Apri il menu principale

Salvatore Bocchetti

calciatore italiano
Salvatore Bocchetti
SM-Rangers18 (8) (cropped).jpg
Bocchetti allo Spartak Mosca nel 2018
Nazionalità Italia Italia
Altezza 186 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Verona
Carriera
Giovanili
19??-19?? 600px HEX-1372AC White.svg Piscinola
1999-2001 Internapoli
2001-2005 Ascoli
Squadre di club1
2005-2006 Lanciano22 (1)
2006-2007 Ascoli2 (0)
2007-2008 Frosinone53 (4)
2008-2010Genoa60 (1)
2010-2013Rubin Kazan'52 (9)
2013-2015 Spartak Mosca25 (0)
2015 Milan9 (0)
2015-2019 Spartak Mosca70 (4)
2019-Verona2 (0)
Nazionale
2007Italia Italia U-201 (0)
2008-2009 Italia Italia U-2119 (0)
2008 Italia Italia olimpica9 (0)
2009-2015Italia Italia9 (0)
Transparent.png Torneo di Tolone
Oro Tolone 2008
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Bronzo Svezia 2009
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1 settembre 2019

Salvatore Bocchetti (Napoli, 30 novembre 1986) è un calciatore italiano, difensore del Verona.

BiografiaModifica

Ha un cugino ex-calciatore, Antonio Bocchetti.

Caratteristiche tecnicheModifica

Difensore centrale, mancino di piede, all'occorrenza può ricoprire anche il ruolo di terzino sinistro.[1]

CarrieraModifica

ClubModifica

Lanciano, Ascoli e FrosinoneModifica

Nato a Secondigliano[2], fino all'età di 13 anni gioca nella scuola calcio Piscinola (squadra di quartiere), dopo nell'Internapoli, per poi passare nelle giovanili dell'Ascoli. All'età di 18 anni è stato ceduto in prestito al Lanciano in Serie C1 per la stagione 2005-2006. L'anno successivo è tornato alla sua squadra di origine facendo il suo esordio in Serie A; a gennaio 2007 è stato nuovamente ceduto in prestito con diritto di riscatto della comproprietà fissato a 400.000 €,[3] questa volta in Serie B al Frosinone che successivamente lo riscatta. A giugno 2008 il Frosinone riscatta tutto il cartellino pagando all'Ascoli 1.500.000 €.[4]

GenoaModifica

Nel luglio 2008 è tornato in Serie A acquistato con la formula della compartecipazione dal Genoa per 2,2 milioni di euro. Arriva a Genova, dove con Gian Piero Gasperini trova subito il posto da titolare inamovibile sul centro-sinistra con Giuseppe Biava a destra e Matteo Ferrari centrale, come del resto l'anno dopo con Biava o Sōkratīs Papastathopoulos a destra ed Emiliano Moretti o Dario Dainelli centrali: ottima soprattutto la sua intesa con Domenico Criscito esterno di sinistra del centrocampo gasperiniano. Le sue prestazioni convincono Marcello Lippi, CT della Nazionale, a convocarlo più volte. Il 24 marzo 2010 in Genoa-Palermo (2-2) mette a segno il primo gol con la maglia rossoblu. Con il Genoa conquista al primo anno la qualificazione in Europa League, sfiorando la Champions solo per gli scontri diretti con la Fiorentina, classificata a pari punti ma in vantaggio per via di un contestatissimo 3-3 nello scontro diretto che il Genoa giocò per gran parte della partita in dieci uomini, venendo rimontato solo a tempo scaduto. L'anno dopo giocò l'Europa League con il Genoa.

Rubin Kazan'Modifica

 
Bocchetti al Rubin Kazan' nel 2011.

Il 29 agosto 2010 viene acquistato per 9.5 milioni di euro dal Rubin Kazan',[5] con cui firma un contratto della durata di tre anni e mezzo.[6] Nella prima stagione gioca il finale del campionato disputando 7 partite e segnando 2 reti. Il 29 settembre seguente fa il suo debutto in Champions League contro il Barcellona pareggiando 1-1.

Il 2 ottobre 2011 Bocchetti segna la sua prima doppietta con il Rubin Kazan contro il Tom Tomsk. Finisce la prima fase del campionato in sesta posizione giocando 22 partite e segnando 5 reti. Il 23 febbraio 2012 il Rubin Kazan viene eliminato dall'Europa League nei sedicesimi di finale perdendo 1-0 entrambe le partite contro l'Olympiacos.

Il 14 luglio 2012 Bocchetti segna il gol che sblocca la gara nella finale di Supercoppa di Russia contro lo Zenit San Pietroburgo di Luciano Spalletti: la partita terminerà 2-0 e il risultato permetterà così al Rubin Kazan' di alzare il primo trofeo stagionale.

Spartak Mosca e MilanModifica

Il 25 gennaio 2013 passa a titolo definitivo allo Spartak Mosca per circa 4,5 milioni di euro. Il 10 marzo fa il suo esordio in campionato in occasione della vittoria casalinga (3-1) contro il Terek Groznyj. Ad agosto 2013 ha riportato una rottura del legamento crociato anteriore con parziale lacerazione dei legamenti esterni del ginocchio sinistro.

Il 28 gennaio 2015 passa in prestito al Milan. Il 1º febbraio seguente fa il suo esordio con la maglia rossonera, nella vittoria per 3-1 contro il Parma. A fine stagione non viene riscattato e fa quindi ritorno allo Spartak Mosca, con cui gioca fino al termine della stagione 2018-2019.

Hellas VeronaModifica

Svincolatosi dallo Spartak Mosca, il 25 luglio 2019 si trasferisce a parametro zero al Verona, firmando un contratto biennale, valido fino al 30 giugno 2021. Esordisce con i veneti alla prima giornata di campionato, il 25 agosto, subentrando a Zaccagni nel pareggio per 1-1 contro il Bologna.

NazionaleModifica

Ha esordito in Nazionale Under-21 il 25 marzo 2008 in Azerbaigian-Italia (0-2), giocata a Baku. Sotto la gestione di Pierluigi Casiraghi diventa titolare e nel 2008 con la Nazionale Olimpica vince il Torneo di Tolone e partecipa ai Giochi olimpici.

Nel 2009 il c.t. Marcello Lippi lo convoca per la prima volta in Nazionale, per le partite contro Montenegro e Irlanda del 28 marzo e 1º aprile, nelle quali tuttavia non viene impiegato. Partecipa quindi all'Europeo U-21 in Svezia dove gli Azzurrini vengono eliminati in semifinale.

Il 10 ottobre 2009, a 22 anni, esordisce in Nazionale, subentrando a Grosso nel secondo tempo di Irlanda-Italia (2-2), valida per le qualificazioni mondiali. Il 14 ottobre, a Parma, gioca per la prima volta da titolare nella partita contro Cipro. Viene convocato per il Mondiale 2010 in Sudafrica, ma non scende in campo nel corso della manifestazione.

Il 13 maggio 2012, dopo due anni di assenza dal giro azzurro, viene inserito dal c.t. Prandelli nella lista dei 32 calciatori pre-convocati per la fase di preparazione in vista dell'Europeo 2012,[7] ma viene poi escluso dalla lista definitiva consegnata il 29 maggio.[8]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 29 aprile 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp. Pres. Reti Comp. Pres. Reti Comp. Pres. Reti Comp. Pres. Reti Pres. Reti
2005-2006   Lanciano C1 22 1 CI 0 0 - - - - - - 22 1
2006-gen. 2007   Ascoli A 2 0 CI 0 0 - - - - - - 2 0
gen.-giu. 2007   Frosinone B 17 2 CI 0 0 - - - - - - 17 2
2007-2008 B 38 2 CI 0 0 - - - - - - 38 2
Totale Frosinone 55 4 - - - - - - 55 4
2008-2009   Genoa A 32 0 CI 2 0 - - - - - - 34 0
2009-2010 A 28 1 CI 0 0 UEL 7 0 - - - 35 1
Totale Genoa 60 1 2 0 7 0 - - 69 1
2010   Rubin Kazan' PL 7 2 KR 0 0 UCL+UEL 6+2 0 - - - 15 2
2011-2012 PL 32 5 KR 4 1 UCL+UEL 3+8 0 - - - 47 6
2012-gen. 2013 PL 13 2 KR 1 0 UEL 4 0 SR 1 1 19 3
Totale Rubin Kazan' 52 9 5 1 23 0 1 1 81 11
gen.-giu. 2013   Spartak Mosca PL 10 0 KR 0 0 - - - - - - 10 0
2013-2014 PL 12 0 KR 1 0 - - - - - - 13 0
2014-gen. 2015 PL 3 0 KR 2 0 - - - - - - 5 0
gen.-giu. 2015   Milan A 9 0 CI 0 0 - - - - - - 9 0
2015-2016   Spartak Mosca PL 28 3 KR 2 0 - - - - - - 30 3
2016-2017 PL 15 1 KR 0 0 UEL 2[9] 0 - - - 17 1
2017-2018 PL 12 1 KR 1 0 UCL+UEL 3+1 0 SR 1 0 18 1
2018-2019 PL 15 0 KR 2 0 UCL+UEL 1[10]+4 0 - - - 23 1
Totale Spartak 95 5 8 0 11 0 1 0 115 5
2019-2020   Verona A 2 0 CI 0 0 - - - - - - 2 0
Totale carriera 285 18 15 1 41 0 2 1 343 20

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-10-2009 Dublino Irlanda   2 – 2   Italia Qual. Mondiali 2010 -   78’
14-10-2009 Parma Italia   3 – 2   Cipro Qual. Mondiali 2010 -
18-11-2009 Cesena Italia   1 – 0   Svezia Amichevole -   55’
3-6-2010 Bruxelles Italia   1 – 2   Messico Amichevole -   88’
5-6-2010 Ginevra Svizzera   1 – 1   Italia Amichevole -   60’
Totale Presenze 5 Reti 0

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Rubin Kazan': 2011-2012
Rubin Kazan': 2012
Spartak Mosca: 2017
Spartak Mosca: 2016-2017

NazionaleModifica

2008

IndividualeModifica

Svezia 2009[11]

NoteModifica

  1. ^ Guida al Verona 2019/20, su L'Ultimo Uomo, 20 agosto 2019. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  2. ^ Alcune fonti riportano come luogo di nascita Ascoli Piceno; viene riportato il luogo di nascita indicato dai siti della FIGC e del Frosinone Calcio
  3. ^ Nel Gennaio la cessione al Frosinone in prestito col diritto di riscatto per la metà fissato (a 400mila euro)
  4. ^ La società ciociara ha riscattato anche l'altra metà di proprietà bianconera con un esborso di circa 1,5 milioni di euro
  5. ^ Bocchetti a Kazan per incominciare
  6. ^ (EN) Bokketti came to Rubin[collegamento interrotto]
  7. ^ Sono 32 i pre-convocati di Prandelli: novità Verratti, Schelotto, Giaccherini e Destro; torna Bocchetti, soccermagazine.it, 13 maggio 2012. URL consultato il 17 luglio 2014.
  8. ^ Euro 2012, Prandelli lascia a casa Ranocchia e Destro. Ecco la lista ufficiale dei 23 convocati, Bonucci c’è, soccermagazine.it, 29 maggio 2012. URL consultato il 2 giugno 2014.
  9. ^ preliminari UEL
  10. ^ preliminari UCL
  11. ^ Technical report (PDF), uefa.com.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica