Gabriele Tinti

attore cinematografico italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il poeta, vedi Gabriele Tinti (poeta).

Gabriele Tinti, all'anagrafe Gastone Tinti (Molinella, 22 agosto 1932Roma, 12 novembre 1991), è stato un attore italiano.

Gabriele Tinti nel film Cronache di poveri amanti (1954)

BiografiaModifica

Cominciò presto a lavorare nel cinema e si specializzò in film di genere brillante, talvolta accanto a Totò (Il coraggio, 1955; La banda degli onesti, 1956; Totò lascia o raddoppia?, 1956); negli anni della maturità si cimentò anche in ruoli drammatici. Tra le sue varie esperienze in produzioni straniere, si segnalano le partecipazioni ai film Il volo della Fenice (1966) e Quando muore una stella (1968), entrambi diretti da Robert Aldrich, e 4 per Cordoba (1970) di Paul Wendkos.

Fu marito di due colleghe, dapprima Norma Bengell e poi Laura Gemser, con la quale girò tutti i film della saga di Emanuelle nera.

Morì a Roma nel novembre del 1991 per un arresto cardiaco[1]. Riposa nel cimitero di Molinella, suo paese natale, accanto alla tomba del padre.

FilmografiaModifica

 
Gabriele Tinti con Sandra Milo in Vite perdute (1959)
 
Gabriele Tinti con Monika Zanchi in Suor Emanuelle (1977)

TelevisioneModifica

Doppiatori italianiModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN69142125 · ISNI (EN0000 0001 0912 7794 · SBN UBOV480923 · LCCN (ENno2011002976 · GND (DE1061456773 · BNE (ESXX1260749 (data) · BNF (FRcb14233319n (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2011002976