Vittorio Amandola

attore, doppiatore, dialoghista e regista teatrale italiano

Vittorio Amandola (Perugia, 4 novembre 1952Roma, 22 luglio 2010) è stato un attore, doppiatore, dialoghista e regista teatrale italiano.

BiografiaModifica

Iniziò l'attività nel mondo teatrale nel 1970 prima come attore e poi come autore partecipando a varie compagnie. Come attore ha partecipato a numerosi film italiani e serie televisive come R.I.S. - Delitti imperfetti e Don Matteo. È stato sposato con la doppiatrice Sonia Scotti e patrigno di Rachele Paolelli, attrice e doppiatrice, e Mario Alessandro Paolelli, ingegnere e commediografo. Come doppiatore ha doppiato moltissimi personaggi, soprattutto nel campo dell'animazione, tra i più famosi Pippo (dal 1989 al 2000), Waylon Smithers ne I Simpson (dalla prima alla ventesima stagione), Yosemite Sam (dal 1996 al 2006) e Lumiere ne La bella e la bestia.

È morto per un tumore il 22 luglio 2010 all'età di 57 anni[1].

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

TeatroModifica

  • Le mani sporche (1975)
  • La commedia dei fantasmi
  • Filomena Marturano
  • L'antenato
  • All'uscita
  • L'anfora
  • L'importanza di chiamarsi Ernesto
  • Hop Solecar Cabaret
  • La Pupilla
  • Ribes gratis
  • Il barone Bagge
  • La sconcertante signora Savage
  • Spirito Allegro
  • Liliom
  • Marie Galante (2006)

DoppiaggioModifica

CinemaModifica

AnimazioneModifica

VideogiochiModifica

NoteModifica

  1. ^ Antonio Genna, E’ morto l’attore e doppiatore Vittorio Amandola, su antoniogenna.com, 23 luglio 2010.
  2. ^ Enrico Lancia, Dizionario del cinema italiano (sesto volume) p. 276, Gremese, 2001, ISBN 978-88-8440-085-7.
  3. ^ AntonioGenna.net presenta IL MONDO DEI DOPPIATORI - EXTRA: VIDEOGAMES "Bugs Bunny - Lost in time", su antoniogenna.net. URL consultato il 1º luglio 2021.
  4. ^ AntonioGenna.net presenta IL MONDO DEI DOPPIATORI - EXTRA: VIDEOGAMES "Bugs Bunny e Taz in viaggio nel tempo", su antoniogenna.net. URL consultato il 30 giugno 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica