Bayer 04 Leverkusen Fußball 1999-2000

(Reindirizzamento da Bayer Leverkusen 1999-2000)

1leftarrow blue.svgVoce principale: Bayer Leverkusen.

«Una cosa così ti lacera l'anima.»

(Michael Ballack, intervistato a caldo dopo la clamorosa ultima partita del campionato[1])
Bayer Leverkusen
Stagione 1999-2000
AllenatoreGermania Klaus Toppmöller
Bundesliga2º posto
Coppa di GermaniaTerzo Turno
Coppa di Lega tedescaSemifinale
Champions LeaguePrima fase a gironi
Coppa UefaSedicesimi
Miglior marcatoreCampionato: Ulf Kirsten (17)

StagioneModifica

Nella stagione 1999-2000, il Bayer Leverkusen partecipò a 4 competizioni. Venne eliminato nella fase a gironi di Champions League, nei Sedicesimi di finale di Coppa Uefa per mano dell'Udinese e nel teTerzo turno di Coppa di Germania.

Imprevedibile e dall'epilogo clamoroso fu il cammino dele aspirine in Bundesliga. Dopo un ottimo finale di stagione, il Bayer si presentò all'ultima giornata con tre punti di vantaggio sul Bayern Monaco secondo in classifica: per vincere il suo primo Scudetto della storia, sarebbe bastato un pareggio sul campo del modesto Unterhaching. Nessuno aveva dubbi sul buon esito della trasferta, anche perché i padroni di casa erano matematicamente salvi e ormai tagliati fuori della corsa UEFA: il trionfo sembra così scontato che il piatto originale viene mandato a Unterhaching insieme al presidente della Federazione che lo deve consegnare ai vincitori[2].

Invece la Werkself, forse impaurita, gioca una partita contratta e perde incredibilmente per 2-0 (la prima marcatura è un clamoroso autogol del gioiellino del centrocampo Michael Ballack, che svirgola alle spalle del proprio portiere un innocuo cross dei rivali)[3]. I bavaresi sconfiggono invece 3-1 il Werder Brema e ottengono il titolo nazionale grazie alla migliore differenza reti (+45 contro +38).

Al termine della stagione, i seguenti giocatori vennero convocati per gli Europei di calcio 2000: Jens Nowotny, Ulf Kirsten, Paulo Rink, Michael Ballack e Carsten Ramelow tutti per la Germania.

Maglie e sponsorModifica

Lo sponsor che compare sulle maglie della società è Aspirin, prodotto della casa farmaceutica Bayer proprietaria del team. Lo sponsor tecnico è il marchio Tedesco Adidas.

Casa
Maglia
Casa Alternativa
Trasferta
Maglia
Trasferta Alternativa

RosaModifica

N. Ruolo Giocatore
  P Dirk Heinen
  P Frank Juric
  P Adam Matysek *
  P Tom Starke
  D Vratislav Greško
  D Markus Happe *
  D Torben Hoffmann
  D Robert Kovač
  D Zoran Mamić
  D Jens Nowotny
  D Boris Živković
  C Michael Ballack
  C Stefan Beinlich
  C Emerson
N. Ruolo Giocatore
  C Frank Hejduk
  C Robson Ponte
  C Carsten Ramelow
  C Jörg Reeb
  C Bernd Schneider
  C Jurica Vranješ °
  C Zé Roberto
  A Thomas Brdarić
  A Ulf Kirsten
  A Oliver Neuville
  A Thomas Reichenberger
  A Paulo Roberto Rink
  A Miroslaw Spizak

* ceduti durante la stagione

° arrivati a gennaio

Staff tecnicoModifica

Allenatore:   Christoph Daum
Vice Allenatore:   Peter Hermann
  Ralf Minge

NoteModifica

  1. ^ Philipp Reich, Ballacks Eigentor in Unterhaching macht Leverkusen endgültig zu «Vizekusen», watson.ch, 20 maggio 2020.
  2. ^ Marco D'Ottavi, Michael Ballack, il perdente più forte di sempre, ultimouomo.com, 12 giugno 2020.
  3. ^ Canale ufficiale del Bayer Leverkusen, Das DRAMA von UNTERHACHING | Leverkusen verspielt die Meisterschaft am letzten Spieltag, Youtube, 20 maggio 2020.

FontiModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio