Urwen
UniversoArda
Lingua orig.Inglese
SoprannomeLalaith
AutoreJohn Ronald Reuel Tolkien
SpecieUomini
SessoFemmina
EtniaCasa di Hador

Lalaith è un personaggio di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien.

Lalaith, il cui nome originale era Urwen, fu la figlia secondogenita di Húrin e Morwen, e sorella minore di Túrin Turambar. Il soprannome, che in Sindarin significa "riso"[1], le fu dato da tutti coloro che la conobbero nella sua breve vita, in quanto: "il suo riso era come l'acqua dei lieti rivi che venivano cantando dai colli, frusciando tra le mura della casa di suo padre, soprannominati a quel tempo Nen Lalaith...". Húrin disse che assomigliava ad una figlia degli elfi, tale era la sua bellezza. All'età di tre anni però, a causa del Perfido Fiato, il vento pestilenziale fatto scendere su quelle contrade da Morgoth, ella morì, al pari di molti giovani della Casa di Hador[2]. La sua morte[3] gettò il fratello in un profondo sconforto, al punto che egli, nel tentativo di comporre un canto di cordoglio, spezzò l'arpa[4]. Quindi levò la mano verso il nord, sfidando apertamente Morgoth, dicendo:

«Guastatore della Terra di Mezzo, possa io vederti a faccia a faccia, e marchiarti come ha fatto il mio signore Fingolfin

(J.R.R Tolkien, Racconti Incompiuti, capitolo II "Narn I Hîn Húrin", p.98)

NoteModifica

  1. ^ J.R.R Tolkien, Racconti Incompiuti, p. 95
  2. ^ J.R.R Tolkien, Racconti Incompiuti, p.97.
    "Ma, prima che l'anno terminasse, la verità delle parole di suo padre fu manifesta, ché il Perfido Fiato penetrò nel Dor-lómin […]".
  3. ^ J.R.R Tolkien, Racconti Incompiuti, p. 97.
    "[…] Non sono più malato, e voglio vedere Urwen; ma perché non devo più parlare di Lalaith?" […] "Perché Urwen è morta e il riso si è spento in questa casa […]".
  4. ^ J.R.R Tolkien, Racconti Incompiuti, p. 98
  Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien