Apri il menu principale

Nazionale di calcio dell'Angola

rappresentativa calcistica dell'Angola
Angola Angola
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FAF
Federação Angolana de Futebol
Confederazione CAF
Codice FIFA ANG
Soprannome Palancas Negras
(Antilopi Nere)
Selezionatore Serbia Srdjan Vasiljevic
Record presenze Flávio (91)
Capocannoniere Akwá (38)
Ranking FIFA 122º (25 luglio 2019)[1]
Esordio internazionale
Congo-Brazzaville Rep. del Congo 1 - 3 Angola Angola
Brazzaville, Rep. del Congo; 8 febbraio 1976
Migliore vittoria
Angola Angola 11 - 1 Swaziland Swaziland
Luanda, Angola; 23 aprile 2000
Peggiore sconfitta
Portogallo Portogallo 6 - 0 Angola Angola
Lisbona, Portogallo; 23 marzo 1989
Campionato del mondo
Partecipazioni 1 (esordio: 2006)
Miglior risultato Primo turno nel 2006
Coppa d'Africa
Partecipazioni 8 (esordio: 1996)
Miglior risultato Quarti di finale nel 2008 e 2010

La nazionale di calcio dell'Angola, i cui giocatori sono soprannominati Palancas Negras, è la rappresentativa nazionale calcistica dell'Angola ed è posta sotto l'egida della Federação Angolana de Futebol.

Ha partecipato ad una fase finale della Coppa del mondo, nel 2006, edizione in cui fu eliminata al primo turno. In Coppa d'Africa il migliore risultato sono i quarti di finale, raggiunti in due occasioni.

Nella classifica mondiale della FIFA, istituita ad agosto 1993, il miglior piazzamento è l'83ª posizione; occupa attualmente il 122º posto della graduatoria.[1]

Indice

StoriaModifica

La storia della selezione angolana è relativamente recente, dato che il suo debutto ufficiale è avvenuto nel 1977.[2] Nel ventennio successivo, la squadra partecipò a due sole edizioni della Coppa d'Africa rimediando altrettante eliminazioni al primo turno e nessuna vittoria all'attivo.[2]

Un'incredibile impresa coincise con le qualificazioni ai campionato del mondo del 2006, valide al contempo per la manifestazione continentale. Partita dal turno eliminatorio, in cui ebbe ragione del Ciad, la squadra superò nel proprio raggruppamento le favorite Algeria e Nigeria: quest'ultima ottenne lo stesso punteggio degli angolani, cui giovò tuttavia l'esito positivo dei confronti diretti.[3] Collocata in seconda fascia per il sorteggio[4], la squadra si ritrovò abbinata a Portogallo, Iran e Messico.[5] Sulla panchina della formazione sedeva Luis de Oliveira Gonçalves, considerato un eroe nazionale grazie ai risultati ottenuti.[6] Egli era infatti subentrato nell'ottobre 2003, dopo la sconfitta con il Ciad nell'andata del preliminare.[6]

 
Un gruppo di tifosi angolani a Köln, durante i Mondiali 2006.

L'esordio fu contro la selezione lusitana, da sempre ritenuta una «colonizzatrice».[7] Un gol di Pauleta in apertura premiò i portoghesi, vincitori per 1-0.[8] Le Palancas conseguirono poi due pareggi, contro Messico ed Iran, terminando il girone davanti a questi ultimi: i 2 punti non furono sufficienti per accedere alla seconda fase.[9] Essendosi trovata temporaneamente in vantaggio sugli asiatici, l'Angola aveva sperato in un'incredibile qualificazione.[10]

Successivamente la formazione angolana raggiunse i quarti di finale della Coppa d'Africa 2008, dove si arrese ai futuri campioni dell'Egitto[11], e nell'edizione del 2010, dove a eliminare l'Angola fu il Ghana poi finalista perdente del torneo. Negli anni a venire non ha conseguito altri risultati di rilievo.

Colori e simboliModifica

Divise storicheModifica

Mondiali 2006
Casa Trasferta
Puma
Coppa d'Africa 2008
Casa Trasferta
Puma
Coppa d'Africa 2010
Casa Trasferta
Puma
Coppa d'Africa 2012
Casa Trasferta
adidas


Coppa d'Africa 2013
Casa Trasferta
adidas

Partecipazioni ai tornei internazionaliModifica

 
Mondiali
  • 1930 - Non iscritta
  • 1934 - Non iscritta
  • 1938 - Non iscritta
  • 1950 - Non iscritta
  • 1954 - Non iscritta
  • 1958 - Non iscritta
  • 1962 - Non iscritta
  • 1966 - Non iscritta
  • 1970 - Non iscritta
  • 1974 - Non iscritta
  • 1978 - Non iscritta
  • 1982 - Non partecipante
  • 1986 - Non qualificata
  • 1990 - Non qualificata
  • 1994 - Non qualificata
  • 1998 - Non qualificata
  • 2002 - Non qualificata
  • 2006 - Primo turno
  • 2010 - Non qualificata
  • 2014 - Non qualificata
  • 2018 - Non qualificata
 
Coppa d'Africa
  • 1957: Non iscritta
  • 1959: Non iscritta
  • 1962: Non iscritta
  • 1963: Non iscritta
  • 1965: Non iscritta
  • 1968: Non iscritta
  • 1970: Non iscritta
  • 1972: Non iscritta
  • 1974: Non iscritta
  • 1976: Non iscritta
  • 1978: Non iscritta
  • 1980: Non iscritta
  • 1982: Non qualificata
  • 1984: Non qualificata
  • 1986: Non partecipante
  • 1988: Non qualificata
  • 1990: Non qualificata
  • 1992: Non qualificata
  • 1994: Non partecipante
  • 1996: Primo turno
  • 1998: Primo turno
  • 2000: Non qualificata
  • 2002: Non qualificata
  • 2004: Non qualificata
  • 2006: Primo turno
  • 2008: Quarti di finale
  • 2010: Quarti di finale
  • 2012: Primo turno
  • 2013: Primo turno
  • 2015: Non qualificata
  • 2017: Non qualificata
  • 2019: Primo turno

Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni

Statistiche dettagliate sui tornei internazionaliModifica

MondialiModifica

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1930   Uruguay Non iscritta - - - -
1934   Italia Non iscritta - - - -
1938   Francia Non iscritta - - - -
1950   Brasile Non iscritta - - - -
1954   Svizzera Non iscritta - - - -
1958   Svezia Non iscritta - - - -
1962   Cile Non iscritta - - - -
1966   Inghilterra Non iscritta - - - -
1970   Messico Non iscritta - - - -
1974   Germania Non iscritta - - - -
1978   Argentina Non iscritta - - - -
1982   Spagna Non partecipante - - - -
1986   Messico Non qualificata - - - -
1990   Italia Non qualificata - - - -
1994   Stati Uniti Non qualificata - - - -
1998   Francia Non qualificata - - - -
2002   Giappone /   Corea del Sud Non qualificata - - - -
2006   Germania Primo turno 0 2 1 1:2
2010   Sudafrica Non qualificata - - - -
2014   Brasile Non qualificata - - - -
2018   Russia Non qualificata - - - -

Con due reti al passivo, è la Nazionale con meno gol complessivamente subiti nelle fasi finali del Mondiale.

Coppa d'AfricaModifica

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1957   Sudan Non iscritta - - - -
1959   Rep. Araba Unita Non iscritta - - - -
1962   Etiopia Non iscritta - - - -
1963   Ghana Non iscritta - - - -
1965   Tunisia Non iscritta - - - -
1968   Etiopia Non iscritta - - - -
1970   Sudan Non iscritta - - - -
1972   Camerun Non iscritta - - - -
1974   Egitto Non iscritta - - - -
1976   Etiopia Non iscritta - - - -
1978   Ghana Non iscritta - - - -
1980   Nigeria Non iscritta - - - -
1982   Libia Non qualificata - - - -
1984   Costa d'Avorio Non qualificata - - - -
1986   Egitto Non partecipante - - - -
1988   Marocco Non qualificata - - - -
1990   Algeria Non qualificata - - - -
1992   Senegal Non qualificata - - - -
1994   Tunisia Non partecipante - - - -
1996   Sudafrica Primo turno 0 1 2 4:6
1998   Burkina Faso Primo turno 0 2 1 5:8
2000   Ghana /   Nigeria Non qualificata - - - -
2002   Mali Non qualificata - - - -
2004   Tunisia Non qualificata - - - -
2006   Egitto Primo turno 1 1 1 4:5
2008   Ghana Quarti di finale 1 2 1 5:4
2010   Angola Quarti di finale 1 2 1 6:5
2012   Gabon /   Guinea Equatoriale Primo turno 1 1 1 4:5
2013   Sudafrica Primo turno 0 1 2 1:4
2015   Guinea Equatoriale Non qualificata - - - -
2017   Gabon Non qualificata - - - -
2019   Egitto Primo turno 0 2 1 1:2

Tutte le roseModifica

MondialiModifica

Coppa del Mondo FIFA 2006
João Ricardo, 2 Marco Airosa, 3 Jamba, 4 Lebo Lebo, 5 Kali, 6 Miloy, 7 Figueiredo, 8 André, 9 Mantorras, 10 Akwá, 11 Mateus, 12 Lamá, 13 Édson, 14 Mendonça, 15 Rui Marques, 16 Flávio, 17 Zé Kalanga, 18 Love, 19 Titi Buengo, 20 Locó, 21 Delgado, 22 Mário, 23 Marco Abreu, CT: Gonçalves

Coppa d'AfricaModifica

Coppa d'Africa 1996
Orlando, 2 A.Campos, 3 Amadeu, 4 Neto, 5 Aurélio, 6 J. Pinto, 7 C. Pedro, 8 Castella, 9 Diogo, 10 Joni, 11 Luizinho, 12 Tata, 13 H. Vicente, 14 Wilson, 15 Quinzinho, 16 Ze Gordo, 17 Paulão, 18 Walter, 19 Minhonha, 20 Akwá, 21 Rosário, 22 Túbia, CT: Alhinho
Coppa d'Africa 1998
Marito, 2 Bodunha, 3 R. Barbosa, 4 H. Vicente, 5 Neto, 6 P. Silva, 7 Paulão, 8 C. Pedro, 9 F. Sousa, 10 Akwá, 11 Vidigal, 12 Nando, 13 Aurélio, 14 Quinzinho, 15 Simão, 16 Zito, 17 Luís Miguel, 18 M. Pereira, 19 Cacharamba, 20 Julião, 21 Assis, 22 Lázaro, CT: Neca
Coppa d'Africa 2006
João Ricardo, 2 Pereira, 3 Jamba, 4 Lebo Lebo, 5 Kali, 6 Miloy, 7 Figueiredo, 8 André, 9 Mantorras, 10 Akwá, 11 Macabá, 12 Lamá, 13 Édson, 14 Mendonça, 15 Maurito, 16 Flávio, 17 Zé Kalanga, 18 Love, 19 Titi Buengo, 20 Locó, 21 Delgado, 22 Lundala, 23 Marco Abreu, CT: Gonçalves
Coppa d'Africa 2008
Lamá, 2 Marco Airosa, 3 Jamba, 4 Machado, 5 Kali, 6 Yamba Asha, 7 Figueiredo, 8 André, 9 Mateus, 10 Maurito, 11 Gilberto, 12 Nuno, 13 Édson, 14 Mendonça, 15 Rui Marques, 16 Flávio, 17 Zé Kalanga, 18 Love, 19 Dedé, 20 Locó, 21 Delgado, 22 Mário, 23 Manucho, CT: Gonçalves
Coppa d'Africa 2010
Lamá, 2 Jamuana, 3 Guilherme, 4 Caires, 5 Kali, 6 Magalhães, 7 Job, 8 Xara, 9 Mantorras, 10 Zuela, 11 Gilberto, 12 Macabá, 13 Carlos, 14 Djalma, 15 Rui Marques, 16 Flávio, 17 Zé Kalanga, 18 Love, 19 Dedé, 20 Stélvio, 21 Mabiná, 22 Wilson, 23 Manucho, CT: Manuel José
Coppa d'Africa 2012
Wilson, 2 Marco Airosa, 3 Osório, 4 Dani Massunguna, 5 Kali, 6 Dédé, 7 Djalma, 8 André, 9 Manucho, 10 Zuela, 11 Gilberto, 12 Jaime, 13 Carlos, 14 Amaro, 15 Miguel, 16 Flávio, 17 Mateus, 18 Love, 19 Nando, 20 Manucho Barros, 21 Mingo Bile, 22 Hugo, 23 Vunguidica, CT: Vidigal
Coppa d'Africa 2013
Lamá, 2 Marco Airosa, 3 Lunguinha, 4 Dani Massunguna, 5 Fabrício, 6 Dédé, 7 Djalma, 8 Manucho Diniz, 9 Manucho, 10 Zuela, 11 Gilberto, 12 Landú, 13 Bastos, 14 Amaro, 15 Miguel, 16 Pirolito, 17 Mateus, 18 Geraldo, 19 Yano, 20 Mingo Bile, 21 Manuel, 22 Neblú, 23 Guilherme, CT: Ferrín
Coppa d'Africa 2019
Ndulo, 2 Bruno Gaspar, 3 Jonathan Buatu, 4 Show, 5 Dani Massunguna, 6 Wilson Carmo, 7 Djalma, 8 Paízo, 9 Fredy, 10 Gelson Dala, 11 Geraldo, 12 Tony Cabaça, 13 José Macaia, 14 Mabululu, 15 Bastos, 16 Stélvio, 17 Mateus, 18 Herenilson, 19 Evandro Brandão, 20 Wilson Eduardo, 21 Isaac Correia, 22 Landú, 23 Eddy Afonso, CT: Vasiljević

Rosa attualeModifica

Lista dei convocati per la Coppa d'Africa 2019.

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
1 P Ndulo 1º giugno 1996 (23 anni) 1 0   Desportivo da Huíla
12 P Tony Cabaça 23 aprile 1986 (33 anni) 5 0   1° de Agosto
22 P Landú Mavanga 4 gennaio 1990 (29 anni) 34 0   Interclube
2 D Bruno Gaspar 21 aprile 1993 (26 anni) 4 0   Sporting CP
3 D Jonathan Buatu 27 settembre 1993 (25 anni) 16 0   Rio Ave
5 D Dani Massunguna 1º maggio 1986 (33 anni) 50 1   1° de Agosto
6 D Wilson Carmo 29 settembre 1990 (28 anni) 14 0   Petro de Luanda
8 D Paizo 10 maggio 1992 (27 anni) 13 0   1° de Agosto
15 D Bastos 23 novembre 1991 (27 anni) 47 2   Lazio
21 D Isaac Correia 25 aprile 1991 (28 anni) 18 0   1° de Agosto
23 D Eddie Afonso 7 marzo 1994 (25 anni) 12 0   Petro de Luanda
4 C Show 6 marzo 1999 (20 anni) 12 0   1° de Agosto
13 C José Macaia 24 marzo 1994 (25 anni) 3 0   1° de Agosto
16 C Stélvio 24 gennaio 1989 (30 anni) 12 0   Dudelange
18 C Herenilson 26 agosto 1996 (22 anni) 26 0   Petro de Luanda
7 A Djalma Campos 30 maggio 1987 (32 anni) 50 8   Alanyaspor
9 A Fredy Kulembé 27 marzo 1990 (29 anni) 24 2   Antalyaspor
10 A Gelson 13 luglio 1996 (23 anni) 26 11   Rio Ave
11 A Geraldo 23 novembre 1991 (27 anni) 23 1   Al Ahly
14 A Mabululu 10 settembre 1989 (29 anni) 12 5   1° de Agosto
17 A Mateus 19 giugno 1984 (35 anni) 63 12   Boavista (capitano)
19 A Evandro Brandão 4 maggio 1991 (28 anni) 2 1   Leixões
20 A Wilson Eduardo 8 luglio 1990 (29 anni) 5 1   Braga

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) FIFA Men's Ranking, su fifa.com.
  2. ^ a b (PT) Primeiro jogo dos Palancas foi há 38 anos, su redeangola.info, 1º giugno 2015.
  3. ^ Mondiale 2006, Angola qualificata, Nigeria addio, su gazzetta.it, 8 ottobre 2005.
  4. ^ Ecco le fasce per i Mondiali 2006, su repubblica.it, 6 dicembre 2005.
  5. ^ (PT) Arde el Mundial con Angola-Portugal, México-Irán y la poderosa Holanda, su abc.com.py, 11 giugno 2006.
  6. ^ a b Almanacco Illustrato del Calcio 2007, Modena, Panini Editore, 2006, p. 663, ISBN 9771129338008.
  7. ^ Filippo Maria Ricci, Angola, un calcio alla storia, in La Gazzetta dello Sport, 11 giugno 2006.
  8. ^ Pauleta, basta un lampo L'Angola è battuto al debutto, su repubblica.it, 11 giugno 2006.
  9. ^ Jacopo Gerna, Storica Angola: resiste al Messico, su gazzetta.it, 16 giugno 2006.
  10. ^ (EN) Iran 1-1 Angola, su news.bbc.co.uk, 21 giugno 2006.
  11. ^ Carlo Pizzigoni, Angola, Manucho non basta Egitto terza semifinalista, su gazzetta.it, 4 febbraio 2008.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio