Apri il menu principale

Unione Sportiva Ariano

società calcistica italiana con sede in Ariano Irpino
(Reindirizzamento da Unione Sportiva Ariano Irpino)
U.S. Ariano
Calcio Football pictogram.svg
Ariano Soccer pennant.jpg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Bianco e Azzurro2.svg Bianco, azzurro
Simboli Tricolle
Dati societari
Città Ariano Irpino
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Fondazione 1946
Scioglimento1951
Rifondazione1958
Scioglimento2009
Stadio Silvio Renzulli
(1 200 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'Unione Sportiva Ariano è stata una società calcistica con sede nella città di Ariano Irpino e avente per colori sociali il bianco e l'azzurro e per simbolo il Tricolle (la triplice altura su cui sorge il centro storico cittadino).

Fondata nel 1946, l'US Ariano fu radiata per fallimento nel 1951 ma venne ricostituita nel 1958. A partire dal 1983 la società acquisì la denominazione di Unione Sportiva Ariano Valle Ufita[1], che dal 2000 fu nuovamente mutata in Unione Sportiva Ariano Irpino. A partire dal 2006 la sede sociale fu trasferita a Montella (nella stessa provincia di Avellino), mentre l'estinzione societaria ebbe luogo nel 2009 a seguito di fusione con altra società calcistica provinciale. La sua eredità è stata raccolta, sia pur solo idealmente, dall'Associazione Sportiva Dilettantistica Vis Ariano Calcio.[2]

StoriaModifica

Dalle origini agli anni settantaModifica

Nel 1946 vi è una partita amichevole tra l'US Ariano e l'Inter, conclusasi con il punteggio di 1-1.

Nei primissimi anni di vita l'Ariano prende parte per tre stagioni consecutive al campionato di Promozione Interregionale, equivalente dell'attuale Serie D. Al primo colpo, nel 1948/49, sfiora la promozione in Serie C, arrivando primo nel suo girone (prevalentemente pugliese e lucano) a pari punti con Biscegliese e Manduria; sono necessari gli spareggi per decretare la vincitrice del girone, che a sua volta giocherà gli spareggi contro altre squadre provenienti da altri gironi per salire di categoria. L'Ariano, però, non riesce a farcela vincendo solo col Manduria e chiudendo secondo. Gli anni seguenti i biancazzurri non riescono a ripetersi e nel 1951 sopraggiungono problemi finanziari, che portano alla radiazione.

A distanza di alcuni anni la squadra viene rifondata e sul finire degli anni Sessanta inizia la sua scalata. In particolare nel 1969/70 e 1970/71 è protagonista di un doppio salto di categoria dalla Seconda Categoria alla Promozione. Dopo l'immediata retrocessione del 1971/72, nel 1972/73 l'Ariano torna nuovamente in Promozione dopo uno spareggio vinto contro il Poggiomarino.

Una fase positiva per l'Ariano si delinea a cavallo tra gli anni '70 e '80. Dopo numerosi campionati di Promozione (la maggiore categoria dilettantistica del tempo) giocati con un blocco di calciatori provenienti dalla città stessa e dal foggiano, nella stagione 1980/1981 l'Ariano compie il salto di categoria. Nel girone C del campionato di Promozione, gli ufitani finiscono secondi alle spalle dell'Angri (che giunge primo e sale in Interregionale). La posizione costringe gli arianesi agli spareggi contro le altre compagini degli altri gironi; l'Ariano riesce prima a superare la Viribus Unitis e poi a pareggiare all'ultimo minuto la gara contro la Boys Caivanese, centrando così la prima promozione nel Campionato Interregionale, l'attuale Serie D, massimo campionato dilettantistico italiano. [3]

Gli anni ottantaModifica

Dopo la vittoria del campionato 1980-1981 ha inizio una fase che vedrà l'Ariano disputare sei stagioni consecutive in Interregionale. L'esordio (nel campionato 1981-1982) vede gli irpini partecipare al girone I, composto prevalentemente da compagini campane e calabresi, con un esito positivo raggiungendo il quarto posto, alla pari con il Castrovillari, nel girone vinto dalla Gioiese.

Nella stagione 1982-1983, con la squadra nel girone G quasi esclusivamente a sfondo campano (con minoranze abruzzesi, molisane e laziali), l'Ariano chiude sesto alla pari con Acerrana e Gaeta. Il girone è vinto dall'Ischia.[3]

Il campionato 1983-1984, con la nuova denominazione di US Ariano Valle Ufita e sotto la presidenza di Vincenzo Graziano[1], è il migliore tra quelli disputato dagli arianesi, che però mancano una storica promozione nel calcio semiprofessionistico cedendo nello sprint finale e finendo terzi alla pari con la Puteolana, ben distanziati dal Gladiator, vincitore del girone H, girone esclusivamente campano.

Ben diverso è il campionato 1984-1985, con l'Ariano che nel girone H (pugliesi e abruzzesi fanno da padroni), chiude ottavo a 4 punti dalla zona retrocessione. Il girone viene vinto dall'Angizia Luco.

Anche nel 1985-1986 l'Ariano si salva per 4 punti, finendo quart'ultimo nel girone G (a sfondo quasi totalmente laziale), vinto dal Latina.

L'ultima stagione in Interregionale è la stagione 1986-1987. Ancora nel girone G (stavolta vi sono molte compagini abruzzesi e molisane oltre che laziali), l'Ariano retrocede per differenza reti, dopo aver chiuso a pari punti con Formia e Virtus Mondragonese. Il girone è vinto dal Celano Marsica.[3]

Gli anni novantaModifica

Da questo momento l'Ariano gioca in Promozione prima e in Eccellenza poi (l'Eccellenza nasce nella stagione 1991-1992). Sono anni senza infamia e senza lode, in cui però quasi si rischia di essere superati nelle gerarchie dai rivali del Grotta, che nel 1992/93 sfiorano la promozione in Serie D. Nel 1996-1997 arriva anche la retrocessione dall'Eccellenza alla Promozione, dopo quella scampata due stagioni prima solo grazie a un ripescaggio.

Nel frattempo la società muta il nome in Unione Sportiva Ariano Irpino e nella stagione 1999-2000 è promosso nel campionato di Eccellenza, chiudendo davanti ai rivali dell'Eclanese.[3]

Gli anni duemilaModifica

Dopo un onorevole quarto posto nel 2000/01, nella stagione 2001-2002, al termine di un campionato combattuto contro i rivali del Solofra (e fino ad un certo periodo anche con il Sapri), l'Ariano vince il campionato di Eccellenza con sei lunghezze di vantaggio sui solofrani ed ottiene la promozione in Serie D, compiendovi un ritorno dopo quindici anni.

Nella stagione 2002/03 l'Ariano è inserito nel girone H, quasi completamente pugliese con minoranze campane e lucane (il girone sarà vinto dal Melfi). Dopo un negativo girone d'andata, l'Ariano riesce nel ritorno ad evitare la retrocessione diretta. Le nuove regole impongono la disputa dei play-out: l'avversaria dell'Ariano è il Potenza S.R.L., e nell'andata ad Ariano c'è vittoria per 1-0 per i biancoazzurri; nel ritorno di Potenza si ripete lo stesso risultato a ruoli invertiti. La regola vuole che a parità di reti realizzate tra andata e ritorno retrocede la peggio piazzata nella stagione regolare. L'Ariano, avendo chiuso quindicesimo (il Potenza era quattordicesimo), retrocede immediatamente in Eccellenza. In estate scoppia il caso Catania, che porta al ripescaggio di quattro squadre in Serie B e ha ripercussioni anche nei campionati minori, Serie D compresa. Tra gli effetti di questo scossone si ha il ripescaggio dell'Ariano in Serie D.

Nel 2003/04 l'Ariano stavolta è inserito nel girone I, a sfondo calabrese e siciliano per la maggiore. L'esito della stagione è il medesimo, almeno nella stagione regolare: quindicesimo posto e stagione da decidere ai play-out contro il Marsala. L'andata ad Ariano Irpino finisce 2-0 per l'Ariano; nel ritorno di Marsala la squadra, sotto di due reti e con la retrocessione alle porte a 5 minuti dalla fine, riesce a rimontare e pareggiare per 2-2, centrando la salvezza. Il girone è, invece, vinto dal Rende.

Nella stagione 2004/05 l'Ariano partecipa al girone G, quasi completamente campano (vincerà la Real Marcianise), e per tutto il girone d'andata ottiene risultati positivi, mentre nelle ultime partite del girone di ritorno la squadra subisce alcune sconfitte e finisce col chiudere al decimo posto, alla pari con Turris e Acerrana.

L'ultima stagione arianese in Serie D è quella 2005/06. La crisi societaria è ormai alle porte e la squadra, inserita nel girone H (campano, pugliese e lucano, vinto dalla Paganese), non riesce mai a uscire dalle ultime posizioni. Non c'è stato un allenatore fisso, comincia la stagione sotto la guida di Antonio Negri, poi con Carmelo Marinaccio, poi ancora con l'ex capitano del Foggia Roberto Carannante ed infine di nuovo con Negri. Finisce il campionato al diciassettesimo posto, retrocedendo direttamente. Finisce così la decima e ultima stagione in Serie D dell'Ariano (quattro più recenti e sei negli anni ottanta).

Nell'estate 2006 alcuni imprenditori di Montella, proprietari della società ASD Montella, acquistano il titolo dell'US Ariano Irpino trasferendone la sede societaria proprio a Montella ma mantenendo la denominazione di US Ariano Irpino (anche se per prassi divenne più nota come Ariano Montella) e consentendo alla squadra di giocare le gare interne ad Ariano Irpino. Nella stagione 2006-2007 l'Ariano Montella chiude al dodicesimo posto (il campionato sarà vinto dalla ASD Comprensorio Gelbison Cilento formazione di Vallo della Lucania), costretto a disputare uno spareggio per evitare la retrocessione in Promozione. Lo spareggio è vinto per 1-0 contro il Saviano sul neutro di Castellammare di Stabia, ottenendo la salvezza. Nel 2007-2008 si ottiene la salvezza (il campionato sarà vinto dal Città di Vico Equense), mentre nel 2008-2009 la squadra arriva al settimo posto.

La definitiva scomparsa avviene nell'estate 2009. I proprietari della Scandone di Nusco e dell'Ariano Montella si accordano per la fusione delle due società. Dalla fusione nasce una nuova società denominata Felice Scandone, con sede e campo di gioco a Nusco. Tale vicenda chiude definitivamente l'esperienza calcistica dell'US Ariano.[3]

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'US Ariano/US Ariano Valle Ufita/US Ariano Irpino nonché dell'ASD/USD Vis Ariano

US Ariano

  • 1946: Nasce l'US Ariano.
  • 1948-1949: 1ª nel girone N di Promozione. Perde agli spareggi per la promozione
  • 1949-1950: 5ª nel girone N di Promozione.
  • 1950-1951: 15ª nel girone N di Promozione. Retrocede in Prima Divisione.
  • 1951: Radiata per fallimento.
  • 1959-1960: Partecipa al girone A Campano di Prima Categoria.

  • 1960-1961: 5ª nel girone C Campano di Prima Categoria.
  • 1961-1962: 13ª nel girone C Campano di Prima Categoria. Retrocede in Seconda Categoria.
  • 1962-1963: Partecipa al campionato Campano di Seconda Categoria.
  • 1963-1964: Partecipa al campionato Campano di Seconda Categoria.
  • 1964-1965: Partecipa al campionato Campano di Seconda Categoria.
  • 1965-1966: Partecipa al campionato Campano di Seconda Categoria.
  • 1966-1967: Partecipa al campionato Campano di Seconda Categoria.
  • 1967-1968: Partecipa al campionato Campano di Seconda Categoria.
  • 1968-1969: Partecipa al campionato Campano di Seconda Categoria.
  • 1969-1970: Partecipa al campionato Campano di Seconda Categoria.   Promossa in Prima Categoria.

  • 1970-1971: Partecipa al campionato Campano di Prima Categoria.   Promossa in Promozione.
  • 1971-1972: 14ª nel girone B di Promozione Campania. Retrocede in Prima Categoria.
  • 1972-1973: Partecipa al campionato Campano di Prima Categoria.   Promossa in Promozione.
  • 1973-1974: 11ª nel girone B di Promozione Campania.
  • 1974-1975: 9ª nel girone B di Promozione Campania.
  • 1975-1976: 13ª nel girone B di Promozione Campania. Retrocede in Prima Categoria.
  • 1976-1977: Partecipa al campionato Campano di Prima Categoria.   Promossa in Promozione.
  • 1977-1978: 6ª nel girone C di Promozione Campania.
  • 1978-1979: 6ª nel girone C di Promozione Campania.
  • 1979-1980: 4ª nel girone C di Promozione Campania.

  • 1980-1981: 2ª nel girone C di Promozione Campania. Vince gli spareggi intergirone   Promossa in Interregionale.
  • 1981-1982: 4ª nel girone I dell'Interregionale.
  • 1982-1983: 6ª nel girone H dell'Interregionale.

US Ariano Valle Ufita

  • 1983: L'Unione Sportiva Ariano diventa Unione Sportiva Ariano Valle Ufita.
  • 1983-1984: 3ª nel girone H dell'Interregionale.
  • 1984-1985: 8ª nel girone H dell'Interregionale.
  • 1985-1986: 13ª nel girone G dell'Interregionale.
  • 1986-1987: 14ª nel girone G dell'Interregionale. Retrocede in Promozione.
  • 1987-1988: 6ª nel girone C di Promozione Campania.
  • 1988-1989: 11ª nel girone C di Promozione Campania.
  • 1989-1990: 6ª nel girone C di Promozione Campania.

  • 1990-1991: 11ª nel girone A di Promozione Campania. Ammesso al nuovo campionato di Eccellenza Campania
  • 1991-1992: 10ª nel girone A di Eccellenza Campania.
  • 1992-1993: 7ª nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 1993-1994: 6ª nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 1994-1995: 14ª nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 1995-1996: 9ª nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 1996-1997: 15ª nel girone B di Eccellenza Campania. Retrocede in Promozione.
  • 1997-1998: 7ª nel girone C di Promozione Campania.
  • 1998-1999: 5ª nel girone C di Promozione Campania.
  • 1999-2000: 1ª nel girone C di Promozione Campania.   Promossa in Eccellenza.

US Ariano Irpino

  • 2000 - L'Unione Sportiva Ariano Valle Ufita diventa Unione Sportiva Ariano Irpino
  • 2000-2001: 4ª nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 2001-2002: 1ª nel girone B di Eccellenza Campania.   Promossa in Serie D.
  • 2002-2003: 15ª nel girone H di Serie D. Retrocede in Eccellenza.   Ripescata in Serie D.
  • 2003-2004: 15ª nel girone I di Serie D. Salva ai play-out.
  • 2004-2005: 10ª nel girone G di Serie D.
  • 2005-2006: 17ª nel girone H di Serie D. Retrocede in Eccellenza. Cede il titolo sportivo alla società ASD Città di Montella, sebbene formalmente mantenga per tre stagioni il nome di US Ariano Irpino
  • 2006-2007: 13ª nel girone B di Eccellenza Campania. Salva ai play-out.
  • 2007-2008: 10ª nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 2008-2009: 7ª nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 2009: Fusione con la Scandone e nascita della Felice Scandone Nusco.

ASD Ariano Valle Ufita

  • 2007 - La Polisportiva Cardito Ariano (società minore della città) diventa ASD Ariano Valle Ufita
  • 2007-2008 - 8° nel girone C di Promozione Campania.
  • 2008-2009 - 14° nel girone B di Promozione Campania. Retrocede in Prima Categoria. Ripescato in Promozione
  • 2009-2010 - 8° nel girone C di Promozione Campania.
  • 2010-2011 - 13° nel girone C di Promozione Campania.

ASD Vis Ariano 1946

  • 2011 - L'ASD Ariano Valle Ufita diventa ASD Vis Ariano 1946
  • 2011-2012 - 3° nel girone C di Promozione Campania.
  • 2012-2013 - 3° nel girone C di Promozione Campania. Sconfitto in finale play off  Ripescato in Eccellenza.
  • 2013-2014 - 11° nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 2014-2015 - 16º nel girone B di Eccellenza Campania. Retrocesso in Promozione.
  • 2015-2016 - 12° nel girone C di Promozione Campania. Salva ai play-out.

USD Vis Ariano Calcio

  • 2016 - L'ASD Vis Ariano 1946 diventa USD Vis Ariano Calcio
  • 2016-2017 - 7º nel girone C di Promozione Campania.
  • 2017-2018 - 4º nel girone C di Promozione Campania.
  • 2018-2019 - 10º nel girone C di Promozione Campania.

USD Vis Ariano Accadia

StruttureModifica

 
Le gradinate dello stadio Silvio Renzulli alle falde della villa comunale di Ariano Irpino

StadioModifica

Il terreno di gioco dell'Ariano è sempre stato il "Silvio Renzulli" di Ariano Irpino, lo stesso che in epoca attuale ospita le gare dell'USD Vis Ariano 1946. Lo stadio, della capienza di circa 1 200 posti, è dotato di una tribuna centrale e di una curva alla destra della tribuna stessa; tale curva è riservata alle tifoserie ospiti. Gli altri due lati (di fronte e alla sinistra della tribuna) non sono provvisti di spalti.[2]

Allenatori e presidentiModifica

Allenatori

PalmarèsModifica

Competizioni regionaliModifica

2001-2002
1980-1981, 1999-2000

Altri piazzamentiModifica

Terzo posto: 1983-1984 (girone H)
Terzo posto: 2011-2012 (girone C), 2012-2013 (girone C)

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Promozione 3 1948-1949 1950-1951 3
Campionato Interregionale 6 1981-1982 1986-1987 10
Serie D 4 2002-2003 2005-2006

NoteModifica

  1. ^ a b Almanacco Irpino, Atripalda, Edizioni Walter, 1985, p. 50.
  2. ^ a b Storia, su Ariano Calcio (archiviato il 23 dicembre 2018).
  3. ^ a b c d e Storia del club, su ForzAriano (archiviato il 23 dicembre 2018).

Voci correlateModifica