Conclave del 1758

Conclave del 1758
Sede vacante.svg
Papa Clemente XIII Rezzonico.jpg
Papa Clemente XIII
DurataDal 15 maggio al 6 luglio 1758
LuogoPalazzo del Quirinale, Roma
Partecipanti45 (10 assenti)
DecanoRaniero d'Elci
Vice DecanoGiovanni Antonio Guadagni
CamerlengoGirolamo Colonna di Sciarra
ProtodiaconoAlessandro Albani
Segretario del conclaveLeonardo Antonelli
VetoDel re Luigi XV di Francia contro il cardinale Carlo Alberto Guidobono Cavalchini
ElettoClemente XIII (Carlo Rezzonico)
 

Il conclave del 1758 venne convocato a seguito della morte del papa Benedetto XIV e si concluse con l'elezione del papa Clemente XIII.

Situazione generaleModifica

Alla metà del XVIII secolo una delle questioni più problematiche che la Chiesa si trovava ad affrontare era quella della Compagnia di Gesù. Le monarchie europee avevano cominciato a guardare con sospetto all'operato dei Gesuiti, la cui ingerenza negli affari di stato stava per loro iniziando a divenire intollerabile. Gli ideali dell'Illuminismo cominciavano a venire recepiti dalle corti d'Europa, così come l'assolutismo contribuì a coltivare un clima di ostilità crescente verso lo strapotere politico, culturale ed economico della Compagnia. Sul piano giuridico le nuove politiche giurisdizionaliste degli stati europei miravano a controllare le attività e l'organizzazione ecclesiastica.[1]

Benedetto XIV, il papa colto e "progressista" che aveva tolto numerose opere dall'Indice dei Libri Proibiti, che intratteneva scambi epistolari con scismatici e atei, ortodossi e protestanti dissertando di arte e poesia, aveva perseguito una politica sostanzialmente neutrale nei confronti degli affari delle grandi potenze europee (che al momento della sua morte stavano combattendosi nella Guerra dei Sette anni) quasi adoperandosi per una riconciliazione tra Chiesa e modernità nel rispetto delle prerogative dei sovrani. La sua moderazione unita alle sue doti diplomatiche permisero la sopravvivenza della Compagnia presso le monarchie europee, mentre il suo opaco, bigotto e poco energico successore dovette guardare impotente alla cacciata dei gesuiti da quasi tutte le potenze d'Europa.[2]

Papa Benedetto XIV si ammalò gravemente a partire dal 26 aprile 1758, soffrendo di febbre alta che aggravò la sua asma. Nei giorni successivi il suo stato di salute precipitò repentinamente in conseguenza della gotta, che lo affliggeva da febbraio, e che unita a una disfunzione renale lo portarono al decesso, avvenuto il 3 maggio: aveva 83 anni e aveva regnato per 17 anni, 8 mesi e 16 giorni.

Dopo i consueti novendiali, il 15 maggio il decano del Sacro Collegio Raniero d'Elci presiedette la messa del Santo Spirito, mentre Monsignor Giovanni Battista Bortoli pronunciò l'Oratio pro pontifice eligendo.

Il ConclaveModifica

Il 15 maggio, quando il conclave iniziò, solamente ventisette cardinali erano presenti. Entro il 29 giugno ne arrivarono a Roma altri diciotto, portando il quorum necessario all'elezione a 30 voti. Il 4 luglio, tuttavia, il cardinale Girolamo de' Bardi dovette abbandonare il conclave per malattia.

 
Il Cardinale Girolamo II Colonna, camerlengo durante la sede vacante del 1758

A causa dell'assenza dei cardinali rappresentanti delle potenze cattoliche europee, i cosiddetti "cardinali della corona", gli ambasciatori di Francia e del Sacro Romano Impero chiesero ai porporati presenti di ritardare l'inizio del conclave. Poiché questa richiesta venne respinta, nessun candidato degno di nota emerse nei primi scrutini. Alla prima votazione, il 16 maggio 1758, il maggior numero di consensi (8 voti diretti, più 3 di accessus) andarono al cardinale Raniero d'Elci. Tuttavia d'Elci non era la prima scelta di Corsini e della sua fazione, la quale sosteneva Spinelli, così come la sua candidatura non poteva essere seria a causa della sua età, ben 87 anni.

Successivamente, infatti, il cardinale Corsini propose l'elezione di Giuseppe Spinelli, ma trovò l'opposizione di Domenico Orsini. Un candidato con buone possibilità di elezione fu Alberico Archinto, segretario di stato e vicecancelliere del defunto papa. Archinto aveva il sostegno dei conservatori, ma la fazione di Corsini non era d'accordo a sostenerlo. Alla fine, quindi, anche il suo nome venne ritirato.

Gradualmente i rappresentanti delle corti reali europee arrivarono a Roma con le istruzioni dei rispettivi sovrani. Il 4 giugno arrivò il cardinale della corona Paul d'Albert de Luynes con le istruzioni di Luigi XV di Francia. Cinque giorni dopo venne annunciata ufficialmente la candidatura del cardinale Prospero Colonna di Sciarra.

Nei giorni successivi l'attenzione del conclave si focalizzò su Carlo Alberto Guidobono Cavalchini, il quale ricevette parecchi voti: il 19 giugno ottenne 20 voti, il 21 giugno 26 e il 22 giugno 28, il che significava che era a un solo voto dall'elezione. A quel punto, però, il cardinale Luynes chiese la parola e informò che Luigi XV, avvalendosi dell'antico ius exclusivae, aveva posto il veto proprio contro Cavalchini, ritenuto troppo filogesuita: l'esclusione provocò forti proteste, ma venne rispettata.

L'arrivo del cardinale della corona Franz Konrad von Rodt, il 29 giugno, con le istruzioni della corte imperiale di Vienna, fu il punto di svolta per il conclave, il quale vide una ridefinizione degli schieramenti e dei relativi candidati sostenuti. La sua lista di 17 cardinali ritenuti accettabili da Vienna conteneva tra gli altri, i nomi di Borghese, Cavalchino, Oddi, Lante e Stopani. Negoziati diretti fra von Rodt e Giuseppe Spinelli portarono alla proposta della candidatura del cardinale Carlo Rezzonico, vescovo di Padova. I cardinali che inizialmente gli si erano opposti alla fine decisero di sostenerlo. Dopo consultazioni fra i porporati e l'ambasciatore francese Laon apparve chiaro che Rezzonico sarebbe stato eletto. Il 4 luglio Rezzonico ricevette 22 voti.

La sera del 6 luglio 1758, il cardinale Carlo Rezzonico ricevette 31 voti, uno in più dei due terzi necessari e risultò canonicamente eletto papa: assunse il nome di Clemente XIII. L'elezione venne annunciata alle 22,45 dalla loggia esterna della Basilica Vaticana dal cardinale protodiacono Alessandro Albani.[3]

Lista dei partecipantiModifica

Presenti in conclaveModifica

Nome Paese Titolo Ruolo Nascita Concistoro
Stuart, Enrico Benedetto Enrico Benedetto Stuart   Regno di Gran Bretagna   Regno di Gran Bretagna Cardinale presbitero dei Santi XII Apostoli; Cardinale presbitero in commendam di Santa Maria in Portico Campitelli Arciprete della Basilica di San Pietro in Vaticano; Presidente della Fabbrica di San Pietro; Camerlengo del Collegio Cardinalizio 06/03/1725 17470703 03/07/1747
Giovanni Francesco Albani     Stato Pontificio Cardinale diacono di San Cesareo in Palatio Pro-segretario emerito della Congregazione dell'Immunità Ecclesiastica 26/02/1720 17470410 10/04/1747
Orsini d'Aragona, Domenico Domenico Orsini d'Aragona     Regno di Napoli Cardinale diacono di San Nicola in Carcere Duca emerito di Gravina 05/06/1719 17430909 09/09/1743
Malvezzi Bonfioli, Vincenzo Vincenzo Malvezzi Bonfioli     Stato Pontificio Cardinale presbitero dei Santi Marcellino e Pietro Arcivescovo metropolita di Bologna 22/02/1715 17531126 26/11/1753
delle Lanze, Carlo Vittorio Amedeo Ignazio Carlo Vittorio Amedeo Ignazio delle Lanze     Regno di Sardegna Cardinale presbitero di San Sisto Abate commendatario di Fruttuaria 01/09/1712 17470410 10/04/1747
Flavio Chigi     Stato Pontificio Cardinale diacono di Sant'Angelo in Pescheria Uditore generale emerito della Camera Apostolica 08/09/1711 17531126 26/11/1753
Doria, Giorgio Giorgio Doria     Repubblica di Genova Cardinale presbitero di Santa Cecilia; Cardinale presbitero di Sant'Agostino Prefetto della Congregazione del Buon Governo 04/12/1708 17430909 09/09/1743
Girolamo II Colonna     Stato Pontificio Cardinale diacono dei Santi Cosma e Damiano Abate commendatario di Santa Maria in Silvis; Gran Priore di Roma del Sovrano Militare Ordine di Malta; Arciprete della Basilica Liberiana di Santa Maria Maggiore; Cardinale protettore della Pontificia Accademia Ecclesiastica; Camerlengo di Santa Romana Chiesa 08/05/1708 17430909 09/09/1743
Colonna di Sciarra, Prospero Prospero Colonna di Sciarra     Stato Pontificio Cardinale diacono di Santa Maria ad Martyres Abate commendatario dei Santi Vincenzo e Anastasio alle Tre Fontane; Prefetto dell'Economia della Congregazione di Propaganda Fide; Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura di Grazia 17/01/1707 17430909 09/09/1743
Rodt, Franz Konrad von Franz Konrad von Rodt     Principato vescovile di Costanza Cardinale presbitero di Santa Maria del Popolo Vescovo di Costanza 10/03/1706 17560405 05/04/1756
d'Albert de Luynes, Paul Paul d'Albert de Luynes     Regno di Francia Cardinale presbitero[4] Abate commendatario di Cerisy-la-Forêt; Seggio 29 dell'Académie française; Arcivescovo metropolita di Sens; Abate commendatario di Saint-Pierre de Corbie 05/01/1703 17560405 05/04/1756
Sersale, Antonio Antonio Sersale     Regno di Napoli Cardinale presbitero di Santa Pudenziana Arcivescovo metropolita di Napoli 25/02/1702 17540422 22/04/1754
Archinto, Alberico Alberico Archinto     Ducato di Milano Cardinale presbitero di San Lorenzo in Damaso Cardinale Segretario di Stato di Sua Santità; Prefetto della Congregazione della Sacra Consulta; Prefetto della Congregazione di Avignone; Prefetto della Congregazione Lauretana; Prefetto della Congregazione Fermana; Vice-Cancelliere di Santa Romana Chiesa 08/11/1698 17560405 05/04/1756
Galli, Antonio Andrea Antonio Andrea Galli     Stato Pontificio Cardinale presbitero di San Pietro in Vincoli Penitenziere Maggiore; Prefetto della Congregazione dell'Indice dei Libri Proibiti 30/11/1697 17531126 26/11/1753
Torriggiani, Ludovico Maria Ludovico Maria Torriggiani     Granducato di Toscana Cardinale diacono dei Santi Vito, Modesto e Crescenzia Segretario emerito della Congregazione della Sacra Consulta 18/10/1697 17531126 26/11/1753
Borghese, Francesco Scipione Maria Francesco Scipione Maria Borghese     Stato Pontificio Cardinale vescovo di Albano Maestro di Camera emerito della Corte Pontificia; Prefetto emerito del Palazzo Apostolico 20/05/1697 17290706 06/07/1729
Potier de Gesvres, Étienne-René Étienne-René Potier de Gesvres     Regno di Francia Cardinale presbitero di Sant'Agnese fuori le mura Vescovo di Beauvais 02/01/1697 17560405 05/04/1756
Pozzobonelli, Giuseppe Giuseppe Pozzobonelli     Ducato di Milano Cardinale presbitero di Santa Maria in Via Arcivescovo metropolita di Milano 11/08/1696 17430909 09/09/1743
Serbelloni, Fabrizio Fabrizio Serbelloni     Ducato di Milano Cardinale presbitero di Santo Stefano al Monte Celio Legato apostolico di Bologna 04/11/1695 17531126 26/11/1753
Stoppani, Giovanni Francesco Giovanni Francesco Stoppani     Ducato di Milano Cardinale presbitero dei Santi Silvestro e Martino ai Monti Legato apostolico di Romagna 16/09/1695 17531126 26/11/1753
Lante Montefeltro della Rovere, Federico Marcello Federico Marcello Lante Montefeltro della Rovere     Stato Pontificio Cardinale presbitero di San Silvestro in Capite Presidente emerito della Legazione di Urbino 18/04/1695 17430909 09/09/1743
Crescenzi, Marcello Marcello Crescenzi     Stato Pontificio Cardinale presbitero di Santa Maria in Traspontina Arcivescovo di Ferrara 27/10/1694 17430909 09/09/1743
Banchieri, Giovanni Francesco Giovanni Francesco Banchieri     Granducato di Toscana Cardinale diacono di Sant'Adriano al Foro Abate commendatario di Subiaco; Legato apostolico di Ferrara 23/09/1694 17531126 26/11/1753
Giuseppe Spinelli     Regno di Napoli Cardinale vescovo di Palestrina Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide 01/02/1694 17350117 17/01/1735
Feroni, Giuseppe Maria Giuseppe Maria Feroni     Granducato di Toscana Cardinale presbitero di San Pancrazio fuori le mura Segretario emerito della Congregazione dei Vescovi e Regolari 30/04/1693 17531126 26/11/1753
della Torre Rezzonico, Carlo Carlo della Torre Rezzonico     Repubblica di Venezia Cardinale presbitero di San Marco Abate commendatario di Summaga; Vescovo di Padova, eletto papa 07/03/1693 17371220 20/12/1737
Durini, Carlo Francesco Carlo Francesco Durini     Ducato di Milano Cardinale presbitero dei Santi Quattro Coronati Arcivescovo-vescovo di Pavia; Arcivescovo titolare di Amasea 20/01/1693 17531126 26/11/1753
Paolucci, Camillo Camillo Paolucci     Stato Pontificio Cardinale presbitero di Santa Maria in Trastevere; Cardinale presbitero in commendam dei Santi Giovanni e Paolo Legato apostolico emerito di Ferrara 09/12/1692 17430909 09/09/1743
Albani, Alessandro Alessandro Albani     Stato Pontificio Cardinale diacono di Santa Maria in Via Lata; Cardinale diacono in commendam di Santa Maria in Cosmedin Abate commendatario di Nonantola; Prefetto della Congregazione delle Acque; Cardinale protodiacono 15/10/1692 17210716 16/07/1721
Sacripante, Carlo Maria Carlo Maria Sacripante     Stato Pontificio Cardinale vescovo di Frascati Tesoriere generale emerito della Camera Apostolica 01/09/1689 17390930 30/09/1739
Tempi, Luca Melchiore Luca Melchiore Tempi     Granducato di Toscana Cardinale presbitero di Santa Croce in Gerusalemme Nunzio apostolico emerito in Portogallo 13/02/1688 17531126 26/11/1753
Argenvilliers, Clemente Clemente Argenvilliers     Stato Pontificio Cardinale presbitero della Santissima Trinità al Monte Pincio Rettore dell'Università "La Sapienza"; Abate commendatario di Santa Maria di Valdiponte; Prefetto della Congregazione del Concilio 30/12/1687 17531126 26/11/1753
Daniele Dolfin     Repubblica di Venezia Cardinale presbitero di Santa Maria sopra Minerva Arcivescovo metropolita di Udine 22/01/1688 17470410 10/04/1747
Corsini, Neri Maria Neri Maria Corsini     Granducato di Toscana Cardinale diacono di Sant'Eustachio Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica; Arciprete della Basilica di San Giovanni in Laterano; Segretario della Congregazione della Romana e Universale Inquisizione 19/05/1685 17300814 14/08/1730
Imperiali, Cosimo Cosimo Imperiali     Repubblica di Genova Cardinale presbitero di San Clemente Vice-Camerlengo emerito della Camera Apostolica 24/04/1685 17531126 26/11/1753
de Bardi, Girolamo Girolamo de Bardi     Granducato di Toscana Cardinale presbitero di Santa Maria degli Angeli Segretario emerito della Congregazione della Sacra Consulta 31/01/1685 17430909 09/09/1743
Roero di Pralormo, Giambattista Giambattista Roero di Pralormo     Regno di Sardegna Cardinale presbitero di San Crisogono Arcivescovo metropolita di Torino 28/11/1684 17560405 05/04/1756
Guidobono Cavalchini, Carlo Alberto Carlo Alberto Guidobono Cavalchini     Regno di Sardegna Cardinale presbitero di Santa Maria della Pace Prefetto della Congregazione dei Vescovi e Regolari 26/07/1683 17430909 09/09/1743
Tamburini, Fortunato Fortunato Tamburini     Ducato di Modena e Reggio Cardinale presbitero di San Callisto Abate ordinario di San Paolo fuori le Mura; Prefetto della Congregazione sopra la Correzione dei Libri della Chiesa Orientale; Prefetto della Congregazione dei Riti 02/02/1683 17430909 09/09/1743
Passionei, Domenico Silvio Domenico Silvio Passionei     Stato Pontificio Cardinale presbitero di Santa Prassede; Cardinale presbitero in commendam di San Bernardo alle Terme Diocleziane Segretario dei Brevi Apostolici; Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa 02/12/1682 17380623 23/06/1738
Fernández de Portocarrero, Joaquín Joaquín Fernández de Portocarrero     Regno di Spagna Cardinale vescovo di Sabina Prefetto della Congregazione per le Indulgenze e le Sacre Reliquie 27/03/1681 17430909 09/09/1743
Oddi, Giacomo Giacomo Oddi     Stato Pontificio Cardinale presbitero di Sant'Anastasia Arcivescovo-vescovo di Viterbo e Tuscania 11/11/1679 17430909 09/09/1743
Mosca, Agapito Agapito Mosca     Stato Pontificio Cardinale presbitero di Sant'Agata alla Suburra Legato apostolico emerito di Ferrara 28/04/1678 17321001 01/10/1732
Guadagni, Giovanni Antonio Giovanni Antonio Guadagni     Granducato di Toscana Cardinale vescovo di Porto e Santa Rufina Vicario generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma; Prefetto della Congregazione della Disciplina dei Regolari; Prefetto della Congregazione per la Residenza dei Vescovi; Sottodecano del Collegio Cardinalizio 14/09/1674 17310924 24/09/1731
d'Elci, Raniero Raniero d'Elci     Granducato di Toscana Cardinale vescovo di Ostia e Velletri; Cardinale presbitero in commendam di Santa Sabina Prefetto della Congregazione dell'Immunità Ecclesiastica; Decano del Collegio Cardinalizio; Governatore di Velletri 07/03/1670 17371220 20/12/1737

Assenti in conclaveModifica

Nome Paese Titolo Ruolo Nascita Concistoro
Saldanha da Gama, Francisco de Francisco de Saldanha da Gama     Regno del Portogallo Cardinale presbitero[5] Primicerio della Cattedrale di Lisbona 20/05/1723 17560405 05/04/1756
Solís Folch de Cardona, Francisco de Francisco de Solís Folch de Cardona     Regno di Spagna Cardinale presbitero dei Santi XII Apostoli Arcivescovo metropolita di Siviglia 16/02/1713 17560405 05/04/1756
di Baviera, Giovanni Teodoro Giovanni Teodoro di Baviera     Sacro Romano Impero Cardinale presbitero dei San Lorenzo in Pansiperna Amministratore apostolico di Ratisbona; Vescovo di Liegi; Amministratore apostolico di Frisinga 03/09/1703 17430909 09/09/1743
Fernández de Córdoba, Luis Luis Fernández de Córdoba     Regno di Spagna Cardinale presbitero[5] Arcivescovo metropolita di Toledo 22/01/1696 17541218 18/12/1754
Saulx-Tavannes, Nicolas-Charles de Nicolas-Charles de Saulx-Tavannes     Regno di Francia Cardinale presbitero[5] Abate commendatario di Saint-Étienne de Caen; Grande Elemosiniere di Francia 09/09/1670 17560405 05/04/1756
Câmara d'Atalaia, José Manuel da José Manuel da Câmara d'Atalaia     Regno del Portogallo Cardinale presbitero[5] Patriarca di Lisbona 25/12/1686 17470410 10/04/1747
Lamberg, Joseph Dominick von Joseph Dominick von Lamberg     Sacro Romano Impero Cardinale presbitero di San Pietro in Montorio Principe-vescovo di Passavia 08/07/1680 17371220 20/12/1737
d'Alsace-Boussut de Chimay, Thomas Philip Wallrad Thomas Philip Wallrad d'Alsace-Boussut de Chimay     Repubblica delle Sette Province Unite Cardinale presbitero di San Lorenzo in Lucina Arcivescovo metropolita di Malines; Cardinale protopresbitero 12/11/1679 17191129 29/11/1719
Mendoza Caamaño y Sotomayor, Alvaro Alvaro Mendoza Caamaño y Sotomayor     Regno di Spagna Cardinale presbitero[5] Patriarca titolare delle Indie Occidentali; Abate ordinario di Alcalá la Real 14/11/1671 17470410 10/04/1747
Mesmer, Giovanni Battista Giovanni Battista Mesmer     Ducato di Milano Cardinale presbitero di Sant'Onofrio Tesoriere generale emerito della Camera Apostolica 21/04/1671 17470410 10/04/1747

NoteModifica

  1. ^ Ambrogio M. Piazzoni, Storia delle Elezioni pontificie, pag. 216
  2. ^ Claudio rendina, I Papi, storia e segreti, pag. 734
  3. ^ John Paul Adams, The Conclaves, sede vacante 1758
  4. ^ Ricevette la titolo cardinalizio di San Tommaso in Parione solo il 2 agosto 1758.
  5. ^ a b c d e Non si recò mai a Roma per ricevere il titolo cardinalizio.
  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo