Apri il menu principale
Bahrein Bahrein
Bahrain FA logo.png
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione BFA
Bahrain Football Association
Confederazione AFC
Codice FIFA BHR
Selezionatore Rep. Ceca Miroslav Soukup
Record presenze Salman Isa (156)
Capocannoniere Ismaeel Abdullatif (40)
Ranking FIFA 109° (25 luglio 2019)[1]
Esordio internazionale
Flag of Bahrain (1932–1972).svg Bahrein 4 - 4 Kuwait Kuwait
Baghdad, Iraq; 2 aprile 1966
Migliore vittoria
Bahrein Bahrein 10 - 0 Indonesia Indonesia
Riffa, Bahrain; 29 febbraio 2012
Peggiore sconfitta
Iraq Iraq 10 - 1 Bahrein Flag of Bahrain (1932–1972).svg
Baghdad, Iraq; 5 aprile 1966
Coppa d'Asia
Partecipazioni 6 (esordio: 1988)
Miglior risultato Quarto posto nel 2004

La nazionale di calcio del Bahrein (منتخب البحرين لكرة القدم) è la squadra di calcio nazionale dell'emirato del Bahrein ed è posta sotto l'egida della Bahrain Football Association.

La federcalcio nazionale fu costituita nel 1957 e si affiliò alla FIFA nel 1966 all'AFC nel 1969. Non si è mai qualificata per la fase finale del campionato del mondo. In Coppa d'Asia ha raggiunto il quarto posto nel 2004, anno in cui la FIFA ha assegnato alla nazionale bahrenita il premio di squadra che ha fatto i maggiori progressi.

Attualmente occupa la 109ª posizione del ranking FIFA.[1]

StoriaModifica

EsordiModifica

La nazionale bahrenita nacque nel 1951. La locale federazione calcistica fu fondata nel 1957 e si iscrisse alla FIFA nel 1966 e all'AFC nel 1969. Esordì il 2 aprile 1966 a Baghdad, pareggiando per 4-4 contro il Kuwait. Il 6 aprile 1966, sempre a Baghdad, fece registrare la sconfitta più larga della propria storia, perdendo per 10-1 contro l'Iraq.

Dal 1978 al 1992Modifica

Debuttò nelle eliminatorie della Coppa del mondo nelle qualificazioni al Argentina 1978, concluse al secondo turno. Le qualificazioni al mondiale di Spagna 1982 furono chiuse, invece, al primo turno, mentre nelle eliminatorie del campionato del mondo 1986 arrivò un'altra eliminazione al secondo turno. Finalista al Coppa delle Nazioni Arabe 1985 (battuta per 1-0 dall'Iraq), negli anni '80 la nazionale bahrenita non riuscì a qualificarsi per la Coppa d'Asia. Nella Coppa delle Nazioni del Golfo disputò la finale nel 1970 e nel 1982, uscendo sempre sconfitta dal Kuwait.

Riuscì a qualificarsi per la prima volta alla fase finale della Coppa d'Asia nell'edizione del 1988, battendo nelle eliminatorie Corea del Sud e Yemen del Sud e pareggiando con l'Indonesia. Nella fase finale pareggiò con Arabia Saudita (1-1) e Kuwait (0-0) e fu battuta da Cina (0-1) e Siria (0-1), non riuscendo a qualificarsi per la semifinale. Nella Coppa delle Nazioni del Golfo del 1992 fu battuto in finale dal Qatar.

Dal 1993 al 2004Modifica

Nelle eliminatorie del campionato del mondo 1994 il Bahrein si classificò secondo su cinque squadre del girone di primo turno, dietro Corea del Sud e davanti a Hong Kong, India e Libano, mancando così l'accesso al turno finale. Peggio andarono le qualificazioni al campionato del mondo 1998, chiuse al terzo e ultimo posto nel girone di primo turno con Giordania e Emirati Arabi Uniti. Nelle qualificazioni al mondiale nippo-coreano del 2002 il Bahrein vinse il girone di primo turno comprendente anche Kuwait, Kirghizistan e Singapore, ma terminò al terzo posto su cinque squadre il girone di secondo turno, dietro Arabia Saudita e Iran e davanti a Iraq e Thailandia. Nel 2002 fu finalista della Coppa delle Nazioni Arabe, battuto dall'Arabia Saudita nell'atto conclusivo. Nella Coppa delle Nazioni del Golfo del 2003 fu sconfitto in finale ancora dall'Arabia Saudita.

Qualificatosi per la prima volta per la fase finale della Coppa d'Asia, il Bahrein vi esordì nel 2004. Dopo due pareggi contro Cina (2-2 con gol di Mohamed Hubail e Husain Ali) e Qatar (1-1 con rete di Mohamed Hubail), batté per 3-1 l'Indonesia (gol di Talal Yousef, A'ala Hubail e Husain Ali), qualificandosi per i quarti di finale, dove batté per 4-3 ai tiri di rigore l'Uzbekistan (2-2 dopo i tempi supplementari, doppietta di A'ala Hubail). In semifinale fu eliminato dal Giappone (4-3 dopo i tempi supplementari; per i bahreniti doppietta di A'ala Hubail e gol di Duaij Naser), mentre nella finale di consolazione fu sconfitto per 4-2 dall'Iran (gol di Saleh Farhan e Talal Yousef). A'ala Hubail, autore di 5 reti, fu capocannoniere del torneo insieme all'iraniano Ali Karimi.

Dal 2005 ad oggiModifica

 
Il Bahrein contro l'Australia il 10 giugno 2009 in una partita valida per le qualificazioni AFC al campionato del mondo 2010

Il 12 ottobre 2005 il Bahrein vinse lo spareggio AFC contro l'Uzbekistan, ottenendo un posto nello spareggio AFC-CONCACAF per il mondiale del 2006. All'andata, nel settembre 2005, fu sconfitto per 1-0 l'Uzbekistan, ma la gara fu invalidata dalla FIFA e ripetuta per un errore arbitrale, curiosamente a danno degli uzbeki. Nella ripetizione della partita di andata giocata a Taškent il Bahrein pareggiò per 1-1 contro la nazionale di casa e, grazie allo 0-0 nella partita di ritorno a Manama, guadagnò l'accesso allo spareggio di qualificazione al mondiale di Germania 2006 contro la quarta classificata del girone finale di qualificazione CONCACAF, Trinidad e Tobago. Dopo il pareggio 1-1 in trasferta a Port of Spain, a Manama la nazionale bahrenita fu sconfitta per 1-0 da Trinidad e Tobago, che così si qualificò per Germania 2006 a scapito degli asiatici.

La nazionale del Bahrein fu presente anche alla Coppa d'Asia 2007, dove fu sconfitta all'esordio (1-2) dall'Indonesia, una delle nazioni ositanti, malgrado il gol di Sayed Mahmood Jalal. Batté poi la Corea del Sud per (2-1, reti di Ismael Abdullatif e Salman Isa), ma fu sconfitta nella terza partita dall'Arabia Saudita (0-4) ed eliminata dal torneo.

Nel 2009 il Bahrein vinse nuovamente lo spareggio tra le due terze classificate nei gironi finali delle qualificazioni AFC al mondiale, stavolta per il mondiale sudafricano del 2010. Con un doppio pareggio il Bahrein superò il play-off a spese dell'Arabia Saudita per la regola dei gol fuori casa (0-0 in casa e 2-2 a Riad). Nello spareggio inter-zona per l'accesso al mondiale 2010 affrontò dunque la Nuova Zelanda. Dopo il pari per 0-0 nella partita d'andata in casa, al ritorno perse 1-0 a Wellington, mancando così nuovamente la possibilità di qualificarsi per la fase finale di un mondiale.

Nella fase finale della Coppa d'Asia 2011 arrivò un'eliminazione al primo turno: il Bahrein chiuse il girone dietro Australia e Corea del Sud e davanti all'India, con due sconfitte (1-2 contro i sudcoreani e 0-1 contro gli australiani) inframmezzate dalla vittoria (5-2) contro gli indiani.

Nelle qualificazioni ai mondiali del 2014 la nazionale del Bahrein fu eliminata alla terza fase, non essendo stata in grado di superare il girone, concluso al terzo posto dietro Iran e Qatar. In questa campagna di qualificazione, il 29 febbraio 2012, il Bahrein ottenne la più larga vittoria della propria storia, battendo per 10-0 l'Indonesia a Riffa. Il successo, pur storico, non fu utile ai fini della qualificazione perché il Qatar pareggiò l'ultimo match quando ai bahreniti, che pure grazie al 10-0 avevano colmato la differenza reti con i qatarioti, sarebbe servita una sconfitta degli avversari contro l'Iran.

Anche nella fase finale della Coppa d'Asia 2015 la squadra fu eliminata, come quattro anni prima, al primo turno: il Bahrein chiuse il girone dietro Iran ed Emirati Arabi Uniti e davanti al Qatar, con due sconfitte (0-2 contro gli iraniani e 1-2 contro gli emiratini) e una vittoria per 2-1 contro i qatarioti all'ultima giornata.

Non andarono meglio le qualificazioni al mondiale di Russia 2018, che per il Bahrein si conclusero con l'eliminazione già alla seconda fase, a causa del quarto posto nel girone.

Qualificatasi alla fase finale della Coppa d'Asia 2019, la squadra superò la fase a gironi risultando la migliore delle quattro terze classificate nei gruppi, dopo un pareggio (1-1 contro gli Emirati Arabi Uniti padroni di casa), una sconfitta (0-1 contro la Thailandia) e una vittoria (1-0 contro l'India). Agli ottavi di finale, pur disputando un'ottima partita, fu eliminata dalla Corea del Sud (1-2 dopo i tempi supplementari).

Commissari tecniciModifica

Lista dei commissari tecnici del Bahrein[2].

Partecipazioni ai Mondiali di CalcioModifica

Partecipazioni alla Coppa d'AsiaModifica

  • Dal 1956 al 1968: Non partecipante
  • 1972: Non qualificata
  • 1976: Ritirata
  • 1980: Ritirata durante le qualificazioni
  • 1984: Non partecipante
  • 1988: Primo turno
  • 1992: Non partecipante
  • 1996: Ritirata
  • 2000: Non qualificata
  • 2004: Quarto posto
  • 2007: Primo turno
  • 2011: Primo turno
  • 2015: Primo turno
  • 2019: Ottavi di finale

Rosa attualeModifica

Lista dei convocati per la Coppa delle nazioni asiatiche 2019.

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
1 P Sayed Shubbar Alawi 11 agosto 1985 (33 anni) 8 0   Al-Najma
2 D Sayed Baqer 14 aprile 1994 (24 anni) 5 0   Al-Nasr
3 D Waleed Al Hayam 3 febbraio 1991 (27 anni) 46 0   Al-Muharraq
4 C Sayed Dhiya Saeed 17 luglio 1992 (26 anni) 66 5   Al-Nasr
5 D Hamad Al-Shamsan 29 settembre 1997 (21 anni) 0 0   Al-Riffa
6 D Ahmed Merza 24 febbraio 1991 (27 anni) 0 0   Al-Hidd
7 C Abdulwahab Al Safi 4 giugno 1984 (34 anni) 82 1   Al-Muharraq (c)
8 C Mohamed Marhoon 12 febbraio 1998 (20 anni) 0 0   Al-Riffa
9 A Mahdi Al-Humaidan 19 maggio 1993 (25 anni) 0 0   Al-Ahli
10 A Abdulla Yusuf Helal 12 giugno 1993 (25 anni) 37 3   Bohemians
11 C Ali Madan 30 novembre 1995 (23 anni) 17 3   Al-Najma
12 D Ahmed Juma 8 ottobre 1992 (26 anni) 3 0   Al-Muharraq
13 A Mohamed Al Romaihi 9 settembre 1990 (28 anni) 8 2   Manama Club
14 C Ali Haram 11 dicembre 1988 (30 anni) 3 0   Al-Riffa
15 C Jasim Al-Shaikh 1º febbraio 1996 (22 anni) 1 0   Al-Ahli
16 D Sayed Redha Isa 7 agosto 1994 (24 anni) 13 0   Al-Riffa
17 D Ahmed Bughammar 30 dicembre 1997 (21 anni) 3 0   Al-Hidd
18 D Ahmed Abdulla 1º aprile 1987 (31 anni) 17 0   Al-Najma
19 C Komail Al Aswad 8 aprile 1994 (24 anni) 26 2   Al-Riffa
20 A Sami Al-Husaini 29 settembre 1989 (29 anni) 53 7   East Riffa
21 P Yusuf Habib 9 gennaio 1998 (20 anni) 0 0   Malkiya Club
22 P Abdulkarim Fardan 25 aprile 1992 (26 anni) 0 0   Al-Riffa
23 C Jamal Rashid 7 novembre 1988 (30 anni) 30 4   Al-Muharraq

Tutte le roseModifica

Coppa d'AsiaModifica

Coppa d'Asia 1988
Sultan, 2 Abbas, 4 Al-Jazaf, 5 Ali Daif, 6 Faraj, 7 N. J. Mohammed, 9 Ahmed, 10 Froutan, 11 Salman, 14 Yousif, 15 Thani, 16 Khalfan, 17 Hissain, 19 N. Mohammed, 20 Al-Ansari, 21 Hassan, CT: Al Arabi
Coppa d'Asia 2004
Abdulkarim, 2 Husain, 5 Al Mosawi, 6 Al Kuwari, 7 Mahmood, 8 R. Al-Dosari, 9 H. Abdulla, 10 Salmeen, 11 F. Al-Dosari, 12 Juma, 13 Yousef, 14 Isa, 15 Farhan, 16 Mohamed, 17 Baba, 19 M. Jaffer, 20 Abbas, 21 S. Jaffer, 22 Abdulla, 23 Naser, 29 M. Hubail, 30 A. Hubail, CT: Juričić
Coppa d'Asia 2007
Al Thani, 2 M. Husain, 3 Al Marzooqi, 7 Mahmood, 8 Al-Dosari, 9 Abdulla, 10 Salmeen, 11 Abdullatif, 12 Fatadi, 13 Yousef, 14 Isa, 15 Omar, 16 Adnan, 17 Baba, 18 Makki, 21 Abdulkarim, 25 Aaish, 26 Okwunwanne, 27 Abdulrahman, 28 Khamis, 29 M. Hubail, 30 A. Hubail, CT: Máčala
Coppa d'Asia 2011
Abdulla, 2 Al Hooti, 3 Al Marzooqi, 4 Fatadi, 5 Abdulhameed, 6 Ayyad, 7 Al Anezi, 8 Okwunwanne, 9 Al Malood, 10 Al Hayam, 11 Abdullatif, 12 Aaish, 13 Abdulrahman, 14 Isa, 15 Omar, 16 Saad, 17 Baba, 18 Al Safi, 19 Al Ajmi, 20 Al Dakeel, 21 Mushaima, 22 Khamis, 23 Al Mishkhas, CT: Sharida
Coppa d'Asia 2015
Jaffer, 2 Husain, 3 Al Hayam, 4 Dhiya, 5 Shallal, 6 Yasser, 7 Al Safi, 8 Ahmed, 9 Al Malood, 10 Al Alawi, 11 Abdullatif, 12 Aaish, 13 Al-Haza'a, 14 Okwunwanne, 15 Omar, 16 Helal, 17 Baba, 18 Mahorfi, 19 Budahoom, 20 Al Husaini, 21 Al Doseri, 22 Al Sebaie, 23 Al Hooti, CT: Eid
Coppa d'Asia 2019
Alawi, 2 Baqer, 3 Al Hayam, 4 Dhiya, 5 Al-Shamsan, 6 Merza, 7 Al Safi, 8 Marhoon, 9 Al-Humaidan, 10 Helal, 11 Madan, 12 Juma, 13 Al Romaihi, 14 Haram, 15 Al-Shaikh, 16 Isa, 17 Bughammar, 18 Abdulla, 19 Al Aswad, 20 Al Husaini, 21 Habib, 22 Fardan, 23 Rashid, CT: Soukup

NoteModifica

  1. ^ a b Men's Ranking, su fifa.com.
  2. ^ Bahrain National Team Coaches su RSSSF.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio