NP Rit 92 10º
2016 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 KTM 13 13 13 Rit 6 5 7 Rit 23 4 21 Rit 18 12 8 12 4 14 83 13º
2017 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto2 Kalex 7 Rit 12 16 18 18 7 9 13 20 Rit 16 6 11 19 Rit 7 8 64 13º
2018 Classe Moto                                       Punti Pos.
Moto2 Speed Up 20 22 15 10 8 11 1 2 9 11 9 AN 7 9 5 SQ 10 5 6 138 10º
2019 Classe Moto                                       Punti Pos.
MotoGP Yamaha 16 8 7 Rit 8 10 2 3 Rit 7 3 Rit 2 5 2 2 Rit 7 2 192
2020 Classe Moto                               Punti Pos.
MotoGP Yamaha NE 1 1 7 8 13 Rit 4 1 9 18 8 14 Rit 14 127
2021 Classe Moto                                     Punti Pos.
MotoGP Yamaha 5 1 1 13 3 1 6 3 1 3 7 1 8 2 2 4 Rit 5 278
2022 Classe Moto                                         Punti Pos.
MotoGP Yamaha 9 2 8 7 1 2 4 2 1 1 Rit 172
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class Squalificato '-' Dato non disp.

NoteModifica

  1. ^ Giovanni Zamagni, Moto2 Montmelò, favola Quartararo: è il suo primo successo, su gazzetta.it, RCS MediaGroup S.p.A., 17 giugno 2018.
  2. ^ (EN) Redazione, MotoGP 2019 Qatar - Race Classification (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 10 marzo 2019.
  3. ^ (EN) Aaron Rowles, MotoGP Jerez: Quartararo stuns with maiden pole, su bikesportnews.com.com, Bike Sport News, 4 maggio 2019.
  4. ^ (EN) Redazione, MotoGP 2019 Japan - Rookie of the Year Classification (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 20 ottobre 2019.
  5. ^ F.Q., MotoGP, a Jerez prima vittoria in carriera per Quartararo. Poi Vinales e Dovizioso., su ilfattoquitidiano.it, Editoriale il Fatto S.p.A., 19 luglio 2020.
  6. ^ (EN) Redazione, MotoGP 2020 - World Championship Classification (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 22 novembre 2020.
  7. ^ Gasport, Quartararo re d’Italia, Ktm sul podio. Mugello amaro per Bagnaia, su gazzetta.it, RCS MediaGroup S.p.A., 30 maggio 2021.
  8. ^ Massimo Brizzi, MotoGP Silverstone, trionfa Quartararo. Magica Aprilia: 3° Aleix Espargaro, su gazzetta.it, RCS MediaGroup S.p.A., 29 agosto 2021.
  9. ^ Paolo Scalera, MotoGP, vive le Franceǃ Quartararo primo re della classe regina...dopo Pons, su gpone.com, Buffer Overflow S.r.l., 25 ottobre 2021.
  10. ^ Manuele Cecconi, MotoGP, Quartararo mette fine all’era del dominio spagnolo: è stata la più lunga della storia, su gazzetta.it, RCS MediaGroup S.p.A., 26 ottobre 2021.
  11. ^ (EN) Redazione, MotoGP 2021 - World Championship Classification (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 14 novembre 2021.
  12. ^ Redazione, MotoGP, Quartararo rinnova con Yamaha: contratto fino al 2024, su www.sportmediaset.mediaset.it, RTI S.p.A., 2 giugno 2022.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica