Apri il menu principale

Gran Premio motociclistico d'Austria

Gran Premio motociclistico d'Austria
SportIlmorX3-003.png Motociclismo
TipoGran Premio del motomondiale
PaeseAustria Austria
LuogoRed Bull Ring
CadenzaAnnuale
Storia
FondazioneGP 1971
Numero edizioni28 al 2019
Record vittorieGiacomo Agostini e Ángel Nieto (6)
Ultima edizioneGP 2019

Il Gran Premio motociclistico di Austria è una delle prove del motomondiale. Si è svolto dal 1971 fino al 1997, per poi rientrare nel contesto del motomondiale a partire dal 2016.

La storiaModifica

Già dal 1955 si disputava un GP d'Austria non valido per il mondiale, su un tratto dell'autostrada da Salisburgo a Vienna; dal 1970 la gara si spostò al Salzburgring, e nel 1971 ottenne la validità iridata.

Per tutti gli anni in cui è stato disputato sul percorso ricavato dall'autostrada, veniva disputato rigorosamente il 1º maggio da cui il nome con cui era anche conosciuta la competizione di "1. Mai Rennen"[1].

Fino al 1994 venne disputata sullo stesso circuito, con l'interruzione nel 1980 quando non poté essere disputata a causa delle avverse condizioni climatiche [2][3].

Nel motomondiale 1992 e in quello del 1995 la gara non si è svolta, riprendendo poi la sua validità per il titolo nel 1996 e nel 1997; queste due ultime edizioni si svolte sul nuovo circuito dell'A1-Ring e gli ultimi vincitori della gara iridata sono stati Mick Doohan per quanto riguarda la classe 500, Olivier Jacque per la classe 250 e Noboru Ueda per la classe 125.

Dopo l'annuncio dato nel 2014[4], il GP d'Austria è stato inserito nel calendario della stagione 2016 del motomondiale[5].

Albo d'oroModifica

Anno Circuito classe 50 classe 125 classe 250 classe 350 classe 500 classe sidecar Resoconto
1971 Salzburgring   Jan de Vries (Kreidler)   Ángel Nieto (Derbi)   Silvio Grassetti (MZ)   Giacomo Agostini (MV Agusta)   Giacomo Agostini (MV Agusta)   Butscher-Huber (BMW) Resoconto
1972 Salzburgring   Ángel Nieto (Derbi)   Börje Jansson (Derbi)   Giacomo Agostini (MV Agusta)   Giacomo Agostini (MV Agusta)   Enders-Engelhardt (Busch-BMW) Resoconto
1973 Salzburgring   Kent Andersson (Yamaha)   Jarno Saarinen (Yamaha)   János Drapál (Yamaha)   Jarno Saarinen (Yamaha)   Enders-Engelhardt (Busch-BMW) Resoconto
1974 Salzburgring   Kent Andersson (Yamaha)   Giacomo Agostini (Yamaha)   Giacomo Agostini (Yamaha)   Schauzu-Kalauch (Busch-BMW) Resoconto
1975 Salzburgring   Paolo Pileri (Morbidelli)   Hideo Kanaya (Yamaha)   Hideo Kanaya (Yamaha)   Steinhausen-Huber (Busch-König) Resoconto
1976 Salzburgring   Pier Paolo Bianchi (Morbidelli)   Johnny Cecotto (Yamaha)   Barry Sheene (Suzuki)   Steinhausen-Huber (Busch-König) Resoconto
1977 Salzburgring   Eugenio Lazzarini (Morbidelli) [6]   Jack Findlay (Suzuki)    Biland-Williams (Schmid-Yamaha) Resoconto
1978 Salzburgring   Eugenio Lazzarini (MBA)   Kork Ballington (Kawasaki)   Kenny Roberts (Yamaha)    Biland-Williams (TTM-Yamaha) Resoconto
1979 Salzburgring   Ángel Nieto (Minarelli)   Kork Ballington (Kawasaki)   Kenny Roberts (Yamaha)   Brodin-Gällros (Krauser-Yamaha)[7]

   Biland-Williams (LCR-Yamaha)[8]

Resoconto
1980 Salzburgring Gara non svolta a causa della neve[2][3]
1981 Salzburgring   Ángel Nieto (Minarelli)   Patrick Fernandez (Bimota-Yamaha)   Randy Mamola (Suzuki)    Taylor-Johansson (Fowler-Yamaha) Resoconto
1982 Salzburgring   Ángel Nieto (Garelli)   Éric Saul (Chevallier)   Franco Uncini (Suzuki)   Biland-Waltisperg (LCR-Yamaha) Resoconto
1983 Salzburgring   Ángel Nieto (Garelli)   Manfred Herweh (Real)   Kenny Roberts (Yamaha)   Biland-Waltisperg (LCR-Yamaha) Resoconto
Anno Circuito classe 80 classe 125 classe 250 - classe 500 classe sidecar Resoconto
1984 Salzburgring   Stefan Dörflinger (Zündapp)   Christian Sarron (Yamaha)   Eddie Lawson (Yamaha)   Streuer-Schnieders (LCR-Yamaha) Resoconto
1985 Salzburgring   Fausto Gresini (Garelli)   Freddie Spencer (Honda)   Freddie Spencer (Honda)   Biland-Waltisperg (LCR-Yamaha) Resoconto
1986 Salzburgring   Jorge Martínez (Derbi)   Luca Cadalora (Garelli)   Carlos Lavado (Yamaha)   Eddie Lawson (Yamaha)   Streuer-Schnieders (LCR-Yamaha) Resoconto
1987 Salzburgring   Jorge Martínez (Derbi)   Fausto Gresini (Garelli)   Anton Mang (Honda)   Wayne Gardner (Honda)   Biland-Waltisperg (LCR-Krauser) Resoconto
1988 Salzburgring   Jorge Martínez (Derbi)   Jacques Cornu (Honda)   Eddie Lawson (Yamaha)   Biland-Waltisperg (LCR-Krauser) Resoconto
1989 Salzburgring   Hans Spaan (Honda)   Sito Pons (Honda)   Kevin Schwantz (Suzuki)   Biland-Waltisperg (LCR-Krauser) Resoconto
1990 Salzburgring   Jorge Martínez (JJ Cobas)   Luca Cadalora (Yamaha)   Kevin Schwantz (Suzuki)   Streuer-de Haas (LCR-Yamaha) Resoconto
1991 Salzburgring   Fausto Gresini (Honda)   Helmut Bradl (Honda)   Mick Doohan (Honda)   Webster-Simmons (LCR-Krauser) Resoconto
1993 Salzburgring   Takeshi Tsujimura (Honda)   Doriano Romboni (Honda)   Kevin Schwantz (Suzuki) Resoconto
1994 Salzburgring   Dirk Raudies (Honda)   Loris Capirossi (Honda)   Mick Doohan (Honda) Resoconto
1996 A1-Ring   Ivan Goi (Honda)   Ralf Waldmann (Honda)   Àlex Crivillé (Honda)   P. Güdel-C. Güdel (LCR-BRM) Resoconto
1997 A1-Ring   Noboru Ueda (Honda)   Olivier Jacque (Honda)   Mick Doohan (Honda) Resoconto
Anno Circuito Moto3 Moto2 MotoGP Resoconto
2016 Red Bull Ring   Joan Mir (KTM)   Johann Zarco (Kalex)   Andrea Iannone (Ducati) Resoconto
2017 Red Bull Ring   Joan Mir (Honda)   Franco Morbidelli (Kalex)   Andrea Dovizioso (Ducati) Resoconto
2018 Red Bull Ring   Marco Bezzecchi (KTM)   Francesco Bagnaia (Kalex)   Jorge Lorenzo (Ducati) Resoconto
Anno Circuito MotoE Moto3 Moto2 MotoGP Resoconto
2019 Red Bull Ring   Mike Di Meglio (Energica)   Romano Fenati (Honda)   Brad Binder (KTM)   Andrea Dovizioso (Ducati) Resoconto

NoteModifica

  1. ^ (DE) 1. Mai Rennen su Salzburg.wiki
  2. ^ a b redazione La Stampa, Notizie Flash, in La Stampa, nr.89, Torino, Editrice La Stampa S.p.A., 26 aprile 1980, pp. pag.27. URL consultato il 21 febbraio 2013.
  3. ^ a b (FR) History of the Grand Prix of Austria, Racing Memory. URL consultato il 5 aprile 2008.
  4. ^ MotoGP to return to Austria in 2016, www.motogp.com, 8 novembre 2014. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  5. ^ MotoGP, ecco il calendario 2016: fuori Indianapolis, dentro l'Austria, sport.sky.it, 11 settembre 2015. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  6. ^ Gara annullata per l'incidente che costò la vita a Stadelmann.
  7. ^ Vincitori nella categoria B2A.
  8. ^ Vincitori nella categoria B2B.

Collegamenti esterniModifica